Cooper, Glenn - La biblioteca dei morti

Sibyl_Vane

Fairy Member
Mio fratello me l'ha regalato per il mio compleanno e sinceramente sono molto ansiosa di leggerlo... Per il momento è con gli altri libri nella "lista d'attesa" ;)
 

Nerst

enjoy member
Storia avvincente e tema originale.
I collegamenti temporali riportano all' interrogativo di sempre e cioè: il governo conosce segreti che devono essere custoditi per salvaguardare l' ordine dell' umanità? E se esistesse davvero una biblioteca dove sono riportate date di nascita e morte di tutti noi? Il libero arbitrio esiste oppure è solo una mera illusione? Queste le domande che solleva la lettura di un libro che consiglio agli amanti del mistero.
 

Sibyl_Vane

Fairy Member
Letto!

Effettivamente anche io ho capito subito dove il libro voleva "andare a parare", ma l'ho trovato molto piacevole lo stesso. Come altri hanno già detto, ho trovato molto più interessante la parte in cui si parlava di Octavius e dell'abbazia, rispetto alle pagine ambientate ai giorni nostri... L'ho letto in pochissimo tempo (5 giorni praticamente, ed ero in visita a Berlino, ciò significa che mi divoravo 100 pagine ogni sera prima di andare a letto!), perché mi ha coinvolto molto. Diciamo che è una lettura scorrevole, poco impegnativa... non mi spiacerebbe comunque leggere anche il seguito! ;)
 

TREVOR

New member
A me è piaciuto. Anche se, come dicono in molti, si capisce quasi subito dove si vuol andare a parare, mi è piaciuta l' idea e l'aura di mistero-medievale che lascia alla fine il romanzo. Letto con piacere, dai.
 

darida

Well-known member
Carino! Avvincente, con un ritmo che ti porta di volata al finale. Non e' un romanzo storico, semplice evasione. Piu' interessante la parte ambientata nel passato, decisamente piu' prevedibile e banale l'ambientazione odierna :)
 

RosaT.

Leghorn Member
Interessante! Lettura scorrevole e accattivante.
L'idea della Bibilioteca è originale e la forma usata, con un sacco di salti temporali, cattura subito l'attenzione e contribuisce a rendere alta la curiosità per le vicende narrate (soprattutto la prima parte).
La parte riguardante il tempo attuale è secondo me un po' troppo scontata ma comunque non male.
Mi sembra una buona lettura estiva.
 

libraia978

New member
Bello, anche se forse non popriamente un thriller classico, perchè si intuisce facilmente il finale, a comunque ben scritto e ben costruito. Ha una penna scorrevole e piacevole, peccato che a queto non siano seguiti guizzi particolarmente riusciti, m libri che mantengono appena la china
 

mame

The Fool on the Hill
Libro strano, di quelli che alla fine fanno dire “ni”. Buona l’idea, ma la seduzione della narrazione procede un po’ a fasi, ora sì ora no come le frecce dell’auto. Datemi scavi archeologi, stanze murate, scheletri impolverati dal tempo e divoro il libro. Quando però una sola frase del libro mi racconta tutte le almeno cento pagine successive, bah… l’entusiasmo cala. Belle quindi per me le parti che narrano i flashback nel passato, brutti i punti in cui l’autore tratta un po’ il lettore da deficiente, o perché gli spiega troppo (c’era bisogno di specificare che nei gemelli chi nasce prima è il più giovane?) o perché pensa di sparare fuochi d’artificio laddove si è già capito tutto. Due cose mi sono rimaste del tutto incomprensibili e spero che qualcuno me le spieghi. Perché nel capitolo “30 gennaio 1947” l’età della volta (11°/12° secolo) rende impossibile la presenza di un volume del 1467? Se entro in un edificio medievale e ci lascio una copia del Corriere della Sera, vuol dire che tra cent’anni mi prenderanno per una medium? E poi: di chi era il cadavere con l’abito elisabettiano che gli archeologi trovano nella cripta? Mi pare che l’autore si sia dimenticato di lui. O mi sono persa io qualcosa?
P.S. L'ho letto in inglese. Ergo, non so se la traduzione italiana abbia "aggiustato" il testo.
 
Ultima modifica:

claki

New member
cooper gleen la biblioteca dei morti

La mia recensione

Romanzo interessante,scorrevole e l idea è originale,ma tutto finisce lì. Man mano che leggevo ero sempre più delusa, il romanzo si svela da solo a circa metà e la prevedibilità delle ultime circa 180 pagine lo rende un po' banale e scontato. Questo per cooper è stato il suo primo romanzo pubblicato e la mia impressione è stata che gli mancasse la maturità per sviluppare una storia interessante e ricca di suspense. Prossimamente leggerò qualcos'altro prima di giudicarlo un autore sopravvalutato e che deve tutto più che al suo talento,al marketing.
 
Ultima modifica di un moderatore:

mare

New member
a me è piaciuto ...non eccellente ma bello vi consiglio di leggere anche il seguito lo sapete vero che sono due!!!:?
 

Yas_miN

New member
Personalmente mi ha molto preso anche se ammetto che la parte finale non mi ha particolarmente emozionato. non ho potuto fare a meno di leggere anche il seguito "Il libro delle anime" vista la curosità che mi aveva suscitato questo singolare racconto sulle origini e la vita della biblioteca.
 

gamine2612

Together for ever
Non mi è dispiaciuto, diciamo che l'ho trovato più avvincente dalla metà in poi.
Avrei anche il seguito dell'autore, ma per il momento non mi va di continuare sul genere.
 

ayla

+Dreamer+ Member
Nemmeno a me è dispiaciuto, è un romanzo che si legge velocemente e riesce a incuriosire. L'idea è interessante e la lettura scorrevole ma gli manca qualcosa, non saprei bene dire cosa, magari una caratterizzazione più accurata e profonda dei personaggi, un occhio di riguardo per la parte storica o qualche colpo di scena in più, in certi momenti sembra proprio scontato.
Resta una lettura piacevole ma niente d'imperdibile o entusiasmante, come ha detto Darida qualche post fa è una lettura di pura evasione anche se non mi ha trasmesso la stessa bruciante curiosità o la stessa ansia di sapere che mi aveva fatto provare, i tempi che furono, il vecchio Dan, pur con tutti i suoi difetti, con Angeli e demoni o Il codice Da Vinci.
Darò un'occhiata anche al seguito comunque, giusto per sapere come va a finire:mrgreen:
 

MadLuke

New member
La trama trovo sia eccessivamente spezzettata nei primi capitoli, ma già nella parte centrale si riprende bene diventando assolutamente scorrevole.
Considerato il romanzo non si possa evidentemente dichiarare un'opera "impegnata", direi che anche i personaggi sono ben caratterizzati, e diversi passaggi della storia li ho trovati assolutamente avvincenti.
Assolutamente patetica e banale invece, la storia d'amore tra i due personaggi secondari.
Nel complesso un romanzo assolutamente gradevole che non esime nessun lettore dal porsi la "domanda gioco": e io, se si potesse conoscere la data della propria morte, la vorrei davvero sapere?
 

HalInc

New member
vado controcorrente,
a circa metà libro ho pensato di abbandonarlo poi il dovere morale ha prevalso e l'ho concluso proprio ieri.
Il passare da un'epoca ad un'altra non mi ha toccato più di tanto( dopo i continui salti nel nulla di Infinite Jest di Wallace non ho più paura di nulla :mrgreen: ), la storia è al limite del salvabile ma stile e caratterizzazione dei personaggi( potrei parlarne ma non vorrei fare spoiler vari) li ho trovati piuttosto banali.
Che fatica...fortuna sono soltanto 400 pagine
 

Monica

Active member
Questo è uno di quei libri a metà tra Fantasy e storico in cui si fa un po' fatica a seguire gli sbalzi tra presente e passato.L'autore però è abile nel dosarci le informazioni un po' alla volta in modo da tenere sempre alta l'attenzione del lettore.Il libro nel suo complesso non è semplice,molti personaggi disseminati nell'arco di parecchi secoli,comunque ben descritti.La trama è molto originale,ogni volta che crediamo di aver capito dove l'autore voglia andare a parare il contesto cambia totalmente.Romanzo piacevole,intrigante e originale.Lo consiglio.
 
Alto