Il commissario Maigret è direttamente coinvolto nel suicidio di un uomo in una camera di albergo a Brema. Per sbrogliare la matassa e tacitare il senso di colpa cercherà di capire perché si è tolto la vita passando da Brema a Parigi e poi a Reims per scoprire la verità a Liegi.

Inchiesta che il commissario fa di sua iniziativa, più per andare a fondo e capire il perché delle cose che per una necessità di trovare un colpevole a qualcosa che lo ha coinvolto da vicino. Come sempre nelle inchieste di Maigret si entra nella vita di uomini normali, borghesi ed operai, persone comuni che hanno avuto più o meno fortuna ma che comunque nascondono un passato che non riescono a dimenticare. La penna di Simenon è sempre precisa, scorrevole, coinvolgente, piena di curiosità e di interesse per la vita che gli scorre davanti. Un altra pietra miliare tra le tante di questo prolifico scrittore, che difficilmente delude.