Colitto, Alfredo - Cafè Nopal

.....e con immenso piacere posso dire "io l'ho letto".......

Siamo nel caloroso Messico e Enrico capisce che Blanca se n'è andata e non ha intenzione di tornare. Che fare?Tornare in Italia o cercare di capire il motivo di questa fuga inspiegabile. E' così che si ritrova a trasformare la propria esistenza.........

Molto carino!!Un bel mix di romanticismo, mistero e un pizzico di tristezza. Bella la descrizione del Messico e i miei complimenti all'autore per il modo di scrivere :wink:
 
Ultima modifica di un moderatore:

elena

aunt member
Mi associo al piacere di ambra e cerco di sintetizzare le mie impressioni ......

Come confermato dal simpaticissimo alfredo, il vero protagonista è il senso di libertà che trapela in ogni parte del libro ......e si percepisce che non è un sentimento solo del personaggio principale ma soprattutto dell'autore :wink:!!!! ( si è capito che la libertà dell'individuo è il valore a cui maggiormente tengo ?!?! :roll: ).
Un altro aspetto che mi è molto piaciuto è la rappresentazione dei personaggi .....non sono mai assolutamente buoni o assoltamente cattivi, hanno i loro pregi e i loro difetti come tutti gli esseri umani .....e il bello è che l'autore non si erige mai a giudice supremo ma li descrive semplicemente così come sono!!!!!
Ovviamente l'ambientazione è quella giusta per farci sognare mète diverse (difficili, dure ma nello stesso tempo affascinanti) ....e questo grazie ad un autore che si autodefinisce essere stato per un periodo della vita il contrario del "modello di chiarezza".....ma io penso (e senza falsi "incensamenti", non è nel mio carattere!!!!) che proprio grazie al suo bagaglio di esperienze è riuscito a farci assaporare una piacevolissima scrittura e a trasmettere il desiderio di lottare per la realizzazione dei propri sogni, primo fra tutti quello di vivere per se stessi e non per quello che la società si aspetta da noi!!!!

Bravo alfredo :D !
 
Condivido in pieno Elena, quello che hai detto. I personaggi non sono nè buoni nè cattivi, hanno i loro pregi come i difetti, non ti nascondo che sono rimasta moooooolto dispiaciuta in un determinato punto della storia.......ma è così che vanno le cose talvolta e Alfredo ha voluto rispecchiare la vita
 

elena

aunt member
anche io sono rimasta mooooolto dispiaciuta in un determinato punto.....ma questo conferma che alfredo è riuscito a farci entrare nel vivo dei personaggi e partecipare alle loro emozioni come se.....fossero nostri amici :wink: !!!
 

velmez

New member
...a me non ha fatto impazzire...
capisco che il clima messicano coinvolga in direzione degli eccessi.. ma mi sembra un po' troppo sopra le righe, il finale è davvero troppo esagerato...

mi sono piaciute le descrizioni e riflessioni sul messico, buttate lì un po' per caso ma molto coinvolgenti!
 
Alto