Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 4 1234 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 56

Discussione: 214° MG - Palomar di Italo Calvino

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4092
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    481
    Thanks Thanks Received 
    281
    Thanked in
    203 Posts

    Predefinito 214° MG - Palomar di Italo Calvino

    Elisa, Minerva6, roberto89 ed io stiamo per iniziare questo libro (meno noto? ) del grande autore ....italo-cubano

    Chi è pronto? E chi no?
    Ultima modifica di Minerva6; 03-06-2017 alle 08:35 PM.

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2017
    Località
    Gioiosa Marea
    Messaggi
    125
    Thanks Thanks Given 
    8
    Thanks Thanks Received 
    43
    Thanked in
    32 Posts

    Predefinito

    Io ci sono.

  3. The Following User Says Thank You to Roberto89 For This Useful Post:


  4. #3
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13402
    Thanks Thanks Given 
    486
    Thanks Thanks Received 
    344
    Thanked in
    264 Posts

    Smile

    Anche io, però mi sa che elisa non è ancora pronta. Per me non è un problema aspettare tanto sto già leggendo altro.

  5. The Following User Says Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  6. #4
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18326
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    105
    Thanks Thanks Received 
    335
    Thanked in
    206 Posts

    Predefinito

    io l'ho preso oggi, edizione Einaudi del 1983 con in copertina la riproduzione di Il disegnatore della donna coricata di Albrecht Durer


  7. The Following User Says Thank You to elisa For This Useful Post:


  8. #5
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13402
    Thanks Thanks Given 
    486
    Thanks Thanks Received 
    344
    Thanked in
    264 Posts

    Predefinito

    Allora se siete tutti pronti parto anche io stasera.
    Ho la versione digitale comprata su ibs, edizione Mondadori Oscar moderni, in copertina c'è un bel cielo azzurro con splendide nuvole bianche .

  9. #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2017
    Località
    Gioiosa Marea
    Messaggi
    125
    Thanks Thanks Given 
    8
    Thanks Thanks Received 
    43
    Thanked in
    32 Posts

    Predefinito

    Mi sa che ho la stessa versione di Elisa. In realtà non bado quasi mai alle edizioni.

  10. #7
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18326
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    105
    Thanks Thanks Received 
    335
    Thanked in
    206 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Roberto89 Vedi messaggio
    Mi sa che ho la stessa versione di Elisa. In realtà non bado quasi mai alle edizioni.
    io invece sono molto curiosa e amo sapere tutto del libro che sto leggendo, leggo anche dove è stato stampato

    Questo è l'incipit (ed è già amore a prima vista):


    “Il mare è appena increspato e piccole onde battono sulla riva sabbiosa. Il signor Palomar è in piedi sulla riva e guarda un’onda. Non che egli sia assorto nella contemplazione delle onde. Non è assorto, perché sa bene quello che fa: vuole guardare un’onda e la guarda. Non sta contemplando, perché per la contemplazione ci vuole un temperamento adatto, uno stato d’animo adatto e un concorso di circostanze esterne adatto: e per quanto il signor Palomar non abbia nulla contro la contemplazione in linea di principio, tuttavia nessuna di quelle tre condizioni si verifica per lui. Infine non sono “le onde” che lui intende guardare, ma un’onda singola e basta: volendo evitare le sensazioni vaghe, egli si prefigge per ogni suo atto un oggetto limitato e preciso.”

  11. #8
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4092
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    481
    Thanks Thanks Received 
    281
    Thanked in
    203 Posts

    Predefinito

    La capacità di Calvino di utilizzare la lingua italiana è sempre stupefacente . Onore al merito .
    Io ho la stessa edizione di Minerva, ma in cartaceo perciò la mia lettura procederà meno spedita (che mi conosce sa che leggo, per problemi di vista e per non disturbare i miei familiari di sera a letto, prevalentemente in digitale, al cartaceo riservo qualche ritaglio di tempo nelle ore di luce, ma sempre di corsa ).

    Domanda scioccherella: dove mettete l'accento, leggendo "Palomar"?

  12. #9
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2017
    Località
    Gioiosa Marea
    Messaggi
    125
    Thanks Thanks Given 
    8
    Thanks Thanks Received 
    43
    Thanked in
    32 Posts

    Predefinito

    Io invece, pur essendo gelosissimo dei miei libri (mi si deve chiedere il permesso per toccarli, aprirli, sfogliarli , e non li presto se non in casi rarissimi (e sto in pena fino al loro ritorno)), trascuro invece cose come queste. In casi particolari mi informo solo riguardo alla traduzione, e cerco la versione che ritengo migliore)

  13. #10
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18326
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    105
    Thanks Thanks Received 
    335
    Thanked in
    206 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Spilla Vedi messaggio
    La capacità di Calvino di utilizzare la lingua italiana è sempre stupefacente . Onore al merito .
    Io ho la stessa edizione di Minerva, ma in cartaceo perciò la mia lettura procederà meno spedita (che mi conosce sa che leggo, per problemi di vista e per non disturbare i miei familiari di sera a letto, prevalentemente in digitale, al cartaceo riservo qualche ritaglio di tempo nelle ore di luce, ma sempre di corsa ).

    Domanda scioccherella: dove mettete l'accento, leggendo "Palomar"?
    tratto da http://www.cisi.unito.it/artifara/ri....asp#_ftnref17

    Lo stesso Calvino dà la risposta in una nota:

    [17] Cfr. Segre, Se una notte d’inverno uno scrittore sognasse un aleph di dieci colori, cit.; C. Ossola, L’invisibile e il suo ‘dove’: «geografia interiore» di Italo Calvino, in «Lettere italiane», xxxix, 2, aprile-giugno 1987, pp. 220-255. Su Palomar, cfr. anche L. Tornabuoni e Calvino , Calvino , l’occhio e il silenzio, in «La Stampa», 25/11/1983, p. 3: “il nome Palomar mi piaceva per il simbolo e anche per il suono. C’è il problema di come pronunciarlo: gli americani dicono Pàlomar, ma essendo un termine di origine spagnola mi sembra più giusto dire Palomàr. Significa colombaia, e questo con il libro non c’entra. A me, la prima associazione di parole che mi fa venire in mente è il palombaro: il personaggio è come un palombaro che s’immerga nella superficie.”

  14. The Following 2 Users Say Thank You to elisa For This Useful Post:


  15. #11
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13402
    Thanks Thanks Given 
    486
    Thanks Thanks Received 
    344
    Thanked in
    264 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Spilla Vedi messaggio
    La capacità di Calvino di utilizzare la lingua italiana è sempre stupefacente . Onore al merito .
    Io ho la stessa edizione di Minerva, ma in cartaceo perciò la mia lettura procederà meno spedita (che mi conosce sa che leggo, per problemi di vista e per non disturbare i miei familiari di sera a letto, prevalentemente in digitale, al cartaceo riservo qualche ritaglio di tempo nelle ore di luce, ma sempre di corsa ).

    Domanda scioccherella: dove mettete l'accento, leggendo "Palomar"?
    Ovviamente l'incipit (essendo Calvino un autore italiano e non uno tradotto) è lo stesso per tutti, ma siccome io sono fusa lo stavo postando, mi sa che ero rimasta ancora all'Onegin di Puskin .

    Per la pronuncia, basandomi su quello che ha postato elisa, ho scoperto che io lo dico all'americana. E tu?

  16. #12
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4092
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    481
    Thanks Thanks Received 
    281
    Thanked in
    203 Posts

    Predefinito

    Anche a me veniva la pronuncia americana, ma obbedirò a Calvino e proverò a spostare l' accento.
    Ho letto il primo racconto. Ci credo che P abbia l' ulcera ! Già mi immagino un ometto piccolino, stempiato, tracagnotto, un po' avulso dal genere umano
    Mi ha ricordato subito Marcovaldo, altro omino buffo dedito a fantasticherie, e Le cosmicomiche, per la fantasmagorica trasformazione delle osservazioni scientifiche in... calvinerie !

  17. The Following User Says Thank You to Spilla For This Useful Post:


  18. #13
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2017
    Località
    Gioiosa Marea
    Messaggi
    125
    Thanks Thanks Given 
    8
    Thanks Thanks Received 
    43
    Thanked in
    32 Posts

    Predefinito

    Ieri avevo iniziato la lettura, poi ho visto la nota di Calvino riguardo alla divisione del libro in "racconti". Credo sia importante tenere conto di questa nota per una lettura più consapevole, quindi riparto da 1.1.1.

  19. #14
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4092
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    481
    Thanks Thanks Received 
    281
    Thanked in
    203 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Roberto89 Vedi messaggio
    Ieri avevo iniziato la lettura, poi ho visto la nota di Calvino riguardo alla divisione del libro in "racconti". Credo sia importante tenere conto di questa nota per una lettura più consapevole, quindi riparto da 1.1.1.
    ...quale nota? Non so se la mia edizione la riporta

  20. #15
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2017
    Località
    Gioiosa Marea
    Messaggi
    125
    Thanks Thanks Given 
    8
    Thanks Thanks Received 
    43
    Thanked in
    32 Posts

    Predefinito

    Guarda alla fine, dovrebbe essereesserci parte integrante del libro. Altrimenti (credo) possiamo trascriverla qui.

Discussioni simili

  1. Calvino, Italo - Palomar
    Da mattbt nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 04-02-2017, 09:20 PM
  2. Calvino, Italo
    Da Bag End nel forum Autori
    Risposte: 22
    Ultimo messaggio: 03-12-2017, 06:14 PM
  3. Calvino, Italo - Marcovaldo
    Da zaratia nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 27
    Ultimo messaggio: 01-16-2014, 10:48 PM
  4. Calvino, Italo - Le Cosmicomiche
    Da Lollina nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 08-11-2013, 04:00 PM
  5. Calvino, Italo - Ti con zero
    Da skitty nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 12-05-2011, 06:47 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •