Paolini, Christopher - Brisingr

ginny cullen

slyterin member
Una fanciulla da liberare.
Un fratello da combattere.
Un'eredità da reclamare.

Molte cose sono cambiate nella vita di Eragon da quando l'uovo della dragonessa Saphira è comparso dal nulla sulla Grande Dorsale: suo zio è stato ucciso, Brom il cantastorie si è sacrificato per proteggerlo dai terribili Ra'zac, il fratello che non sapeva di avere si è rivelato uno dei suoi peggiori nemici.
Molte cose sono cambiate, altre no: Galbatorix soffoca ancora Alagaesia con la sua tirannia, e il giovane Cavaliere e la sua dragonessa rimangono l' ultima speranza per detronizzarlo.
Ma Eragon è davvero all' altezza di questo compito? Nella battaglia delle Pianure Ardenti, Murtagh e Castigo si sono rivelati avversari pericolosi; il sangue di cui si è macchiato tormenta le sue notti insonni; l'arma che gli era stata donata non è più nelle sue mani. E non c' è tempo di tornare dagli elfi, non c' è tempo di riposare, non c' è tempo di trovare una nuova spada: Katrina è nelle mani di Galbatorix, e per salvarla bisogna entrare nell' Helgrind, dove orribili sacrifici umani vengono compiuti tutti i giorni...

Paolini ci ha fatto attendere due anni il terzo capitolo della saga ma penso proprio ne varrà la pena...
Chi ha visto il film di Eragon non si faccia condizionare perchè i libri sono veramente tutt'altra cosa!!!
Anche questo terzo libro sarà meraviglioso come i primi due? Io lo comincerò presto...
 
Senza offesa per tutti i fan di questa trilogia, ma non mi ispira affatto.
Tutto ciò che viene dopo Harry Potter e Il Signore degli Anelli (capostipiti nei loro generi) non mi attira (nè questa nè Narnia), perchè ritengo che quelle due siano le saghe maestre. Ma non voglio nulla togliere a Paolini e i suoi 3 libri, saranno sicuramente belli, solo...non mi ispirano!
Buona lettura!
 

ginny cullen

slyterin member
Senza offesa per tutti i fan di questa trilogia, ma non mi ispira affatto.
Tutto ciò che viene dopo Harry Potter e Il Signore degli Anelli (capostipiti nei loro generi) non mi attira (nè questa nè Narnia), perchè ritengo che quelle due siano le saghe maestre. Ma non voglio nulla togliere a Paolini e i suoi 3 libri, saranno sicuramente belli, solo...non mi ispirano!
Buona lettura!

Quoto per quanto riguarda HP e Il signore degli anelli perchè sono insuperabili...in assoluto i miei fantasy preferiti! Però secondo me potresti provare a leggere questi, credimi ti sorprenderebbero :wink:
Diciamo che in una scala da 1 a 10, ad Harry e Il signore degli anelli dò 20...e alla saga di Paolini dò 10! :D :wink:
 

mirtoshkyvic

New member
Senza offesa per tutti i fan di questa trilogia, ma non mi ispira affatto.
Tutto ciò che viene dopo Harry Potter e Il Signore degli Anelli (capostipiti nei loro generi) non mi attira (nè questa nè Narnia), perchè ritengo che quelle due siano le saghe maestre. Ma non voglio nulla togliere a Paolini e i suoi 3 libri, saranno sicuramente belli, solo...non mi ispirano!
Buona lettura!

Guarda che Narnia è una saga precedente a Harry Potter e contemporanea al Signore degli anelli! Quindi non è venuta dopo...
 

iuvas

New member
Ho letto tutti e tre i libri... non male ma sa tutto troppo di operazione commerciale, a partire dal fatto che la sbandierata "trilogia" (chissà perchè proprio 3) sia poi diventata una serie di 4 volumi, visto il discreto successo di vendite...
Voto 4/7

Senza offesa per tutti i fan di questa trilogia, ma non mi ispira affatto.
Tutto ciò che viene dopo Harry Potter e Il Signore degli Anelli (capostipiti nei loro generi) non mi attira (nè questa nè Narnia), perchè ritengo che quelle due siano le saghe maestre. Ma non voglio nulla togliere a Paolini e i suoi 3 libri, saranno sicuramente belli, solo...non mi ispirano!
Buona lettura!

OT/senza nulla togliere a HP, e da fan assoluto del SdA quale sono, c'è da dire che Narnia non può essere considerato un "erede" nel mondo del fantasy, dato che l'autore (Lewis) era contemporaneo di Tolkien ed ebbe con lui un carteggio dal quale ancora oggi si possono capire la poetica che sta sotto, rispettivamente a Narnia e alla Terra di Mezzo.
Principi differenti, generano opere diverse.
 

Alfredo_Colitto

scrittore
Il problema per me non è se un libro è o no un'operazione commerciale (HP lo è ai massimi livelli) ma se funziona o meno. Il signore degli anelli non è solo un fantasy, ma "il" fantasy. Non a caso si vende ancora dopo 50 anni e più dalla prima uscita. HP è una saga che ha continuato a stupirmi dal primo all'ultimo volume, perché mantiene un notevole livello, senza nessuna caduta.

Di Paolini ho letto Eragon è l'ho trovato molto ben scritto, soprattutto in un genere (il fantasy) che produce un sacco di libri fotocopia l'uno dell'altro. Eldest l'ho letto saltando un sacco di pagine ma comunque gli do 7, e Brisingr aspetto che esca in economica...
 

mazzimiliano

New member
comparare Tolkien con Paolini è come comparare Poe a uno scrittore qualsiasi di horror

Tolkien oltre che un genio era un poeta, Paolini è un furbone che ha scopiazzato qua e là, bravo perchè scrivere un fantasy da 2-3000 pagine non è semplice, ma il livello della profondità della scrittura le prende 10-1 contro Tolkien...

io ho letto i primi due per curiosità, ma non so se questo ce la farò, il secondo è talmente prolisso da farmi venire il latte alle ginocchia... e temo che anche questo lo sia
 

Dallolio

New member
E' evidente che questo libro sia un allungamento della saga, una vera e propria diluizione di fatti appassionanti e interessanti che, così stirati, perdono parte della loro unicità.
L'autore ha fatto alcune scelte narrative molto discutibili, come quella di chiudere in pochi capitoli la vendetta contro ai Ra Zac (vero e proprio motivo trainante dei primi due libri) ma si è riscattato in un finale a tratti commovente ed emozionante, sebbene decisamente migliorabile. Preso come opera singola lascia sicuramente molto a desiderare, mentre inserita nel contesto della saga riesce a sollevarsi in parte...
Di notevole in questa saga c'è la mancanza del personaggio negativo, Galbatorix, che finora appare in sole due scene e nemmeno direttamente, aumentando a dismisura l'attesa; anche Bram Stocker in Dracula ci lascia sospirare centinaia di pagine in attesa del vampiro, mostrandocelo solo in due occasioni.
Voto all'opera singola: 6 -
Voto alla saga nel suo complesso dal primo al terzo volume: 8
 

SALLY

New member
Ce l'ho li ...da leggere, ma ora arriva l'estate,colmerò questa mancanza...i primi due mi sono piaciuti.
 
Alto