Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 4 1234 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 53

Discussione: Le donne che hanno fatto la storia

  1. #1
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19661
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    337
    Thanks Thanks Received 
    978
    Thanked in
    626 Posts

    Predefinito Le donne che hanno fatto la storia

    Jessie White Mario



    Da Wikipedia


    Jessie White Mario è stata un importante personaggio del Risorgimento italiano. Fu soprannominata "Miss Uragano" o la Giovanna d'Arco della causa italiana (quest'ultimo appellativo le fu dato da Giuseppe Mazzini). Fu infermiera in quattro campagne con Garibaldi; fece ricerche sulle condizioni di vita nei quartieri più poveri di Napoli e dei minatori delle solfatare siciliani. Scrisse copiosamente sia come giornalista che come biografa.
    Ultima modifica di Fabio; 03-16-2011 alle 02:30 PM.

  2. #2
    b
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    Profondo Veneto Notte (Termale)
    Messaggi
    865
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Bellisssimo Elisa!!ho visto -anche recentemente- la sua casa a Lendinara,e le abitazioni che lei costrui' pèer gli operai.C'è una grande epigrafe commemorativa su una di esse.Fu la compagna di alberto mario,uno dei generali di campo di garibaldi,che era di Lendinara, che si ritiro'con lei a viver li,che ha una piazza dedicata(proprio vicino al quartiere di cui ti dicevo)con un monumento operaio(molto brutto)nel centro,non distante dalla Pescheria e dal fiume,eccetera.
    anche il picccolo museo locale conserva degli intressaanti cimeli (tra cui vari vestiti) della nostra e di alberto mario.
    T.

  3. #3
    b
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    Profondo Veneto Notte (Termale)
    Messaggi
    865
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

  4. #4
    b
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    Profondo Veneto Notte (Termale)
    Messaggi
    865
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Vi presento la grande ANNA KULISCIOFF,la compagna di Andrea COsta.

    (dal sito storico del comune di IMola)

    Tavolo

    Precocissima rivoluzionaria, anarchica, socialista internazionalista, infine soprattutto femminista, Anna Kuliscioff è una figura straordinaria che campeggia nella storia delle idee del primo novecento. Si legò sentimentalmente a due importanti uomini politici italiani, Andrea Costa, prima anarchico poi fondatore del Partito Socialista, da cui ebbe una figlia, e Filippo Turati, giornalista e leader del socialismo italiano. Ma la vita e le opere della Kuliscioff furono intimamente politiche in ogni aspetto. Come medico, specializzata in ginecologia, scoprì l'origine batterica delle febbri puerperali, contribuendo a salvare la vita di milioni di madri che morivano dopo il parto per incuria ed ignoranza. A Milano la "dottora dei poveri" per tutto il giorno riceveva visite o si recava di persona nei quartieri più poveri della città venendo a contatto con le peggiori condizioni di miseria. Come attivista politica sostenne sempre i diritti dei lavoratori, soprattutto dei bambini e delle donne. Secondo la Kuliscioff solo attraverso il lavoro e l’indipendenza economica, la donna avrebbe conseguito la propria libertà e dignità pari all’uomo, per potersi affermare nella vita politica e sociale. Questi rappresentavano i principi basilari che la Kuliscioff espose nella sua teoria "Il monopolio dell’uomo" che ottenne grande risalto nei corsivi di Critica Sociale, la rivista fondata da Filippo Turati. La Kuliscioff pagò un prezzo molto alto per le sue idee politiche e sociali: conobbe il carcere duro e si ammalò di tubercolosi, per non parlare dell'esilio dall'amata Russia, che fu costretta ad abbandonare molto presto. Probabilmente le sue idee sulla parità dei sessi, mutuate dal pensiero dei nichilisti russi, minarono il suo rapporto con l'amato Andrea Costa, che invece era tradizionalista. Con le donne e per le donne la Kuliscioff continuò a lottare per tutta la vita, e alla figlia Andreina, avuta da Costa, trasmise valori di altruismo, libertà e amore, tanto che l'erede di due rivoluzionari e atei, crescendo diventò profondamente cattolica e sposò un giovane della borghesia milanese.

  5. #5
    b
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    Profondo Veneto Notte (Termale)
    Messaggi
    865
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    cancellato.sorry.
    Ultima modifica di tavololaici; 03-13-2011 alle 07:40 AM.

  6. #6
    b
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    Profondo Veneto Notte (Termale)
    Messaggi
    865
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    LINA MERLIN

    Di questa coraggiosa figura di donna vi metto sotto un profilo recuperato dal sito dell'ANPI(l'associazione partigiani d'italia,per chi lo ignorasse),e vi segnalo l'esistenza di vari volumi,tra cui uno autobiografico, tra i quali spicca a mio avviso quello dello storico veneto e suo conterraneo TIZIANO MERLIN,dal titolo:
    LINA MERLIN.VITA PRIVATA E IMPEGNO POLITICO,
    edito nel 2004 per l'editore Cierre dal Gabinetto di Lettura di Este(PD)

    T.

    ed ecco in questo LINK una immagine della Merlin:

    http://padovacultura.padovanet.it/ma...a%20Merlin.JPG


    -----

    Lina Merlin

    Nata a Pozzonovo (Padova) il 15 ottobre 1887, deceduta a Padova il 16 agosto 1979, insegnante, parlamentare socialista.

    All'anagrafe di Pozzonovo era stata denunciata come Angelina. Visse l'infanzia e la giovinezza a Chioggia, dove il padre, Fruttuoso, era segretario comunale. Diplomatasi maestra elementare, proseguì gli studi in Francia e conseguì così l'abilitazione all'insegnamento del francese nelle scuole medie. Si oppose al primo conflitto mondiale (nel quale persero la vita due suoi fratelli), e nel 1919 s'iscrisse al PSI collaborando ai fogli socialisti L'eco dei lavoratori e La difesa delle lavoratrici . Di quest'ultimo assunse, in seguito, anche la direzione. Durante il regime, per essersi rifiutata di prestare il giuramento fascista, fu dimessa dall'insegnamento. Arrestata a più riprese, nel 1926, per la sua attività antifascista, fu condannata a cinque anni di confino. Li scontò in Sardegna (a Nuoro, a Dorgali e a Orune, dove fu anche privata della "indennità" prevista per i confinati). Scontata la punizione, si trasferì a Milano, dove pensava d'essere meno controllata. Nel capoluogo lombardo, Lina sposa un medico (Dante Galloni, già deputato socialista di Rovigo), che incontra in una riunione clandestina. Nel 1936 resta vedova, e continua l'attività antifascista. Dopo l'8 settembre 1943, la Merlin prende parte alla guerra di liberazione nelle file della Resistenza. Comincia donando ai partigiani la strumentazione tecnica e i manuali lasciati dal marito; prosegue raccogliendo fondi e vestiario per i patrioti e, quindi organizzando con Ada Gobetti, Laura Conti e altre antifasciste i "Gruppi di difesa della Donna", nei quali rappresenta il PSI. Dopo la Liberazione, Lina Merlin, entrata nella Direzione del Partito socialista, è tra le fondatrici dell'UDI (Unione Donne Italiane). Eletta alla Costituente, sembra si debba a lei se l'articolo 3, oltre che recitare "Tutti i cittadini... sono uguali davanti alla Legge", precisa anche "senza distinzioni di sesso". Eletta al Senato nel 1948 (suo è il primo intervento di una donna in quell'Assemblea), è rieletta nel 1953. Nel 1958 passa alla Camera. Tra le sue iniziative parlamentari si ricorda quella per l'abolizione delle "case chiuse", che entrò in vigore il 20 settembre 1958, molti anni dopo la presentazione della proposta di legge. Nel 1951, anno dell'inondazione del Po, Lina Merlin (che nel maggio era stata anche eletta consigliere comunale di Chioggia), accorre in Polesine. Nel 1961, esce dal Partito socialista e nel 1963 rifiuta di ricandidarsi, si allontana dalla politica attiva e (lei che nel 1955 aveva pubblicato, con Carla Barberis, Lettere dalle case chiuse), si dedica alla scrittura delle sue memorie. Il libro, intitolato La mia vita, verrà pubblicato soltanto dieci anni dopo la sua morte, a cura di Elena Marinucci . A Lina Merlin a Pozzonovo hanno intitolato una strada. Nella padovana Piazza dei Signori, è stata posta una lapide che dice: La città di Padova / a ricordo di / LINA MERLIN / (1887-1979) / parlamentare che promosse / per tutta la vita / la dignità / e l'avanzamento sociale / delle donne e dei più deboli / 15 dicembre 2004. Nel 2006, a cura di Anna Maria Zanetti, è uscito il libro La senatrice. Lina Merlin, un "pensiero operante" e, sempre nello stesso anno, è stato pubblicato La legge del desiderio.

  7. #7
    enjoy member
    Data registrazione
    Feb 2011
    Località
    Campania
    Messaggi
    3494
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    36
    Thanked in
    17 Posts

    Predefinito L'eroina mancata della scoperta del Dna

    Rosalind Elsie Franklin è stata una chimica e fisica britannica, nacque a Kensington il 25 luglio 1920.
    Fondamentale fu il contributo che diede per l' identificazione della struttura a doppia elica del DNA e dunque all’identificazione della forma della molecola che sta alla base della vita. Il premio Nobel per questa scoperta, però, fu assegnato nel 1962 ai suoi colleghi Francis Crick e James Watson che, sottrassero furtivamente dal laboratorio della scienziata le sue fotografie della diffrazione ai raggi X del DNA, in particolare la foto n° 51.

    L’ ammirazione per la scienziata fu almeno espressa nel suo necrologio, che recitava:
    “Come scienziata la signorina Franklin si è distinta per l’estrema chiarezza e per l’eccellenza con cui ha svolto il suo lavoro in ogni campo al quale si è dedicata. Le sue fotografie sono fra le più belle immagini ai raggi X mai ottenute di una sostanza."


    http://i56.tinypic.com/dviwd0.jpg

  8. #8
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19661
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    337
    Thanks Thanks Received 
    978
    Thanked in
    626 Posts

    Predefinito

    Maria Montessori



    Pedagogista, filosofa, medico, scienziata, educatrice (1870-1952)

    La prima donna medico in Italia, ha creato un metodo pedagogico conosciuto ed applicato in tutto il mondo.

  9. #9
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5982
    Thanks Thanks Given 
    1710
    Thanks Thanks Received 
    603
    Thanked in
    347 Posts

    Predefinito Maria Curie







    La vita di Maria Sklodowska-Curie fu dedicata all'isolamento ed alla concentrazione del radio e del polonio, presenti in piccolissime quantità nella pechblenda proveniente da Jáchymov. Si tratta di un minerale radioattivo, ed è una delle principali fonti naturali di uranio.

    I coniugi Curie-Skłodowska notarono che alcuni campioni erano più radioattivi di quanto lo sarebbero stati se costituiti di uranio puro; ciò implicava che nella pechblenda fossero presenti altri elementi. Decisero così di esaminare tonnellate di pechblenda riuscendo così, nel luglio del 1898, ad isolare una piccola quantità di un nuovo elemento dalle caratteristiche simili al tellurio che fu chiamato polonio. Il resoconto di tale lavoro, unitamente a quello immediatamente successivo che portò alla scoperta dell'ancor più radioattivo radio, divenne la tesi di dottorato di Maria Skłodowska.

    Con una mossa insolita, la Sklodowska-Curie intenzionalmente non depositò il brevetto internazionale per il processo di isolamento del radio, preferendo lasciarlo libero affinché la comunità scientifica potesse effettuare ricerche in questo campo senza ostacoli, in maniera tale da favorire il progresso in questo settore scientifico.

    Maria Sklodowska-Curie fu la prima persona a vincere o condividere due premi Nobel. Oltre a lei soltanto un'altra persona sino ad ora, ha ricevuto due premi Nobel in due campi differenti: Linus Pauling. Altri ne hanno ricevuti due nello stesso settore: John Bardeen (entrambi in fisica) e Frederick Sanger (entrambi in chimica).

    Durante la prima guerra mondiale, Maria Sklodowska-Curie sostenne l'uso delle unità mobili di radiografia come mezzo di diagnosi per i soldati feriti. Nel 1921 effettuò un viaggio negli Stati Uniti per raccogliere i fondi monetari necessari a continuare le ricerche sul radio; ovunque fu accolta in modo trionfale.

  10. #10
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19661
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    337
    Thanks Thanks Received 
    978
    Thanked in
    626 Posts

    Predefinito

    Cristina Trivulzio Belgiojoso



    è stata una patriota italiana che partecipò attivamente al Risorgimento italiano. Fu editrice di giornali rivoluzionari, scrittrice e giornalista.

  11. #11
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19661
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    337
    Thanks Thanks Received 
    978
    Thanked in
    626 Posts

    Predefinito

    Lalla Fadhma n'Soumer




    fu una donna che incarnò il movimento di resistenza alla Francia nei primi anni della conquista coloniale dell'Algeria. Per il grande impatto emotivo legato alla sua figura e alle sue gesta, c'è chi l'ha chiamata la Giovanna d'Arco del Djurdjura.

  12. #12
    b
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    Profondo Veneto Notte (Termale)
    Messaggi
    865
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elisa Vedi messaggio
    Cristina Trivulzio Belgiojoso



    è stata una patriota italiana che partecipò attivamente al Risorgimento italiano. Fu editrice di giornali rivoluzionari, scrittrice e giornalista.
    ma che bella anche questa picoola raccolta iconografica Elisa!

    T.

  13. #13
    Viôt di viodi
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Estremo Oriente
    Messaggi
    5861
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    271
    Thanks Thanks Received 
    140
    Thanked in
    88 Posts

    Predefinito

    In tema di Unità d' Italia inserirei anche la signora Anita Garibaldi.

  14. #14
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19661
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    337
    Thanks Thanks Received 
    978
    Thanked in
    626 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Meri Vedi messaggio
    In tema di Unità d' Italia inserirei anche la signora Anita Garibaldi.
    e allora inseriamola



    Ana Maria de Jesus Ribeiro da Silva, meglio conosciuta come Anita Garibaldi , fu moglie di Giuseppe Garibaldi; è conosciuta universalmente come l' Eroina dei Due Mondi.

  15. #15
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19661
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    337
    Thanks Thanks Received 
    978
    Thanked in
    626 Posts

    Predefinito

    Tina Anselmi, nata nel 1927, partigiana, sindacalista e politica italiana, prima donna ministro in Italia nel 1976.



Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Cinque libri che vi hanno fatto ... ridere!
    Da Dallolio nel forum Salotto letterario
    Risposte: 23
    Ultimo messaggio: 07-13-2012, 07:54 PM
  2. Risposte: 46
    Ultimo messaggio: 01-02-2011, 03:11 AM
  3. Quale è la domanda più bella che vi hanno fatto?
    Da Fabio nel forum Presentati & Conosciamoci meglio
    Risposte: 60
    Ultimo messaggio: 10-14-2010, 02:28 PM
  4. Ménages, Gilles - Storia delle donne filosofe
    Da Antigone nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 07-31-2009, 12:34 PM
  5. Fotografie che hanno fatto e cambiato la Storia
    Da Fabio nel forum Tutto Bellezza e tutto Cultura
    Risposte: 79
    Ultimo messaggio: 11-28-2008, 01:40 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •