Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

L'isola di Arturo

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 25

Discussione: Morante, Elsa - L'isola di Arturo

  1. #1
    Fantastic Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    1996
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Morante, Elsa - L'isola di Arturo

    L'isola di Arturo è un famoso romanzo scritto da Elsa Morante nel 1957, vincitore del prestigioso Premio Strega.
    Arturo: è nato sull'isola di Procida e vive lì tutta l'infanzia e l'adolescenza. Il suo mondo è quello. Tutti gli altri posti del mondo per lui sono delle leggende.
    Passa il suo tempo a leggere storie sugli "eccellenti condottieri", a studiare l'atlante per progettare i suoi viaggi futuri e a fare fantasie sulla figura del padre che crede il più grande eroe della storia. Tutto ciò che è legato al padre per lui è sacro. Anche gli amici del padre per lui sono delle figure mitiche: solo il fatto che il padre li abbia degnati della sua amicizia li rende, ai suoi occhi, delle persone straordinarie.
    Arturo è orfano della madre: nei momenti di assenza del padre vive solo e per tutta la sua infanzia non ha mai conosciuto una donna. Quando il padre porta a casa una nuova sposa Arturo viene inconsapevolmente attratto e prova sentimenti che non aveva mai provato prima e che non riesce a spiegarsi. Nunziata diventa ben presto Nunz. Non sa come comportarsi: all'inizio la reputa un essere inferiore. Non prova neanche a capire i suoi sentimenti.
    Nelle lunghe assenze del padre sono loro soli a vivere nella grande casa. Nunziata si rivolge sempre ad Arturo ma Arturo non le dà mai retta e la prende in giro per le sue sciocche superstizioni. Tutto cambia quando a loro si aggiunge il piccolo Carmine Arturo, il figlio di Nunz. e del padre. Nella stessa notte in cui nasce il bambino cambiano infatti le cose. Arturo sentendo urlare e disperarsi Nunz., che fino ad allora aveva "odiato", si preoccupa per la sua vita e, disperato, corre in cerca di qualcuno che possa aiutarlo. Solo allora incomincia a capire cosa prova veramente per lei.
    Ora non sono più soli in casa. Nunz. non ha più ragione di preoccuparsi di Arturo che la odia, ora ha un figlio suo. Arturo diventa allora terribilmente geloso: capisce che non può più comportarsi come prima. La storia d'amore è però impossibile. Verrà deluso anche dal padre che scopre non essere un grande eroe ma solamente un omosessuale zimbello di tutti. I suoi grandi viaggi non erano in giro per il mondo ma solo in giro sulla circumvesuviana.
    Ormai, deluso da tutti, non ha più motivo di rimanere sull'isola. Si arruola come militare durante la II guerra mondiale e non metterà mai più piede a Procida.

    A mio parere è un libro bellissimo, è uno specchio dei sentimenti umani ma la conclusione mi ha lasciata un po' insoddisfatta.. 8/10
    Ultima modifica di elisa; 05-07-2010 alle 07:53 AM. Motivo: edit caratteri

  2. #2
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18814
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    642
    Thanked in
    383 Posts

    Predefinito

    L'isola di Arturo è il primo libro della Morante che ho letto, da giovanissima, mi aveva incantato la fantasia e il taglio che aveva dato al romanzo. La preferisco però nel romanzo "La storia", che ha una scrittura più "realista".

  3. #3

    Predefinito

    a me non è piaciuto...

  4. #4
    +Dreamer+ Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    3704
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Io l 'ho letto un pò di tempo fa e nn mi pareva fosse stato così bello...sicuramente scorrevole però alla fine nn mi ha detto niente...
    Ultima modifica di elisa; 05-07-2010 alle 07:53 AM. Motivo: edit caratteri

  5. #5
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18814
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    642
    Thanked in
    383 Posts

    Predefinito

    Non è un libro facile da leggere, c'è molta allegoria ed il realismo ha un po il sapore della favola. Anche se c'è la storia si è sempre in bilico tra realtà e fantasia
    Ultima modifica di elisa; 05-07-2010 alle 07:54 AM. Motivo: edit caratteri

  6. #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    la ridente cittadina
    Messaggi
    441
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    è un bellissimo libro a me il finale non ha deluso affatto anzi sono stata colpita...anche io come voto do 8!

  7. #7

    Predefinito l'isola

    Anche questo è proprio un bel libro, se potete andate a Procida, sarà inevitabile ricordare le descrizioni del libro e poi... Procida merita!
    Ultima modifica di elisa; 05-07-2010 alle 07:54 AM. Motivo: edit caratteri

  8. #8
    Junior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Napoli
    Messaggi
    11
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Post

    per me è uno dei più bei libri che ho letto..uno di quelli che mi hanno emozionato di più...Arturo mi è rimasto nel cuore!

  9. #9

    Predefinito

    conosco procida e mi sono sempre ripromessa di leggere questo libro, ma non l'ho ancora fatto..rimedierò!

  10. #10

    Predefinito

    Anch'io l'ho letto grazie alla mia professoressa che per l'estate mi ha consigliato questo libro e mi è piaciuto un sacco! Era il mio primo libro della Morante e sono felicissima di averlo letto. La parte che mi è piaciuta di più è stata quella riguardante la storia tra Assunta e Arturo al fine solo di far ingelosire Nunzia. Il mio voto è 9\10!

  11. #11
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    248
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    A me è piaciuto, anche se non è paragonabile a La storia, uno dei libri più belli che abbia letto. Ha il sapore della favola, come molti libri della Morante.

  12. #12

    Predefinito

    Dopo La Storia sono stata presa dall'impulso di leggerlo.
    Rubato a Sergio e iniziato sabato, catapultata dal calore del fuoco a quello della bellissima Procida.
    Che bella sensazione ritrovare l'amatissima isola!

  13. #13
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    1160
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    sono contento che ti piaccia. Del resto lo si notava da come ti immergevi nella lettura.
    Altro libro che ho da anni e per un motivo o l'altro mai letto.
    Rimediero'

  14. #14
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    6800
    Thanks Thanks Given 
    37
    Thanks Thanks Received 
    70
    Thanked in
    53 Posts

    Predefinito

    Libro molto bello, anche a me piacque molto e.....Procida mi è sembrata molto più interessante dopo averlo letto

  15. #15

    Predefinito

    Senti se non è un bel concetto:
    "Dunque, pare che alle anime viventi possano toccare due sorti: c'è chi nasce ape, e chi nasce rosa. Che fa lo sciame delle api, con la sua regina? Va, e ruba a tutte le rose un poco di miele, per portarselo nell'arnia, nelle sue stanzette. E la rosa? La rosa l'ha in se stessa, il proprio miele: miele di rose, il più adorato, il più prezioso! La cosa più dolce che innamora essa l'ha già in se stessa: non le serve cercarla altrove. Ma qualche volta sospirano di solitudine, le rose, questi esseri divini! Le rose ignoranti non capiscono i propri misteri.
    "La prima di tutte le rose è Dio.
    "Fra le due: la rosa e l'ape, secondo me, la più fortunata è l'ape. E l'Ape Regina, poi, ha una fortuna sovrana! Io, per esempio, sono nato Ape Regina. E tu, Wilhelm? Secondo me, tu, Wilhelm mio, sei nato col destino più dolce e col destino più amaro:
    "tu sei l'ape e sei la rosa".

    Bellissimo sogno di Romeo, l'Amalfitano. Il sogno inventato di un insonne.

Discussioni simili

  1. Morante, Elsa - Aracoeli
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 11-11-2016, 05:12 PM
  2. Morante, Elsa - Il realismo magico
    Da elisa nel forum Autori
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 09-11-2015, 09:14 AM
  3. Morante, Elsa - La storia
    Da cjale nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 44
    Ultimo messaggio: 09-07-2015, 10:30 AM
  4. Morante, Elsa - Menzogna e sortilegio
    Da labonsai nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 07-04-2010, 10:16 PM
  5. Wells, H.G. - L'isola del Dott. Moreau
    Da bludemon nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 06-20-2007, 11:04 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •