Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 9 123456789 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 124

Discussione: Che rapporto avete con la Bibbia?

  1. #1

    Predefinito Che rapporto avete con la Bibbia?

    Come già detto sono ateo, o meglio non credo in ciò che la Chiesa propugna. Credo solo in Cristo come grande uomo, come filosofo rivoluzionario. La Bibbia è stata per me una rivelazione: ho scoperto un testo di una varietà letteraria impressionante, nel quale si passa con la massima naturalezza dalla cronaca storica, all'allegoria; dalla disputa filosofica, al testo profetico; dalle leggi pratiche alla poesia d'amore. Soprattutto hanno catturato la mia attenzione il libro di Giobbe, il Cantico dei Cantici, l'Esodo, l'Apocalisse e il Vangelo Secondo Marco. Voi avete mai approcciato questo libro tralasciando l'aspetto religioso ufficiale? Mi piacerebbe conoscere le vostre opinioni in proposito.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    CON LA "C"
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Calabria Esaurita
    Messaggi
    1687
    Inserimenti nel blog
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Vladimir Vedi messaggio
    Come già detto sono ateo, o meglio non credo in ciò che la Chiesa propugna. Credo solo in Cristo come grande uomo, come filosofo rivoluzionario. La Bibbia è stata per me una rivelazione: ho scoperto un testo di una varietà letteraria impressionante, nel quale si passa con la massima naturalezza dalla cronaca storica, all'allegoria; dalla disputa filosofica, al testo profetico; dalle leggi pratiche alla poesia d'amore. Soprattutto hanno catturato la mia attenzione il libro di Giobbe, il Cantico dei Cantici, l'Esodo, l'Apocalisse e il Vangelo Secondo Marco. Voi avete mai approcciato questo libro tralasciando l'aspetto religioso ufficiale? Mi piacerebbe conoscere le vostre opinioni in proposito.
    Se poi leggi Ezechiele in chiave ufologica è fantastico!

  • #3
    b
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    un paesino molto remoto
    Messaggi
    1890
    Inserimenti nel blog
    18
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    I miei preferiti sono Proverbi, Cantico, Apocalisse, Daniele, Ezechiele, quasi tutti libri storici, intero Pentateuco....
    Anche io li leggo da un "non credente", e quasi sempre a caso... prendo libro e leggo li, dove mi capita di aprire... molto spesso mi è successo di trovare le soluzioni giuste alle domande che in quel momento mi passavano per la mente... In ogni caso, credo che da lato storico, ed anche letterario contiene un valore inestimablie.
    Risponendo a Francesca, vorrei chiederti se conosci un scrittore tedesco con il nome Erich von Daniken? Riguardo Ezechiele e la chiave ufologica... C'è anche un molto carino passo in Daniele (solo che non riesco a trovarlo adesso) sempre in quella definizione.

  • #4
    Vukodlak Mod
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Marino (RM)
    Messaggi
    2192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    mi sono promesso di rileggerla prima o poi

  • #5
    lunga vita agli ultras
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    BRESCIA
    Messaggi
    1167
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da franceska Vedi messaggio
    Se poi leggi Ezechiele in chiave ufologica è fantastico!
    che intendi?

  • #6

    Predefinito

    Sono ateo fino al midollo, ma il fascino della Genesi non ha eguali tra i libri di tutta la storia dell'umanità.

  • #7
    Vukodlak Mod
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Marino (RM)
    Messaggi
    2192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da franceska Vedi messaggio
    Se poi leggi Ezechiele in chiave ufologica è fantastico!
    sono curioso anch'io

  • #8
    CON LA "C"
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Calabria Esaurita
    Messaggi
    1687
    Inserimenti nel blog
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da nathan Vedi messaggio
    che intendi?
    c'è una bella descrizione di un'astronave

  • #9
    CON LA "C"
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Calabria Esaurita
    Messaggi
    1687
    Inserimenti nel blog
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da nicole Vedi messaggio
    I miei preferiti sono Proverbi, Cantico, Apocalisse, Daniele, Ezechiele, quasi tutti libri storici, intero Pentateuco....
    Anche io li leggo da un "non credente", e quasi sempre a caso... prendo libro e leggo li, dove mi capita di aprire... molto spesso mi è successo di trovare le soluzioni giuste alle domande che in quel momento mi passavano per la mente... In ogni caso, credo che da lato storico, ed anche letterario contiene un valore inestimablie.
    Risponendo a Francesca, vorrei chiederti se conosci un scrittore tedesco con il nome Erich von Daniken? Riguardo Ezechiele e la chiave ufologica... C'è anche un molto carino passo in Daniele (solo che non riesco a trovarlo adesso) sempre in quella definizione.
    Si, anche se ho letto di lui in generale ma non i suoi libri, nel senso che in tutto ciò che riguarda l'ufologia (altri libri) si fa sempre il suo nome.

  • #10
    CON LA "C"
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Calabria Esaurita
    Messaggi
    1687
    Inserimenti nel blog
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    La Bibbia se si legge in chiave moderna è incredibile, anche il concepimento divino, se visto come una semplice inseminazione assistita appare molto più semplice e credibile.

  • #11

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da franceska Vedi messaggio
    La Bibbia se si legge in chiave moderna è incredibile, anche il concepimento divino, se visto come una semplice inseminazione assistita appare molto più semplice e credibile.
    Non credo che si possa intendere l'immacolata concenzione come fecondazione assista. Fino a 30 anni fa credo fosse impensabile una cosa del genere. Nella Bibbia si ravvisano molte tendenze diverse: quella allegorica tipica del giudaismo, le parabole tipiche della filosofia greca (Cristo parla per parabole e il Medio-Oriente ai tempi era pesantemente ellenizzato), la cronaca storica di stampo mesopotamico ecc... Io non sono un cristianista, ma bisognerebbe leggere un commento serio per capire che allegoria si cela dietro di esso.

  • #12
    CON LA "C"
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Calabria Esaurita
    Messaggi
    1687
    Inserimenti nel blog
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Vladimir Vedi messaggio
    Non credo che si possa intendere l'immacolata concenzione come fecondazione assista. Fino a 30 anni fa credo fosse impensabile una cosa del genere. Nella Bibbia si ravvisano molte tendenze diverse: quella allegorica tipica del giudaismo, le parabole tipiche della filosofia greca (Cristo parla per parabole e il Medio-Oriente ai tempi era pesantemente ellenizzato), la cronaca storica di stampo mesopotamico ecc... Io non sono un cristianista, ma bisognerebbe leggere un commento serio per capire che allegoria si cela dietro di esso.
    Ovviamente si parla di visitatori sul nostro pianeta molto più evoluti di noi (dei) infatti tante cose per gli abitanti dell'epoca erano difficili da descrivere, ma se le leggiamo con un'altra ottica, ci appaiono sicuramente più comprensibili.

  • #13

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da nicole Vedi messaggio
    I miei preferiti sono Proverbi, Cantico, Apocalisse, Daniele, Ezechiele, quasi tutti libri storici, intero Pentateuco....
    Anche io li leggo da un "non credente", e quasi sempre a caso... prendo libro e leggo li, dove mi capita di aprire... molto spesso mi è successo di trovare le soluzioni giuste alle domande che in quel momento mi passavano per la mente... In ogni caso, credo che da lato storico, ed anche letterario contiene un valore inestimablie.
    Risponendo a Francesca, vorrei chiederti se conosci un scrittore tedesco con il nome Erich von Daniken? Riguardo Ezechiele e la chiave ufologica... C'è anche un molto carino passo in Daniele (solo che non riesco a trovarlo adesso) sempre in quella definizione.
    Credo allora che tu sia "vittima" come me dell'umanesimo religioso, ossia l'ispirarsi alle norme morali bibliche (che per molti versi trovo giuste) da laico. Per esempio trovo i dieci comandamenti piuttosto che ordini di Dio delle norme di convivenza civile, che se rispettati fanno vivere una comunità in armonia. Con questo non voglio ammettere l'esistenza di Dio, o la legittimità della Chiesa. Credo che se letto laicamente e senza superstizioni, la Bibbia possa rivelarsi un testo che può davvero fornire molte risposte. Il problema principale, a mio avviso, è l'indefinibilità sia delle personalità degli autori (a parte S.Paolo e gli Evangelisti), sia il contesto storico-politico in cui i veri testi sono nati. Questo, com'è facilmente intuibile, favorisce qualsiasi misitificazione o distorsione (come opera abbondantemente la Chiesa) dei principi enunciati. Credo che la parola chiave per sconfiggere le superstizioni che gravitano attorno a questo grande libro sia laicità nel senso esteso del termine: cioè senza seguire rigidamente rigidamente i dogmi e le ideologie religiose imperanti.

  • #14
    b
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    un paesino molto remoto
    Messaggi
    1890
    Inserimenti nel blog
    18
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Le norme morali bibbiche sono la base morali di tutte religione (nel senso che sono uguali), di ogni civilizzazione. Secondo me, i dieci comandamenti li deve sapere a memoria ogni uno di noi (al di la se uno è il credente o meno), se desidera vivere in armonia e fare parte della società...

  • #15
    CON LA "C"
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Calabria Esaurita
    Messaggi
    1687
    Inserimenti nel blog
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Vladimir Vedi messaggio
    Credo allora che tu sia "vittima" come me dell'umanesimo religioso, ossia l'ispirarsi alle norme morali bibliche (che per molti versi trovo giuste) da laico. Per esempio trovo i dieci comandamenti piuttosto che ordini di Dio delle norme di convivenza civile, che se rispettati fanno vivere una comunità in armonia. Con questo non voglio ammettere l'esistenza di Dio, o la legittimità della Chiesa. Credo che se letto laicamente e senza superstizioni, la Bibbia possa rivelarsi un testo che può davvero fornire molte risposte. Il problema principale, a mio avviso, è l'indefinibilità sia delle personalità degli autori (a parte S.Paolo e gli Evangelisti), sia il contesto storico-politico in cui i veri testi sono nati. Questo, com'è facilmente intuibile, favorisce qualsiasi misitificazione o distorsione (come opera abbondantemente la Chiesa) dei principi enunciati. Credo che la parola chiave per sconfiggere le superstizioni che gravitano attorno a questo grande libro sia laicità nel senso esteso del termine: cioè senza seguire rigidamente rigidamente i dogmi e le ideologie religiose imperanti.
    Io sono molto religiosa, credo che ci sia qualcosa oltre al nostro pensiero che prima o poi capiremo. La natura è troppo perfetta per non avere qualcosa di superiore, la chiesa è un'altra cosa. Anche i vangeli sono stati separati, ci sono quelli che la chiesa accetta e ci fa leggere e ci sono quelli apocrifi, perché?

  • Pagina 1 di 9 123456789 UltimoUltimo

    Discussioni simili

    1. AA.VV. - La Bibbia
      Da Lucripeta nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 14
      Ultimo messaggio: 03-05-2015, 08:17 PM
    2. Avete dei pregiudizi ?
      Da giuggiola nel forum Salotto letterario
      Risposte: 101
      Ultimo messaggio: 05-19-2012, 12:29 PM
    3. Kilpatrick, Nancy - La bibbia gotica
      Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 12-21-2008, 04:25 PM
    4. Risposte: 2
      Ultimo messaggio: 12-19-2008, 03:00 AM
    5. Navarro, Julia - La bibbia di argilla
      Da monnalisa nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 2
      Ultimo messaggio: 06-12-2008, 05:58 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •