Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Bianca come il latte, rossa come il sangue

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 24

Discussione: D'Avenia, Alessandro - Bianca come il latte, rossa come il sangue

  1. #1
    Sud e magia
    Data registrazione
    Oct 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    2343
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito D'Avenia, Alessandro - Bianca come il latte, rossa come il sangue

    Quando ero adolescente, anche a me piaceva Leopardi, poi si cresce e si preferisce Pascoli e Manzoni, ma è stato bello tornare a quel periodo.
    D’Avenia scrive davvero bene, invidia nei suoi confronti. La storia si svolge in 200 giorni, un anno scolastico. I professori una razza in via d’estinzione, che gli studenti sperano si estingua al più presto. Ma l’autore sfugge a una facile critica dei problemi della scuola. Leo è un adolescente come tanti, motorino, lettore, rimorchio il sabato, partite di calcetto, la scuola non è una sua priorità. Poi si innamora di Beatrice e le prospettive cambiano. Quando colei che a lui solo par donna si ammala, inizia la crescita dell’adolescente.
    Davvero un bel libro.
    L’ho comprato perché mi piaceva moltissimo la copertina. Adoro i capelli rossi. Mi è piaciuto il titolo. E sebbene l’argomento adolescenti non mi interessa in questo periodo, due elementi su tre erano per l’acquisto e perciò l’ho comprato. Davvero un bel libro, non rimpiango i quindici euro spesi.
    Avercelo avuto un insegnante di latino come D’Avenia, a quest’ora leggerei Tacito senza vocabolario.

  2. #2
    °LA STREGA°
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Éirinn
    Messaggi
    158
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Credo che lo leggerò presto

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4351
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    733
    Thanks Thanks Received 
    453
    Thanked in
    308 Posts

    Predefinito

    In biblioteca tutte le copie erano in prestito. Cosa vorrà dire?

  4. #4
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13941
    Thanks Thanks Given 
    794
    Thanks Thanks Received 
    574
    Thanked in
    423 Posts

    Predefinito

    Lo metto nella wishlist.

  5. #5
    Junior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    2
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Thumbs down

    Ho letto il libro durante l'estate dopo aver letto "Qualcuno con cui correre" di Grossman.
    Non se se è stato per il confronto, ma devo dire che questo libro mi è sembrato decisamente banale e puerile.
    Non mi è piaciuto l'espediente narrativo dell'uso della prima persona, come se a raccontare fosse il protagonista; se non sei un adolescente devi essere un grande per poterne cogliere la freschezza, la rabbia e quant'altro. Se non sei un grande, come non lo è D'Avenia, tutto diventa un po' falsato. Da subito si ha la sensazione che chi scrive sia un adulto che finge di essere un adolescente e in realtà questa è la cosa che mi ha irritato di più: l'uso di un linguaggio pseudo-giovanile che in realtà non lo è. Ci sono alcune pagine "vere" come quando Leo in ospedale fugge davanti a Beatrice addormentata che sembra una bambina, ma sono poche. Libro letto in pochi giorni e dimenticato ancora più in fretta.

  6. #6
    W I LIBRI !
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Como
    Messaggi
    1338
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Davvero un bel libro!
    Scritto in maniera semplice e senza tante pretese.
    Mi ha colpito soprattutto il modo in cui "tira in ballo" Dio, senza paternalismi o catechesi varie, ma in un modo che definirei ancora una volta semplice.
    Libro dedicato anche a chi, come me, adolescente no lo è più ma ha ancora tante domande per la testa e tanti perchè.


    Citazione Originariamente scritto da Baldassarre Embriaco Vedi messaggio
    Avercelo avuto un insegnante di latino come D’Avenia, a quest’ora leggerei Tacito senza vocabolario.
    Magari avessi avuto un insegnate come D'Avenia !!!
    Ma non perchè anch'io a quest'ora leggerei Tacito senza vocabolario ma perchè, guardando la foto in sovracoperta bè... insomma...niente male il Prof!

  7. #7
    Junior Member
    Data registrazione
    Mar 2011
    Località
    provincia lombarda
    Messaggi
    5
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Thumbs down quello che penso..

    Sono sbalordita dal successo avuto da questo libro. Trovo che D'Avenia sia un Moccia appena un pò più evoluto. Speriamo serva almeno ad avvicinare qualcuno alla lettura.

  8. #8
    Junior Member
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    Varese
    Messaggi
    23
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Bello ma più adatto agli young adults

    Mi è piaciuto Bianca come il Latte rossa come il sangue ma francamente mi aspettavo qualcosa di più, l'ho trovato un po' giovanilistico anche se ho apprezzato veramente tanto lo stile di questo scrittore, che tra l'altro è anche un bravo insegnante pare (sarà lui il professore che viene ritratto nel libro???)

  9. #9

    Predefinito

    Si fa leggere, è scorrevole, e in alcune parti è ben scritto e commuove.
    Ma non mi ha convinta del tutto, forse il linguaggio, forse alcuni flussi di coscienza del protagonista un po' forzati nel voler essere originali a tutti i costi, nonchè degli espedienti narrativi piuttosto banali...!
    Sicuramente migliora andando avanti, ma ripeto che il risultato finale mi ha convinta fino ad un certo punto.
    Detto questo, sicuramente fa riflettere perchè tratta argomenti dolorosi e intensi: la malattia, la morte, l'amore. E non nascondo che in alcuni punti mi sono dovuta fermare a pensarci su. Che per un romanzo non è poco.

  10. #10
    Junior Member
    Data registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    7
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito ridere e piangere con Leo

    Bello. Consigliato. Un libro per i ragazzi ma anche per gli adulti che hanno dimenticato cosa significa essere adolescenti. non condivido il giudizio di chi lo paragona a Moccia. Mi piace lo stile immediato, scrivere per immagini.
    Spero di leggere presto il prossimo.

    "l'amore non esiste per renderci felici, ma per dimostrarci quanto sia forte la nostra capacità di sopportare il dolore"

  11. #11
    Junior Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Località
    Padova
    Messaggi
    7
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Post

    A me personalmente è piaciuto molto.

    Forse perché rileggendolo mi è sembrato di avere di nuovo 16 anni. Io a 16 anni mi sentivo esattamente così.
    Non condivido l'opinione di quelli che dicono che D'Avenia è un nuovo Moccia. Secondo me ha del potenziale: vorrei ricordare che questo è solo il suo primo libro. Concludo dicendo che secondo me conosce molto bene quello che passa per il cervello degli adolescenti, deve essere davvero un bravo professore

  12. #12
    Member
    Data registrazione
    Jul 2010
    Località
    Monza
    Messaggi
    58
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    A me è piaciuto nel complesso. La storia di questo adolescente coinvolge parecchio e credo aderisca perfettamente alla realtà di tutti i giorni. Così come per l'inserimento dell'argomento malattia; un topos, ormai, ricorrente nelle società odierne.

  13. #13
    Junior Member
    Data registrazione
    Aug 2011
    Località
    Napoli
    Messaggi
    19
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Mi aspettavo molto da questo libro perché mi era stato consigliato da più persone. Non nego che la lettura è scorrevole e sicuramente lo stile dello scrittore è molto semplice,ma ho trovato, comunque, il libro un po' banale. Non mi è piaciuto ed ha deluso le mie aspettative. L'ho trovato più ''emozionante'' solo in alcuni punti...tutto il resto: piatto.

  14. #14
    Member
    Data registrazione
    Oct 2011
    Località
    Livorno
    Messaggi
    81
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Libro carino e scorrevolissimo, d'Avenia secondo me ha saputo immedesimarsi perfettamente nei panni del sedicenne
    Se sia un nuovo Moccia... non so, visto che di Moccia non ho mai letto niente...però a me questo libro è piaciuto molto

  15. #15

    Predefinito

    avevo previsto la fine già dopo le prime 50 pagine...
    però è molto carino... il modo in cui è stato scritto il libro mi ricorda il mio modo di pensare (un po' come quello di ogni persona), senza un'apparente cura della forma
    l'ho già consigliato ad un amico

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Orengo, Nico - La curva del Latte
    Da elisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 01-18-2011, 02:42 PM
  2. Bianca - Ciao a tutti da Bianca
    Da Bianca nel forum Presentazioni: ecco dove ti puoi presentare
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 06-07-2010, 10:50 PM
  3. Baricco, Alessandro - Senza sangue
    Da ~ Briseide nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 08-25-2009, 12:07 PM
  4. Perissinotto, Alessandro - L'ultima notte bianca
    Da libraia978 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 04-09-2008, 03:09 PM

Tags per questo thread

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •