Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Accattone

Mostra risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Pasolini, Pier Paolo - Accattone

  1. #1
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20770
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    447
    Thanks Thanks Received 
    1444
    Thanked in
    952 Posts

    Predefinito Pasolini, Pier Paolo - Accattone

    Ambientato nel sottoproletariato romano è la storia di Accattone, che vive alle spalle di una prostituta che viene arrestata. per mantenersi allora circuisce una giovane ingenua da avviare al mestiere. Ma se ne innamora e cerca di cambiare vita.

    Il film di Pasolini è un magnifico percorso all'interno dell'animo umano, della sua redenzione, che parte da un affresco di un mondo apparentemente senza morale e senza speranza dove però esistono ancora le relazioni tra le persone e i sentimenti sono veri. Momenti di grande poesia e di grande profondità umana.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    3
    Thanked in
    3 Posts

    Predefinito

    << In Accattone ho voluto rappresentare la degradazione e l’umile condizione umana di un personaggio che vive nel fango e nella polvere delle borgate di Roma. Io sapevo, sentivo, che dentro questa degradazione c’era qualcosa di sacro, qualcosa di religioso, un senso vago e generale della parola, e allora questo aggettivo, ‘sacro’, l’ho aggiunto con la musica [di Bach] . >> Pier Paolo Pasolini

    Sarò magari molto ottuso, ma io, nonostante Bach, questo ‘sacro’ nella vita di uno sfaccendato senza arte né parte proprio non sono riuscito a capire dove stia, per cui do ragione a Gian Luigi Rondi:
    << […] Pasolini, parte inventandoli ex novo, parte desumendoli da taluni suoi romanzi, ha portato sullo schermo il protagonista e le sue gesta con uno stile arido e disadorno di decisa derivazione neorealista. Ad esser sinceri, però, di tutto il film la sola cosa che convince è proprio questo stile, avaro di compiacenze, stringato, particolarmente efficace nell’indicare l’evoluzione di un carattere o un passaggio narrativo con scarsissimi accenni, in modo breve e essenziale, in una cornice di strade e di case (le più periferiche borgate romane) disegnata con asprezza incisiva. Il resto, invece – il protagonista, cioè, nonostante il suo dibattersi fra il bene ed il male, e l’ambiente, il mondo miserando e sgradevole del lenocinio e della prostituzione organizzata – potrà essere tollerabile sulla pagina scritta, ma trasportato sullo schermo, con la diversa dimensione che subito gli conferisce il cinema, e ad opera di un autore che non sembra conoscere misure (anche quando fa del neorealismo), suscita solo irritazione e fastidio. >>

  • #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    304
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Mi è piaciuto molto, sembra di vedere la rappresentazione del suo "Ragazzi di vita", è la coda del neorealismo. Lo stile è essenziale, senza fronzoli, racconta quello che deve raccontare con semplicità, senza aggiungere niente alla realtà della rappresentazione.

  • #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    pianura padana
    Messaggi
    6123
    Thanks Thanks Given 
    250
    Thanks Thanks Received 
    387
    Thanked in
    184 Posts

    Predefinito

    Non riesco ad apprezzare questo genere, nemmeno volendolo fortemente, per me i film di Pasolini sono fisicamente inguardabili

  • #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    Romagna
    Messaggi
    732
    Inserimenti nel blog
    31
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Anche a me è piaciuto. Un film decisamente da vedere, molto reale. Le cui scene arrivano ad essere estremamente toccanti . Consigliato.


  • Discussioni simili

    1. Pasolini, Pier Paolo - Ragazzi di vita
      Da El_tipo nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 14
      Ultimo messaggio: 03-18-2016, 12:39 AM
    2. Pasolini, Pier Paolo - Il sogno di una cosa
      Da Decio nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 12
      Ultimo messaggio: 02-22-2015, 01:05 PM
    3. Angelini, Pier Francesco - L'amore dei rosmarini
      Da Lauretta nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 08-08-2009, 06:28 PM
    4. Cos'è questo golpe? Io so di Pier Paolo Pasolini
      Da elisa nel forum Salotto letterario
      Risposte: 4
      Ultimo messaggio: 04-29-2009, 08:48 AM
    5. Pasolini, Pier Paolo - Supplica a mia madre
      Da El_tipo nel forum Poesia
      Risposte: 3
      Ultimo messaggio: 03-25-2009, 05:21 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •