Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 7 1234567 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 115

Discussione: 3° GdL poetico - Allegria di naufragi di Giuseppe Ungaretti

Hybrid View

Messaggio precedente Messaggio precedente   Messaggio successivo Messaggio successivo
  1. #1
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13812
    Thanks Thanks Given 
    765
    Thanks Thanks Received 
    534
    Thanked in
    394 Posts

    Predefinito 3° GdL poetico - Allegria di naufragi di Giuseppe Ungaretti

    Saremo pochi ma buoni (e magari si aggiungerà qualcun altro a noi ) nel leggere e commentare le poesie presenti in questa raccolta che è stata scritta a partire dal 1914 e pubblicata nel 1919.
    Dal 1931 invece prenderà il titolo di L'Allegria, quindi per cercarla in rete possiamo regolarci anche con questo soltanto.
    Il tema è quello della Grande Guerra combattuta in prima persona dal poeta stesso.

    Chi parteciperà è pregato di comunicarlo qui.
    Dalla prossima settimana posterò una poesia alla volta che cercheremo di interpretare ognuno secondo le proprie possibilità e sensazioni che ne riceverà dalla lettura fatta.

  2. #2
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13812
    Thanks Thanks Given 
    765
    Thanks Thanks Received 
    534
    Thanked in
    394 Posts

    Predefinito

    http://www.psyco.com/memoriali/autor...i/allegria.pdf

    Credo che questa sia la versione integrale. Che ne dite, ce la faremo a completarla?

    Avevo chiesto a Marzati di cercarla, aspettiamo per confrontarle

  3. #3
    Utente stonato
    Data registrazione
    Aug 2016
    Località
    Fra antiche rovine
    Messaggi
    507
    Thanks Thanks Given 
    81
    Thanks Thanks Received 
    202
    Thanked in
    121 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Minerva6 Vedi messaggio
    http://www.psyco.com/memoriali/autor...i/allegria.pdf

    Credo che questa sia la versione integrale. Che ne dite, ce la faremo a completarla?

    Avevo chiesto a Marzati di cercarla, aspettiamo per confrontarle
    Io avevo trovato lo stesso PDF, ma ho fatto una ricerca frettolosa (ero occupato, ora sono appena tornato a casa ed ho un gran sonni), domani, verso le 12 approfondisco, anche perché dovrei avere la versione cartacea, magari la confronto col PDF. Intanto... buonanotte XD
    Aggiunta:
    Allora, ho fatto qualche ricerca: l' allergia di naufragi, se ben ho capito, è una raccolta di poesie che ha un nucleo originale costituito da "Il porto sepolto", più volte rivisto e al quale sono state aggiunte nuove poesie, sino a costruire l' "Allegria", che è quella raccolta postata sopra da Minerva e che combacia con l' edizione cartacea che posseggo, credo dunque che possiamo usare benissimo il PDF in questione come punto di riferimento
    Ultima modifica di Marzati; 12-04-2016 alle 06:31 PM.

  4. The Following User Says Thank You to Marzati For This Useful Post:


  5. #4
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13812
    Thanks Thanks Given 
    765
    Thanks Thanks Received 
    534
    Thanked in
    394 Posts

    Predefinito

    Io intanto inizio a postare le prime 2, visto che sono brevi, poi in caso ci dirà qualcosa elisa che è stata la proponente

    Da Ultime (Milano 1914-1915):

    ETERNO
    Tra un fiore colto e l'altro donato
    l'inesprimibile nulla

    NOIA
    Anche questa notte passerà
    Questa solitudine in giro
    titubante ombra di fili tranviari
    sull’umido asfalto
    Guardo le teste dei brumisti
    nel mezzo sonno
    tentennare

  6. #5
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2286
    Thanks Thanks Given 
    51
    Thanks Thanks Received 
    89
    Thanked in
    65 Posts

    Predefinito

    LEVANTE



    La linea
    vaporosa muore
    al lontano cerchio del cielo

    Picchi di tacchi picchi di mani
    e il clarino ghirigori striduli
    e il mare è cenerino
    trema dolce inquieto
    come un piccione

    A poppa emigranti soriani ballano

    A prua un giovane è solo

    Di sabato sera a quest’ora
    Ebrei
    laggiù
    portano via
    i loro morti
    nell’imbuto di chiocciola
    tentennamenti
    dei vicoli
    di lumi

    Confusa acqua
    come il chiasso di poppa che odo
    dentro l’ombra
    del
    sonno


    Una poesia che crea immagini e suoni. Mi ha colpito particolarmente l'uso degli spazi, dei versi che contengono talvolta una sola parola. Negli ultimi ad esempio quell'andare a capo ad ogni parola sembra proprio rappresentare l'avanzare del sonno.

  7. #6
    Utente stonato
    Data registrazione
    Aug 2016
    Località
    Fra antiche rovine
    Messaggi
    507
    Thanks Thanks Given 
    81
    Thanks Thanks Received 
    202
    Thanked in
    121 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da velvet Vedi messaggio
    LEVANTE



    La linea
    vaporosa muore
    al lontano cerchio del cielo

    Picchi di tacchi picchi di mani
    e il clarino ghirigori striduli
    e il mare è cenerino
    trema dolce inquieto
    come un piccione

    A poppa emigranti soriani ballano

    A prua un giovane è solo

    Di sabato sera a quest’ora
    Ebrei
    laggiù
    portano via
    i loro morti
    nell’imbuto di chiocciola
    tentennamenti
    dei vicoli
    di lumi

    Confusa acqua
    come il chiasso di poppa che odo
    dentro l’ombra
    del
    sonno


    Una poesia che crea immagini e suoni. Mi ha colpito particolarmente l'uso degli spazi, dei versi che contengono talvolta una sola parola. Negli ultimi ad esempio quell'andare a capo ad ogni parola sembra proprio rappresentare l'avanzare del sonno.
    Concordo, è una poesia molto sensoriale. Mi ha colpito per il suo suono questo verso: Picchi di tacchi picchi di mani, veramente si sentono i rumori, e poi sembra uno scioglilingua. Placido e "da sonno" l' intero componimento, mi fa pensare la facilità con cui vengono visti alcuni momenti ( gioia, morte, solitudine), quasi sembrano momentanee increspature nell' acqua del piccolo mondo in cui si trova, irrilevanti nella loro ordinarietà.

  8. #7
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2286
    Thanks Thanks Given 
    51
    Thanks Thanks Received 
    89
    Thanked in
    65 Posts

    Predefinito

    NOIA

    Anche questa notte passerà

    Questa solitudine in giro
    titubante ombra di fili tranviari
    sull’umido asfalto

    Guardo le teste dei brumisti
    nel mezzo sonno
    tentennare

    Questo è invece un esempio di come con poche parole si possa trasmettere perfettamente un'immagine, una sensazione. Concordo con Elisa sulla bellezza dell'immagine dei vetturini che tentennano con la testa colti dal sonno.
    (In napoletano, lingua in cui c'è una parola per tutto, si direbbe "scapozzeano" )

  9. #8
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2286
    Thanks Thanks Given 
    51
    Thanks Thanks Received 
    89
    Thanked in
    65 Posts

    Predefinito

    Io parto tra un po', devo procurarmi il libro. Poi l'intenzione è di leggerne una al giorno, più o meno...

  10. #9
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13812
    Thanks Thanks Given 
    765
    Thanks Thanks Received 
    534
    Thanked in
    394 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da velvet Vedi messaggio
    Io parto tra un po', devo procurarmi il libro. Poi l'intenzione è di leggerne una al giorno, più o meno...
    Mi sa che allora è meglio che ognuno posti le poesie che ha letto e le commenti quando vuole visto che sono tante e non tutti hanno lo stesso ritmo .

  11. #10
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18788
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    229
    Thanks Thanks Received 
    618
    Thanked in
    365 Posts

    Predefinito

    Ho proposto questa raccolta di Ungaretti sia perché è stata stampata per la prima volta a Udine, la mia città, nel 1916, sia perché racconta la dolorosa ferita della Grande Guerra a cui Ungaretti ha partecipato ed è sopravvissuto. L'allegria potrebbe essere quella che prende i naufragi che sono scampati alla morte, quel senso di euforia pagata con il dolore e la sofferenza di quello che si ha vissuto.

    Questa la prima poesia della raccolta


    ETERNO
    Tra un fiore colto e l'altro donato
    l'inesprimibile nulla

    La sintesi è una grande dote del poeta che riesce a racchiudere in poche parole un concetto filosofico quale questo che racchiude l'eterno. In questo caso la poesia è emozione e non può essere spiegata con parole.




  12. The Following 2 Users Say Thank You to elisa For This Useful Post:


  13. #11
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18788
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    229
    Thanks Thanks Received 
    618
    Thanked in
    365 Posts

    Predefinito

    NOIA

    Anche questa notte passerà

    Questa solitudine in giro
    titubante ombra di fili tranviari
    sull’umido asfalto

    Guardo le teste dei brumisti
    nel mezzo sonno
    tentennare

    Un'altra delle poesie di Ungaretti che riescono in sintesi ad esprimere emozioni, vissuti e pensieri. La noia del titolo è pensata nell'attesa del mattino di cui però non si conosce il significato, eppure è proprio questa l'attesa agognata, che passi questa ennesima notte di insonnia, dove anche i vetturini delle carrozze nell'attesa dei clienti si assopiscono, ma non del tutto e il poeta ci regala un'immagine bellissima, il capo degli uomini che tentenna ma anche il nostro animo, in questo silenzio e in questa solitudine interiore, tentenna, dubita, vive la sottile angoscia dell'attesa, della solitudine, della paura...




  14. The Following User Says Thank You to elisa For This Useful Post:


  15. #12
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2286
    Thanks Thanks Given 
    51
    Thanks Thanks Received 
    89
    Thanked in
    65 Posts

    Predefinito Ricordo d'Affrica

    Il sole rapisce la città

    Non si vede più

    Neanche le tombe resistono molto


    Nella mia edizione c'è questa poesia con lo stesso titolo di quella postata da Elisa, che sta invece più avanti.

    La città è Alessandria d'Egitto, inondata dal sole, dal deserto, non c'è più o è la lontananza che non la fa più vedere? Lapidaria.

  16. #13
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2286
    Thanks Thanks Given 
    51
    Thanks Thanks Received 
    89
    Thanked in
    65 Posts

    Predefinito

    NASCE FORSE


    C’è la nebbia che ci cancella

    Nasce forse un fiume quassù

    Ascolto il canto delle sirene
    del lago dov’era la città


    Un paesaggio celato dalla nebbia lascia spazio all'immaginazione, tutto può nascere, forse, sicuramente la poesia.

  17. #14
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2286
    Thanks Thanks Given 
    51
    Thanks Thanks Received 
    89
    Thanked in
    65 Posts

    Predefinito In memoria

    Si chiamava
    Moammed Sceab

    Discendente
    di emiri di nomadi
    suicida
    perché non aveva più
    Patria

    Amò la Francia
    e mutò nome

    Fu Marcel
    ma non era Francese
    e non sapeva più
    vivere
    nella tenda dei suoi
    dove si ascolta la cantilena
    del Corano
    gustando un caffè

    E non sapeva
    sciogliere
    il canto
    del suo abbandono

    L’ho accompagnato
    insieme alla padrona dell’albergo
    dove abitavamo
    a Parigi
    dal numero 5 della rue des Carmes
    appassito vicolo in discesa

    Riposa
    nel camposanto d’Ivry
    sobborgo che pare
    sempre
    in una giornata
    di una
    decomposta fiera

    E forse io solo
    so ancora
    che visse


    Il porto sepolto inizia con una poesia sul suicidio dell'amico cui aveva fatto riferimento nell'ultima poesia di Ultime.
    Il tema principale è lo sradicamento dalla terra d'origine e la mancanza di integrazione, il non sentirsi appartenenti alla nuova terra ne' più alla vecchia, un tema molto attuale.
    Ultima modifica di velvet; 04-03-2017 alle 09:54 AM.

  18. #15
    Utente stonato
    Data registrazione
    Aug 2016
    Località
    Fra antiche rovine
    Messaggi
    507
    Thanks Thanks Given 
    81
    Thanks Thanks Received 
    202
    Thanked in
    121 Posts

    Predefinito

    Cavolo, avevo sentito parlare di questa poesia, ma non l'avevo mai letta

    nella tenda dei suoi
    dove si ascolta la cantilena
    del Corano
    gustando un caffè

    E non sapeva
    sciogliere
    il canto
    del suo abbandono

    La prima strofa citata mi pare una bellissima descrizione della vecchia vita e della "vecchia cultura", ma soprattutto sa di normalità... La seconda mi infonde un senso di forte malinconia e confusione.

    E forse io solo
    so ancora
    che visse

    Dolorosissima strofa. Una condizione irrimediabile; la triste consapevolezza; la potenza del mutare continuo delle cose che evolvono verso l'oblio.

    Ungaretti mi spiazza, ha uno stile particolarissimo, talvolta la sua poesia mi sembra uno stridore che è come se fosse un suono dolcissimo, indefinibilmente soave.
    P.s scusate se i miei interventi sono molto meno che sporadici, ma non ho il tempo di far nulla.

Discussioni simili

  1. Ungaretti, Giuseppe - Stasera
    Da zaratia nel forum Poesia
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 01-18-2014, 09:22 PM
  2. Ungaretti, Giuseppe - Lontano
    Da Apart nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 09-11-2013, 12:23 PM
  3. Ungaretti, Giuseppe - Ritorno
    Da Dory nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-17-2009, 03:45 PM
  4. Ungaretti, Giuseppe - Finale
    Da Dory nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-17-2009, 11:08 AM
  5. Ungaretti, Giuseppe - Non gridate più
    Da elisa nel forum Poesia
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 12-18-2008, 09:56 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •