Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Il Vangelo secondo Gesù Cristo

Pagina 2 di 3 PrimoPrimo 123 UltimoUltimo
Mostra risultati da 16 a 30 di 35

Discussione: Saramago, Josè - Il Vangelo secondo Gesù Cristo

  1. #16
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19017
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    249
    Thanks Thanks Received 
    746
    Thanked in
    463 Posts

    Predefinito

    da un gdl

    L'ho trovato alterno come coinvolgimento, una prima parte molto interessante e decisamente provocatoria di riflessioni e spunti, una parte centrale prolissa e francamente di troppo, l'ultima parte di nuovo fonte di stimoli e di piacere alla lettura.
    L'argomento è dei più scottanti e quindi di grande interesse, molto bella l'evoluzione della consapevolezza di Gesù del suo destino e il suo rapporto con Dio e Pastore, il diavolo. Interessante il ribaltamento di ruoli e la visione a volte opposta della storia dei Vangeli con l'interpretazione di Saramago. Un libro che aiuta a riflettere e soprattutto che permette il distacco necessario tra i contenuti di una fede e l'interpretazione strumentale della stessa. Un Dio così dovevamo ancora leggerlo. 4/5

  2. #17
    Together for ever
    Data registrazione
    Jun 2011
    Località
    zanzaratown
    Messaggi
    2255
    Thanks Thanks Given 
    381
    Thanks Thanks Received 
    237
    Thanked in
    149 Posts

    Predefinito

    Letto l'anno scorso, non facile ma molto interessante.Mi ero approcciata da poco a questo scrittore e mi è piaciuto.
    Ho insistito per farlo leggere a mio cognato per avere la sua opinione....me lo ha restutito dopo averne lette poche pagine a lui non prendeva.

  3. #18
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5819
    Thanks Thanks Given 
    1230
    Thanks Thanks Received 
    425
    Thanked in
    255 Posts

    Predefinito

    E' il terzo libro che leggo di Saramago,e questo autore mi piace sempre...ha dato voce a quello che penso un'infinità di volte di Dio,o almeno al Dio che la chiesa ci propone,un Dio crudele e assetato di potere e di sangue...come la storia ci insegna,mentre il diavolo-pastore è stato capace di chiedere perdono,inutilmente,perchè Dio deve avere un alter-ego opposto...ho provato un'enorme simpatia per "pastore" che non sacrificava il suo gregge....e per Gesù,vittima prescelta,come il suo capretto...sacrificato,e il suo pensiero finale:Uomini,perdonatelo,perchè non sà quello che ha fatto! Notevole.

  4. #19
    Junior Member
    Data registrazione
    Apr 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    11
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    meraviglioso!

    Saramago ha curato tantissimo questo libro dall'inizio alla fine, nulla è tralasciato, è evidente un intenso studio dell'autore, delle Sacre Scritture e dell'epoca storica in cui è vissuto Gesù. In particolare lo si evince dai dialoghi dalle descrizioni delle tradizioni e credenze di quel tempo, viene descritta perfino la condizione delle donne attraverso i personaggi di Maria e Maria di Magdala. Ho trovato geniale il dialogo tra Dio, Gesù e il Diavolo, che per me è il cuore di questo libro!

  5. #20
    +Dreamer+ Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    3704
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Ho finito di leggerlo da diversi giorni ma mi sento ancora spiazzata.
    Saramago pone al centro l'uomo e la sua natura umana, troppo umana, con la primordiale domanda che gli gravita attorno, cosa è bene, cosa è male, cosa è giusto, cosa sbagliato. Si può fare del bene facendo inevitabilmente del male? E' giustificabile il sacrificio di uno o di molti in nome di qualcosa di più grande?
    Notevole l'incontro sulla barca, forse una delle cose più belle e profonde che abbia mai letto.

  6. #21
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    Romagna
    Messaggi
    732
    Inserimenti nel blog
    31
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Considerato che la storia di gesù appartiene a noi tutti, non ho provato, durante la lettura quell'elettricità tipica in cui mi imbatto all'inizio di ogni diversa narrazione, ma non era questo che questo Vangelo doveva fare (perdonate la ripetizione). Nonostante tutto, Saramago mi ha portato fino alla fine e io con grande curiosità ho sfogliato ogni pagina, impazione di sapere come mi avrebbe raccontato gli eventi, e quali avrebbe o no scelto. Ho apprezzato molto che Saramago abbia disegnato un Gesù lucido, umano, a cui appartengono le contraddizioni e i paradossi del credente e ne è cosciente, che ha ereditato il sogno di suo padre e prova rabbia per la colpa di quest'ultimo, facendola propria. Un Gesù che pone domande e chiede spiegazioni, a cui è stato affidato un compito enorme che lo terrorizza, per peso e responsabilità. Ho apprezzato il tono deciso e forte che ha sempre avuto nei confronti di Dio, e si, anche io ho trovato interessante il dialogo a tre, ma personalmente ho adorato le riflessioni con i suoi discepoli, la rabbia di Giuda Iscariota e la risposta di Gesù, nell'ultimo capitolo.
    Insomma bel libro, questo è il terzo libro che leggo suo e ancora una volta sono rimasta più che soddisfatta. Grande scrittore.
    Libro sicuramente consigliato.

  7. #22
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2338
    Thanks Thanks Given 
    44
    Thanks Thanks Received 
    194
    Thanked in
    117 Posts

    Predefinito

    Questo era il mio terzo Saramago dopo Le intermittenze della morte e Cecità. Anche se molti non saranno d’accordo la mia personale classifica per adesso è: Il Vangelo secondo Gesù Cristo, Le intermittenze della morte e Cecità.
    Diverse cose mi hanno colpito in questo libro, innanzitutto la notevole conoscenza dei testi Sacri da parte di Saramago. Infatti non ha inventato niente, ha solo guardato le vicende dei Vangeli da un altro punto di vista. E’ se il Cristo che ci mette davanti è profondamente umano, il suo Dio invece è molto poco divino. O almeno ha poco delle qualità che io associo a questo termine. Dio è meschino, vanaglorioso, arrogante e vendicativo. Molto meglio Pastore.
    In effetti io ho avuto l’impressione che non fosse Pastore ad essere la negazione di Dio, quanto Dio la negazione di Pastore. La scena in cui Pastore si arrabbia con Gesù dopo che questi ha sacrificato la sua pecora a Dio e gli dice "Non hai imparato niente" è toccante. Il Diavolo non sacrifica la vita delle sue pecore, Dio sì.
    Altrettanto bella una delle scene finali in cui Cristo rivolto agli uomini dice "...perdonatelo,perché non sa quello che ha fatto". Davvero magistrale.
    Ci sarebbe tantissimo altro da dire, ma per assurdo è proprio il fatto che mi sia piaciuto tanto a rendermi difficile il parlarne...
    Leggetelo. Solo questo: leggetelo.

  8. The Following 2 Users Say Thank You to bouvard For This Useful Post:


  9. #23
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Ferrara (provincia)
    Messaggi
    899
    Thanks Thanks Given 
    249
    Thanks Thanks Received 
    192
    Thanked in
    123 Posts

    Predefinito

    E’ sempre arduo per qualsiasi scrittore misurarsi con l’affascinante storia del vangelo.
    Dall’annunciazione al supplizio sul Golgota l’autore racconta la vita di Gesù di Nazareth, sia sotto l’aspetto umano che divino. Ma Saramago non è un evangelista e dà molta importanza agli aspetti umani della vita di Cristo soffermandosi su figure che, nella catechesi tradizionale, appaiono quasi di secondo piano, come il padre naturale Giuseppe con le sue paure e suoi rimorsi che gli rovineranno il sonno per sempre (chissà perché chi dorme male suscita sempre in me una certa simpatia!) nonché la schiava Zelomi, la levatrice di Gesù che, reincontrandolo giovanetto, non gli nasconde i suoi dubbi sul divino dicendo, fra l’altro, a proposito della strage degli innocenti “può ben poco la mano di Dio se non riesce a interporsi fra la scure e il condannato”. C’è poi la figura gigantesca di Maria di Magdala che ha insegnato a Gesù cosa vuol dire essere “uomo”, ma soprattutto l’evoluzione dell’uomo Gesù dalla giovinezza alla maturità, alla sua scoperta del divino, alla sua conoscenza con il diavolo. Anche la figura di Marta, la sorella di Maria di Magdala, è tratteggiata molto bene. C’è poi la frase finale di Gesù morente (Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno) che lo scrittore trasforma, con un Gesù rivolto al cielo “Uomini, perdonatelo, perché non sa quello che ha fatto.”
    Essendo molto scettico sulle religioni, non posso certamente dare un giudizio sulla parte dottrinale del libro, dico scettico perché la storia ha dimostrato che le religioni sono state spesso copertura, pretesto o pseudo giustificazioni dei più gravi crimini perpetrati dall’uomo contro stesso. Però l’ultima frase del Gesù di Saramago fa certamente riflettere.

  10. The Following 2 Users Say Thank You to Grantenca For This Useful Post:


  11. #24
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Ferrara (provincia)
    Messaggi
    899
    Thanks Thanks Given 
    249
    Thanks Thanks Received 
    192
    Thanked in
    123 Posts

    Predefinito

    C'è un altro particolare che mi ritorna sempre in mente di questo libro. Mentre Gesù sta per risuscitare Lazzaro, Maria di Magdala gli mette una mano sulla spalla e gli dice "Nessuno ha compiuto tanti peccati in vita per meritare di morire due volte" E Gesù, rinunciando al miracolo, si allontana piangendo.

  12. The Following User Says Thank You to Grantenca For This Useful Post:


  13. #25
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4317
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    186
    Thanked in
    88 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Grantenca Vedi messaggio
    C'è un altro particolare che mi ritorna sempre in mente di questo libro. Mentre Gesù sta per risuscitare Lazzaro, Maria di Magdala gli mette una mano sulla spalla e gli dice "Nessuno ha compiuto tanti peccati in vita per meritare di morire due volte" E Gesù, rinunciando al miracolo, si allontana piangendo.
    ecco finalmente svelato, dopo duemila anni, il mistero
    di quella corona sulla tomba della suddetta Maria,
    con la sigla misteriosa "FCT !!! - tuo Lazzaro"


  14. #26
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Ferrara (provincia)
    Messaggi
    899
    Thanks Thanks Given 
    249
    Thanks Thanks Received 
    192
    Thanked in
    123 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da HOTWIRELESS Vedi messaggio
    ecco finalmente svelato, dopo duemila anni, il mistero
    di quella corona sulla tomba della suddetta Maria,
    con la sigla misteriosa "FCT !!! - tuo Lazzaro"

    Mi sembra di aver compreso il significato della sigla misteriosa "FCT" : ​però, sinceramente, saresti contento di morire due volte?

  15. The Following User Says Thank You to Grantenca For This Useful Post:


  16. #27
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4317
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    186
    Thanked in
    88 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Grantenca Vedi messaggio
    Mi sembra di aver compreso il significato della sigla misteriosa "FCT" : ​però, sinceramente, saresti contento di morire due volte?
    mi sembra una questione del tipo "bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto":
    morire due volte vs vivere due volte...

    il vero problema è piuttosto, secondo me, che c'è chi anche in mille vite non ne totalizzerebbe nemmeno una intera, così come vi sono esseri visivamente vivi che però dal principio sono già morti, proprio come zombie.


  17. #28
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Ferrara (provincia)
    Messaggi
    899
    Thanks Thanks Given 
    249
    Thanks Thanks Received 
    192
    Thanked in
    123 Posts

    Predefinito

    Sinceramente, come penso la maggioranza degli esseri pensanti, ho moltissimi rimpianti per quello che (forse) potevo fare e invece non ho fatto e non potrò più fare. Per quanto riguarda però la morte, altrettanto sinceramente ti dico che, per me, una è già di troppo,,,,,

  18. The Following 3 Users Say Thank You to Grantenca For This Useful Post:


  19. #29
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2014
    Località
    piemonte
    Messaggi
    2715
    Thanks Thanks Given 
    288
    Thanks Thanks Received 
    193
    Thanked in
    123 Posts

    Predefinito

    non lo conoscevo, però mi ha incuriosito lo comprerò di sicuro.

  20. #30
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4317
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    186
    Thanked in
    88 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Grantenca Vedi messaggio
    Sinceramente, come penso la maggioranza degli esseri pensanti, ho moltissimi rimpianti per quello che (forse) potevo fare e invece non ho fatto e non potrò più fare. Per quanto riguarda però la morte, altrettanto sinceramente ti dico che, per me, una è già di troppo,,,,,
    a prescindere che siano una due o n morti, hai ragione a sostenere che una sia già di troppo.
    se Cristo è morto uomo perchè solo con la contemporanea natura divina poteva riscattare il nostro peccato originale, a quel punto non avrebbero più dovuto proseguire cose tipo esclusione dall'Eden, riproducetevi col dolore, morte finale per tutti...
    invece la punizione eterna continua impietosa, colpendo ignobilmente tutti i figli dei figli dei figli...
    ogni essere umano è Cristo, perchè alla fine muore sulla propria croce per il peccato di altri che già risulta riscattato da Gesù, quindi prescritto, e la cui conseguente condanna scontata più che abbondantemente.
    se Gesù ha pareggiato il conto, allora perchè muoriamo? e perchè ci battezziamo? non è già stato annullato sto peccato originale?
    ah, certo: poi saliremo al cielo!
    ma la nostra natura è la vita terrena, ed è sulla terra che io voglio vivere senza debiti.
    verrebbe da dire che veniamo fatti continuamente nascere per vederci morire, perchè il pentimento e le scuse non sono state ritenute sufficienti per scontare la grande offesa arrecata...; nemmeno il sacrificio del Cristo.
    (un po' di modestia e misericordia no, vero?)
    alla fine vivremo in eterno beandoci permanentemente della vista del Signore: non credo che lo guarderò con simpatia e riconoscenza, data la vitaccia che ci ha fatto fare quel permaloso.
    e poi tutti dovranno esserci, perchè anche Pilato, Giuda, Hitler, etc sono stati messi al mondo da lui per il suo grande e misterioso disegno divino (la madre di tutti i videogames), e come tali vanno premiati perchè hanno eseguito alla perfezione il ruolo assegnato.
    ah sì, il libero arbitrio... non cominciamo a scaricare la responsabilità sugli altri, che fin dall'inizio sapevi perfettamente delle scelte che avrebbero fatto in quanto tu così li hai progettati. e se invece ti sono riusciti sbagliati, quando nell'intenzione dovevano essere a tua immagine e somiglianza, chi ha sbagliato? o non c'è difetto perchè magari sei anche tu fatto così, come ritenevano ad es romani e greci dei loro dei?
    e come la mettiamo che viene preferito il ritorno del figlio traditore alla fedeltà dell'altro?
    o come detto in un precedente post, la sorella che sta ad ascoltare inoperosa invece dell'altra che si fa il mazzo per lui?
    certo è doveroso evidenziare anche che il perdono non sconta la punizione, che va subita ugualmente...
    ma perdono da che? e la colpa di chi? forse un dinosauro (pare che gli individui intermedi previsti da Darwin, nel paradiso terrestre non siano stati rinvenuti)? o un discendente di Noè (salvati perchè degni...: unici uomini dopo il diluvio e quindi novelli Adamo ed Eva)? se il peccato se lo sono comunque ereditato pure loro, li hai salvati per una nuova sessione del gioco?
    niente. io ci provo. se dio esistesse lo sa solo lui quanto... ma non ci riesco!!!

    ps.): azz, cos'è questo caldo improvviso, fumo e odore di bruciato? dove ho messo l'estintore... mannaggia a non aver partecipato quella volta alla prova di evacuazione... (no, lo stridore di denti, almeno quello no, per favore!)


  21. The Following 2 Users Say Thank You to HOTWIRELESS For This Useful Post:


Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Saramago, Josè - Cecità
    Da Palmaria nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 79
    Ultimo messaggio: 12-30-2016, 12:29 PM
  2. Saramago, Josè - La zattera di pietra
    Da El_tipo nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 08-06-2011, 10:37 PM
  3. Saramago, Josè - La Caverna
    Da El_tipo nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 12-13-2010, 01:04 AM
  4. Graham Patrick - Il Vangelo secondo Satana
    Da Lisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 10-01-2010, 04:26 PM
  5. Gesù Cristo segreto
    Da realternativo nel forum Salotto letterario
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 04-13-2009, 08:20 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •