Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Il libro dell'inquietudine

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 24

Discussione: Pessoa, Fernando - Il libro dell'inquietudine

  1. #1
    b
    Data registrazione
    Mar 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    977
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Pessoa, Fernando - Il libro dell'inquietudine

    ...di Bernardo Soares.
    In portoghese: Livro de Desassossego.

    Come al solito, grande Pessoa.
    Si tratta di una raccolta di pensieri "in libertà" da parte di Bernardo Soares, uno dei tanti pseudonimi che Pessoa è solito usare nelle sue opere.
    Una serie lunghissima di meditazioni sulla vita, un libro che si può leggere "a tratti", come dimostrano anche i fogli su cui tale libro è stato scritto, confusionari e frammentari, spesso semplici appunti e minute...un po' come gli attuali post it.

    Si tratta quindi di un libro del tutto "ipotetico". In primo luogo perchè il mazzo di fogli lasciati da Pessoa non sottostava a nessun criterio organizzativo da parte dell'Autore; in secondo luogo perchè, nella suddivisione che esso ha subito, anche l'ordine casuale lasciato da Pessoa è stato alterato.

    Io ne consiglio vivamente la lettura...personalmente ne ho tratto diversi spunti....bye.

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2007
    Località
    milano
    Messaggi
    1120
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    gran bel libro come molte cose di pessoa...ho sentito che gli eredi vogliono mettere all'asta molti inediti...

  3. #3
    scrittore
    Data registrazione
    Dec 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    1348
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da zolla Vedi messaggio
    gran bel libro come molte cose di pessoa...ho sentito che gli eredi vogliono mettere all'asta molti inediti...
    quoto. Pessoa è un grande, senza mezzi termini. Non sapevo degli inediti, spero che chi li compra poi li pubblichi.

  4. #4

    Predefinito

    Gran bel libro... Ma che tristezza!! Sono gli appunti di un uomo sofferente, inquieto, depresso, con crisi di identità...

  5. #5
    Cicciofila Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    473
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    L'ho letto alcuni anni fa, ma non riesco a ricordare se mi era piaciuto o no.

  6. #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    238
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Probabilmente il mio libro da isola deserta. Nonostante sia abbastanza corto lo considero una lettura impegnativa perchè ogni frammento è denso di significato. In particolare mi entusiasma la capacità di Pessoa di estremizzare la negatività in modo assoluto e matematico:

    Es.

    "Sono fallito in tutto. Ma visto che non avevo nessun proposito, forse tutto è stato niente".

    "Per ogni cosa ho esitazione, spesso senza sapere perchè. Non ho mai avuto l’arte di vivere in maniera attiva. Ho sempre sbagliato i gesti che nessuno sbaglia. Ho sempre fatto il possibile per tentare di fare quello che tutti sanno fare. Voglio sempre ottenere ciò che gli altri riescono a ottenere anche senza volerlo. Fra me e la vita ci sono sempre stati dei vetri opachi. Non mi sono mai accorto degli altri nè attraverso la vista nè attraverso il tatto, e non ho vissuto la vita o il suo progetto. Sono stato il vaneggiamento di colui che volevo essere, il mio sogno è cominciato nella mia volontà, il mio proposito è stato la finzione di ciò che non ero"

    "Ho vissuto tanto senza avere vissuto! Ho pensato tanto senza aver pensato! Mondi di violenze immobili, di avventure trascorse senza movimento, pesano su di me. Sono stanco di ciò che non ho mai avuto e che non avrò, stanco di Dei che non esistono. Porto con me le ferite di tutte le battaglie che ho evitato. Il mio corpo è dolorante per lo sforzo che non ho nemmeno pensato di fare".


    Certo è una lettura molto infelice...va benissimo quando si vuole coltivare la tristezza

  7. #7
    Surrealistic member
    Data registrazione
    Jan 2009
    Località
    Foggia
    Messaggi
    1102
    Thanks Thanks Given 
    1
    Thanks Thanks Received 
    3
    Thanked in
    3 Posts

    Predefinito

    ho intrapreso la lettura del libro dell'inquietudine diversi mesi fa. Ho preferito leggere poche pagine alla volta, fermarmi a riflettere sui messaggi, sui contenuti. E sorprendentemente, mi sono trovato molto vicino a Pessoa, credo di esseremi fuso con lui

    "verrà il giorno in cui non vedrò più tutto questo, in cui mi sopravviveranno le banane sul marciapiede e le voci delle fruttivendole solerti, e i giornali di oggi che il ragazzino ha sistemato fianco a fianco all'angolo dell'altro marciapiede della strada. So bene che le banane saranno altre, e che altre saranno le venditrici, e che i giornali avranno, per coloro che si fermeranno a guardarli, una data che non è quella di oggi. Ma essi, per il fatto di non vivere, perdurano anche se saranno altri; io, per il fatto che vivo, passo, anche se sarò lo stesso"
    Ultima modifica di El_tipo; 07-13-2009 alle 01:50 AM.

  8. #8
    Member
    Data registrazione
    Jul 2009
    Località
    lassùùù tra le nuvole
    Messaggi
    36
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    "sono come qualcuno che cerca a caso, non sapendo dove sia stato nascosto l'oggetto che non gli hanno chiarito cosa fosse. Giochiamo a nascondino con nessuno."

    Bellissimo!!! ovviamente non è uno di quei libri che si legge "tutto d'un fiato"

  9. #9
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13960
    Thanks Thanks Given 
    794
    Thanks Thanks Received 
    574
    Thanked in
    423 Posts

    Predefinito

    E' un'opera che comprende riflessioni personali e molto intime, intervallate da descrizioni paesaggistiche,da condizioni atmosferiche,da rappresentazioni di persone con le loro vite e i loro lavori.Questo inizialmente mi era sembrato e lo avevo annotato sulle prime pagine bianche.
    Ma addentrandomi sempre più,ho scoperto una straordinaria assonanza con i miei pensieri.Tranne che per rare parti meno interessanti e meno vicine a me,questo libro è stato condiviso e amato,tanto che alcuni brani li avrei potuti scrivere io stessa,visto che li avevo già pensati.
    Quello in cui non mi sono immedesimata l'ho trovato comunque interessante e da approfondire meglio.
    Molte pagine sono state sottolineate per la gran parte,l'ho letto in un periodo di tempo piuttosto lungo,quasi 8 mesi,proprio per assaporarlo,gustarlo poco a poco,giorno dopo giorno.Sono sicura che in futuro me lo ritroverò di nuovo tra le mani per rileggere le numerose frasi che ho trovato stupende.
    Ho trascorso questi mesi in compagnia di un personaggio a me affine sorprendendomi sempre quando trovavo altre frasi "mie".
    Impossibile riportarne solo alcune di quelle che ho evidenziato,farei uno sgarbo alle altre e non saprei davvero scegliere,ma
    le ricorderò sempre.
    Ora che ho scoperto una personalità davvero simile alla mia nel sentire il mondo interno ed esterno,mi sento un po' meno sola .

  10. #10
    Mathematician Member
    Data registrazione
    May 2009
    Messaggi
    698
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Temo che andrò controcorrente. Sicuramente si tratta di una lettura impegnativa a dispetto del numero delle pagine che potrebbe ingannare. Le pagine sono talmente dense che spesso si rischia di perdere la concentrazione e dover tornare più volte sullo stesso paragrafo.

    Devo diro che non sono rimasto entusiasta alla fine della lettura. Credo che le ripetizioni siano troppe (causa anche del fatto che la selezioni dei brani è stata fatta dopo la morte dell'autore e non è dipesa da lui, che magari avrebbe messo dei filtri al suo diario); i concetti espressi alla fin fine non sono molti e sarebbero forse bastate ancor meno pagine per esprimerli tutti quanti.

    Avevo molte aspettative, in generale sono rimasto un po' deluso. Alcuni spunti sono interessanti e da conservare nella memoria, alcuni paragrafi sono di un'intensità straordinaria. Nel complesso, ripeto, la lettura è proceduta in maniera lenta, come da tantissimo tempo non mi capitava.

  11. #11
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    6816
    Thanks Thanks Given 
    40
    Thanks Thanks Received 
    72
    Thanked in
    55 Posts

    Predefinito

    la mia impressione è che sia un libro da prendere a piccole dosi...se lo leggi tutto in una volta, come ho fatto io, ne resti travolto e non lo apprezzi..Invece va tenuto sul comodino, centellinato, ogni sera magari estrapoli qualche pensiero...solo così si può apprezzare la sua profondità e l'animo travagliato dello scrittore

  12. #12
    Reef Member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Fondi... ma non troppo
    Messaggi
    4248
    Inserimenti nel blog
    19
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da isola74 Vedi messaggio
    la mia impressione è che sia un libro da prendere a piccole dosi...se lo leggi tutto in una volta, come ho fatto io, ne resti travolto e non lo apprezzi..Invece va tenuto sul comodino, centellinato, ogni sera magari estrapoli qualche pensiero...solo così si può apprezzare la sua profondità e l'animo travagliato dello scrittore
    A me è piaciuto da subito, però sono comunque d'accordo con te.
    Io la prima volta che l'ho letto ho sottolineato alcuni passi. Poi ogni tanto lo apro a caso e rileggo delle parti, e continuo a sottolineare.
    Mi sa che tra un po' l'avrò sottolineato tutto...

    Libro splendido, anche se credo che alcune cose, alcuni stati d'animo, uno deve averli provati sulla sua pelle per apprezzare fino in fondo questo libro.

  13. #13
    ~ Patrizia ~
    Guest

    Predefinito

    Questo libro è molto impegnativo, ma si presta a una lettura sincopata. Molto profondo e denso di significati, non riesco a leggere più di qualche pensiero al giorno.

    Pensavo di trovare più motivi in comune con Leopardi, in realtà il pensiero pessimista di Pessoa è molto più rassegnato, più onirico e meno propositivo.

    Mi piace la nota pirandelliana che trovo marcata e coerente con la creazione degli eteronimi.

  14. #14
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13960
    Thanks Thanks Given 
    794
    Thanks Thanks Received 
    574
    Thanked in
    423 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Dory Vedi messaggio
    A me è piaciuto da subito, però sono comunque d'accordo con te.
    Io la prima volta che l'ho letto ho sottolineato alcuni passi. Poi ogni tanto lo apro a caso e rileggo delle parti, e continuo a sottolineare.
    Mi sa che tra un po' l'avrò sottolineato tutto...

    Libro splendido, anche se credo che alcune cose, alcuni stati d'animo, uno deve averli provati sulla sua pelle per apprezzare fino in fondo questo libro.
    Anche il mio è sottolineato quasi tutto .
    Concordo con te,alcuni stati d'animo descritti bisogna averli provati per apprezzarne l'intensità fino in fondo.Ed io li ho provati,purtroppo o per fortuna (perchè penso che anche quelli negativi sono fonte di arricchimento personale).

  15. #15
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    392
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Sono ancora in fase di lettura, senza avervi letto anche io sto procedendo a step molto lenti, a pillole decisamente grandi da deglutire. Sottolineo molto. Rileggo ancora di più. Cerco di immedesimarmi ma a volte è davvero difficile o intenso, e devo smettere. Alcuni pensieri si ripetono noiosamente e bisogna lucidamente riproporsi di resistere per terminare la scalata verso altri argomenti.
    Al momento ho molti libri in coda e credo che ne affiancherò almeno uno perché è impensabile di terminarlo d'un fiato ed in modo esclusivo.
    Un bel libro comunque, va letto con metodo, non è pronto uso. Se Palahniuk me lo consente: E' un libro porzione singola.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Buonanno, Errico - L'accademia Pessoa
    Da non_so_dove_volare nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 03-03-2008, 05:54 PM
  2. Pessoa, Fernando - Faust
    Da Darkay nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 01-15-2008, 08:55 AM
  3. Pessoa, Fernando - Autopsicografia
    Da zaratia nel forum Poesia
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 09-20-2007, 04:53 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •