Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12
Mostra risultati da 16 a 25 di 25

Discussione: Ciò che cerco, in ciò che credo

  1. #16

    Predefinito precious

    Citazione Originariamente scritto da Lauretta Vedi messaggio
    per chi crede i 10 comandamenti sono davvero sacri...
    difficile poi metterli in pratica...diciamo che si aspira ad rispettarli tutti...cosa che personalmente non è proprio facile da fare..
    questo non significa che i 18 principi del Dalai Lama non siano delle buone pratiche da seguire...
    come non significa che ci si possa porre delle domande su alcuni dogmi della chiesa che potrebbero al giorno d'oggi essere superati o al giorno d'oggi sono di difficilissima messa in pratica...
    come ho già detto spesso la fede è qualcosa di intrinseco e di cui non si può fare a meno quando uno ce l'ha...
    certo è che quando sai di stare facendo delle cose non proprio attinenti alla fede che dici di avere, è sempre un pugno nello stomaco!!
    ci si mette sempre a confronto con la massima umiltà e con l'aspirazione a diventare un giorno migliori, ad avere la forza di farlo e di cambiare quelle parti di se stessi che, cazzarola, vanno contro tutto quello in cui si crede...
    ti accompagna angoscia, paura ma anche tanta forza e tenacia nel dire ... ce la posso fare...
    credo che chi ha il dono della fede, ha anche la sfiga di doversi sentire per forza forte...
    quando "cedo a una tentazione" (passatemi la modalità arcaica) dentro di me dico : "ma porca miseria!! tu che la fede ce l'hai, e lo sai che le cose stanno così, ti permetti di fare quello che credi!!"

    (vocina del senso di colpa!!!)
    Io purtroppo mi allontano sempre di più dalla fede,mio malgrado.Sono convinta che la fede religiosa sia un validissimo aiuto nella vita:specialmente quando si perde una persona cara si ha il conforto che la si ritroverà nell'aldilà e il distacco diventa meno doloroso.Quando si è in una situazione difficile si pensa che la sofferenza sarà ricompensata.Aspetto con ansia che qualcuno mi converta di nuovo perchè è dura la vita senza la speranza di una vita eterna,ma purtroppo nessuno finora è riuscito a darmi le risposte che cerco.

  2. #17
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4314
    Thanks Thanks Given 
    76
    Thanks Thanks Received 
    182
    Thanked in
    86 Posts

    Predefinito Risposte

    ed allora egli prese ad annotarsi
    tutte le grandi domande che gli affioravano nel corso della vita
    cui mai come povero umano risposta avrebbe trovato

    e giunto al termine del cammino terreno
    pregò lo seppellissero col suo voluminoso libro al fianco
    era venuto finalmente il grande momento

    si sollevò all'eternità senza fatica
    chè il corpo più non lo opprimeva
    aprì il gran tomo alla luce divina

    ... solo pagine bianche



    Hot

  3. #18
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    530
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Io sono molto ingenuo su questi argomenti, mi sono sempre chiesto come sia stato possibile che 10 comandamenti scritti migliaia di anni fa siano sopravvissuti fino ai giorni nostri. Avevo immaginato che nell'antichità le popolazioni fossero più sparse e complicate da organizzare, la vita più difficile, saccheggi e omicidi assolutamente all'ordine del giorno e organizzarsi in comunità era sempre molto, molto complicato, così che per avere una sorta di controllo sulla gente i dieci comandamenti erano l'ideale: dieci regole (o quante erano di preciso all'inizio) dettate da Dio, tra l'altro piuttosto minacciose, che per chi non le segue saranno cacchi amari, per cui la maggioranza delle persone vi si adeguava... In questo non sto dicendo che la faccenda di mosè e sul monte sinai narrata nella bibbia e similari siano tutte frottole, dico solo che sono nozioni interessantissime dal punto di vista storico o anche dello studio della letteratura e delle società antiche, diciamo, ma non riesco a prenderle come verità di fede e non capisco come possano condizionare delle persone ancora nel 2013, fermo restando che i principi basilari del convivere tra le persone siano più o meno sempre quelli scritti sulle tavole della legge, quindi mi chiedo, ce n'è veramente ancora bisogno? Senza contare che tra l'altro sono più di una le religioni che si rifanno ai dieci comandamenti e ognuna di queste li ha modificati secondo le esigenze...

    Non ho problemi a rispettare chiunque creda in questo (ho, tra l'altro, una famiglia molto religiosa) però faccio fatica a considerarli come dogmi a cui sottostare pedissequamente. Inoltre penso che si possa vivere seguendo dei principi fondamentali quali quelli del vangelo (come il vivere la propria vita senza essere dannosi per il prossimo e rispettando i nostri simili) senza per questo seguire una qualche religione specifica.

    Ho anche sempre pensato che il fenomeno religioso, se così possiamo chiamarlo, si manifesti a volte nei momenti di difficoltà. Quando un uomo è disperato è facile che perda le poche certezze che ha e cerchi di aggrapparsi a qualcosa di più alto, per cercare qualche spiegazione, per sentire di non essere inutile, per il terrore che arriva con l'appropinquarsi della morte (che c'è sempre ma viviamo facendo finta di niente) e per rifuggire dalla certezza che è il caso a dominare tutto.
    Ovviamente è una generalizzazione. Conosco persone che dai momenti difficoltà hanno tratto un grande rancore verso la chiesa e tutto ciò che rappresenta, e in ogni caso forse la fede data dalla disperazione potrebbe essere anche più sincera, non sono in grado di giudicare. In ogni caso stimo moltissimo chi riesce a cogliere i lati migliori dell' avere una fede, e soprattutto a portarla avanti giorno per giorno ma non per convenienza o consolazione, io non credo che ne sarei capace
    Ultima modifica di Bacci; 05-31-2013 alle 10:53 PM.

  4. #19

    Predefinito precious

    Citazione Originariamente scritto da HOTWIRELESS Vedi messaggio
    ed allora egli prese ad annotarsi
    tutte le grandi domande che gli affioravano nel corso della vita
    cui mai come povero umano risposta avrebbe trovato

    e giunto al termine del cammino terreno
    pregò lo seppellissero col suo voluminoso libro al fianco
    era venuto finalmente il grande momento

    si sollevò all'eternità senza fatica
    chè il corpo più non lo opprimeva
    aprì il gran tomo alla luce divina

    ... solo pagine bianche



    Hot
    Bellissimo,magari fosse veramente così!
    Di chi è questa splendida dichiarazione di speranza?

  5. #20
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4314
    Thanks Thanks Given 
    76
    Thanks Thanks Received 
    182
    Thanked in
    86 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da precious Vedi messaggio
    Bellissimo,magari fosse veramente così!
    Di chi è questa splendida dichiarazione di speranza?
    uno sconosciuto depresso e senza fede ...


  6. #21
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    pianura padana
    Messaggi
    6046
    Thanks Thanks Given 
    164
    Thanks Thanks Received 
    247
    Thanked in
    137 Posts

    Predefinito

    sono atea, non ho bisogni spirituali.
    ho una discreta fiducia in me stessa...forse qualche volta barcollo ma difficilmente crollo
    amo e sento di essere amata dai miei cari
    rispetto tutti e cerco di vivere non danneggiando nessuno, confido nello stesso trattamento da parte dei miei simili
    ...fin qui tutto bene

  7. #22
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5817
    Thanks Thanks Given 
    1222
    Thanks Thanks Received 
    422
    Thanked in
    253 Posts

    Predefinito

    Io non sono credente e non ho simpatia per i dogmi delle religioni, tutte, ma il buddhismo è un'altra cosa, è una religione- filosofia di vita che può essere molto d'aiuto , non nega l'esistenza di divinità ma non è incentrata su esse ma sulla consapevolezza, la rinuncia alle cose negative e l'eliminazione della sofferenza...meglio di così.

  8. #23
    Vagabonding Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    5102
    Thanks Thanks Given 
    147
    Thanks Thanks Received 
    209
    Thanked in
    129 Posts

    Predefinito

    Ecco... Non ho certo la pretesa (nè il desiderio) di raccontare qui, in due parole, le ragioni (se mai una “ragione” c’è) della mia fede... come sarebbe possibile?
    Però, ecco, ci tenevo a spiegare cosa intendevo dire per “sostanziale differenza...”

    Quello a cui mi riferivo era semplicemente che, per chi crede, il punto di partenza è completamente diverso da quello che è stato espresso da alcuni di voi: è come convincere un innamorato che la persona che ama non ha nulla di speciale e che potrebbe benissimo farne a meno... Bè, certo: la fede è molto di più di un semplice innamoramento, però il concetto è lo stesso, nel senso che io credo perchè un giorno l’Amore di Qualcuno mi ha conquistato e da allora mi sono resa conto che... sì, forse potevo anche farne a meno, ma la mia vita non sarebbe stata più così piena, così bella, così ricca!!!
    Per questo ci ho tenuto a ricordare quali sono i due comandamenti della fede cristiana che, pur non rinnegando i dieci dell’Antico Testamento, allo stesso tempo li superano e li trascendono.

    Per rispondere a Bacci potrei dire che in effetti a suo tempo i Dieci Comandamenti (e altre “regole di condotta” imposte in altre religioni) avevano sicuramente una funzione sociale prima ancora che “religiosa”, ma proprio per questo la “rivoluzione” del cristianesimo è stata enorme: un uomo, 2000 anni, fa è venuto a dirci che l’importante non è tanto quello che si DEVE o NON SI DEVE fare, ma l’amore che proviamo per Dio (lo stesso amore che spiega la ragione profonda di quel “primo comandamento” altrimenti così rigido e dogmatico, come ha scritto Low...) e per gli altri uomini. Senza questo amore, sì che qualsiasi precetto diventa sterile e anche “superato”!!!
    Ma sarebbe come dire che nel 2013 essere fedeli all’uomo che si ama è qualcosa di obsoleto, di poco “moderno”!!! Ma la vera regola qual è: la fedeltà , o l’amore che ci fa essere fedeli verso questa persona???

    Un’altra cosa che volevo dire è che quando sottolineavo la differenza fra “fede” e “religione”: io in realtà intendevo quasi il contrario di quello che ha scritto Magenta. Io ho sempre ritenuto la fede “superiore” alla religione intesa come “sistema”, più o meno per lo stesso motivo che ho appena spiegato: la religione senza fede è qualcosa di sterile, dogmatico e spesso persino fanatico (è successo, anche all’interno del cristianesimo, e purtroppo succederà sempre...), mentre la “fede” è quella fiamma che arde dentro il cuore di una persona e che (in alcuni casi) può anche non essere riconosciuta come “Dio” però alla fine è sempre Lui...
    Con questo non voglio dire che per me (e sottolineo PER ME) credere in Dio o “comportarsi bene” pur non credendo il Lui sia la stessa cosa, però sono convinta che in ogni caso tutto parta da qualcosa dentro di noi, e non di imposto da fuori... è solo la nostra fede che “giustifica”, o meglio dà ragione alla nostra religione, e non certo il contrario...

    Io non ho scelto di essere cristiana: io sono innamorata di Dio...anzi: Dio è innamorato di me, e io non posso che accogliere questo amore! Io – per quello che sento dentro di me - non posso che essere cristiana...

    PS mi rendo conto che forse non ho risposto in modo esplicito alla domanda di Low su cosa cerchi o cosa mi aspetti dal mio essere cristiana, spero di averlo fatto comunque in modo indiretto, ma ciò non toglie che resto comunque disponibilissima a qualsiasi critica, dubbio, curiosità!!!
    Ultima modifica di ayuthaya; 06-03-2013 alle 11:09 AM.

  9. #24
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Ferrara (provincia)
    Messaggi
    895
    Thanks Thanks Given 
    246
    Thanks Thanks Received 
    191
    Thanked in
    122 Posts

    Predefinito

    Gesù disse: "Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente". Questo é il grande e il primo comandamento. Il secondo, simile a questo, è "Ama il tuo prossimo come te stesso”. (Matteo 22:37 -3
    [/B]


    Io non sono credente (per ora.....) perché mi risulta che molti, in prossimità dell'evento estremo, cambiano opinione. Però il tema è interessantissimo. Io credo che il secondo comandamento sia la cosa più grande e rivoluzionaria che sia mai stata detta, e questa, da sola, può spiegare il fatto che ci siano milioni di credenti. Anche le altre religioni hanno principi validissimi e profondi, ma nessun precetto ha la forza e la profondità del secondo comandamento. Poi ci sono gli altri comandamenti, tutti degni di fede, ma probabilmente avrebbero bisogno di qualche aggiornamento. Per ora credo in una legge morale che è dentro in ciascuno di noi e, ingenuamente, penso che se uno si comporta, negli atti quotidiani, con generosità disinteresse e carità, possa avere un premio in questa vita. Mi rendo però conto della debolezza di questo pensiero, dal momento che sono talmente tante e diverse le condizioni sociali dell'umanità che questa legge morale, che penso sia dentro ciascuno di noi, può essere molto diversa da condizione a condizione.
    Con tutto questo ammiro molto chi ha fede, nel giusto significato del termine, perché credo sia una persona molto coraggiosa.

  10. #25
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    717
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Scusatemi per la pignoleria, ma mi sembra un po' azzardato riassumere i fondamenti del Cristianesimo nei dieci comandamenti, specie alla luce del Nuovo Testamento che è completamente diverso dall'altro.

    Forse sono io a non cogliere nel segno, ma secondo me bisogna fare subito una distinzione fra la fede, che è una cosa intima e personale, e la religione, che è un sistema di conoscenze, che ha un suo codice rituale, che è oggetto di studio antropologico, perché è un elemento di coesione per un gruppo. La serenità - con se stessi e con gli altri - credo vada ricercata nella fede, nell'atto in sé di credere, non nell'osservare i dettami di un gruppo. Detta con meno cinismo, per esempio: non credo sia l'osservanza in sé della confessione prima di Pasqua a rendere il Cattolico felice, quanto l'atto in sé di credere.
    Del resto, limitando il discorso al Cristianesimo, anche parlare solo di "fede", senza "speranza" e senza "carità" è riduttivo, se si seguono fedelmente i dogmi. Del resto, sono i testi i primi a dire che la più importante non è la fede, ma è la carità, l'amore che è motore dell'intero universo. È nell'amore in sé che il Cristiano dovrebbe trovare la serenità spirituale, non nei dettami dei Dieci Comandamenti.

    Non credo, poi, si possa definire razionalmente l'atto in sé di credere. È una necessità spirituale, è una necessità di cercare certezze e stabilità. Ad alcuni riesce, ad altri no. Io credo che quelli a cui riesce vivano molto meglio degli altri.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. I bambini imparano cio' che vivono
    Da giady90 nel forum Poesia
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 03-02-2013, 06:10 PM
  2. Tognolini,Bruno- Ciò che non lava l'acqua
    Da Liber nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 02-25-2011, 08:08 PM
  3. Magrelli, Valerio - Io sono ciò che manca
    Da Apart nel forum Poesia
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 07-30-2010, 12:49 AM
  4. Kung, Hans - Ciò che credo
    Da Meri nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 07-20-2010, 02:34 PM
  5. Bodini, Vittorio - Tutto ciò che ti dono
    Da elisa nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-30-2009, 11:46 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •