Gallo, George - C'era una truffa a Hollywood

Meri

Viôt di viodi
Due produttori pieni di debiti corrono il rischio di perdere la loro società. Ingaggiano così una vecchia star di film western e creano appositamente un set insicuro sperando di scatenare pericolosi incidenti. Il premio assicurativo rappresenta la loro unica ancora di salvezza.

Film divertente con De Niro in vera forma.
 

Roberto89

Active member
Parto col dire che il film, oltre che per l'idea tutto sommato interessante, mi ha attirato per la presenza del trio Robert De Niro - Morgan Freeman - Tommy Lee Jones. Certo, gli attori sono ormai ben diversi da com'erano nei loro anni d'oro, in particolare Freeman e Jones sono stati a lungo due dei miei attori preferiti. De Niro un po' meno, senza nulla togliere alle sue doti di attore, è tutta questione di gusto personale.
Il film parte con Max (de Niro), un produttore sempre pieno di debiti che, insieme al nipote Walter (Zach Braff), si ritrova messo alle strette da Reggie (Morgan Freeman), un finanziatore che, dopo l'insuccesso dell'ultimo film di Max, rivuole i soldi indietro. Inutile dire che Max non li ha. Allora cerca in tutti i modi di trovare qualche idea, ed essendo un produttore cinematografico la soluzione ideale sarebbe fare un nuovo film. Il che è un vero problema, perché la casa produttrice di Max e Walter (la Miracle Motion Pictures) sforna un insuccesso dopo l'altro, e nessuno è più disposto a finanziarli. Passerà poco prima che Max, assistendo a un incidente, abbia un'idea a suo dire perfetta per trovare i soldi con cui pagare Reggie.
Personalmente ho trovato la recitazione di De Niro un po' esagerata, specie nelle scene molto emotive. Non che sia spiacevole ma penso che renda il film più commedia di quanto forse dovrebbe essere, e il suo personaggio un po' meno credibile. C'è da dire che il film (che è il remake di un film del 1982) si diverte a ironizzare su sé stesso, ad esempio con gli effetti musicali usati nella scena in cui Max, Walter e Duke (Tommy Lee Jones) scelgono il regista per il nuovo film. Questa cosa di sicuro accentua il lato comico del film.
Molto gradevole invece il personaggio di Duke, un attore ormai in pensione e che ha perso la voglia di vivere per via di una delusione amorosa.
Sarà questo nuovo film, e tutti i tentativi di Max di ucciderlo, a ridargli non solo la voglia di vivere ma anche a riportarlo agli splendori di quando era il famoso attore Duke Montana.
Fra i lati negativi del film c'è da dire che la comicità è a volte un po' scontata e le musiche sono piuttosto piatte (non sgradevoli, ma non si distinguono in nessun modo). Il finale è più o meno prevedibile ma tutto sommato ci sta, è una commedia in cui secondo me è più importante il percorso che la destinazione.
Voto complessivo: 3 stelle e mezza
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
All'inizio ho fatto fatica a restare sveglia (ho iniziato a vederlo di sera tardi), mi sembrava noioso, invece poi l'ho ricominciato di giorno e mi è piaciuto. Soprattutto la seconda parte quando diventa più spassosa dopo i ripetuti tentativi di Max che non riescono mai ad andare a buon (si fa per dire 😆) fine. Io De Niro lo preferisco nei ruoli divertenti, perciò ho gradito molto la sua parte. Gli altri due attori invece mi sono sempre piaciuti, indipendentemente dal tipo di film. Ora però che sono più vecchietti mi fanno tenerezza tutti e tre.
 
Alto