Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Una ragazza senza ricordi

Mostra risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Hardinge, Frances - Una ragazza senza ricordi

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    3119
    Thanks Thanks Given 
    309
    Thanks Thanks Received 
    622
    Thanked in
    297 Posts

    Predefinito Hardinge, Frances - Una ragazza senza ricordi

    TRAMA
    Triss ha un'unica certezza: da quando è caduta nel fiume Macaber, nella sua vita tutto è cambiato. Era una notte buia, di cui non riesce a ricordare nulla. I minuti passati sott'acqua sembrano averla trasformata: Pen, la sorellina di nove anni, ha paura di lei, e continua a dire che in realtà Triss non è più Triss. Sembrano pensarla così anche i suoi genitori, che bisbigliano sottovoce dietro porte chiuse celando segreti e misteri, come le lettere che continuano a ricevere da Sebastian, il figlio morto in battaglia durante la Prima guerra mondiale. E intanto Triss ha continuamente fame, una fame insaziabile e brutale, piange lacrime di ragnatela e si ritrova in un corpo sempre più fragile, che sembra fatto di foglie e fango.

    Ben presto, Triss scopre l'esistenza di un perfido architetto che vive tra il mondo reale e l'Altronde, una dimensione popolata di malevole creature senza volto, ed è lì che Triss e Pen devono avventurarsi, prima che sia troppo tardi.

    Un romanzo unico e profondo, in cui una scrittura magistrale dipinge un mondo lontano eppure vicinissimo, pieno di sfumature e soglie da oltrepassare.

    COMMENTO
    Non si parla abbastanza di Frances Hardinge, e io non riesco a spiegarmene il motivo.
    La sua è, a mio parere, una delle voci più fresche e originali nel panorama della letteratura per ragazzi.
    Mi sono innamorata di lei con "L'albero delle bugie", e ogni altra lettura non ha fatto altro che rispettare le aspettative e alzare l'asticella.
    "Una ragazza senza ricordi" è, forse, il suo libro più originale, e al tempo stesso il più inquietante.
    La penna della Hardinge sta sempre a metà strada fra il giallo e un fantasy appena accennato, dove magia e elemnti sovrannaturali non sono mai del tutto spiegati, né tematizzati, ma prendono possesso della trama in una maniera originalissima. Questo romanzo non è da meno: le figure raccontate qui sono figlie della tradizione, changeling e creature del bosco, figli di foglie e bambini scambiati nelle culle, ma sono anche molto, molto di più, in una girandola di perturbante che non dà spiegazioni, perché le spiegazioni non servono.
    L'immaginario della Haringe è vivacissimo, vitale, pieno di immagini e metafore inusuali ma perfettamente calibrate (risate come monete in un cassetto, jazz dalle scarpe pulite, ricordi come neve), e si dipana in una trama ricca di significati metaforici, ma al tempo stesso perfettamente coerente e capace di reggersi benissimo su sé stessa.
    Le sue protagoniste, poi, sono un inno alla vita, alla curiosità, all'autodeterminazione e alla libertà di scelta. Meravigliose, davvero.
    In questo romanzo, mi è piaciuto moltissimo il lento dipanarsi della trama, dove il lettore non è mai al sicuro: la Hardinge non ha mai paura di scardinare ogni certezza, di andarci piano con lieti fine e redenzione, di mettere in cattiva luce le figure di riferimento delle protagoniste e di giocare con i sentimenti del lettore. Qui niente è come sembra, e lo scopriamo lentamente, a nostre spese.
    Triss è un personaggio meraviglioso, fatto di luci e ombre, ed è impossibile non parteggiare per lei e per la sua ricerca della verità, della sua verità.
    Memorabile anche Violet, nella sua costante fuga dal gelo del suo passato.
    Davvero, consiglio questo libro a chiunque: giovane e meno giovane, amante del fantasy o fedele sostenitore della realtà più concreta.
    Lo consiglio soprattutto a chi sta apprezzando la tanto chiacchierata saga de "L'Attraversaspecchi" della Dabos: la fantasia di queste autrici si muove in maniera molto simile, soprattutto per quanto riguarda la capacità di inventare mondi folli e assurdi (ma, lo prometto, con la Hardinge non si rischia nessuna storia d'amore da latte alle ginocchia).

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


Discussioni simili

  1. Hardinge, Frances - La voce delle ombre
    Da Jessamine nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 10-06-2018, 10:47 PM
  2. Hardinge, Frances - L'albero delle bugie
    Da Jessamine nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 03-29-2018, 11:59 AM
  3. Oates, Joyce Carol - Ragazza nera ragazza bianca
    Da Spilla nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 04-25-2016, 09:41 PM
  4. Nesbo, Jo - La ragazza senza volto
    Da Francesco_7 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 12-23-2014, 01:42 PM
  5. Frances, Mary & Shepard, Frances - I colori della nebbia
    Da weirde nel forum Autori emergenti - autori contemporanei
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 11-02-2013, 11:36 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •