Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 7 di 8 PrimoPrimo 12345678 UltimoUltimo
Mostra risultati da 91 a 105 di 115

Discussione: LXXXVII - La chimera di Sebastiano Vassalli

  1. #91
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5610
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1914
    Thanks Thanks Received 
    1197
    Thanked in
    791 Posts

    Predefinito 28 spoiler

    Anche io sono al cap. 28, e dopo aver subito la descrizione delle torture e degli abusi sulla povera Antonia, proprio non sono desiderosa di assistere al rogo su cui sarà bruciata... Poveretta!

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #92
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2548
    Thanks Thanks Given 
    131
    Thanks Thanks Received 
    173
    Thanked in
    128 Posts

    Predefinito Fino al capitolo 28

    Mi chiedo cosa pensino personaggi come l'inquisitore, se nel suo considerare soltanto gli avvenimenti che gli convengono e tralasciare le testimonianze a favore di Antonia bollandole come inutili, è cosciente di condannare un' innocente oppure se da bravo invasato si autoconvince della colpa e cerca poi di dimostrarla.

    Uno degli animi meglio descritti è quello di Bascapè e le considerazioni che l'autore gli attribuisce sono spesso da sottolineare.

    C'è sempre, arriva sempre, nella vita di ogni uomo che abbia avuto in gioventù un forte stimolo ideale, il momento in cui si prende atto definitivamente, senza più speranze né illusioni né sogni, dell'inerzia delle cose e del mondo. Il momento in cui si capisce che la fede non smuove le montagne; che le tenebre prevarranno sempre sulla luce, l'inerzia soffocherà il moto e così via.

  • #93
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5610
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1914
    Thanks Thanks Received 
    1197
    Thanked in
    791 Posts

    Predefinito

    Sono d'accordo con te, Velvet, Bascapè è davvero ben descritto, soprattutto nel momento della sua delusione per la mancata riforma spirituale della Chiesa.
    Sono a metà del capitolo 29...
    ... fatica...

  • #94
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    pianura padana
    Messaggi
    6122
    Thanks Thanks Given 
    250
    Thanks Thanks Received 
    386
    Thanked in
    183 Posts

    Predefinito

    Finito 5 minuti fa...finalmente, le ultime pagine come macigni.

  • The Following User Says Thank You to darida For This Useful Post:


  • #95
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    15807
    Thanks Thanks Given 
    1831
    Thanks Thanks Received 
    1605
    Thanked in
    1105 Posts

    Predefinito

    Ho finito anch'io, da poco, ho letto pure il congedo e l'appendice.
    Più tardi commento quello che ho segnato.

  • #96
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20728
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    444
    Thanks Thanks Received 
    1417
    Thanked in
    937 Posts

    Predefinito

    A me è piaciuto veramente tanto, non per tutti è stato così, è veramente una questione di pelle la lettura, io l'ho divorato, altri hanno arrancato per finirlo. La cosa bella è che siamo tutti appassionati lettori e non ci spaventa né la mole né il contenuto, ma per ogni libro l'esperienza è completamente diversa.

  • The Following User Says Thank You to elisa For This Useful Post:


  • #97
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    15807
    Thanks Thanks Given 
    1831
    Thanks Thanks Received 
    1605
    Thanked in
    1105 Posts

    Predefinito

    Finito:

    elisa
    Kira990
    ZdM
    Tanny
    darida
    Minerva6
    velvet

    In lettura:

    Spilla
    ila78
    Ultima modifica di Minerva6; 07-27-2017 alle 02:46 PM.

  • #98
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2548
    Thanks Thanks Given 
    131
    Thanks Thanks Received 
    173
    Thanked in
    128 Posts

    Predefinito Terminato

    Ho finito anche io.

    Povera Antonia, alla fine l'unico segno di compassione viene proprio dal boia, nulla dai tanti religiosi o da tutti quelli che la conoscevano.

  • The Following User Says Thank You to velvet For This Useful Post:


  • #99
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    -Bergamo
    Messaggi
    12311
    Thanks Thanks Given 
    810
    Thanks Thanks Received 
    1157
    Thanked in
    538 Posts

    Predefinito

    Io mi sono arenata.....già ho poco tempo se poi quando leggo mi annoio ciao....cercherò di portarlo a termine.

  • #100
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    15807
    Thanks Thanks Given 
    1831
    Thanks Thanks Received 
    1605
    Thanked in
    1105 Posts

    Predefinito Note sparse, citazioni e commento finale

    - E' stata un'estate torrida anche la nostra, in questo almeno la lettura era adatta . Grandine, bufere di vento, temporali devastanti... il tempo metereologico di oggi sembra quasi quello del '600 ... e noi non abbiamo neppure dovuto bruciare una strega!
    Non ho mai amato molto il Manzoni, neppure i Promessi sposi (quelli del trio però sì ), forse anche per questo non sono riuscita ad apprezzare a pieno il libro .

    - Ci dice Vassalli che a Novara attualmente al posto del palazzetto del Tribunale e del convento dei Domenicani c'è una piazza dedicata ad un comunista sardo, Antonio Gramsci, ma gli abitanti la chiamano col nome storico, piazza del Rosario... ancora oggi la chiesa impera (dico io!).

    - Mi ero già dimenticata il significato del titolo La chimera e così sono andata a cercarlo su wiki.
    Eccolo, per chi come me fosse un po' rimbambito : Il termine "Chimera" del titolo si riferisce al Monte Rosa così come lo si vede dalla pianura novarese, ma è anche un rimando all'omonima poesia di Dino Campana.

    Gli odori, i rumori, i colori, le sensazioni un po' più forti producevano un'inquietudine, un'angoscia del tutto sproporzionate alla reale entità del fastidio sopportato; il pensiero e le idee restavano fluttuanti, come accade anche nel dormiveglia, stentavano a trovare le connessioni logiche con il mondo reale e tra di loro.
    Succede spesso anche a me, sono facilmente suggestionabile da quello che mi succede intorno...

    - Avete notato che Antonia è stata bruciata l'11 settembre? Questa data ricorre spesso in eventi drammatici; oltre alle Torri gemelle ora penso anche al golpe in Cile del '73, ma ci sono di certo stati altri eventi che al momento mi sfuggono... ci vorrebbe un Giacobbo di Voyager sul forum per indagare meglio .

    - Nell'Appendice Vassalli dice che un certo Mauri aveva ricostruito e raccontato (male) in più di 800 pagine una storia tragica su un'altra donna accusata di stregoneria... il bue che dice cornuto all'asino . Scherzo, ovviamente, perché solo nella mia versione e-book sono così tante pagine!

    Commento finale:
    nonostante alcune parti un po' noiose e difficili da superare, ho trovato la lettura comunque interessante ed ho apprezzato soprattutto i continui riferimenti ai giorni nostri che mi hanno di fatto permesso di reputare la storia più scorrevole. Avrei preferito maggiori spunti romanzati su Antonia piuttosto che parti in cui si riportano i fatti storico/religiosi realmente accaduti e i troppi nomi dei loro personaggi... ma insieme a voi sono riuscita lo stesso a finirlo .
    Ultima modifica di Minerva6; 07-27-2017 alle 03:03 PM.

  • The Following 2 Users Say Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • #101
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    15807
    Thanks Thanks Given 
    1831
    Thanks Thanks Received 
    1605
    Thanked in
    1105 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da ila78 Vedi messaggio
    Io mi sono arenata.....già ho poco tempo se poi quando leggo mi annoio ciao....cercherò di portarlo a termine.
    Salta le parti noiose , io ho fatto così con quelle degli archivi dove erano riportati i fatti reali e dove c'erano elenchi di nomi.

  • The Following User Says Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • #102
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2548
    Thanks Thanks Given 
    131
    Thanks Thanks Received 
    173
    Thanked in
    128 Posts

    Predefinito Commento finale

    Questo romanzo di Vassalli è una ricostruzione storica di un processo per stregoneria, attraverso cui l'autore ci descrive la società del Seicento, le credenze, le superstizioni dell'epoca ma anche ci fa conoscere tutti i personaggi che la popolavano, veri o fittizi, religiosi, notabili, militari ma anche contadini, braccianti, vagabondi.
    Fa da filo conduttore la storia di Antonia, una povera esposta, buona di cuore e bella di aspetto, che come tanti sfortunati dell'epoca fu capro espiatorio delle paure, superstizioni, ingiustizie ed interessi che la circondavano, finendo additata come strega.
    Vassalli descrive i fatti quasi sempre dall'esterno, dando così l'impressione di non addentrarsi nei meandri dell'animo umano; ma in realtà narrando fatti e pensieri, e spesso ironizzando sulle piccinerie e meschinità dei personaggi, guida ed orienta il lettore nel costruirsi la propria idea anche sui loro sentimenti ed emozioni.
    Un po' in contrasto con l'impostazione del libro poi alla fine, nelle ultime dieci righe, esprime in conclusione in maniera per nulla velata il proprio giudizio.
    A me questo libro è piaciuto molto, ho trovato interessante la ricostruzione storica e apprezzato anche l'impostazione che può apparire fredda e asettica, ma è in realtà parecchio partecipata. Voto 4/5, consigliato!

  • The Following User Says Thank You to velvet For This Useful Post:


  • #103
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5610
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1914
    Thanks Thanks Received 
    1197
    Thanked in
    791 Posts

    Predefinito

    Finito... quasi.
    Cioè, mi manca solo la postfazione o quel che è.
    Il mio giudizio non cambia, anche se di sicuro si tratta di un buon libro.
    Diciamo che, a parte la pietà per Antonia, in me ha suscitato orrore pensando a tutti quelli che ancora oggi sono ingiustamente perseguitati in base a codici dettati da superstizioni o pregiudizi antichi.
    Penso all'Isis, ma anche a tutte le donne che subiscono umiliazioni, torture e mutilazioni. Penso a coloro che manifestano un libero pensiero quando ciò non è consentito. Penso a chi deve vivere perennemente in fuga perché "non è dei nostri": Li metto tutti insieme, nel rogo con Antonia. E mi pare che lei non sia nemmeno stata tra le più sfortunate.

    Velvet, concordo: bella la figura del boia.
    Minerva: anche io ho fatto caso alla data 11 settembre

  • #104
    Senior Member
    Data registrazione
    Dec 2016
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    366
    Thanks Thanks Given 
    80
    Thanks Thanks Received 
    105
    Thanked in
    81 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Tanny Vedi messaggio
    ho sempre pensato con pietà a quello che hanno dovuto subire quelle povere donne, ma la mia immaginazione potrei dire che è sempre stata "poco nitida", mi ero sempre fermato alle barbarie della tortura ed al rogo, leggere questo libro per me (indipendentemente dai lati positivi e negativi dell'opera) è stato come accendere la luce in una stanza buia, ha infatti fatto chiarezza su cose che nemmeno immaginavo, come ad esempio l'emarginazione sociale che hanno dovuto subire quelle poverette.
    Si la stessa cosa che ho pensato anche io. Oltre al dolore fisico, alla pressione psicologica derivante dal sapere di non aver scampo, perchè non so quante siano le donne sopravvissute all'accusa di essere streghe, si aggiunge anche l'emarginazione sociale: tua e della tua famiglia. Questi ultimi, oltre al dolore di aver perso Antonia, alla fine hanno pagato a caro prezzo le invidie e le cattiverie dei compaesani, perdendo tutto.

    Mi sono chiesta da quando ho finito la lettura se avrei preferito avere una parte più romanzata, con i pensieri di Antonia, anzichè una versione più "giornalistica" come invece abbiamo letto. Avrebbe di sicuro aggiunto qualcosa alla storia personale di Antonia, avrebbe aiutato a conoscere ancor di più la sua figura, ma forse avrebbe stravolto il racconto facendone perdere un pò di credibilità.

  • #105
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    15807
    Thanks Thanks Given 
    1831
    Thanks Thanks Received 
    1605
    Thanked in
    1105 Posts

    Predefinito Ho fatto io le sintesi dei vostri commenti

    Finito:

    elisa: è nell'approfondimento dei personaggi che Vassalli costruisce il capolavoro, ne fa un ritratto così vivido che sembra di vederli e di ascoltarli mentre si muovono nelle pagine del romanzo. E poi mi piace che l'autore ci sia dentro il romanzo e ogni volta che si svela c'è quasi un fremito di piacere letterario che rende il tutto un capolavoro della letteratura italiana. Un romanzo bellissimo da non farsi mancare tra le letture.

    Kira990: mi è piaciuta veramente tanto Antonia, fino alla fine personaggio coraggioso e coerente. Mi sono chiesta se avrei preferito avere una parte più romanzata, con i pensieri di Antonia, anzichè una versione più "giornalistica" come invece abbiamo letto. Avrebbe di sicuro aggiunto qualcosa alla storia personale di Antonia, avrebbe aiutato a conoscere ancor di più la sua figura, ma forse avrebbe stravolto il racconto facendone perdere un pò di credibilità.

    ZdM

    Tanny: per quanto riguarda la storia posso dire che è veramente bella e ben strutturata. In merito allo stile di scrittura non posso far altro che dire che è veramente ben scritto, ciò che invece non mi è piaciuto è che mi pare di aver percepito una sorta di volontà da parte dell'autore a tirare alle lunghe se non addirittura a voler aumentare il numero delle pagine, andando ad avventurarsi in digressioni e particolari di ben poco conto che all'inizio del romanzo possono essere piacevoli, ma lungo andare risultano fastidiosi. Ciò premesso il mio voto per questo romanzo è un 4/5 abbastanza tirato.

    darida

    Minerva6: nonostante alcune parti un po' noiose e difficili da superare, ho trovato la lettura comunque interessante ed ho apprezzato soprattutto i continui riferimenti ai giorni nostri che mi hanno di fatto permesso di reputare la storia più scorrevole. Avrei preferito maggiori spunti romanzati su Antonia piuttosto che parti in cui si riportano i fatti storico/religiosi realmente accaduti e i troppi nomi dei loro personaggi... ma insieme a voi sono riuscita lo stesso a finirlo.

    velvet: Vassalli descrive i fatti quasi sempre dall'esterno dando così l'impressione di non addentrarsi nei meandri dell'animo umano ma in realtà, narrando fatti e pensieri e spesso ironizzando sulle piccinerie e meschinità dei personaggi, guida ed orienta il lettore nel costruirsi la propria idea anche sui loro sentimenti ed emozioni. Un po' in contrasto con l'impostazione del libro poi alla fine, nelle ultime dieci righe, esprime in maniera per nulla velata il proprio giudizio. A me questo libro è piaciuto molto, ho trovato interessante la ricostruzione storica e apprezzato anche l'impostazione che può apparire fredda e asettica, ma è in realtà parecchio partecipata. Voto 4/5, consigliato!

    In lettura:

    Spilla
    ila78

  • Pagina 7 di 8 PrimoPrimo 12345678 UltimoUltimo

    Discussioni simili

    1. Vassalli, Sebastiano - La chimera
      Da dany nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 16
      Ultimo messaggio: 03-27-2018, 05:55 PM
    2. Tuccinardi, Enrico, Mazzariello, Salvatore - Architettura di una chimera
      Da Volgere Altrove nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 12-28-2015, 02:28 PM
    3. Vassalli, Sebastiano - Il cigno
      Da elisa nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 09-28-2015, 08:20 PM
    4. Vassalli, Sebastiano - Un infinito numero
      Da anvi nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 12-05-2012, 03:05 PM
    5. Gaiottina, Margaret - L'Alba della Chimera
      Da centaurea nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 11-02-2010, 10:14 AM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •