Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 3 di 4 PrimoPrimo 1234 UltimoUltimo
Mostra risultati da 31 a 45 di 55

Discussione: 24° Poeticforum - Le poesie che amiamo

  1. #31
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10189
    Thanks Thanks Given 
    368
    Thanks Thanks Received 
    409
    Thanked in
    290 Posts

    Predefinito

    Una poesia delicata e toccante, nella sua semplicità anzi PER la sua semplicità. E' molto bella la prima parte, il fatto che, nonostante il dolore, siano le più belle esplosioni della natura a scatenare il ricordo, che sembra sereno pur nella tristezza e nella commozione.

  2. #32
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1367
    Thanks Thanks Given 
    58
    Thanks Thanks Received 
    82
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    Nel nostro piccolo club di poeti, ora tocca a me commentarmi...
    Intanto vorrei dire che per me la poesia è la fotografia di uno stato d'animo...per questo, quello che scrivo è definitivo, nel senso che cerco di mettere in parole quello che la mente mi detta in un certo momento (ispirazione?). Infatti raramente rimetto mano su quello che scrivo. Come mi viene, scrivo e non so nemmeno se questa è la tecnica giusta per scrivere poesie..
    In questo caso particolare, direi che è uno stato d'animo permanente.
    La definizione di Olga "dolore luminoso" è bellissima ed io non avrei saputo trovarne una migliore...
    I fiori sono i protagonisti perché mia madre amava moltissimo i fiori e li coltivava con amore nel suo piccolo giardino. Durante gli ultimi giorni della sua agonia ho tentato di non far appassire la sua pianta preferita ma, come se questa seguisse il destino della sua "padrona", è sfiorita insieme a lei...
    Dentro di me, però, lei e il suo geranio non appassiranno mai.

  3. #33

    Predefinito Rinascita

    Ciao a tutti! provo anche io da neofita ad inserire una poesia scritta da me qualche anno fa.
    Non so se si possa definire poesia, io preferisco definirla semplicemente un flusso di coscienza, perché quando le emozioni diventano troppo forti non trovo modo migliore che lasciarle trasformare in parole.



    "Ogni giorno
    qualcosa muore
    un rumore, un’ immagine
    un sentimento
    adesso é tutto buio,
    i colori si sono spenti lentamente
    il corpo ha perso i contorni
    la mente si é spenta
    c’é tanto silenzio
    voglio solo dormire

    La voce di mio figlio
    irrompe nel vuoto
    mi aggrappo all’istinto
    per non precipitare
    strattono l’anima
    non voglio scomparire!
    l'udito insegue ogni fievole rumore
    le mani individuano forme primitive
    un timido raggio di luce m'investe
    sembrano milioni di piccole scintille
    m'inebrio della semplicità dello spettacolo
    e in un crescendo di emozioni assopite
    il cuore riprende a battere

    Torno alle origini
    e nell’essenza del suo amore rinasco"

  4. #34
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10189
    Thanks Thanks Given 
    368
    Thanks Thanks Received 
    409
    Thanked in
    290 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Melan76 Vedi messaggio
    Ciao a tutti! provo anche io da neofita ad inserire una poesia scritta da me qualche anno fa.
    Non so se si possa definire poesia, io preferisco definirla semplicemente un flusso di coscienza, perché quando le emozioni diventano troppo forti non trovo modo migliore che lasciarle trasformare in parole.



    "Ogni giorno
    qualcosa muore
    un rumore, un’ immagine
    un sentimento
    adesso é tutto buio,
    i colori si sono spenti lentamente
    il corpo ha perso i contorni
    la mente si é spenta
    c’é tanto silenzio
    voglio solo dormire

    La voce di mio figlio
    irrompe nel vuoto
    mi aggrappo all’istinto
    per non precipitare
    strattono l’anima
    non voglio scomparire!
    l'udito insegue ogni fievole rumore
    le mani individuano forme primitive
    un timido raggio di luce m'investe
    sembrano milioni di piccole scintille
    m'inebrio della semplicità dello spettacolo
    e in un crescendo di emozioni assopite
    il cuore riprende a battere

    Torno alle origini
    e nell’essenza del suo amore rinasco"
    Grazie per averla condivisa con noi e benvenuta nel Poeticforum
    La commenteremo alla fine

  5. #35
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Ucraina Kiev
    Messaggi
    588
    Thanks Thanks Given 
    46
    Thanks Thanks Received 
    81
    Thanked in
    44 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da maclaus Vedi messaggio
    Nel nostro piccolo club di poeti, ora tocca a me commentarmi...
    Intanto vorrei dire che per me la poesia è la fotografia di uno stato d'animo...per questo, quello che scrivo è definitivo, nel senso che cerco di mettere in parole quello che la mente mi detta in un certo momento (ispirazione?). Infatti raramente rimetto mano su quello che scrivo. Come mi viene, scrivo e non so nemmeno se questa è la tecnica giusta per scrivere poesie..
    In questo caso particolare, direi che è uno stato d'animo permanente.
    La definizione di Olga "dolore luminoso" è bellissima ed io non avrei saputo trovarne una migliore...
    I fiori sono i protagonisti perché mia madre amava moltissimo i fiori e li coltivava con amore nel suo piccolo giardino. Durante gli ultimi giorni della sua agonia ho tentato di non far appassire la sua pianta preferita ma, come se questa seguisse il destino della sua "padrona", è sfiorita insieme a lei...
    Dentro di me, però, lei e il suo geranio non appassiranno mai.
    Ecco, anche per questo ho scritto che la tua poesia è molto ariosa e leggera.
    Il tuo stile di scrivere come la respirazione, come camminare, quando iniziamo a controllarli è un fallimento, iniziamo a inciampare.

    "il mio dolore è luminoso"
    Si tratta di una espressione di Pushkin da una sua poesia di amore Sulle colline della Georgia, ma mi sembra molto adatta, quando ci ricordiamo i nostri cari.

  6. #36
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10189
    Thanks Thanks Given 
    368
    Thanks Thanks Received 
    409
    Thanked in
    290 Posts

    Predefinito

    Inserisco la prossima proposta

    Amo i gesti imprecisi,
    uno che inciampa, l’altro
    che fa urtare il bicchiere,
    quello che non ricorda,
    chi è distratto, la sentinella
    che non sa arrestare il battito
    breve delle palpebre,
    mi stanno a cuore
    perché vedo in loro il tremore,
    il tintinnio familiare
    del meccanismo rotto.
    L’oggetto intatto tace, non ha voce
    ma solo movimento. Qui invece
    ha ceduto il congegno,
    il gioco delle parti,
    un pezzo si separa,
    si annuncia.
    Dentro qualcosa balla.



    Valerio Magrelli

  7. #37

    Post

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    Inserisco la prossima proposta

    Amo i gesti imprecisi,
    uno che inciampa, l’altro
    che fa urtare il bicchiere,
    quello che non ricorda,
    chi è distratto, la sentinella
    che non sa arrestare il battito
    breve delle palpebre,
    mi stanno a cuore
    perché vedo in loro il tremore,
    il tintinnio familiare
    del meccanismo rotto.
    L’oggetto intatto tace, non ha voce
    ma solo movimento. Qui invece
    ha ceduto il congegno,
    il gioco delle parti,
    un pezzo si separa,
    si annuncia.
    Dentro qualcosa balla.



    Valerio Magrelli
    L’amore per le imprecisioni in contrapposizione con la tendenza comune ad apprezzare ciò che ben funziona
    o che é ben fatto, mi suscita una forte empatia verso il protagonista che rivede se stesso proprio in questo meccanismo imperfetto.
    Leggendo la poesia mi viene da ipotizzare che l’uomo sia maturo e che le personali svariate esperienze
    l’abbiano portato ad apprezzare il “rovescio della medaglia” come se contrapponesse
    alla scontata staticità del perfetto l’energia stimolante ed in continuo movimento dell’imperfezione.
    L’unica cosa che mi lascia dubbiosa é l’ultima frase “Dentro qualcosa balla” generalmente il termine balla mi rimanderebbe ad una sensazione di allegria, di festa,
    ma i versi che la precedono “Ha ceduto il congegno, il gioco delle parti” invece mi fa pensare ad un abbandono a qualcosa di triste.
    Forse l’autore con “balla” intendeva traballa?
    Non mi e’ chiaro.
    Spero di essere riuscita a spiegarmi bene!!Altrimenti portate pazienza sono solo agli inizi!

  8. #38
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Ucraina Kiev
    Messaggi
    588
    Thanks Thanks Given 
    46
    Thanks Thanks Received 
    81
    Thanked in
    44 Posts

    Predefinito

    C'e' una stagnazione, un pantano, una palude di unanimità.

    L’oggetto intatto tace, non ha voce
    ma solo movimento


    Ma “Dentro qualcosa balla” (un ballo ribelle) e nel cuore si accende un fuoco, qualcosa sta accadendo con la coscienza, con l’anima e viene fuori l'individualità e la libertà.

    ha ceduto il congegno,
    il gioco delle parti,
    un pezzo si separa,
    si annuncia.



    August Landmesser nel 1936, quando si rifiutò di eseguire il saluto nazista





    Andrej Dmitrievič Sacharov è stato un fisico sovietico, famoso nel mondo dapprima per il contributo alla messa a punto della bomba all'idrogeno e successivamente per la sua attività in favore dei diritti civili che gli valse il premio Nobel per la pace.

    "Non mi piace questo inno" (modificato inno stalinista)

  9. #39
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4270
    Thanks Thanks Given 
    52
    Thanks Thanks Received 
    135
    Thanked in
    63 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da shvets olga Vedi messaggio
    C'e' una stagnazione, un pantano, una palude di unanimità.

    L’oggetto intatto tace, non ha voce
    ma solo movimento


    Ma “Dentro qualcosa balla” (un ballo ribelle) e nel cuore si accende un fuoco, qualcosa sta accadendo con la coscienza, con l’anima e viene fuori l'individualità e la libertà.

    ha ceduto il congegno,
    il gioco delle parti,
    un pezzo si separa,
    si annuncia.



    August Landmesser nel 1936, quando si rifiutò di eseguire il saluto nazista





    Andrej Dmitrievič Sacharov è stato un fisico sovietico, famoso nel mondo dapprima per il contributo alla messa a punto della bomba all'idrogeno e successivamente per la sua attività in favore dei diritti civili che gli valse il premio Nobel per la pace.

    "Non mi piace questo inno" (modificato inno stalinista)
    mitica Olga


  10. #40
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1367
    Thanks Thanks Given 
    58
    Thanks Thanks Received 
    82
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    Olga, non trovo più aggettivi per te...
    Mi associo all'inchino di Hot

  11. #41
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Ucraina Kiev
    Messaggi
    588
    Thanks Thanks Given 
    46
    Thanks Thanks Received 
    81
    Thanked in
    44 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da maclaus Vedi messaggio
    Olga, non trovo più aggettivi per te...
    Mi associo all'inchino di Hot
    Vi ringrazio molto per le gentili parole, io apprezzo le vostre opinioni.
    Sinceramente, la poesia l’ho tradotto e capito, se ho capito bene, dopo numerose letture.
    Il punto di partenza sono state le parole "ha ceduto il congegno".
    Il significato della parola congegno - meccanismo costituito da varie parti unite insieme che funzionano come struttura unitaria.
    Tra i diversi significati della parola cedere ho scelto – rompersi , cioè rompere strutura unitaria, l'unanimità violenta, non subito, all’inizio con i gesti imprecisi...

    Su internet ho trovato un’altra poesia di Valerio Magreli ( proprio scritta su di me )

    Le poesie vanno sempre rilette,
    lette, rilette, lette, messe in carica;
    ogni lettura compie la ricarica,
    sono apparecchi per caricare senso;
    e il senso vi si accumula, ronzio
    di particelle in attesa,
    sospiri trattenuti, ticchettii,
    da dentro il cavallo di Troia.

  12. #42

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da shvets olga Vedi messaggio
    C'e' una stagnazione, un pantano, una palude di unanimità.

    L’oggetto intatto tace, non ha voce
    ma solo movimento


    Ma “Dentro qualcosa balla” (un ballo ribelle) e nel cuore si accende un fuoco, qualcosa sta accadendo con la coscienza, con l’anima e viene fuori l'individualità e la libertà.

    ha ceduto il congegno,
    il gioco delle parti,
    un pezzo si separa,
    si annuncia.



    August Landmesser nel 1936, quando si rifiutò di eseguire il saluto nazista





    Andrej Dmitrievič Sacharov è stato un fisico sovietico, famoso nel mondo dapprima per il contributo alla messa a punto della bomba all'idrogeno e successivamente per la sua attività in favore dei diritti civili che gli valse il premio Nobel per la pace.

    "Non mi piace questo inno" (modificato inno stalinista)
    Grazie per l'esaustiva spiegazione!! Bravissima!

  13. #43
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10189
    Thanks Thanks Given 
    368
    Thanks Thanks Received 
    409
    Thanked in
    290 Posts

    Predefinito

    Non c'è più niente da dire dopo questi bei commenti e l'efficace interpretazione di Olga, che mi è piaciuta più della poesia
    Ho scelto questa poesia perché leggendola ho provato empatia nei confronti del poeta, che sembra amare e apprezzare ciò che si discosta da uno schema prestabilito. O forse mi ha colpito l'inizio perché io sono sempre quella che inciampa e che urta i bicchieri
    In teoria forse tutti apprezziamo chi riesce ad esprimere la propria individualità, le proprie imperfezioni e imprecisioni, altra cosa è seguire il loro esempio nella pratica, anche nelle piccole cose: anche quando non si tratta di esempi così forti come quelli che ha fatto Olga, abbiamo paura delle conseguenze, anche solo di farci notare, di essere giudicati o criticati, e così spesso "dentro qualcosa balla" senza che nessuno se ne accorga.

  14. #44
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10189
    Thanks Thanks Given 
    368
    Thanks Thanks Received 
    409
    Thanked in
    290 Posts

    Predefinito

    Ed ecco l'ultima proposta, una poesia scritta dalla nostra nuova poeticforumista Melan76


    "Ogni giorno
    qualcosa muore
    un rumore, un’ immagine
    un sentimento
    adesso é tutto buio,
    i colori si sono spenti lentamente
    il corpo ha perso i contorni
    la mente si é spenta
    c’é tanto silenzio
    voglio solo dormire

    La voce di mio figlio
    irrompe nel vuoto
    mi aggrappo all’istinto
    per non precipitare
    strattono l’anima
    non voglio scomparire!
    l'udito insegue ogni fievole rumore
    le mani individuano forme primitive
    un timido raggio di luce m'investe
    sembrano milioni di piccole scintille
    m'inebrio della semplicità dello spettacolo
    e in un crescendo di emozioni assopite
    il cuore riprende a battere

    Torno alle origini
    e nell’essenza del suo amore rinasco"

  15. #45
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4270
    Thanks Thanks Given 
    52
    Thanks Thanks Received 
    135
    Thanked in
    63 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Melan76 Vedi messaggio
    Ciao a tutti! provo anche io da neofita ad inserire una poesia scritta da me qualche anno fa.
    Non so se si possa definire poesia, io preferisco definirla semplicemente un flusso di coscienza, perché quando le emozioni diventano troppo forti non trovo modo migliore che lasciarle trasformare in parole.



    "Ogni giorno
    qualcosa muore
    un rumore, un’ immagine
    un sentimento
    adesso é tutto buio,
    i colori si sono spenti lentamente
    il corpo ha perso i contorni
    la mente si é spenta
    c’é tanto silenzio
    voglio solo dormire

    La voce di mio figlio
    irrompe nel vuoto
    mi aggrappo all’istinto
    per non precipitare
    strattono l’anima
    non voglio scomparire!
    l'udito insegue ogni fievole rumore
    le mani individuano forme primitive
    un timido raggio di luce m'investe
    sembrano milioni di piccole scintille
    m'inebrio della semplicità dello spettacolo
    e in un crescendo di emozioni assopite
    il cuore riprende a battere

    Torno alle origini
    e nell’essenza del suo amore rinasco"
    che dire...
    si muore lentamente giorno per giorno
    trovando sempre più vuoti e futili
    i pretesti per vivere.
    e poi arriva un figlio.
    se é lui a nascere,
    in realtà tale miracolo dà la vita a noi.
    verrebbe da domandarsi
    chi sia più genitore...
    un sentire primordiale
    legato allo scopo primario dell'esistenza.
    ecco il tornare alle origini citato dall'autrice,
    origini che sono l'essenza dell'amore.
    ed ecco altresì quel "flusso di coscienza"
    cui solo lasciar esprimere la nostra natura
    consente di raggiungere le più alte vette,
    che sono proprio la vera poesia!

Discussioni simili

  1. 20° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 26
    Ultimo messaggio: 01-05-2016, 09:06 PM
  2. 16° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 59
    Ultimo messaggio: 02-23-2015, 06:50 PM
  3. 8° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 107
    Ultimo messaggio: 10-30-2014, 06:02 PM
  4. 14° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 67
    Ultimo messaggio: 10-28-2014, 08:35 PM
  5. 9° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da Minerva6 nel forum Poesia
    Risposte: 82
    Ultimo messaggio: 09-04-2013, 04:15 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •