Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

L'anno della morte di Ricardo Reis

Mostra risultati da 1 a 15 di 21

Discussione: Saramago, Josè - L'anno della morte di Ricardo Reis

Thread visitati

Messaggio precedente Messaggio precedente   Messaggio successivo Messaggio successivo
  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    238
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    3
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito Saramago, Josè - L'anno della morte di Ricardo Reis

    Lisbona, 1935. Muore Fernando Pessoa.
    Ricardo Reis, poeta ellenista e monarchico emigrato in Brasile, nonchè uno degli eteronimi di Pessoa, ritorna in Portogallo per rendere omaggio alla tomba del suo creatore.

    E' questa l'idea che fà da motore al romanzo di Saramago, a mio avviso il più bello del grande scrittore portoghese.
    Reis trascorrerà il suo ultimo anno di vita aggirandosi per Lisbona come uno spettro, sconfitto.
    L'antica musa Lidia ha il corpo di una cameriera d'albergo, con la quale instaura una triste relazione priva di amore.
    Marcenda, giovane donna di Coimbra di cui è invece innamorato, lo respinge.
    Al protagonista non resta che osservare dalla sua grigia stanza lo spettacolo di un mondo che va incontro alla dittatura.

    E' stato il primo romanzo di Saramago che ho letto, grazie al quale ho conosciuto Pessoa. Chi ha già letto qualcosa di quest'ultimo lo apprezzerà particolarmente perchè Saramago espone la poetica di Pessoa attraverso lo stesso Ricardo Reis, proprio come avvenne nella realtà letteraria.
    Infatti i momenti forse più suggestivi del romanzo sono gli incontri tra l'anima del poeta, morto in carne ed ossa che vaga per la città, e il protagonista Reis, vivo ed inesistente.

    Concludo citando un passo:
    · “…solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi, non è un albero in mezzo a una pianura dove ci sia solo lui, è la distanza tra la linfa profonda e la corteccia, tra le foglie e la radice”

  2. The Following 2 Users Say Thank You to swann For This Useful Post:


  3. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


Discussioni simili

  1. Saramago, Josè - Cecità
    Da Palmaria nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 80
    Ultimo messaggio: 12-01-2019, 10:02 PM
  2. Saramago, Josè - Il racconto dell'isola sconosciuta
    Da elisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 11-18-2019, 03:26 PM
  3. Saramago, José - Le intermittenze della morte
    Da labonsai nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 09-03-2019, 02:19 PM
  4. Paasilinna, Arto - L'anno della lepre
    Da elisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 03-24-2019, 02:58 PM
  5. Hamilton, Laurell K. - Il ballo della morte
    Da ayla nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 09-22-2009, 01:49 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •