Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 6 di 9 PrimoPrimo 123456789 UltimoUltimo
Mostra risultati da 76 a 90 di 128

Discussione: Il libro che state leggendo vi condiziona mai?

  1. #76

    Predefinito

    Mi innamorai di una mia cara amica (ero ancora più piccino di ora XD) Perchè mi aveva presentato un libro stupendo che mi ricordava un po' la nostra storia di vita (Jack Frusciante è uscito dal gruppo)

  2. #77

    Predefinito

    non me lo aspettavo, ma ragazze lupo non mi sta solo condizionando, mi sta creando una vera dipendenza al libro!!!
    Ultima modifica di snow_white; 03-23-2009 alle 07:11 PM.

  3. #78
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10408
    Thanks Thanks Given 
    481
    Thanks Thanks Received 
    494
    Thanked in
    349 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elesupertramp Vedi messaggio
    io ero innamorata di Vadinho di "Donna Flor" e di Alekos Panagulis di "Un uomo", tanto che per quest'ultimo sono persino andata all'emeroteca della mia città per vedere le sue foto sui giornali dell'epoca....
    Non ho letto "Un uomo" ma Vadinho era un mito, da vivo e da morto!

  4. #79

    Predefinito

    Io più che condizionata da un libro direi che in un libro ho trovato una risposta ad una dolorosa rottura con una mia cara amica.
    Il libro è "la profezia di Celestino".
    Poi un altro libro che mi ha dato forza è stato "sognavo l'Africa"

  5. #80

    Smile eccomi!!

    Eccomi tra di voi come promesso ad Elisa e a El Tipo nella piacevole chiacchierata notturna di ieri ......
    Per venire al tema: si' anche a me capita..a volte persino di trovare degli spunti che mi servono come "indicazioni" per situazioni complicate in cui mi trovo nella vita reale....

    Un abbraccio a tutti voi voci libere di questa bella comunità

  6. #81
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19025
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    249
    Thanks Thanks Received 
    751
    Thanked in
    466 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da martamarta Vedi messaggio
    Eccomi tra di voi come promesso ad Elisa e a El Tipo nella piacevole chiacchierata notturna di ieri ......
    Per venire al tema: si' anche a me capita..a volte persino di trovare degli spunti che mi servono come "indicazioni" per situazioni complicate in cui mi trovo nella vita reale....

    Un abbraccio a tutti voi voci libere di questa bella comunità
    che bello martamarta averti tra di noi, il forum non potrà che guadagnarci con te, appena avrai un po' di dimestichezza ti presenti nell'apposita sezione? intanto ben arrivata tra noi

  7. #82
    Junior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Messaggi
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Si mi e' capitato con i libri di fabio volo che mi hanno dato un po da pensare su certe cose

  8. #83
    Smiling member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    32
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ogni volta che leggo un libro che mi appassiona (quasi sempre, cioé!) il pensiero di ciò che accade in esso mi accompagna per tutta la giornata. A volte la sensazione provata nel leggerlo non mi abbandona mai, nemmeno dopo che l'ho finito. E' stato così, ad es., per "La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo", di A. Niffenegger: l'ho amato molto, ed in un certo modo "è rimasto con me".

    Libri contenenti messaggi da me recepiti come forti possono essermi utili per riflettere, per aggiornare il mio status mentale, per guardare le cose da un'altra prospettiva.

    Insomma, ad ogni nuova lettura il mio cervello si "resetta" per incastrare ciò che quel libro mi ha donato con tutti i tasselli già esistenti!

  9. #84
    campodifiori
    Data registrazione
    Feb 2010
    Località
    Romagna
    Messaggi
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Smile

    QUOTE]Sto leggendo Il gioco dell'angelo di Zafon, ma non deve essere un buon momento per la lettura perchè 676 pagine non finiscono mai o forse non è di mio gradimento. Non ho ancora capito se mi piace o no.
    Lo avete letto? Avete letto L'ombra del vento sempre di questo autore?
    credo che si scelga di leggere un libro o un altro a seconda del nostro umore.
    Di solito scelgo un libro in base al titolo. Sono attratta dalle parole, anche se poi non sempre il testo poi mi piace.
    sono nuova nel Forum, potreste dare una mano ad una pivella non troppo esperta di computer?
    ciao Fiore[/QUOTE]

  10. #85
    Member SuperNova
    Data registrazione
    Oct 2009
    Località
    Terni...
    Messaggi
    3371
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    183
    Thanks Thanks Received 
    174
    Thanked in
    76 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da peppedoro Vedi messaggio
    Si mi e' capitato con i libri di fabio volo che mi hanno dato un po da pensare su certe cose
    allora non sono l'unica a cui i libri di Volo fanno questo effetto

  11. #86
    Smiling member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    32
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Adesso sto leggendo Amabili resti, e altro che condizionamento: ci penso tutto il giorno! Specialmente quando guardo i miei bambini...

    Questo libro mi sta facendo pensare tantissimo, è come se si fosse aperta una breccia nel mio piccolo mondo perfetto. Non voglio richiuderla, ma vorrei perlomeno riuscire a chiarirmi le idee in proposito. Spero di riuscirci entro la fine del romanzo.

  12. #87
    Retired member
    Data registrazione
    Jul 2010
    Località
    Padova
    Messaggi
    549
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elisa Vedi messaggio
    Vi è mai capitato di essre condizionati da ciò che state leggendo? me ne sto rendendo conto adesso con Angeli e Demoni di dan Brown e perchè non amo questo genere di libri. Sono terribilmente impressionabile e pure pignola.
    Con Dan Brown purtroppo si ma generalmente riesco a restarne fuori. Se il libro mi piace mi immedesimo così tanto che mi sembra di farne parte, vivo le emozioni dei personaggi e riesco ad inserirmi nei luoghi dove si svolge la trama.

  13. #88
    Mathematician Member
    Data registrazione
    May 2009
    Messaggi
    698
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Se si leggono "libri di spessore" dovrebbe sempre succedere (nb: servirebbe un post ad hoc per capire quando un libro è di spessore...). Soprattutto, più che nell'immediato presente, un buon romanzo dovrebbe condizionare nel futuro. Ogni libro che si rispetti dovrebbe farci diventare persone migliori, quantomeno diverse. Sia perchè riesce a tirare fuori cose che erano dentro di noi ma che solo tramite le parole di uno scrittore siamo riusciti a tirare fuori, sia perchè ci offre un diverso e superiore punto di vista di alcune cose della vita. Poi ci sono libri che ci condizioneranno di più e altri la cui lettura non avrà alcun effetto su di noi, vuoi perchè il romanzo aveva poco da dire vuoi perchè quel particolare autore che su altri individui ha toccato punti sensibili a noi non è riuscito a passare alcuna sensazione.

    Qualche esempio? "Dalla parte di Swann" è uno di quei romanzi che mentre lo leggi sembra di leggere la storia di se stessi. Il fatto curioso è che spesso viene posta l'attenzione su comportamenti o avvenimenti comuni nella nostra vita ma riguardo ai quali noi stessi non avevamo mai fatto alcuna attenzione. Dopo la lettura di Proust, tutte le volte che, per esempio, ci capita di svegliarci e di non capire all'istante dove ci si trovi diventa impossibile non ripensare alle prime pagine della Ricerca.

    Altro esempio può essere "L'alchimista". Coelho ci regala un romanzo che è una vera e propria scuola di vita. La si può condividere o meno, la si può apprezzare o detestare, ma ci pone davanti a degli spunti di riflessione a cui, soprattutto oggi giorno, raramente ci troviamo davanti.

    In generale ogni libro che ci trasmette emozioni forti muove delle corde dentro di noi che ci condizionano. Molti di noi leggendo di una storia d'amore ("Un uomo" della Fallaci tanto per dirne una) riesce a provare quelle sensazioni forti che solo l'innamoramento sa dare, oppure si accorge di non aver mai sentito determinate emozioni di cui altri esseri umani raccontano. Così come leggendo "La storia" di Elsa Morante pure un uomo può per un attimo comprendere cosa sia l'amore materno verso un figlio e quale atroce dolore possa provocare veder soffrire colui che hai messo al mondo e che hai accudito da sempre.

    Anche "solo" per tutte queste cose val la pena di leggere.

  14. #89
    Member
    Data registrazione
    Jul 2010
    Località
    Lago Maggiore
    Messaggi
    91
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da pigreco Vedi messaggio
    Se si leggono "libri di spessore" dovrebbe sempre succedere (nb: servirebbe un post ad hoc per capire quando un libro è di spessore...). Soprattutto, più che nell'immediato presente, un buon romanzo dovrebbe condizionare nel futuro. Ogni libro che si rispetti dovrebbe farci diventare persone migliori, quantomeno diverse. Sia perchè riesce a tirare fuori cose che erano dentro di noi ma che solo tramite le parole di uno scrittore siamo riusciti a tirare fuori, sia perchè ci offre un diverso e superiore punto di vista di alcune cose della vita. Poi ci sono libri che ci condizioneranno di più e altri la cui lettura non avrà alcun effetto su di noi, vuoi perchè il romanzo aveva poco da dire vuoi perchè quel particolare autore che su altri individui ha toccato punti sensibili a noi non è riuscito a passare alcuna sensazione.

    Qualche esempio? "Dalla parte di Swann" è uno di quei romanzi che mentre lo leggi sembra di leggere la storia di se stessi. Il fatto curioso è che spesso viene posta l'attenzione su comportamenti o avvenimenti comuni nella nostra vita ma riguardo ai quali noi stessi non avevamo mai fatto alcuna attenzione. Dopo la lettura di Proust, tutte le volte che, per esempio, ci capita di svegliarci e di non capire all'istante dove ci si trovi diventa impossibile non ripensare alle prime pagine della Ricerca.

    Altro esempio può essere "L'alchimista". Coelho ci regala un romanzo che è una vera e propria scuola di vita. La si può condividere o meno, la si può apprezzare o detestare, ma ci pone davanti a degli spunti di riflessione a cui, soprattutto oggi giorno, raramente ci troviamo davanti.

    In generale ogni libro che ci trasmette emozioni forti muove delle corde dentro di noi che ci condizionano. Molti di noi leggendo di una storia d'amore ("Un uomo" della Fallaci tanto per dirne una) riesce a provare quelle sensazioni forti che solo l'innamoramento sa dare, oppure si accorge di non aver mai sentito determinate emozioni di cui altri esseri umani raccontano. Così come leggendo "La storia" di Elsa Morante pure un uomo può per un attimo comprendere cosa sia l'amore materno verso un figlio e quale atroce dolore possa provocare veder soffrire colui che hai messo al mondo e che hai accudito da sempre.

    Anche "solo" per tutte queste cose val la pena di leggere.
    Quoto tutto!! condivido in pieno!!

  15. #90
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14084
    Thanks Thanks Given 
    856
    Thanks Thanks Received 
    650
    Thanked in
    470 Posts

    Predefinito

    Diciamo sempre,infatti poi è difficile il passaggio da un libro all'altro,spesso resto legata al precedente e prima di ambientarmi col nuovo devo leggere diverse pagine.
    Mi porto dentro per parecchio tempo i personaggi che ho sentito più vicini a me,mi sembra quasi di averli conosciuti realmente e che mi abbiano accompagnato per un tratto della mia vita,quasi avessi interagito con loro all'interno della storia.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Che libro state leggendo?
    Da evelin nel forum Salotto letterario
    Risposte: 12916
    Ultimo messaggio: Ieri, 09:41 PM
  2. Che libro avete letto o state leggendo per la scuola?
    Da Dallolio nel forum Salotto letterario
    Risposte: 30
    Ultimo messaggio: 04-07-2015, 01:09 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •