Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 2 di 4 PrimoPrimo 1234 UltimoUltimo
Mostra risultati da 16 a 30 di 51

Discussione: 17° Poeticforum - Le poesie che amiamo

  1. #16
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2301
    Thanks Thanks Given 
    35
    Thanks Thanks Received 
    164
    Thanked in
    98 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    - HANDYCAP -

    Cammini in fretta avanti e indietro
    Stereotipato come fiera in gabbia
    Cadenzati sopra il tristo marciapiedi
    Passi brevi e calcati, tutti uguali
    Come se quello misurar dovessi

    Sgraziato nella saloppette fuori misura
    La ramazza in saggina, troppo lunga
    Con ostinata accuratezza spazzi
    Manovrata con energico puntiglio

    Tutto ciò che ti circonda ignori
    Rari i passanti ti schivan rimbrottando
    Ma un dovere devi compiere, importante
    Che nessuno mai intralciare osar potrà

    Foresti lineamenti di tartara stirpe
    Esotici, congelate steppe evocano
    Incrollabile il sorriso fiero e risoluto
    Il mondo sotto i tuoi piedi tremebondo
    La scopa una sanguinaria lancia
    Tutto assoggettando purificherà

    Misticamente assorta l'espressione
    Isolato nel caos della metropoli al risveglio
    Come perso in asiatico deserto brullo
    Dove infine la retta via sempre ritrovi
    Col focoso tuo destriero senza sella
    Per istintiva atavica intuizione

    Sudi sbuffi fischietti e mimi
    Motivi ancestrali a te solo noti
    Come andine foglie di coca masticando,
    Fonte di sempiterna insospettata forza

    Il giubbino arancio a strisce rifrangenti
    In apocalittico guerriero ti trasforma
    Che spettrale appare e riscompare
    Al nemico celandosi tra i pioppi

    Fermare vorrei ora la mia auto
    Per scendere ed abbracciarti grato
    Ma tosto al lavoro tardi giungerei
    E tu guardingo a me lontano sfuggiresti.

    Tu ami questa terra, cui ad ogni alba doni
    Per conservarla immacolata e pura
    Non per denaro ma per intima missione
    Fedele sacrificio con sereno impegno.

    Con una abilità diversa, agli altri aliena.

    hot
    Io faccio innanzitutto i complimenti ad Andrea penso che sia riuscito a cogliere perfettamente l'essenza di una scena a cui a tutti noi è capitato di assistere qualche volta senza che gli prestassimo la minima attenzione, e che invece ha attirato la sua attenzione, l'attenzione di una persona dotata di grande sensibilità.
    Un ragazzo spazza una strada, lo fa con coscienza, non distrattamente o controvoglia, né tanto meno con stizza verso chi sporca, ma con la consapevolezza e l'orgoglio di chi sta facendo un lavoro ed è soddisfatto di quello che sta facendo. A metà strada tra un Don Chisciotte con una scopa come lancia ed un guerriero del futuro con la sua divisa fosforescente, il nostro eroe non si lascia distrarre da niente e da nessuno, proprio come se non si trovasse nel bel mezzo di una città affollata e rumorosa, ma in un solitario deserto.
    Bella l'attenzione per i dettagli, la salopette sgraziata, i passi tutti uguali, il sorriso fiero...
    Più che da commentare questa è una poesia semplicemente da leggere, delicata nell'affrontare un argomento tanto difficile come quello dell'handicap in cui sarebbe così facile scivolare nella banalità, o nella retorica del facile sentimentalismo, perciò tutto ciò che posso aggiungere con il mio commento è solo superfluo. Decisamente molto bella.
    Ultima modifica di bouvard; 03-03-2015 alle 09:13 PM.

  2. #17
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1369
    Thanks Thanks Given 
    59
    Thanks Thanks Received 
    83
    Thanked in
    55 Posts

    Predefinito

    ...dopo aver letto la poesia di hot, amo i netturbini...
    Ogni volta che ne vedo uno per strada, mi viene l'impulso di fermarmi e andare ad abbracciarlo...

    p.s.: ormai sei diventato il mio poeta preferito, oh mio appassionato cantor dello Stige!

  3. #18
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2301
    Thanks Thanks Given 
    35
    Thanks Thanks Received 
    164
    Thanked in
    98 Posts

    Predefinito

    A volte scrivo i commenti di fretta e poi mi accorgo che non si capisce neppure la metà di quello che avrei voluto dire
    Ad esempio in questo caso non si capisce che, secondo me, la diversa sensibilità di queste persone (le persone con handicap, e a maggior ragione le persone Down) le porta a porsi in modo diverso - in confronto a come ci poniamo noi - rispetto al lavoro, alla vita a tutto.
    Queste persone danno importanza a quello che fanno, sono felici di avere qualcosa da fare, anche quando è poco, non sono egoisti o insoddisfatti, sempre pronti a lamentarsi, come noi. Non solo, sono anche sempre così sorridenti, anche se avrebbero meno ragioni di noi per esserlo ed anche se la vita per loro è molto più difficile, spesso perché siamo noi stessi a rendergliela più difficile, già per il fatto stesso di considerarli meno capaci di noi, ok forse non sapranno risolvere un integrale (neppure io e non solo adesso, già quando andavo al liceo) ma si può vivere una bella vita, soprattutto una vita dignitosa senza saperlo fare, perché più importante di un integrale nella vita è la sensibilità, la correttezza con cui si vive, cosa che loro hanno, e che noi spesso non abbiamo o abbiamo dimenticato da tempo...
    Come al solito, non ho scritto neppure una parte di quello che avrei voluto, ma spero di essermi fatta capire lo stesso.

  4. #19
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10199
    Thanks Thanks Given 
    379
    Thanks Thanks Received 
    413
    Thanked in
    293 Posts

    Predefinito

    Stavolta anche a me è piaciuta molto la poesia di Hot, così toccante ed evocativa; leggendola sembra di vederlo, questo ragazzo che spazza le strade con tanto amore e attenzione. Mi ha commosso. Bellissimo l'ultimo verso, che sottolinea il paradosso dell'apparente inferiorità che agli occhi di chi vede nel profondo è invece superiorità d'animo (se l'ho interpretato bene). E' bello pensare che questa persona esiste davvero (credo) o che comunque esistono tante persone così, pensare che una persona meno fortunata di noi che, al contrario, non facciamo altro che arrabattarci alla ricerca di chissà che, possa davvero aver trovato la chiave giusta per cogliere il meglio della vita.
    Non ho nient'altro da aggiungere alle belle parole di bouvard

  5. #20
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13824
    Thanks Thanks Given 
    776
    Thanks Thanks Received 
    546
    Thanked in
    403 Posts

    Predefinito seconda poesia da commentare

    Quando Dio creò l'amore non ci ha aiutato molto
    quando Dio creò i cani non ha aiutato molto i cani
    quando Dio creò le piante fu una cosa nella norma
    quando Dio creò l'odio ci ha dato una normale cosa utile
    quando Dio creò Me creò Me
    quando Dio creò la scimmia stava dormendo
    quando creò la giraffa era ubriaco
    quando creò i narcotici era su di giri
    e quando creò il suicidio era a terra.

    Quando creò te distesa a letto
    sapeva cosa stava facendo
    era ubriaco e su di giri
    e creò le montagne e il mare e il fuoco
    allo stesso tempo.

    Ha fatto qualche errore
    ma quando creò te distesa a letto
    fece tutto il Suo Sacro Universo.

    Charles Bukowski

    Questa è la nuova poesia da commentare.
    Ma vi ricordo che potete ancora dire la vostra su quella del nostro Hot .

  6. #21
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2015
    Località
    un po' dove capita
    Messaggi
    251
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    mai scontato il vecchio Charles;
    e in questa bellissima poesia il suo irriverente sarcasmo non riesce a nascondere un romanticismo che definirei "classico", ma non banale.

  7. #22
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Ferrara (provincia)
    Messaggi
    868
    Thanks Thanks Given 
    231
    Thanks Thanks Received 
    178
    Thanked in
    112 Posts

    Predefinito

    HANDYCAP
    Complimenti, l'ho letta stamattina, berlissima, ancora complimenti!!!

  8. #23
    The black sheep member
    Data registrazione
    Oct 2014
    Località
    Frittole
    Messaggi
    2876
    Inserimenti nel blog
    2
    Thanks Thanks Given 
    483
    Thanks Thanks Received 
    609
    Thanked in
    302 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Minerva6 Vedi messaggio
    Quando Dio creò l'amore non ci ha aiutato molto
    quando Dio creò i cani non ha aiutato molto i cani
    quando Dio creò le piante fu una cosa nella norma
    quando Dio creò l'odio ci ha dato una normale cosa utile
    quando Dio creò Me creò Me
    quando Dio creò la scimmia stava dormendo
    quando creò la giraffa era ubriaco
    quando creò i narcotici era su di giri
    e quando creò il suicidio era a terra.

    Quando creò te distesa a letto
    sapeva cosa stava facendo
    era ubriaco e su di giri
    e creò le montagne e il mare e il fuoco
    allo stesso tempo.

    Ha fatto qualche errore
    ma quando creò te distesa a letto
    fece tutto il Suo Sacro Universo.

    Charles Bukowski

    Questa è la nuova poesia da commentare.
    Ma vi ricordo che potete ancora dire la vostra su quella del nostro Hot .
    Non so...io sono quasi d'accordo con chi sostiene che definire Bukowski un genio sia addirittura deleterio.

    Bukowski non era un genio. Bukowski era uno smidollato che, forse, fingeva di essere ciò che non era. E io che ne so?

    So solo che quando lo leggo lo sento vicino, come un abbraccio dentro il fuoco, forse perchè nel mio triste anonimato ho bisogno di qualcuno che parli per me.

  9. #24
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2301
    Thanks Thanks Given 
    35
    Thanks Thanks Received 
    164
    Thanked in
    98 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Minerva6 Vedi messaggio
    Quando Dio creò l'amore non ci ha aiutato molto
    quando Dio creò i cani non ha aiutato molto i cani
    quando Dio creò le piante fu una cosa nella norma
    quando Dio creò l'odio ci ha dato una normale cosa utile
    quando Dio creò Me creò Me
    quando Dio creò la scimmia stava dormendo
    quando creò la giraffa era ubriaco
    quando creò i narcotici era su di giri
    e quando creò il suicidio era a terra.

    Quando creò te distesa a letto
    sapeva cosa stava facendo
    era ubriaco e su di giri
    e creò le montagne e il mare e il fuoco
    allo stesso tempo.

    Ha fatto qualche errore
    ma quando creò te distesa a letto
    fece tutto il Suo Sacro Universo.

    Charles Bukowski
    Io non ho mai letto i libri di Bukowski perché a pelle ho sempre pensato non avessimo molto in comune. Questa poesia mi è capitato di leggerla casualmente, e leggendola ridevo e pensavo "Questo non era completamente a posto, mi sa che si era perso qualche venerdì per strada"
    In effetti alcune di queste cose le abbiamo pensate un po' tutti almeno una volta nella vita, ma ce le siamo tenute per noi o al massimo le abbiamo dette a qualcuno che ci conosceva bene, ma di certo non ci sarebbe mai venuto in mente di scriverle in una poesia...
    Beh forse pensare che Dio durante la creazione ha fatto diverse cose apparentemente sbagliate, ma che si è ripreso poi facendo la donna non è un pensiero molto originale, ma se non altro bisogna riconoscere a Bukowski di averlo scritto in modo senz'altro originale

  10. #25
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13824
    Thanks Thanks Given 
    776
    Thanks Thanks Received 
    546
    Thanked in
    403 Posts

    Predefinito

    Perché stava dormendo quando creo la scimmia?
    Secondo voi è positivo o no?
    Secondo me sì, gli era apparsa in sogno in tutta la sua "stravaganza"... ma io sono di parte

  11. #26
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10199
    Thanks Thanks Given 
    379
    Thanks Thanks Received 
    413
    Thanked in
    293 Posts

    Predefinito

    Prima o poi commenterò Per ora inserisco la nuova poesia

    Puri venimmo dal Nulla, e ce ne andammo impuri.
    Lieti entrammo nel Mondo, e ne partimmo tristi.
    Ci accese un Fuoco nel cuore l'Acqua degli occhi:
    La vita al Vento gettammo, e poi ci accolse la Terra.

    Omar Khayyam

  12. #27
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10199
    Thanks Thanks Given 
    379
    Thanks Thanks Received 
    413
    Thanked in
    293 Posts

    Predefinito Bukowski

    Le poesie di Bukowski, e anche i suoi racconti (quelli che ho letto, cioé quelli contenuti nel libro Storie di ordinaria follia) mi fanno sempre venire il buon umore. Mi piace il suo stile così diretto e sincero, originale, sempre fuori dalle righe, a volte sconcertante (non in questo caso).

  13. #28
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10199
    Thanks Thanks Given 
    379
    Thanks Thanks Received 
    413
    Thanked in
    293 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    Prima o poi commenterò Per ora inserisco la nuova poesia

    Puri venimmo dal Nulla, e ce ne andammo impuri.
    Lieti entrammo nel Mondo, e ne partimmo tristi.
    Ci accese un Fuoco nel cuore l'Acqua degli occhi:
    La vita al Vento gettammo, e poi ci accolse la Terra.

    Omar Khayyam
    Nessuno vuole commentarla? In effetti è difficile, è una poesia che dice tutto in poche righe e si commenta da sola. Una visione della vita tragica e pessimistica. Il verso che più mi incuriosisce è "Ci accese un Fuoco nel cuore l'Acqua degli occhi": l'acqua fa sì che gli occhi non vedano bene? li inganna?

  14. #29

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    Nessuno vuole commentarla? In effetti è difficile, è una poesia che dice tutto in poche righe e si commenta da sola. Una visione della vita tragica e pessimistica. Il verso che più mi incuriosisce è "Ci accese un Fuoco nel cuore l'Acqua degli occhi": l'acqua fa sì che gli occhi non vedano bene? li inganna?

    Secondo me, questi versi, a volte un po' paradossali, hanno più un sapore mistico, piuttosto che triste... Non mi azzardo a commentarli perché, appunto, si potrebbe dire tutto e niente.
    Bukowski, invece, a me non mi ha mai attirato più di tanto... non conosco i suoi romanzi, però devo essere sincero (e ora a qualcuno verrà voglia di bastonarmi ), ho letto alcune sue poesie e secondo me (ripeto, è una opinione personale) è sopravvalutato come poeta. Può essere che, a volte, un nome altisonante ci faccia apprezzare di più una poesia che, altrimenti, passerebbe quasi inosservata ai nostri occhi? Chissà, uno di questi giorni leggerò un suo romanzo e diventerà uno dei miei scrittori preferiti

    Ciao a tutti

  15. #30
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2015
    Località
    un po' dove capita
    Messaggi
    251
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    Nessuno vuole commentarla? In effetti è difficile, è una poesia che dice tutto in poche righe e si commenta da sola. Una visione della vita tragica e pessimistica. Il verso che più mi incuriosisce è "Ci accese un Fuoco nel cuore l'Acqua degli occhi": l'acqua fa sì che gli occhi non vedano bene? li inganna?
    l'acqua degli occhi sono le lacrime, che accendono fuoco di dolore nel cuore.
    E nella retorica classica persiana era considerato stimabile nominare i quattro elementi in un sol verso.

Discussioni simili

  1. 15° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 39
    Ultimo messaggio: 12-30-2014, 08:02 PM
  2. 14° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 67
    Ultimo messaggio: 10-28-2014, 08:35 PM
  3. 13° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 50
    Ultimo messaggio: 09-01-2014, 06:36 PM
  4. 5° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 42
    Ultimo messaggio: 02-03-2013, 11:31 PM
  5. 3° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da elisa nel forum Poesia
    Risposte: 56
    Ultimo messaggio: 03-28-2012, 05:10 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •