Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 70 di 72 PrimoPrimo ... 2060616263646566676869707172 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1036 a 1050 di 1068

Discussione: La poesia del giorno....

  1. #1036
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2157
    Thanks Thanks Given 
    4253
    Thanks Thanks Received 
    2183
    Thanked in
    1299 Posts

    Predefinito Oggi, San Martino

    San Martino

    La nebbia a gl'irti colli
    Piovigginando sale,
    E sotto il maestrale
    Urla e biancheggia il mar;
    Ma per le vie del borgo
    Dal ribollir de' tini
    Va l'aspro odor de i vini
    L'anime a rallegrar.
    Gira su' ceppi accesi
    Lo spiedo scoppiettando:
    Sta il cacciator fischiando
    Su l'uscio a rimirar
    Tra le rossastre nubi
    Stormi d'uccelli neri,
    Com'esuli pensieri,
    Nel vespero migrar.

    Giosuè Carducci

  2. The Following 5 Users Say Thank You to qweedy For This Useful Post:


  3. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #1037
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2010
    Località
    Toscana
    Messaggi
    1840
    Thanks Thanks Given 
    42
    Thanks Thanks Received 
    245
    Thanked in
    148 Posts

    Predefinito

    Ci sono legami di seta
    che ti aspettano su incroci del destino
    che mai avresti immaginato
    Il Ricordo unisce ciò che la vita separa
    E ti sembra una strana, inaspettata,
    piacevole connessione notturna,
    come una carezza,
    senza tempo.

    Anton Vanligt

  • The Following 3 Users Say Thank You to Monica For This Useful Post:


  • #1038
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    739
    Thanks Thanks Given 
    737
    Thanks Thanks Received 
    864
    Thanked in
    513 Posts

    Predefinito

    Incertezza

    Pende alla mia finestra
    l’erba azzurra del cielo.
    Come lungo mille fili
    scendono infinite stelle.

    L’anima è una spugna
    che assorbe le lacrime – lenti
    delle stelle – ad una ad una,
    bianche lucenti e tremanti.

    La lanugine della mia tristezza
    si avvolge di notte alla tristezza,
    le ciglia di Dio
    cadono nel mio calamaio.

    Apro il libro: il libro si lamenta.
    Cerco il tempo: non c’è tempo.
    Vorrei cantare: non canto, esisto,
    sembra che io sia e non esisto più.

    Il mio pensiero, di chi è pensiero?
    In quale racconto o idea
    mi viene alla mente che, forse,
    ho fatto parte di tutto?

    Scrivo qui, curvo, senza memoria
    ascoltando la voce strana
    dello stagno e del frutteto
    e firmo:
    Tudor Arghezi



    Tudor Arghezi (Mondadori, 1966), traduzione di Salvatore Quasimodo

  • The Following 2 Users Say Thank You to Shoshin For This Useful Post:


  • #1039
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    739
    Thanks Thanks Given 
    737
    Thanks Thanks Received 
    864
    Thanked in
    513 Posts

    Predefinito La luce non ti ricorda

    La luce entra anche oggi nella stanza
    come quel pomeriggio. E non ci vede
    di nuovo insieme: tu non sei venuta.
    Ma posso ricordarti.
    Ti ricordo da solo, in questa stanza
    – ora piena di niente – che allora dividemmo.
    Le parole, la musica, le risa,
    ciò che avvenne in quelle ore tra di noi
    continua e vive in me.

    Però la luce non ti ricorda.
    La luce ama il presente. Torna senza memoria
    in questa stanza vuota. E non sa più
    che t’avvolse i capelli e brillò nei tuoi occhi,
    che insieme alle mie mani minuziose
    scese lenta il tuo corpo.

    No, la luce
    non ricorda d’essere stata qui,
    con te, con noi. Giunge, allegra e dorata,
    nel luogo in cui bruciò l’altro giorno la vita.
    Nel suo silenzio unicamente trova
    un uomo che ricorda, ricordandoti:
    un uomo triste, un uomo vinto, e solo.

    Eloy Sánchez Rosillo


    Traduzione di Francesco Dalessandro

    da Las cosas como fueron, Tusquets editores, 2018

  • The Following 3 Users Say Thank You to Shoshin For This Useful Post:


  • #1040
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Provincia di Lecce
    Messaggi
    1973
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    1250
    Thanks Thanks Received 
    1057
    Thanked in
    646 Posts

    Predefinito

    Viaggiate
    che sennò poi
    diventate razzisti
    e finite per credere
    che la vostra pelle è l’unica
    ad avere ragione,
    che la vostra lingua
    è la più romantica
    e che siete stati i primi
    ad essere i primi
    Viaggiate
    che se non viaggiate poi
    non vi si fortificano i pensieri
    non vi riempite di idee
    vi nascono sogni con le gambe fragili
    e poi finite per credere alle televisioni
    e a quelli che inventano nemici
    che calzano a pennello con i vostri incubi
    per farvi vivere di terrore
    senza più saluti
    né grazie
    né prego
    né si figuri
    Viaggiate
    che viaggiare insegna
    a dare il buongiorno a tutti
    a prescindere
    da quale sole proveniamo,
    che viaggiare insegna
    a dare la buonanotte a tutti
    a prescindere
    dalle tenebre che ci portiamo dentro
    Viaggiate
    che viaggiare insegna a resistere
    a non dipendere
    ad accettare gli altri non solo per quello che sono
    ma anche per quello che non potranno mai essere,
    a conoscere di cosa siamo capaci
    a sentirsi parte di una famiglia
    oltre frontiere, oltre confini,
    oltre tradizioni e cultura,
    viaggiare insegna a essere oltre
    Viaggiate
    che sennò poi finite per credere
    che siete fatti solo per un panorama
    e invece dentro voi
    esistono paesaggi meravigliosi
    ancora da visitare.
    (Gio Evan)

  • The Following 4 Users Say Thank You to estersable88 For This Useful Post:


  • #1041
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2157
    Thanks Thanks Given 
    4253
    Thanks Thanks Received 
    2183
    Thanked in
    1299 Posts

    Predefinito

    In giro c'è un vuoto
    spaventoso
    che non spaventa nessuno.

    La bontà non prende
    non c'è campo.

    Franco Arminio

  • The Following 2 Users Say Thank You to qweedy For This Useful Post:


  • #1042
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2157
    Thanks Thanks Given 
    4253
    Thanks Thanks Received 
    2183
    Thanked in
    1299 Posts

    Predefinito

    Figlia

    Conoscerai la luce, il mare mutevole
    che è all’origine e al termine del mondo
    le formiche laboriose sparse lungo il sentiero
    che replicano l’inutile affanno degli uomini.
    Conoscerai la sete di acqua e di vino
    e quella dei corpi, molto più terribile
    che non riuscirai a spegnere o forse non vorrai.
    Conoscerai la fiamma, la rosa e il cristallo.
    La felicità, naturalmente, ne conoscerai una parte,
    soffice nuvola senz’aria che passò o non è passata ancora,
    la musica scatenata che è,
    come il tempo, un artificio.
    Non potrei dimenticare le ingiustizie che farai
    e quelle che ti saranno fatte,
    il grido, il muro, la folla,
    le innumerevoli ore di trambusto quotidiano
    necessarie per un minimo di tranquillità
    e quella notte di pioggia in cui sarai molto sola.
    Conoscerai anche la statua, il libro, lo specchio,
    il lampo e la coppa,
    il sangue che scorre in cerca di una via d’uscita
    la mosca ostinata, l’ inevitabile morte
    a cui non dovrai permettere di avvicinarsi.
    Un sogno ineluttabile sa già dei tuoi giorni.
    Numeri, padri, fiumi, ombre,
    luna – splendido dolore –
    ti aspettano.

    Fernando Aramburu

  • The Following 2 Users Say Thank You to qweedy For This Useful Post:


  • #1043
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    739
    Thanks Thanks Given 
    737
    Thanks Thanks Received 
    864
    Thanked in
    513 Posts

    Predefinito Nella finestra

    Sa Dio quello che io cercavo, volevo incontrare
    non so cosa,
    una sera,
    sentivo l’antico momento dell’incanto, le cose
    dimenticate nel tempo
    gli oggetti senza forma dentro di me,
    una traccia di cenere e un pezzetto d’acre,
    quei nomi immortali nella memoria.
    L’ancora, nei bottoni dorati, e le carte,
    la polvere nel vuoto , l’odore, e alcuni vestiti di bambino,
    dei resti, qualche mollica di anni fa e da molto lontano,
    al soffio dell’aria alla finestra, pensai a te: tra le nubi, un presagio di pioggia era
    il mancarti,
    con i tuoi occhi inspiegabili, e la sera così moriva.
    Era un colore, l’ansia dei presentimenti:
    era un’ombra: l’addio,
    la notte profonda nella finestra.

    Jaime Saenz Guzmán

  • The Following User Says Thank You to Shoshin For This Useful Post:


  • #1044
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2157
    Thanks Thanks Given 
    4253
    Thanks Thanks Received 
    2183
    Thanked in
    1299 Posts

    Predefinito

    Il cuore che ride

    La tua vita è la tua vita.
    Non lasciare che le batoste
    la sbattano nella cantina
    dell’arrendevolezza.

    Stai in guardia.
    Ci sono delle uscite.
    Da qualche parte c’è luce.

    Forse non sarà una gran luce
    ma la vince sulle tenebre.

    Stai in guardia.
    Gli dei ti offriranno delle occasioni.
    Riconoscile, afferrale.

    Non puoi sconfiggere la morte
    ma puoi sconfiggere la morte in vita,
    qualche volta.

    E più impari a farlo di frequente,
    più luce ci sarà.

    La tua vita è la tua vita.
    Sappilo finché ce l’hai.

    Tu sei meraviglioso
    gli dei aspettano
    di compiacersi in te.

    Charles Bukowski


    Amanda Cass

  • The Following 4 Users Say Thank You to qweedy For This Useful Post:


  • #1045
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    739
    Thanks Thanks Given 
    737
    Thanks Thanks Received 
    864
    Thanked in
    513 Posts

  • The Following User Says Thank You to Shoshin For This Useful Post:


  • #1046
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2157
    Thanks Thanks Given 
    4253
    Thanks Thanks Received 
    2183
    Thanked in
    1299 Posts

    Predefinito

    Rupi Kaur


  • The Following User Says Thank You to qweedy For This Useful Post:


  • #1047
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2157
    Thanks Thanks Given 
    4253
    Thanks Thanks Received 
    2183
    Thanked in
    1299 Posts

    Predefinito

    Pioggia

    Piove e tu dici è come se le nuvole
    piangessero. Poi ti copri la bocca ed affretti
    il passo. Come se quelle squallide nuvole piangessero?
    Impossibile. Ma allora: da dove questa rabbia,
    questa disperazione che ci condurrà tutti al diavolo?
    La Natura nasconde alcuni dei suoi processi
    nel Mistero, il suo fratellastro. Così questa sera
    che consideri simile a una sera da fine del mondo
    più presto di quel che credi ti sembrerà soltanto
    una sera triste, una sera di solitudine smarrita
    nella memoria: lo specchio della Natura. Oppure
    la dimenticherai. Né la pioggia, né il pianto, né importano
    i tuoi passi che risuonano durante il percorso sulla scogliera.
    Ora puoi piangere e lasciare che la tua immagine si disperda
    nei parabrezza delle auto ferme lungo
    il Paseo Marítmo. Ma non puoi perderti.

    Roberto Bolaño


    Leonid Afremov
    Ultima modifica di qweedy; 11-28-2019 alle 03:07 PM.

  • The Following 2 Users Say Thank You to qweedy For This Useful Post:


  • #1048
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2157
    Thanks Thanks Given 
    4253
    Thanks Thanks Received 
    2183
    Thanked in
    1299 Posts

    Predefinito

    LE MIMOSE FIORITE

    Anni fa passeggiando in una strada
    dove già le mimose erano in fiore
    un amico informato mi disse
    che tu da poco tempo eri sposata.
    Risposi che davvero non poteva
    quella notizia affatto riguardarmi.
    Però anche se proprio non t’ho amata,
    e questo tu lo sai meglio di me,
    ogni volta, e non potresti crederlo,
    che io vedo fiorire le mimose
    provo la stessa cosa che provai
    quando mi fu sparata a bruciapelo
    la notizia desolante che tu
    ti eri sposata con un altro.

    Nicanor Parra


  • The Following 3 Users Say Thank You to qweedy For This Useful Post:


  • #1049
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2157
    Thanks Thanks Given 
    4253
    Thanks Thanks Received 
    2183
    Thanked in
    1299 Posts

    Predefinito

    ULTIMO BRINDISI

    Che lo vogliamo o no
    Abbiamo solo tre alternative:
    Ieri, il presente e il domani.
    E neppure tre
    Perché come dice il filosofo
    Ieri è ieri
    Ci appartiene solo nel ricordo:
    Alla rosa che si è già sfogliata
    Non si può tirar fuori un altro petalo.
    Le carte da giocare
    Sono solamente due
    Il presente e il giorno di domani.
    E neppure due
    Perché è un fatto ormai assodato
    Che il presente non esiste
    Se non nella misura in cui si fa passato
    Ed è già passato…,
    come la gioventù.
    Riassumendo
    Ci rimane solo il domani
    Io sollevo il mio calice
    Per quel giorno che non arriva mai
    Perché è l’unica cosa
    Di cui realmente disponiamo.

    Nicanor Parra

  • The Following 5 Users Say Thank You to qweedy For This Useful Post:


  • #1050
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2157
    Thanks Thanks Given 
    4253
    Thanks Thanks Received 
    2183
    Thanked in
    1299 Posts

    Predefinito

    Per celebrare il GDL, alcune poesie di ROBERTO BOLAÑO:

    I CANI ROMANTICI

    A quel tempo avevo vent’anni
    ed ero pazzo.
    Avevo perduto un paese
    ma avevo guadagnato un sogno.
    E se avevo un sogno
    il resto non contava.
    Né lavorare né pregare
    né studiare di notte
    assieme ai cani romantici.
    Ed il sogno viveva nel vuoto del mio spirito.
    Una casa di legno,
    in penombra,
    in uno dei polmoni del tropico.
    E talvolta tornavo dentro di me
    e visitavo il sogno: statua immortalata
    in pensieri liquidi,
    un verme bianco contorcendosi
    nell’amore.
    Un amore sboccato.
    Un sogno dentro un altro sogno.
    E l’incubo mi diceva: crescerai.
    Ti lascerai alle spalle le immagini del dolore e del labirinto
    e dimenticherai.
    Ma a quel tempo crescere sarebbe stato un crimine.
    Sono qui, dissi, coi cani romantici
    e qui voglio restare.

    ROBERTO BOLAÑO

  • The Following User Says Thank You to qweedy For This Useful Post:


  • Pagina 70 di 72 PrimoPrimo ... 2060616263646566676869707172 UltimoUltimo

    Discussioni simili

    1. Poesia
      Da Chicca nel forum Poesia
      Risposte: 132
      Ultimo messaggio: 04-04-2009, 12:52 AM
    2. Cerco poesia
      Da dani68 nel forum Poesia
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 12-09-2008, 05:21 PM
    3. Una poesia di Nezami
      Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Poesia
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 11-10-2008, 04:06 PM
    4. Poesia di servizio....
      Da Gurdulù nel forum Poesia
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 08-23-2008, 04:36 PM
    5. Forsithia, Poesia
      Da Chicca nel forum Poesia
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 07-15-2008, 07:23 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •