Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Novecento

Mostra risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Bertolucci, Bernardo - Novecento

  1. #1
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    12351
    Thanks Thanks Given 
    1657
    Thanks Thanks Received 
    1639
    Thanked in
    1126 Posts

    Predefinito Bertolucci, Bernardo - Novecento

    Il film narra la storia dei Berlinghieri, famiglia di proprietari terrieri, e dei Dalcò, contadini presso la fattoria dei primi, attraversando la vita di tre generazioni ed in particolare di Alfredo Berlinghieri/Robert De Niro e di Olmo Dalcò/Gérard Depardieu, nati nello stesso giorno: il 27 gennaio 1901, giorno della morte di Giuseppe Verdi. Inseparabili fin dall'infanzia, a poco a poco il loro diventerà un rapporto di amore-odio per via delle divergenze legate alla diversa formazione familiare e sociale e ai differenti principi. Contemporaneamente, lo sguardo colto e acuto del regista si sofferma sulla Storia collettiva che fa da sfondo alle vite dei protagonisti, a partire dalle lotte contadine e dalla Grande Guerra fino al fascismo e alla Liberazione.

    Un gran film diviso in due atti e lungo 318 minuti che non pesano nemmeno per un attimo, la mole mi scoraggiava ma ora mi rendo conto che è un capolavoro assoluto, da vedere.
    Splendido cast, inutile parlare dei due protagonisti, tra l'altro decisamente affascinanti (soprattutto Olmo/Depardieu ), stupendi anche gli attori di contorno e le donne, Anita/Stefania Sandrelli, la compagna di Olmo, coraggiosa e animata da una forte passione sociale e politica, e Ada, compagna tormentata di Alfredo, irrequieta e sensibile. Quest'ultima, in particolare, colpisce per il suo cogliere immediatamente le mostruosità compiute dai fascisti e il suo totale rifiuto di adeguarsi; a differenza di Anita, lei non reagisce con la ribellione politica poichè, sola nel suo ambiente a provare certi sentimenti e vivendo in un diverso momento storico rispetto ad Anita, probabilmente si rende conto che sarebbe impossibile, bensì reagisce con il disagio personale e il rifiuto totale nei confronti dell'ambiente in cui vive.
    Ma chi rimane più impresso è Attila/Donald Sutherland, magistrale nella sua interpretazione del perfido fattore fascista, spietato e violento fino alla bestialità, e la mostruosa donna con cui ha una relazione, Regina/Laura Betti, cugina di Berlinghieri.
    Sul momento ho preferito la prima parte, più approfondita dal punto di vista storico, che racconta le lotte contadine mostrando in maniera schietta il coraggio di queste persone pronte a ribellarsi di fronte alle ingiustizie. Il secondo atto è però bellissimo comunque, diverso, più "politico" e di grande impatto emotivo, piuttosto crudo e molto chiassoso, urlato, grida di dolore o di follia si contrappongono a musiche e grida gioiose, presenti soprattutto nell'ultima parte, quella della Liberazione, molto bella. E' un film che registra magistralmente e mostra senza riserve un momento storico particolare, rispetto al quale è difficile non avere una posizione e il regista mostra la sua senza remore, cosa che oggi mi fa una strana impressione, poichè film così politicamente espliciti sono ormai rari.
    Il rapporto tra Alfredo/De Niro e Olmo/Depardieu è rappresentato in maniera toccante e credibile, ben dosando l'espressione dell'intensità del loro rapporto di amicizia contrapposta ad una sorta di "odio ideologico", e il realistico convivere dei due sentimenti contrastanti.
    Bel finale che nonostante tutto strappa un sorriso di tenerezza, da vedere fino all'ultima scena, a mio parere tenera e poetica. Rimane l'amarezza nel constatare che, anche con l'andare del tempo e delle generazioni, certe differenze restano.
    Buona (ri-) /visione

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    giovaneholden
    Guest

    Predefinito

    Straordinario capolavoro di Bertolucci,che fece infuriare i produttori americani,con quel tripudio di bandiere rosse! Epico,politico,sentimentale,drammatico,tocca ogni genere con un coinvolgimento nello spettatore paragonabile solo al capolavoro di Leone C'era una volta in America. Un cast così eccezionale non è stato più possibile averlo,autentici giganti della recitazione per la prima e unica volta riuniti in uno dei migliori film della storia del cinema.

  • #3
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20983
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    464
    Thanks Thanks Received 
    1515
    Thanked in
    1002 Posts

    Predefinito

    dal cineforum

    Questo è un film di cui si potrebbe parlare per ore tanto ricco di spunti e di idee sia per un cinefilo che per uno spettatore disincantato ma anche per chi lo approccia la prima volta penso venga sorpreso dalla sua ricchezza.

    Intanto gli attori, anche loro messi in forma dialettica, i due grandi vecchi, il padrone e il paesano, Alfredo Berlinghieri e Leo Dalcò, Burt Lancaster e Sterling Hayden. Certo vedendo Burt Lancaster nei panni del latifondista non si può non pensare a Il gattopardo, l'interpretazione è molto simile anche perchè il significato sociale e politico dei due personaggi si assomiglia, tutti e due sono consapevoli che la loro appartenenza continuerà ad essere quella di sempre, alle redini del comando e della società. Tra i due c'è odio e rispetto.
    Anche i due nipoti nati lo stesso giorno a distanza di pochi minuti sono dialettici tra di loro, Alfredo Berlinghieri e Olmo Dalcò, Robert De Niro e Gerard Depardieu, il trasformista e il comunista. Tra i due amicizia, odio e competizione, ma soprattutto dolorosa consapevolezza dell'impossibilità di spezzare quello che tiene le due classi perennemente nemiche e contrapposte.
    I fratelli Berlinghieri: Ottavio e Giovanni, Werner Bruhns e Romolo Valli, l'intellettuale consapevole della propria decadenza e il capitalista cieco di fronte alle esigenze dei suoi dipendenti; le due mogli di Alfredo e Olmo: Ada e Anita, Dominique Sanda e Stefania Sandrelli, una inquieta con una sensibilità che la porta a non avere scampo mentre l'altra consapevole, politicamente impegnata e forte della sua appartenenza politica.

  • #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Ferrara (provincia)
    Messaggi
    1095
    Thanks Thanks Given 
    661
    Thanks Thanks Received 
    445
    Thanked in
    259 Posts

    Predefinito

    quando l'ho visto, all'uscita nelle sale cinematografiche, ho avuto l'impressione di aver visto un capolavoro. Poi però non ho più avuto l'occasione per rivederlo, probabilmente per mia negligenza. E' stato rimesso in programma, ultimamente,in qualche rete RAI ?


  • Discussioni simili

    1. XXXVI Cineforum - Novecento di Bernardo Bertolucci
      Da alessandra nel forum Tutto cinema
      Risposte: 35
      Ultimo messaggio: 01-12-2013, 09:42 PM
    2. Bertolucci, Bernardo - The Dreamers
      Da LowleafClod nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 4
      Ultimo messaggio: 05-15-2012, 06:06 PM
    3. Bertolucci, Bernardo - La luna
      Da elisa nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 05-05-2012, 10:31 PM
    4. Bertolucci, Bernardo - Partner
      Da elisa nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 2
      Ultimo messaggio: 01-02-2010, 06:06 PM
    5. Bertolucci, Bernardo - Il conformista
      Da elisa nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 12-05-2009, 12:13 AM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •