Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 5 di 8 PrimoPrimo 12345678 UltimoUltimo
Mostra risultati da 61 a 75 di 120

Discussione: 3° GdL poetico - Allegria di naufragi di Giuseppe Ungaretti

  1. #61
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18815
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    643
    Thanked in
    384 Posts

    Predefinito Risvegli

    Ogni mio momento
    io l'ho vissuto
    un'altra volta
    in un'epoca fonda
    fuori di me

    Sono lontano colla mia memoria
    dietro a quelle vite perse

    Mi desto in un bagno
    di care cose consuete
    sorpreso
    e raddolcito

    Rincorro le nuvole
    che si sciolgono dolcemente
    co' gli occhi attenti
    e mi rammento
    di qualche amico
    morto

    Ma Dio cos'è?

    E la creatura
    atterrita
    sbarra gli occhi
    e accoglie gocciole di stelle
    e la pianura muta

    E si sente
    riavere


    Ungaretti è il poeta del ricordo e della tenerezza, riesce a dare calore, umanità, dolcezza alle parole e ai pensieri, anche se questi si riferiscono all'orrore della guerra, alla morte dei compagni, alla memoria di tempi crudeli

  2. The Following 2 Users Say Thank You to elisa For This Useful Post:


  3. #62
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18815
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    643
    Thanked in
    384 Posts

    Predefinito Malinconia

    Calante malinconia lungo il corpo avvinto
    al suo destino

    Calante notturno abbandono
    di corpi a pien'anima presi
    nel silenzio vasto
    che gli occhi non guardano
    ma un'apprensione

    Abbandono dolce di corpi
    pesanti d'amaro
    labbra rapprese
    in tornitura di labbra lontane
    voluttà crudele di corpi estinti
    in voglie inappagabili

    Mondo

    Attonimento
    in una gita folle
    di pupille amorose

    In una gita che se ne va in fumo
    col sonno
    e se incontra la morte
    è il dormire più vero

    Qui Ungaretti descrive un amplesso o forse solo la memoria di un amplesso e questa è la malinconia, ricordare qualcosa che è accaduto e che adesso non c'è più


  4. #63
    The black sheep member
    Data registrazione
    Oct 2014
    Località
    Frittole
    Messaggi
    2880
    Inserimenti nel blog
    2
    Thanks Thanks Given 
    491
    Thanks Thanks Received 
    617
    Thanked in
    306 Posts

    Predefinito

    Elisa, dimmi per favore.

    Per quale motivo vedo Ungaretti in Baudelaire e Baudelaire in Ungaretti?

  5. #64
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18815
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    643
    Thanked in
    384 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Zingaro di Macondo Vedi messaggio
    Elisa, dimmi per favore.

    Per quale motivo vedo Ungaretti in Baudelaire e Baudelaire in Ungaretti?
    Perché Baudelaire è stato lo spartiacque di un'epoca, ha creato un mondo nuovo e dopo di lui il mondo non è stato più quello di prima, tutti i poeti che sono venuti dopo hanno qualcosa di lui dentro, quella sensibilità nei confronti della realtà, quello svelare, interpretare i sentimenti in modo anche crudele senza finzioni. Quella profondità, quel linguaggio della poesia che lacera perché è l'unica verità possibile. Poesia che non appartiene a nessun genere se non al poeta stesso.

    Baudelaire ha dentro di sé tutti i poeti che verranno dopo di lui...

  6. The Following User Says Thank You to elisa For This Useful Post:


  7. #65
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2292
    Thanks Thanks Given 
    52
    Thanks Thanks Received 
    92
    Thanked in
    68 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elisa Vedi messaggio
    Calante malinconia lungo il corpo avvinto
    al suo destino

    Calante notturno abbandono
    di corpi a pien'anima presi
    nel silenzio vasto
    che gli occhi non guardano
    ma un'apprensione

    Abbandono dolce di corpi
    pesanti d'amaro
    labbra rapprese
    in tornitura di labbra lontane
    voluttà crudele di corpi estinti
    in voglie inappagabili

    Mondo

    Attonimento
    in una gita folle
    di pupille amorose

    In una gita che se ne va in fumo
    col sonno
    e se incontra la morte
    è il dormire più vero

    Qui Ungaretti descrive un amplesso o forse solo la memoria di un amplesso e questa è la malinconia, ricordare qualcosa che è accaduto e che adesso non c'è più
    Molto diversa dalle altre questa poesia...

  8. #66
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2292
    Thanks Thanks Given 
    52
    Thanks Thanks Received 
    92
    Thanked in
    68 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Zingaro di Macondo Vedi messaggio
    Elisa, dimmi per favore.

    Per quale motivo vedo Ungaretti in Baudelaire e Baudelaire in Ungaretti?
    Cos'è? Un'interrogazione?

  9. #67
    The black sheep member
    Data registrazione
    Oct 2014
    Località
    Frittole
    Messaggi
    2880
    Inserimenti nel blog
    2
    Thanks Thanks Given 
    491
    Thanks Thanks Received 
    617
    Thanked in
    306 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da velvet Vedi messaggio
    Cos'è? Un'interrogazione?
    No, è un interrogatorio.

    Fosse stata un'interrogazione le davo un 6--.

    A parte gli scherzi, non mi intendo molto di poesia, ma per quel poco che ho letto, Ungaretti mi ha sempre fatto venire in mente Baudelaire. Non credo di aver mai trovato i due autori accostati.

    Non era una domanda per sapere se sapeva (ci mancherebbe!), era una domanda per sfruttare l'acume di Elisa e vedere se poteva spiegarmi ciò che io vedevo senza troppo capirne il motivo. Era una richiesta di aiuto, mettiamola così.

  10. #68
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18815
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    643
    Thanked in
    384 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Zingaro di Macondo Vedi messaggio
    No, è un interrogatorio.

    Fosse stata un'interrogazione le davo un 6--.

    A parte gli scherzi, non mi intendo molto di poesia, ma per quel poco che ho letto, Ungaretti mi ha sempre fatto venire in mente Baudelaire. Non credo di aver mai trovato i due autori accostati.

    Non era una domanda per sapere se sapeva (ci mancherebbe!), era una domanda per sfruttare l'acume di Elisa e vedere se poteva spiegarmi ciò che io vedevo senza troppo capirne il motivo. Era una richiesta di aiuto, mettiamola così.
    ti ho aiutato?

    per me Baudelaire è Dio, lo amo sin dalle scuole medie, quando ho scoperto tra i libri proibiti da mia madre I fiori del male, mai proibizione fu più propizia, credo proprio che lo facesse apposta per incuriosirmi

  11. #69
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18815
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    643
    Thanked in
    384 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da velvet Vedi messaggio
    Molto diversa dalle altre questa poesia...
    in effetti c'è molto erotismo in questa poesia, che solitamente Ungaretti è schivo, almeno quello che conosco io

  12. #70
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18815
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    643
    Thanked in
    384 Posts

    Predefinito Destino

    Volti al travaglio
    come una qualsiasi
    fibra creata
    perché ci lamentiamo noi?


    Che senso ha lamentarsi se siamo natura come tutto quello che ci circonda? si lamenta un sasso, una rondine, una quercia? Mi colpisce la parola fibra per descrivere ciò che esiste, la trova curiosa e nello stesso tempo ricercata.

  13. #71
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18815
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    643
    Thanked in
    384 Posts

    Predefinito Fratelli

    Di che reggimento siete
    fratelli?

    Parola tremante
    nella notte

    Foglia appena nata

    Nell'aria spasimante
    involontaria rivolta
    dell'uomo presente alla sua
    fragilità

    Fratelli



    Scritta a Mariano del Friuli il 15 luglio del 1916. Esattamente 101 anni fa. Di fronte a tanta fragilità umana non siamo tutti fratelli? E questa parola così fragile non dovrebbe essere l'unica che ci accomuna?

  14. #72
    The black sheep member
    Data registrazione
    Oct 2014
    Località
    Frittole
    Messaggi
    2880
    Inserimenti nel blog
    2
    Thanks Thanks Given 
    491
    Thanks Thanks Received 
    617
    Thanked in
    306 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elisa Vedi messaggio
    ti ho aiutato?

    per me Baudelaire è Dio, lo amo sin dalle scuole medie, quando ho scoperto tra i libri proibiti da mia madre I fiori del male, mai proibizione fu più propizia, credo proprio che lo facesse apposta per incuriosirmi

    Certamente si, grazie.

    Anch'io ho adorato Baudelaire, soprattutto in gioventù quando l'anima bruciava di vita.

  15. #73
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18815
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    643
    Thanked in
    384 Posts

    Predefinito C'era una volta

    Bosco Cappuccio
    ha un declivio
    di velluto verde
    come una dolce
    poltrona.

    Appisolarmi là
    solo
    in un caffè remoto
    con una luce fievole
    come questa
    di questa luna.

    Basta un attimo per sfuggire da una situazione difficile come quella di trovarsi in guerra, un ricordo, qualcosa su cui cullarsi, qualcosa che ti fa sentire persona con una vita e con abitudini diverse a cui tornare, di cui ricordare.

  16. #74
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2292
    Thanks Thanks Given 
    52
    Thanks Thanks Received 
    92
    Thanked in
    68 Posts

    Predefinito Sono una creatura

    Valloncello di Cima Quattro il 5 agosto 1916

    Come questa pietra
    del S. Michele
    così fredda
    così dura
    così prosciugata
    così refrattaria
    così totalmente
    disanimata

    Come questa pietra
    è il mio pianto
    che non si vede

    La morte
    si sconta
    vivendo


    Quanto pessimismo in questi versi... Un anima come una pietra, la morte come un sollievo...

  17. #75
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18815
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    643
    Thanked in
    384 Posts

    Predefinito Sono una creatura

    Valloncello di Cima Quattro il 5 agosto 1916

    Come questa pietra
    del S. Michele
    così fredda
    così dura
    così prosciugata
    così refrattaria
    così totalmente
    disanimata

    Come questa pietra
    è il mio pianto
    che non si vede

    La morte
    si sconta
    vivendo


    L'uomo è alla stessa stregua della pietra, i suoi sentimenti, le sue emozioni, sono nulla, non contano. Tragica conseguenza di questo è che vivere è una condanna.

Discussioni simili

  1. Ungaretti, Giuseppe - Stasera
    Da zaratia nel forum Poesia
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 01-18-2014, 09:22 PM
  2. Ungaretti, Giuseppe - Lontano
    Da Apart nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 09-11-2013, 12:23 PM
  3. Ungaretti, Giuseppe - Ritorno
    Da Dory nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-17-2009, 03:45 PM
  4. Ungaretti, Giuseppe - Finale
    Da Dory nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-17-2009, 11:08 AM
  5. Ungaretti, Giuseppe - Non gridate più
    Da elisa nel forum Poesia
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 12-18-2008, 09:56 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •