Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Shantaram

Pagina 1 di 6 123456 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 85

Discussione: Roberts, Gregory David - Shantaram

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Rimini
    Messaggi
    1383
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito Roberts, Gregory David - Shantaram

    Questa la trama:

    Il bus della scalcagnata Veterans Bus Service, una compagnia di veterani dell'esercito indiano, è appena arrivato al capolinea di Colaba, la zona di Bombay dove si concentrano gli alberghi a buon mercato. Greg è il primo a mettere piede sul predellino e a farsi largo tra la folla di faccendieri, venditori di droga e trafficanti d'ogni genere in attesa davanti alla portiera. Ha una chitarra a tracolla, un passaporto falso e un turbinio di pensieri ed emozioni in testa.
    Nel tragitto dall'aeroporto a Colaba ha pensato di essere sbarcato in una città dopo una catastrofe. Davanti ai suoi occhi si è spalancata una distesa sterminata di miserabili rifugi fatti di stracci, fogli di plastica e carte, stuoie e stecchi di bambù. In preda allo stupore, Greg ha visto donne bellissime avvolte in stoffe azzurre e dorate incedere a piedi nudi in quella rovina, e uomini dai denti candidi e dagli occhi a mandorla, bambini dalle membra incredibilmente aggraziate. Ovunque, poi, aleggiava un odore acre e intenso. Quell'odore in cui, a Bombay, fiuti di colpo l'aroma del mare e il metallo delle macchine, il trambusto, il sonno, la lotta per la vita, i fallimenti e gli amori di milioni di esseri umani.
    Greg è un uomo in fuga. Dopo la separazione della moglie e l'allontanamento dalla sua bambina, la vita si è trasformata per lui in un abisso senza fine. Era un giovane studioso di filosofia e un brillante attivista politico all'università di Melbourne, è diventato un rivoluzionario che ha soffocato i propri ideali nell'eroina, un filosofo che ha smarrito l'integrità nel crimine, uno dei "most wanted men" australiani, condannato a 19 anni di carcere per rapina a mano armata, catturato e scappato dal carcere di massima sicurezza di Pentridge.
    Eccolo ora a Bombay, nel bizzarro assortimento della sua folla, con i documenti di un certo Linsday in tasca e una strana esilarante gioia nel cuore. A Bombay, infatti, il destino ha calato per Greg la sua carta. A Bombay, diventerà uno Shantaram, un uomo della pace di Dio, allestirà un ospedale per i mendicanti e gli indigenti, reciterà nei film di Bollywood, stringerà relazioni pericolose con la mafia indiana. Da Bombay partirà per due guerre, in Afghanistan e in Pakistan, tra le fila dei componenti islamici

    Non lasciatevi spaventare dalla enorme mole di questo romanzo (supera le mille pagine), perchò si legge veramente d'un fiato. Bellissime atmosfere orientali e uno splendido protagonista, che rimane nel cuore, io sono arrivata alla fine senza neanche accorgermene
    Ultima modifica di elisa; 05-15-2009 alle 11:37 PM. Motivo: correzione caratteri

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2008
    Località
    Napoli
    Messaggi
    127
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Shantaram è arrivato carico di allori e recensioni appassionate.
    Malgrado la mole, il racconto è avvincente. Certo, l'ultima parte è un po' confusa, l'innesto del serial killer un po' pretestuoso, e il finale floscio non rende giustizia alla potenza espressiva e narrativa del libro.

    Ci sono pagine stupende: il soggiorno del protagonista nel villaggio di Prebaker, l'incendio e l'epidemia nello slum di Bombay, l'odissea nel carcere, tutta la parte afghana.
    Bellissimi anche i personaggi: il già citato Prebaker, Khaderbai, Didier, l'ambigua Karla, l'odiosa Madame Zhou. E intorno spacciatori, terroristi, trafficanti, maghi e santoni, rifugiati e viaggiatori disperati che arrivano in India da ogni parte del mondo cercando chissà cosa. Un'umanità dolente sopravvissuta a se stessa sotto il cielo di una città, Bombay, che l'autore Gregory David Roberts ci restituisce in uno degli affreschi più potenti e amorevoli mai dedicati a una città.

    So che ne faranno un film. Ma lo faranno coi soldi di Hollywood.
    Con una regista, Mira Nair, del tutto inadatta all'impresa.
    E un protagonista, Johnny Depp, che non ci azzecca nulla con il personaggio di Greg. Il progetto per ora è fermo. Speriamo cambino le carte.[/b]
    Ultima modifica di elisa; 05-11-2009 alle 04:29 PM. Motivo: correzione caratteri

  3. #3
    Junior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Svizzera/ Zurgio
    Messaggi
    9
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Sicuramente uno dei più bei libri che abbia mai letto

  4. #4

    Predefinito

    Non sono riuscita a finirlo, troppo troppo lungo

  5. #5

    Predefinito

    Il più bel libro che abbia mai letto!
    Stupendo!

  6. #6
    Reef Member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Fondi... ma non troppo
    Messaggi
    4248
    Inserimenti nel blog
    19
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Salve a tutti, mi sono appena iscritta e già ho trovato una cosa straordinaria, che qualcuno abbia letto Shantaram e lo trovi stupendo!!
    E' assolutamente uno dei miei libri preferiti, è meraviglioso!

  7. #7
    aunt member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    ROMA
    Messaggi
    2128
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Notevole romanzo!!!
    Non sapevo fosse un'opera autobiografica.....e questo piccolo particolare lo rende ancora più avvincente.
    Non è solo la storia ad essere coinvolgente ma anche (e soprattutto per me) l'ambientazione e i personaggi.
    La descrizione del mondo indiano, con le sue incredibili contraddizioni, è stupenda: quando illustra il modo, tipico degli indiani, di ondeggiare la testa che apparentemente sembra un gesto di diniego ma in realtà è un segno di approvazione.....anzi non è solo un "si" ma un segno universale di pace ....l'autore riesce a mettere in luce l'aspetto puro e semplice di questo variegato popolo e mi ha fatto rivivere alcune sensazioni provate durante il mio viaggio in India.
    Molto toccante l'esperienza nello slum di Bombay: nonostante il generale senso di miseria, Roberts riesce a cogliere un senso di umanità e solidarietà nella baraccopoli difficilmente riscontrabile in altri luoghi.
    Accanto all'India pura, viene dipinta l'altra faccia della medaglia: quella della criminalità organizzata, dei piccoli e grandi spacciatori e trafficanti di armi, delle aberranti carceri indiane (e non solo) dove impera un generale senso di violenza e orrore.
    La bellezza di questo romanzo è che l'autore, nel descrivere la sua vita avventurosa, analizza la situazione oggettiva lasciando ampio spazio alle considerazioni ed emozioni personali, con frequenti disgressioni sul vero significato della vita e sull'animo umano.

  8. #8
    Reef Member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Fondi... ma non troppo
    Messaggi
    4248
    Inserimenti nel blog
    19
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elena Vedi messaggio
    Notevole romanzo!!!
    Non sapevo fosse un'opera autobiografica.....e questo piccolo particolare lo rende ancora più avvincente.
    Non è solo la storia ad essere coinvolgente ma anche (e soprattutto per me) l'ambientazione e i personaggi.
    La descrizione del mondo indiano, con le sue incredibili contraddizioni, è stupenda: quando illustra il modo, tipico degli indiani, di ondeggiare la testa che apparentemente sembra un gesto di diniego ma in realtà è un segno di approvazione.....anzi non è solo un "si" ma un segno universale di pace ....l'autore riesce a mettere in luce l'aspetto puro e semplice di questo variegato popolo e mi ha fatto rivivere alcune sensazioni provate durante il mio viaggio in India.
    Molto toccante l'esperienza nello slum di Bombay: nonostante il generale senso di miseria, Roberts riesce a cogliere un senso di umanità e solidarietà nella baraccopoli difficilmente riscontrabile in altri luoghi.
    Accanto all'India pura, viene dipinta l'altra faccia della medaglia: quella della criminalità organizzata, dei piccoli e grandi spacciatori e trafficanti di armi, delle aberranti carceri indiane (e non solo) dove impera un generale senso di violenza e orrore.
    La bellezza di questo romanzo è che l'autore, nel descrivere la sua vita avventurosa, analizza la situazione oggettiva lasciando ampio spazio alle considerazioni ed emozioni personali, con frequenti disgressioni sul vero significato della vita e sull'animo umano.
    Assolutamente d'accordo, Elena! E che dire dello straordinario Prabaker? Un personaggio eccezionale, unico, davvero straordinario...

  9. #9
    aunt member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    ROMA
    Messaggi
    2128
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Dory Vedi messaggio
    Assolutamente d'accordo, Elena! E che dire dello straordinario Prabaker? Un personaggio eccezionale, unico, davvero straordinario...
    Pranaker è un personaggio unico......di una purezza d'animo e onestà incredibili......una figura che colpisce veramente il cuore

  10. #10
    Junior Member
    Data registrazione
    May 2009
    Località
    Recco (GE)
    Messaggi
    19
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Anche io l'ho trovato un libro stupendo!
    certo mole imponente, però secondo me si legge molto bene.
    Riesce a dare un'immagine dell'india magica ma allo stesso tempo dura; con esperienze, che in effetti l'autore ha vissuto, davvero estreme.
    E' comunque diventato uno dei miei libri preferiti....

  11. #11
    Junior Member
    Data registrazione
    Apr 2010
    Località
    ...in quel della Liguria
    Messaggi
    23
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Devo dire che un po' mi spiace vedere che questo libro meraviglioso abbia così pochi commenti... Beh pochi ma buoni dai. Potendo lo farei leggere a tutti ehehe... C'è gente che non mi sopprta più per quanto l'ho consigliato in questi anni.

    Ci sarebbero mille cose da dire, ma trovo che la forza, l'essenza di questo libro sia essenzialmente una: si parla di droga, traffici illeciti, povertà, delinquenza, ma il protagonista di questo libro è sempre l'Amore in ogni sua forma. L'amore per una donna, l'amore per un amico, l'amore per gli altri, il popolo indiano con i suoi difetti ma che trasuda amore.
    Ma non è per niente un libro "sdolcinato", anche perchè non sarebbe stato di mio gradimento ehehe... Con grande semplicità questo libro è un affresco potentissimo della vita e della sua forza!

  12. #12
    Member
    Data registrazione
    Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    44
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Vi dico solo che l'ho letto in una decina di giorni...

  13. #13
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    2904
    Thanks Thanks Given 
    26
    Thanks Thanks Received 
    26
    Thanked in
    15 Posts

    Predefinito

    Cosa dire più di quanto è stato sapientemente detto sopra.......per me è stato come fare un bellissimo viaggio in India e tornare carica di sensazioni, suoni, profumi e colori oltre che di una profonda commozione.
    Personaggi indimenticabili come Prabaker e il suo sorriso gigante, tutti i 25.000 abitanti dello slum, Abdullah, Kaderbhai, l'enigmatica Karla.
    Un grandissimo romanzo.
    Mi associo al consiglio : non lasciatevi spaventare dalle quasi 1200 pagine....si legge che è un piacere e non rimpiango le ore di sonno perse per andare avanti in una lettura che incatena ed avvince come poche altre.
    Voto 4,75/ 5
    Ultima modifica di elesupertramp; 04-21-2010 alle 03:37 PM.

  14. #14
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2009
    Località
    la leggendaria terra dei Consulenti
    Messaggi
    1235
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    bene, coraggiosi, me l'avete fatto comprare.
    ora se non mi piace cosa me ne faccio?? lo uso come laterizio per costruzioni???

  15. #15
    Reef Member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Fondi... ma non troppo
    Messaggi
    4248
    Inserimenti nel blog
    19
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Eleeeeeee, che cosa significa quel quarto di voto in menooooooo????

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Roberts, Nora - Quella calda estate
    Da Ambra nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 12-22-2007, 07:16 PM
  2. Gregory, Philippa - La signora delle ombre
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 09-26-2007, 07:20 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •