Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 3 di 4 PrimoPrimo 1234 UltimoUltimo
Mostra risultati da 31 a 45 di 60

Discussione: 16° Poeticforum - Le poesie che amiamo

  1. #31
    enjoy member
    Data registrazione
    Feb 2011
    Località
    Campania
    Messaggi
    3492
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    35
    Thanked in
    16 Posts

    Predefinito

    a me
    è piaciuta la poesia, l' ho trovata un riconoscimento da parte di chi si rende conto di quanto gli impegni della vita possano farci trascurare chi si ama e la domanda che viene ripetuta, forse si rifà al fatto che molte volte si sta insieme, ma si evade anche un po'.
    L' importante è voltarsi e trovare sempre chi si ama lì, al proprio fianco.

  2. #32
    enjoy member
    Data registrazione
    Feb 2011
    Località
    Campania
    Messaggi
    3492
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    35
    Thanked in
    16 Posts

    Predefinito

    ....doppio messaggio...pardòn

  3. #33
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10400
    Thanks Thanks Given 
    476
    Thanks Thanks Received 
    487
    Thanked in
    343 Posts

    Predefinito

    La terza poesia proposta è Contributo alla statistica di Wislawa Szymborska

    Su cento persone:
    che ne sanno sempre più degli altri
    - cinquantadue;

    insicuri a ogni passo
    - quasi tutti gli altri;

    pronti ad aiutare,
    purché la cosa non duri molto
    - ben quarantanove;

    buoni sempre,
    perché non sanno fare altrimenti
    - quattro, be’, forse cinque;

    propensi ad ammirare senza invidia
    - diciotto;

    viventi con la continua paura
    di qualcuno o qualcosa
    - settantasette;

    dotati per la felicità,
    - al massimo poco più di venti;

    innocui singolarmente,
    che imbarbariscono nella folla
    - di sicuro più della metà;

    crudeli,
    se costretti dalle circostanze
    - è meglio non saperlo
    neppure approssimativamente;

    quelli col senno di poi
    - non molti di più
    di quelli col senno di prima;

    che dalla vita prendono solo cose
    - quaranta,
    anche se vorrei sbagliarmi;

    ripiegati, dolenti
    e senza torcia nel buio
    - ottantatré
    prima o poi;

    degni di compassione
    - novantanove;

    mortali
    - cento su cento.
    Numero al momento invariato

  4. #34

    Predefinito Qui con me

    Io come sempre quando provo a commentare una poesia finisco col non sapere essere oggettiva, e a metterci troppo del mio (e ora ricordo anche perché ho sempre finito col disertare il poeticforum), quindi Hot, scusa in anticipo se dirò un sacco di idiozie che con quello che hai scritto c'entrano come cavoli a merenda.

    Io sinceramente ho letto questa poesia intrisa forse di più amarezza di tante altre, perché quel constatare la costante presenza fisica (ma non solo, perché lo sguardo dolce e il sorriso fanno pensare anche ad una vicinanza più "spirituale", affettiva) della persona amata (o comunque con cui si cerca di costruire un qualche rapporto) e nonostante tutto domandarsi (sì, perché nonostante la domanda sia rivolta appunto a questa persona, non so perché ma credo che in realtà sia un domandare a sé stessi, che mai verrà veramente posto alla persona di cui si parla - mi sa che non mi sto per nulla spiegando) se questa persona ci sia davvero stata, sempre, ecco, tutto questo mi sembra quasi erigere un muro di incomprensione, un'eterna distanza incolmabile. Quasi come se, nonostante tutti gli sforzi, poeta e interlocutrice si trovino comunque a parlare linguaggi diversi, linguaggi, sì, che in qualche modo possono essere tradotti, ma che non potranno mai rendere in tutto e per tutto il senso originario di ciò che si è detto, creando così uno scarto che in qualche modo incrina ogni situazione.

    Ok, mi sa che, più che aver detto cose che non c'entrano nulla con la poesia di Hot, ho detto solo un mucchio di sciocchezze contorte e con poco senso, scusatemi

  5. #35
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4317
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    185
    Thanked in
    88 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Jessamine Vedi messaggio
    Io come sempre quando provo a commentare una poesia finisco col non sapere essere oggettiva, e a metterci troppo del mio (e ora ricordo anche perché ho sempre finito col disertare il poeticforum), quindi Hot, scusa in anticipo se dirò un sacco di idiozie che con quello che hai scritto c'entrano come cavoli a merenda.

    Io sinceramente ho letto questa poesia intrisa forse di più amarezza di tante altre, perché quel constatare la costante presenza fisica (ma non solo, perché lo sguardo dolce e il sorriso fanno pensare anche ad una vicinanza più "spirituale", affettiva) della persona amata (o comunque con cui si cerca di costruire un qualche rapporto) e nonostante tutto domandarsi (sì, perché nonostante la domanda sia rivolta appunto a questa persona, non so perché ma credo che in realtà sia un domandare a sé stessi, che mai verrà veramente posto alla persona di cui si parla - mi sa che non mi sto per nulla spiegando) se questa persona ci sia davvero stata, sempre, ecco, tutto questo mi sembra quasi erigere un muro di incomprensione, un'eterna distanza incolmabile. Quasi come se, nonostante tutti gli sforzi, poeta e interlocutrice si trovino comunque a parlare linguaggi diversi, linguaggi, sì, che in qualche modo possono essere tradotti, ma che non potranno mai rendere in tutto e per tutto il senso originario di ciò che si è detto, creando così uno scarto che in qualche modo incrina ogni situazione.

    Ok, mi sa che, più che aver detto cose che non c'entrano nulla con la poesia di Hot, ho detto solo un mucchio di sciocchezze contorte e con poco senso, scusatemi
    sei dolcissima, Jess, e la tua gentile delicatezza ben rimembra una danzatrice classica, leggera ed aggraziata.
    già ebbi modo di chiosare che il pregio delle poesie è quello di tirar fuori un profondo personale di ciascuno di noi, suscitando interpretazioni e comprensioni disparate, secondo emozioni e caratteri che contraddistinguono ogni animo.
    perciò perché temere ciò che invece è auspicabile, definendolo a priori, riduttivamente e con immeritata carenza di autostima, sacco di idiozie e cavoli a merenda?
    chi potrebbe obiettare del resto con l'alimentazione tua e di chiunque altri, soprattutto se si tratta di nutrimento spirituale?
    ci hai visto bene, suggerendo una delle interpretazioni in definitiva più gettonabili.
    lei viene percepita concretamente quando è li ben presente e visibile. ma nelle fasi di distacco dalla realtà, come p es il sonno, lui non sa dire se gli sia rimasta accanto...
    significa che nel contatto tra due cuori, non vi è comunque reciproca appartenenza, e ciascuno è entità ben definita e indipendente. ma proprio questa ricerca, questo chiedersi, è il segno della profondità dell'amore, disposto a provare tristezza per il non poter avere possesso, che sarebbe la forma atavica del rapporto di coppia alla base della piramide evolutiva, ma bearsi dei momenti in cui c'è, e tenersi quelle domande tra se e se, senza esternarle. per averla accanto comunque anche quando va a vivere altri ritagli della propria vita che sono solo suoi, tenendola nella propria mente e cuore.

    boh, mi sa che stavolta mi son perso io in idiozie ...

  6. #36
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1401
    Thanks Thanks Given 
    84
    Thanks Thanks Received 
    108
    Thanked in
    71 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da HOTWIRELESS Vedi messaggio
    sei dolcissima, Jess, e la tua gentile delicatezza ben rimembra una danzatrice classica, leggera ed aggraziata.
    già ebbi modo di chiosare che il pregio delle poesie è quello di tirar fuori un profondo personale di ciascuno di noi, suscitando interpretazioni e comprensioni disparate, secondo emozioni e caratteri che contraddistinguono ogni animo.
    perciò perché temere ciò che invece è auspicabile, definendolo a priori, riduttivamente e con immeritata carenza di autostima, sacco di idiozie e cavoli a merenda?
    chi potrebbe obiettare del resto con l'alimentazione tua e di chiunque altri, soprattutto se si tratta di nutrimento spirituale?
    ci hai visto bene, suggerendo una delle interpretazioni in definitiva più gettonabili.
    lei viene percepita concretamente quando è li ben presente e visibile. ma nelle fasi di distacco dalla realtà, come p es il sonno, lui non sa dire se gli sia rimasta accanto...
    significa che nel contatto tra due cuori, non vi è comunque reciproca appartenenza, e ciascuno è entità ben definita e indipendente. ma proprio questa ricerca, questo chiedersi, è il segno della profondità dell'amore, disposto a provare tristezza per il non poter avere possesso, che sarebbe la forma atavica del rapporto di coppia alla base della piramide evolutiva, ma bearsi dei momenti in cui c'è, e tenersi quelle domande tra se e se, senza esternarle. per averla accanto comunque anche quando va a vivere altri ritagli della propria vita che sono solo suoi, tenendola nella propria mente e cuore.

    boh, mi sa che stavolta mi son perso io in idiozie ...
    ...no, è uscito fuori di te ciò che ho sempre pensato: sei un tenerone che vuol costruirsi addosso la corazza da duro

  7. #37
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19017
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    249
    Thanks Thanks Received 
    746
    Thanked in
    463 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bouvard Vedi messaggio
    Inizio io

    Giorno di pioggia

    La giornata è fredda, e scura, e cupa
    Piove, e il vento non è mai stanco
    La vite si aggrappa ancora al muro in rovina,
    Ma ad ogni raffica le foglie morte cadono,
    E i giorni sono scuri e cupi.
    La mia vita è fredda e scura e cupa;
    Piove, e il vento non è mai stanco;
    I miei pensieri si aggrappano ancora al passato in rovina,
    Ma le speranze della gioventù cadono fitte nell’esplosione,
    E i giorni sono scuri e cupi.
    Fermati, cuore triste! E smettila di lamentarti;
    Dietro le nuvole il sole sta ancora splendendo
    Il tuo destino è il destino comune di tutti
    Nella vita di ognuno di noi deve cadere un pò di pioggia.
    Alcuni giorni devono essere scuri e cupi.

    Henry Wadsworth Longfellow
    è una poesia semplice, lineare, comprensibile, arriva immediata nella sua saggezza e nel suo intento di consigliarti attraverso la delicatezza dei versi. Paragonandola vita dell'uomo a quella della natura, in una visione quasi deterministica di quello che può essere il sentire emotivo umano. A me arriva alla ragione più che al cuore o alla pancia ma penso che sia proprio questo l'intento dell'autore, dire delle cose chiare, precise, consolatorie, da mettere in pratica. Non è lo stile che preferisco ma riconosco una ottima caacità di verseggiare.

  8. #38
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10400
    Thanks Thanks Given 
    476
    Thanks Thanks Received 
    487
    Thanked in
    343 Posts

    Predefinito Contributo alla statistica

    L'ho scelta per la sua originalità, mi ha colpito anche se ce ne sono di più belle di W. Z., ma questa non la conoscevo.
    Ironica e spiritosa, ma di un'amarezza che raggiunge il suo culmine nel ricordarci, sempre con delicatezza, che quasi tutti siamo o saremo, prima o poi, "ripiegati, dolenti e senza torcia nel buio" o, ancora più probabilmente o quasi certamente, "degni di compassione" (io avrei invertito i numeri). La proporzione indicata nei primi versi, tra chi ne sa sempre più degli altri e chi è insicuro ad ogni passo, mi sembra equa, salvo il fatto che talvolta le due categorie si fondono: chi si comporta come se sapesse più degli altri è spesso insicuro. A dire il vero, condivido quasi tutte le percentuali, anche se mi lascia perplessa quel settantasette per cento che ha paura di tutto (nonostante io ci sia dentro fino al collo ).

  9. #39
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10400
    Thanks Thanks Given 
    476
    Thanks Thanks Received 
    487
    Thanked in
    343 Posts

    Predefinito

    Ehi, la smettete di fare a pugni per commentare?
    Vediamo se la prossima poesia è più fortunata

    DEREK WALCOTT - Amore dopo amore

    Tempo verrà
    in cui, con esultanza,
    saluterai te stesso arrivato
    alla tua porta, nel tuo proprio specchio,
    e ognun sorriderà al benvenuto dell'altro
    e dirà: Siedi qui. Mangia.
    amerai di nuovo lo straniero che era il tuo Io.
    Offri vino.Offri pane.Rendi il cuore
    a se stesso, allo straniero che ti ha amato
    per tutta la tua vita, che hai ignorato
    per un altro e che ti sa a memoria.
    Dallo scaffale tira giù le lettere d'amore,
    le fotografie, le note disperate,
    sbuccia via dallo specchio la tua immagine.
    Siediti. E' festa: la tua vita è in tavola.


  10. #40
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2338
    Thanks Thanks Given 
    44
    Thanks Thanks Received 
    194
    Thanked in
    117 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    La terza poesia proposta è Contributo alla statistica di Wislawa Szymborska
    Devo esser sincera? A me non è piaciuta il punto è che non mi sembra neppure una poesia, quanto piuttosto una statistica, ironica, sarcastica, amara in alcuni punti, estremamente veritiera in altri, ma pur sempre una statistica

  11. #41
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1401
    Thanks Thanks Given 
    84
    Thanks Thanks Received 
    108
    Thanked in
    71 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bouvard Vedi messaggio
    Devo esser sincera? A me non è piaciuta il punto è che non mi sembra neppure una poesia, quanto piuttosto una statistica, ironica, sarcastica, amara in alcuni punti, estremamente veritiera in altri, ma pur sempre una statistica
    ...avevo scritto (quasi identico il testo) le stesse parole di bouvard... me ne sono accorto in tempo, ma confermo in pieno
    La statistica mal si addice alla poesia

  12. #42
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4317
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    185
    Thanked in
    88 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da maclaus Vedi messaggio
    ...
    La statistica mal si addice alla poesia
    così pare la pensino
    8,5 su 10 ...


  13. #43
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1401
    Thanks Thanks Given 
    84
    Thanks Thanks Received 
    108
    Thanked in
    71 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da HOTWIRELESS Vedi messaggio
    così pare la pensino
    8,5 su 10 ...

    ...e lo 0,5 è uno che pensa a metà?

  14. #44
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4317
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    185
    Thanked in
    88 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da maclaus Vedi messaggio
    ...e lo 0,5 è uno che pensa a metà?
    che sia la famosa
    casalinga di voghera ?!?


  15. #45
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2338
    Thanks Thanks Given 
    44
    Thanks Thanks Received 
    194
    Thanked in
    117 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da maclaus Vedi messaggio
    ...e lo 0,5 è uno che pensa a metà?
    lo 0,5 è quello che nelle statistiche è indicato con n.c. cioè non catalogabile
    Comunque non ho capito Hot se fai parte anche tu di quel 8,5 oppure sei quel 1 bastian contrario oppure sei lo 0,5, il casalingo di Bz?

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. 15° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 39
    Ultimo messaggio: 12-30-2014, 09:02 PM
  2. 8° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 107
    Ultimo messaggio: 10-30-2014, 07:02 PM
  3. 14° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 67
    Ultimo messaggio: 10-28-2014, 09:35 PM
  4. 10° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 48
    Ultimo messaggio: 10-29-2013, 08:36 PM
  5. 5° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 42
    Ultimo messaggio: 02-04-2013, 12:31 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •