Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 2 di 4 PrimoPrimo 1234 UltimoUltimo
Mostra risultati da 16 a 30 di 55

Discussione: 30° Poeticforum - Le poesie che amiamo

  1. #16
    Utente stonato
    Data registrazione
    Aug 2016
    Località
    Fra antiche rovine
    Messaggi
    507
    Thanks Thanks Given 
    81
    Thanks Thanks Received 
    201
    Thanked in
    121 Posts

    Predefinito

    Commento della poesia di Hot. Devo ammettere che la ho riletta più volte, non mi è sembrata molto chiara. Comunque molto bella, come si diceva, l'idea di un legame così forte e ancestrale col proprio sangue, in un miracolo della rigenerazione del vecchio nel nuovo, che diventano quasi la stessa cosa, o meglio: che sono quasi la stessa cosa. A proposito della parvenza a tratti quasi autopsicoanalitica, mi par di notare una specie di angoscia che sembra aumentare man mano che la poesia s'avvicina alla fine.

  2. The Following 2 Users Say Thank You to Marzati For This Useful Post:


  3. #17
    Utente stonato
    Data registrazione
    Aug 2016
    Località
    Fra antiche rovine
    Messaggi
    507
    Thanks Thanks Given 
    81
    Thanks Thanks Received 
    201
    Thanked in
    121 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    Poesia della moglie

    Ed è chiaro che, alla fine, lei è caduta giù
    dalla luna, non come una
    snella Cinzia a Delfi, dopotutto
    non è diciassettenne, ma con la grazia
    sensuale e l'implacabilità personale
    di una dea dei nostri tempi; così lui dice a
    se stesso di notte vedendo il bagliore
    del sonno di lei nella metà (due-terzi a rigore)
    del loro letto, il claire de lune della spalla
    e della fronte dietro le nuvole scure
    dei capelli. Lui beve il suo vino
    e ingoia più pillole. Gli uccelli
    cantano la loro prima mattinata, piccoli cinguettii e
    frinire di insetti, e fuori la prima luce
    vela la finestra. Il giorno sarà orribile,
    nervoso, cupo e pieno di tensione. L'ultima
    sigaretta, il sorso finale di chardonnay,
    e si stringe contro il caldo bagliore di lei,
    pensando a quando dodicenne
    nuotava nel caldo laghetto oltre
    gli olmi e gli alberi di noce al limite
    del prato. Si rigirava come una carpa assonnata
    tra le ninfee, sotto le libellule
    e le nuvole roventi dei vecchi giorni d'estate.

    Hayden Carruth
    Di questo componimento mi piace la potenza descrittiva che ci permette di cogliere benissimo un piccolo scorcio di vita, una piccola parte di una giornata, rimanendo ancorati alla realtà ma, al contempo, facendolo anche con gli occhi un po' incantati e quasi "da favola" dell' uomo veramente innamorato della propria compagna. Devo anche dire però, come altri hanno fatto per altri componimenti, che proprio la potenza descrittiva di cui sopra mi pare più adatta a un racconto che a una poesia. Sostanzialmente questo testo non mi ha dato l' impressione che si tratti di una lirica, pur avendo delle parti veramente belle poeticamente.

  4. #18
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Ucraina Kiev
    Messaggi
    588
    Thanks Thanks Given 
    46
    Thanks Thanks Received 
    81
    Thanked in
    44 Posts

    Predefinito

    Mi sembra, che questa donna è morta, domani sarà un funerale.

    “Il giorno sarà orribile,
    nervoso, cupo e pieno di tensione.”


    La vecchiaia è spietata… Rimaniamo giovani solo negli occhi chi ci ama (amava).

  5. The Following User Says Thank You to shvets olga For This Useful Post:


  6. #19
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1366
    Thanks Thanks Given 
    57
    Thanks Thanks Received 
    82
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    E' come dice Olga...(la nostra più brava lettrice di poesia )
    Lui sta contemplando quello che rimane della donna amata...e, probabilmente, il giorno dopo sarà quello del suo funerale.
    Anche in questo caso, più che poesia mi sembra prosa.
    Bella, ma non rientra tra le mie preferenze...

  7. #20
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10181
    Thanks Thanks Given 
    357
    Thanks Thanks Received 
    405
    Thanked in
    288 Posts

    Predefinito

    La terza poesia è del nostro maclaus

    Rivivono emozioni
    tra le mani.
    Attimi fugaci
    di espressioni gaie,
    di momenti felici.
    Frammenti di passato
    ormai remoto...
    Bisogno di ricordare,
    di sentire ancora
    gesti d'amore,
    cose e persone care.
    Illusione vana
    d'imprigionare il tempo...

    Tra le dita restano
    i ricordi e i rimpianti.
    Teneri istanti
    strappati
    all'inarrestabile
    giostra del destino...

    Brucia la sua legna
    il fuoco
    e dirada i ricordi
    la malinconia
    di chi ha visto l'età
    passare e fuggire via,
    mentre guarda
    con stupore
    chi del tempo
    ancora ne coglierà
    la sua parte migliore...

    (maclaus)

  8. The Following User Says Thank You to alessandra For This Useful Post:


  9. #21
    Logopedista nei sogni
    Data registrazione
    Mar 2017
    Località
    In riva al mare
    Messaggi
    748
    Thanks Thanks Given 
    547
    Thanks Thanks Received 
    342
    Thanked in
    239 Posts

    Predefinito Fotografie

    Bisogno di ricordare,
    di sentire ancora
    gesti d'amore,
    cose e persone care.
    Illusione vana
    d'imprigionare il tempo...


    Mi rispecchio in questa strofa.
    E' proprio questo che mi spinge a rivedere alcune foto: il bisogno, o meglio l'illusione, di rivivere le emozioni del passato, unicamente quelle legate a persone a cui ho voluto bene e che non dimentico per il bene ricevuto.
    Mi è capitato al contrario di distruggere foto di persone che voglio dimenticare.
    Per quanto riguarda le mie foto riconosco la malinconia di cui parla maclaus per il tempo che passa ma nello stesso tempo spero che il futuro sia migliore per me.
    Mi piace molto il messaggio finale di speranza.

  10. The Following User Says Thank You to Ondine For This Useful Post:


  11. #22
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4267
    Thanks Thanks Given 
    50
    Thanks Thanks Received 
    123
    Thanked in
    60 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da shvets olga Vedi messaggio
    Non lo so, penso che nella poesia l'amore si è intrecciato con la paura.
    "...E di te mi pesa adesso la presenza.
    .................................................. .
    e l’illuminante verità, quanto ovvia
    nel mio deserto, traumatica, scoprire:
    io sono te!"

    Francamente, non capisco il motivo di questa paura: o non puoi essere come tuo padre, o sei troppo simile a lui.
    Magari ho tradotto male la poesia.
    Dalla sua esistenza ho imparato come/cosa non volevo essere.
    Alla fine mi ritrovo ad avere fallito in questo proposito.
    Mio malgrado.
    Ed allora, l'unica spiegazione è che io non sono io, ma lui.

    Ultima modifica di HOTWIRELESS; 04-04-2017 alle 12:11 PM.

  12. #23
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4267
    Thanks Thanks Given 
    50
    Thanks Thanks Received 
    123
    Thanked in
    60 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Marzati Vedi messaggio
    Commento della poesia di Hot. Devo ammettere che la ho riletta più volte, non mi è sembrata molto chiara. Comunque molto bella, come si diceva, l'idea di un legame così forte e ancestrale col proprio sangue, in un miracolo della rigenerazione del vecchio nel nuovo, che diventano quasi la stessa cosa, o meglio: che sono quasi la stessa cosa. A proposito della parvenza a tratti quasi autopsicoanalitica, mi par di notare una specie di angoscia che sembra aumentare man mano che la poesia s'avvicina alla fine.
    l'autoanalisi può essere brutale, perchè la sua efficacia sta proprio nel non applicare nei propri confronti quei filtri, che sono invece normali nel relazionarsi con gli altri.
    Considerando vieppiù, che il subconscio può invece mascherare la presunta auto-chiarezza come alibi, una rassicurante forma di autopunizione che ti illude, come dire, di quadrare il cerchio.
    Gli altri possono capire come no, e neppure se stessi si può talvolta riscontrare "l'inganno"; e appunto solo uno psicanalista -che non può perciò essere neppure se stessi- ne può trovare la chiave: ma questa è una poesia e non una seduta dallo strizzacervelli... e come tale va letta, assorbendone ciò che si ritiene atto per se stessi, a prescindere da come ne sia coinvolto l'autore.
    Come altri ti riconoscono, mi associo nel dirti che sei persona molto intelligente e sensibile, con l'unica differenza che non aggiungo "pur nella tua giovane età", ma di questa ne faccio proprio la causa.
    Hai perfettamente colto l'escalation dell'angoscia, che era premeditatamente voluto nella composizione, per sortire un effetto di crescendo rossiniano emozionale che le desse forza.
    Il senso di tale angoscia, se ne sei interessato, lo puoi leggere sintetizzato nella mia risposta alla nostra amica Olga.

    Un cordiale saluto


  13. The Following User Says Thank You to HOTWIRELESS For This Useful Post:


  14. #24
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Ucraina Kiev
    Messaggi
    588
    Thanks Thanks Given 
    46
    Thanks Thanks Received 
    81
    Thanked in
    44 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da HOTWIRELESS Vedi messaggio
    Dalla sua esistenza ho imparato come/cosa non volevo essere.
    Alla fine mi ritrovo ad avere fallito in questo proposito.
    Mio malgrado.
    Ed allora, l'unica spiegazione è che io non sono io, ma lui.

    E' la solita storia.
    Sono i geni e non si può sfuggire.

  15. #25
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4267
    Thanks Thanks Given 
    50
    Thanks Thanks Received 
    123
    Thanked in
    60 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    La terza poesia è del nostro maclaus

    Rivivono emozioni
    tra le mani.
    Attimi fugaci
    di espressioni gaie,
    di momenti felici.
    Frammenti di passato
    ormai remoto...
    Bisogno di ricordare,
    di sentire ancora
    gesti d'amore,
    cose e persone care.
    Illusione vana
    d'imprigionare il tempo...

    Tra le dita restano
    i ricordi e i rimpianti.
    Teneri istanti
    strappati
    all'inarrestabile
    giostra del destino...

    Brucia la sua legna
    il fuoco
    e dirada i ricordi
    la malinconia
    di chi ha visto l'età
    passare e fuggire via,
    mentre guarda
    con stupore
    chi del tempo
    ancora ne coglierà
    la sua parte migliore...

    (maclaus)
    Prima cosa, dello stile di Mac adoro il respiro dato dagli a capo -una mia antica predilezione nell'espressione scritta-, che meglio di qualsiasi punteggiatura riflette la ritmica emozionale del pensiero.
    Si potrebbe chiosare che è tutto l'opposto di Hayden Carruth, ma domandarsi al contempo perchè quella di lei sarebbe invece prosa in quanto priva di rime, metrica, e frequenti a capo...
    credo che in sostanza entrambe le composizioni spicchino poeticamente per la dote di fondo: sono fotografie scritte di quello che nel cuore/animo/pensiero passa in un attimo come in anni di esistenza, e sono espresse con raffinato linguaggio quasi onirico, che colpisce direttamente al cuore il lettore, che come collegandosi elettricamente si trova coinvolto dualmente nella stessa sfera.
    Mac qui mostra la grande maturità raggiunta, sia compositiva che come persona. Le sue strofe scorrono leggere ma profonde, e più che leggersi si assorbono, si vivono.
    L'ultima strofa è la magistrale essenza di questa poesia: chi vede il proprio tempo volgere al termine guarda quasi con tenerezza i giovani, che l'esistenza ancora stanno incominciando a vivere. Potrebbe cogliersi quasi un compatimento per via di quello che anche loro analogamente penseranno alla fine, ma il buon Mac, anche in quanto credente, non ritiene che per questo l'esistenza sia inutile e vana: il suo è un messaggio di vita, laddove questa dà alla fine bei ricordi e perchè no rimpianti, come all'inizio la consapevolezza di averne davanti la parte migliore.

    Bravissimo Mac


  16. The Following User Says Thank You to HOTWIRELESS For This Useful Post:


  17. #26
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1366
    Thanks Thanks Given 
    57
    Thanks Thanks Received 
    82
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da HOTWIRELESS Vedi messaggio
    Prima cosa, dello stile di Mac adoro il respiro dato dagli a capo -una mia antica predilezione nell'espressione scritta-, che meglio di qualsiasi punteggiatura riflette la ritmica emozionale del pensiero.
    Si potrebbe chiosare che è tutto l'opposto di Hayden Carruth, ma domandarsi al contempo perchè quella di lei sarebbe invece prosa in quanto priva di rime, metrica, e frequenti a capo...
    credo che in sostanza entrambe le composizioni spicchino poeticamente per la dote di fondo: sono fotografie scritte di quello che nel cuore/animo/pensiero passa in un attimo come in anni di esistenza, e sono espresse con raffinato linguaggio quasi onirico, che colpisce direttamente al cuore il lettore, che come collegandosi elettricamente si trova coinvolto dualmente nella stessa sfera.
    Mac qui mostra la grande maturità raggiunta, sia compositiva che come persona. Le sue strofe scorrono leggere ma profonde, e più che leggersi si assorbono, si vivono.
    L'ultima strofa è la magistrale essenza di questa poesia: chi vede il proprio tempo volgere al termine guarda quasi con tenerezza i giovani, che l'esistenza ancora stanno incominciando a vivere. Potrebbe cogliersi quasi un compatimento per via di quello che anche loro analogamente penseranno alla fine, ma il buon Mac, anche in quanto credente, non ritiene che per questo l'esistenza sia inutile e vana: il suo è un messaggio di vita, laddove questa dà alla fine bei ricordi e perchè no rimpianti, come all'inizio la consapevolezza di averne davanti la parte migliore.

    Bravissimo Mac

    Grazie Hot.
    Sentivo di dovertelo scrivere...

  18. #27
    Utente stonato
    Data registrazione
    Aug 2016
    Località
    Fra antiche rovine
    Messaggi
    507
    Thanks Thanks Given 
    81
    Thanks Thanks Received 
    201
    Thanked in
    121 Posts

    Predefinito

    Leggendo la poesia di maclaus mi son reso conto che è molto più breve di quanto guardandola sembrasse.
    Anche in questo componimento si sente il ricambio generazionale ma anche un ripetersi e un rigenerarsi della vita:
    chi del tempo
    ancora ne coglierà
    la sua parte migliore...

    Inoltre, trovo molto bello il riferimento al fuoco che riscalda, irradia eppure è destinato a consumarsi, molto in tema con la malinconia e la tristezza per il tempo che fugge. Probabilmente, come diceva Hot, nel pensiero di maclaus c'è una sorta di fiducia dovuta al suo pensiero religioso; anche io sento molto il dolore della consapevolezza che tutto quanto costruito, tutto quanto vissuto e provato è destinato all’ abisso dell’ infinito nulla. Chiedo venia se vado oltre il seminato* ma, secondo me, questa convinzione è certamente il frutto della mia interpretazione personale, ma è anche dovuta all’ autore che ritengo ne abbia trasfuso, più o meno consciamente, una parte in questa poesia.
    * per la natura intimissima e delicatissima del tema

    Frammenti di passato
    ormai remoto...

  19. #28
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1366
    Thanks Thanks Given 
    57
    Thanks Thanks Received 
    82
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Marzati Vedi messaggio
    Leggendo la poesia di maclaus mi son reso conto che è molto più breve di quanto guardandola sembrasse.
    Anche in questo componimento si sente il ricambio generazionale ma anche un ripetersi e un rigenerarsi della vita:
    chi del tempo
    ancora ne coglierà
    la sua parte migliore...

    Inoltre, trovo molto bello il riferimento al fuoco che riscalda, irradia eppure è destinato a consumarsi, molto in tema con la malinconia e la tristezza per il tempo che fugge. Probabilmente, come diceva Hot, nel pensiero di maclaus c'è una sorta di fiducia dovuta al suo pensiero religioso; anche io sento molto il dolore della consapevolezza che tutto quanto costruito, tutto quanto vissuto e provato è destinato all’ abisso dell’ infinito nulla. Chiedo venia se vado oltre il seminato* ma, secondo me, questa convinzione è certamente il frutto della mia interpretazione personale, ma è anche dovuta all’ autore che ritengo ne abbia trasfuso, più o meno consciamente, una parte in questa poesia.
    * per la natura intimissima e delicatissima del tema

    Frammenti di passato
    ormai remoto...
    ...bravo Marzati: "...è molto più breve di quanto guardandola sembrasse"...la vita terrena.
    Hai capito tutto.

  20. #29
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Ucraina Kiev
    Messaggi
    588
    Thanks Thanks Given 
    46
    Thanks Thanks Received 
    81
    Thanked in
    44 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    La terza poesia è del nostro maclaus

    Rivivono emozioni
    tra le mani.
    Attimi fugaci
    di espressioni gaie,
    di momenti felici.
    Frammenti di passato
    ormai remoto...
    Bisogno di ricordare,
    di sentire ancora
    gesti d'amore,
    cose e persone care.
    Illusione vana
    d'imprigionare il tempo...

    Tra le dita restano
    i ricordi e i rimpianti.
    Teneri istanti
    strappati
    all'inarrestabile
    giostra del destino...

    Brucia la sua legna
    il fuoco
    e dirada i ricordi
    la malinconia
    di chi ha visto l'età
    passare e fuggire via,
    mentre guarda
    con stupore
    chi del tempo
    ancora ne coglierà
    la sua parte migliore...

    (maclaus)
    Dico la mia (critico, amando):
    La poesia è un chiaro spartiacque, divisione netta, tra giovinezza e la vecchiaia, tra energia e stanchezza.
    Quanti sono le parole ( i verbi) pessimistiche, tristi, ho l'impressione che fotografia successiva è una foto sulla lapide.
    Non riconosco “il mio maclaus” - acceso e luminoso.

  21. #30
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1366
    Thanks Thanks Given 
    57
    Thanks Thanks Received 
    82
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da shvets olga Vedi messaggio
    Dico la mia (critico, amando):
    La poesia è un chiaro spartiacque, divisione netta, tra giovinezza e la vecchiaia, tra energia e stanchezza.
    Quanti sono le parole ( i verbi) pessimistiche, tristi, ho l'impressione che fotografia successiva è una foto sulla lapide.
    Non riconosco “il mio maclaus” - acceso e luminoso.
    Cara Olga,
    quando scrivo, lo faccio di getto...le parole escono da sole dalla mia stilografica e non le cambio mai più. Raramente capita che rilegga una poesia e riscrivo o correggo qualcosa.
    Per me la poesia è uno stato d'animo. E' la fotografia dei sentimenti che in quell'istante preciso ho nella testa e nel cuore e che fanno muovere la mia mano sul foglio bianco...
    Questa poesia l'ho scritta in un momento particolare e molto triste per me. Quindi se hai colto (come al solito) il significato vero di quello che ho scritto vuol dire che allora le parole hanno tradotto esattamente cosa avevo in testa e nel cuore in quel momento...
    E' vero, hai ragione: nella vita cerco sempre di essere positivo, fiducioso... cerco sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno e mai mezzo vuoto.
    Ma anch'io ho i momenti difficili...e magari, se scrivo in quei momenti, la poesia riflette, con sincerità, il mio stato d'animo.
    Nel caso specifico, visto che questo bel poeticforum dà la grande opportunità all'autore di "spiegare" quello che scrive, ne approfitto per rivelare il come, il quando e il perché della poesia: non sono io il protagonista. Siamo davanti a un caminetto e una persona a me cara sta guardando fotografie di chi non c'è più... nel gruppo siede anche un bambino e il momento che io colgo lo sguardo di questa persona verso il bambino, è l'immagine finale: "lo stupore" è la scoperta, la piena comprensione in quell'istante che la vita è una giostra che non si ferma mai e ognuno di noi da bambino vi sale sopra e, prima o poi, scenderà per lasciare il posto ad un altro bambino...
    Cara Olga, forse hai colto solo il lato triste, ma il finale, per me, è una speranza...
    La lapide no. Se c'è un posto bugiardo, per me, è il cimitero. Le bugie e l'ipocrisia sono i padroni delle lapidi.
    Io sono per la vita. Sempre.

  22. The Following User Says Thank You to maclaus For This Useful Post:


Discussioni simili

  1. 17° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 50
    Ultimo messaggio: 02-27-2016, 12:43 PM
  2. 19° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 52
    Ultimo messaggio: 11-18-2015, 04:24 PM
  3. 18° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 38
    Ultimo messaggio: 07-08-2015, 08:38 PM
  4. 14° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 67
    Ultimo messaggio: 10-28-2014, 08:35 PM
  5. 7° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 73
    Ultimo messaggio: 01-25-2013, 11:55 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •