Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

 Paris, Texas

Mostra risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Wenders, Wim - Paris, Texas

  1. #1
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    12773
    Thanks Thanks Given 
    1889
    Thanks Thanks Received 
    1927
    Thanked in
    1299 Posts

    Predefinito Wenders, Wim - Paris, Texas

    (POSSIBILI SPOILER)

    Un vagabondo, svenuto, viene trovato per caso e "consegnato" al fratello, grazie ad un biglietto da visita che l'uomo reca con sé.
    Si tratta di Travis, quattro anni di vagabondaggio alle spalle, un matrimonio finito male e un figlio, Alex, attualmente allevato, appunto, dal fratello Walt e da sua moglie Anne. Walt, dopo varie peripezie, riuscirà a far parlare Travis, chiuso in uno stato di mutismo assoluto - è qui che verrà spiegato il significato del titolo - e a portarlo con sé a casa, dove Travis tenterà di riallacciare un rapporto con il figlio di otto anni. Ripresosi, l'uomo sembra intenzionato a ritrovare la moglie...

    Una grande regia, e una bella recitazione, possono trasformare una trama apparentemente banale in un film che non si dimentica.
    Sono i dettagli che rendono notevole questo film, nonostante alcuni aspetti della trama mi abbiano lasciato un po' sconcertata. Oggi forse un film dedicato al grande pubblico avrebbe avuto un finale diverso, più "politicamente corretto" e attento al messaggio che chi fa grossi errori nella vita può redimersi, sì, ma a caro prezzo. Qui no, il riscatto per qualcuno - non per tutti - è quasi totale, almeno a partire da un certo momento, mentre a chi si è sempre comportato "bene" secondo i canoni correnti non resta molto; è questo che lascia un po' perplessi e che allo stesso tempo contribuisce a rendere la trama "diversa", così come il comportamento del bambino, il quale sembra abituarsi molto in fretta alle nuove situazioni; da un lato il suo atteggiamento sembra poco realistico, ma forse non è così, i bambini hanno grande capacità di adattamento. Ma non voglio, naturalmente, svelare di più. Un film toccante, a tratti struggente ma affatto strappalacrime, e che fa riflettere.
    C'è una scena veramente stupenda, che varrebbe da sola la visione ed è quella in cui Travis racconta la loro storia nel peepshow.
    Palma d'oro a Cannes.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    giovaneholden
    Guest

    Predefinito

    Grande capolavoro,quando un vero regista è ispirato! Inoltre indimenticabile la colonna sonora di Ry Cooder. La scena finale va vista e lascia davvero senza fiato. Eccola

  • #3
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    21358
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    516
    Thanks Thanks Received 
    1613
    Thanked in
    1076 Posts

    Predefinito

    E' uno di quei film che ad ogni rivisitazione è sempre più bello, nonostante la durata, nonostante la complessità delle tematiche trattate, nonostante la profondità che affronta, non stanca, non appesantisce, lascia alla fine soddisfatti e ammaliati. Che dire del protagonista? Solo che bene

  • #4
    Together for ever
    Data registrazione
    Jun 2011
    Località
    zanzaratown
    Messaggi
    2517
    Thanks Thanks Given 
    1251
    Thanks Thanks Received 
    550
    Thanked in
    292 Posts

    Predefinito

    Di questo film che trovo anch'io molto bello ho un ricordo assurdo; quando uscì andai a vederlo al cinema con un'amico.
    a lui non piaceva e dopo mezz'ora non voleva restare...a mio malincuore lasciammo la sala! Ok i gusti son gusti..però.
    Rivisto tempo dopo ! non potevo perdermelo.
    Ultima modifica di gamine2612; 05-22-2020 alle 07:26 AM.

  • #5
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    21358
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    516
    Thanks Thanks Received 
    1613
    Thanked in
    1076 Posts

    Predefinito

    La cosa bella di questo film la sua idea fondante è che l'atto d'amore è lasciare, non restare.


  • Discussioni simili

    1. Wenders, Wim - Il cielo sopra Berlino
      Da elisa nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 6
      Ultimo messaggio: 03-27-2020, 06:22 PM
    2. Allen, Woody - Midnight in Paris
      Da alexyr nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 22
      Ultimo messaggio: 09-05-2019, 11:02 AM
    3. Hugo, Victor - Notre-Dame de Paris
      Da Poirot nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 55
      Ultimo messaggio: 04-19-2019, 01:10 PM
    4. Lellouche, Sophie - Paris - Manhattan
      Da alessandra nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 01-16-2013, 11:39 PM
    5. Wenders, Wim - L'amico americano
      Da elisa nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 11-01-2012, 04:26 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •