Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 28

Discussione: Il romanzo collettivo

  1. #1
    Vukodlak Mod
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Marino (RM)
    Messaggi
    2192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Il romanzo collettivo

    Sulle note di questo titolo velatamente politicheggiante vorrei proporvi un gioco: scrivere un romanzo tutti insieme. Mi spiego meglio, a turno ognuno scriverà una frase (seguendo un fievole filo logico magari ) e lentamente prenderà corpo il nuovo Guerra e Guerra Inizio:

    Quella mattina il viaggio in metropolitana mi sembrava più angosciante del solito, forse per il violinista che chiedeva qualche spicciolo o per quella coppia che non smetteva di fissarmi, speravo di uscire presto da quella trappola di acciaio e sudore.

    A voi

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4502
    Thanks Thanks Given 
    199
    Thanks Thanks Received 
    570
    Thanked in
    237 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Cold Deep Vedi messaggio
    Sulle note di questo titolo velatamente politicheggiante vorrei proporvi un gioco: scrivere un romanzo tutti insieme. Mi spiego meglio, a turno ognuno scriverà una frase (seguendo un fievole filo logico magari ) e lentamente prenderà corpo il nuovo Guerra e Guerra Inizio:

    Quella mattina il viaggio in metropolitana mi sembrava più angosciante del solito, forse per il violinista che chiedeva qualche spicciolo o per quella coppia che non smetteva di fissarmi, speravo di uscire presto da quella trappola di acciaio e sudore.

    A voi
    Ma l'illusione di essere per una volta vivo, vacillo' quando il violinista ignoro' del tutto la mia moneta indirizzandomi un "Insensibile!"... E la coppia traslo' il suo artificioso sguardo suadente su altri passanti, sperando fossero più malleabili per il plagio subliminale che indirizzavano a 360 gradi dal manifesto pubblicitario. Ma a me non garbava di aggiungere altro "intorno a me": già forte ho la sensazione di vivere accerchiato !

  • #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1499
    Thanks Thanks Given 
    183
    Thanks Thanks Received 
    263
    Thanked in
    147 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da HOTWIRELESS Vedi messaggio
    Ma l'illusione di essere per una volta vivo, vacillo' quando il violinista ignoro' del tutto la mia moneta indirizzandomi un "Insensibile!"... E la coppia traslo' il suo artificioso sguardo suadente su altri passanti, sperando fossero più malleabili per il plagio subliminale che indirizzavano a 360 gradi dal manifesto pubblicitario. Ma a me non garbava di aggiungere altro "intorno a me": già forte ho la sensazione di vivere accerchiato !
    Come pensare al futuro, a domani migliore di oggi? Tutti i fallimenti e le delusioni di questi anni mi spingevano a odiare tutto quello che avevo intorno... "Non importa in quanti pezzi il tuo cuore si è spezzato; il mondo non si ferma, aspettando che tu lo ripari". Dove avevo letto quella frase? E perchè ora mi stava ossessionando il cervello?

  • #4
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4502
    Thanks Thanks Given 
    199
    Thanks Thanks Received 
    570
    Thanked in
    237 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da maclaus Vedi messaggio
    Come pensare al futuro, a domani migliore di oggi? Tutti i fallimenti e le delusioni di questi anni mi spingevano a odiare tutto quello che avevo intorno... "Non importa in quanti pezzi il tuo cuore si è spezzato; il mondo non si ferma, aspettando che tu lo ripari". Dove avevo letto quella frase? E perchè ora mi stava ossessionando il cervello?
    Fu così che decisi comunque di salire su quel treno.
    Ne avevo persi così tanti nella mia vita, che a quel punto dovevo rischiare di mettermi nelle mani di altri, sulla carta esperti in materia di viaggi. Certo era avvilente pagare per questo, ma almeno avevo la garanzia di arrivare da qualche parte. Al massimo con un ritardo. Rassicurante.

  • #5
    Vukodlak Mod
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Marino (RM)
    Messaggi
    2192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Quella mattina il viaggio in metropolitana mi sembrava più angosciante del solito, forse per il violinista che chiedeva qualche spicciolo o per quella coppia che non smetteva di fissarmi, speravo di uscire presto da quella trappola di acciaio e sudore.
    Ma l'illusione di essere per una volta vivo, vacillo' quando il violinista ignoro' del tutto la mia moneta indirizzandomi un "Insensibile!"... E la coppia traslo' il suo artificioso sguardo suadente su altri passanti, sperando fossero più malleabili per il plagio subliminale che indirizzavano a 360 gradi dal manifesto pubblicitario. Ma a me non garbava di aggiungere altro "intorno a me": già forte ho la sensazione di vivere accerchiato!
    Come pensare al futuro, a domani migliore di oggi? Tutti i fallimenti e le delusioni di questi anni mi spingevano a odiare tutto quello che avevo intorno... "Non importa in quanti pezzi il tuo cuore si è spezzato; il mondo non si ferma, aspettando che tu lo ripari". Dove avevo letto quella frase? E perchè ora mi stava ossessionando il cervello?
    Fu così che decisi comunque di salire su quel treno.
    Ne avevo persi così tanti nella mia vita, che a quel punto dovevo rischiare di mettermi nelle mani di altri, sulla carta esperti in materia di viaggi. Certo era avvilente pagare per questo, ma almeno avevo la garanzia di arrivare da qualche parte. Al massimo con un ritardo. Rassicurante.
    Ed ecco che arrivammo alla fermata più preoccupante: da uno degli sporchi finestrini, tra un graffito e un organo umano disegnato con un taglierino, vidi indistintamente le centinaia di persone che si accalcavano sulla banchina con sguardo famelico verso le carrozze, o forse verso di me? Tra tutta quell'amalgama umana intravidi una figura bellissima, con capelli castani ricci che contornavano un viso angelico che sembra guardare proprio verso di me, ma questo maledetto vagone continua la sua marcia e si ferma solo venti metri più in la.

  • #6
    Together for ever
    Data registrazione
    Jun 2011
    Località
    zanzaratown
    Messaggi
    2410
    Thanks Thanks Given 
    1026
    Thanks Thanks Received 
    454
    Thanked in
    234 Posts

    Predefinito

    Lasciai fare al destino, se mi fosse stato propizio avrei potuto aver riscontro della mia impressione positiva.
    Al contrario quell'apparizione si sarebbe mescolata per sempre alla folla dei frettolosi che salivano.

  • #7
    Balivo di Averoigne
    Data registrazione
    Nov 2011
    Località
    Kahora
    Messaggi
    3803
    Thanks Thanks Given 
    2
    Thanks Thanks Received 
    80
    Thanked in
    58 Posts

    Predefinito

    Posai un piede sulla banchina plasticosa e levai lo sguardo al luccicante soffitto di mica. Una moltitudine di occhi alteri, quelli dei Poltrol, scortarono il mio incedere verso l'esterno; una luce calorosa mi accolse. La presenza dei Poltrol, i nuovi corpi di polizia addetti al controllo e all'individuazione degli individui sospetti, si era resa necessaria a causa dei gravi scontri avvenuti nel 2020.

  • #8
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4502
    Thanks Thanks Given 
    199
    Thanks Thanks Received 
    570
    Thanked in
    237 Posts

    Predefinito

    Purtroppo c'era un problema. I sensori di questi cloni-poliziotto erano tarati su organismi vivi. Tutt'altra cosa si stavano invece rivelando gli innumerevoli umanoidi che stavano prendendo d'assalto il treno... camminata incerta e barcollante, bulbi oculari penzolanti fuori le orbite, capelli staccati a ciuffi, abiti stracciati, versi grotteschi: si, erano non-vivi. Zombie.
    Solo lei era viva. Movenze da pantera. Generale impietoso di quell'orribile armata. Labbra sensuali ... lorde di sangue.
    Una Vampira!

  • #9
    Vukodlak Mod
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Marino (RM)
    Messaggi
    2192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Quella mattina il viaggio in metropolitana mi sembrava più angosciante del solito, forse per il violinista che chiedeva qualche spicciolo o per quella coppia che non smetteva di fissarmi, speravo di uscire presto da quella trappola di acciaio e sudore.
    Ma l'illusione di essere per una volta vivo, vacillo' quando il violinista ignoro' del tutto la mia moneta indirizzandomi un "Insensibile!"... E la coppia traslo' il suo artificioso sguardo suadente su altri passanti, sperando fossero più malleabili per il plagio subliminale che indirizzavano a 360 gradi dal manifesto pubblicitario. Ma a me non garbava di aggiungere altro "intorno a me": già forte ho la sensazione di vivere accerchiato!
    Come pensare al futuro, a domani migliore di oggi? Tutti i fallimenti e le delusioni di questi anni mi spingevano a odiare tutto quello che avevo intorno... "Non importa in quanti pezzi il tuo cuore si è spezzato; il mondo non si ferma, aspettando che tu lo ripari". Dove avevo letto quella frase? E perchè ora mi stava ossessionando il cervello?
    Fu così che decisi comunque di salire su quel treno.
    Ne avevo persi così tanti nella mia vita, che a quel punto dovevo rischiare di mettermi nelle mani di altri, sulla carta esperti in materia di viaggi. Certo era avvilente pagare per questo, ma almeno avevo la garanzia di arrivare da qualche parte. Al massimo con un ritardo. Rassicurante.
    Ed ecco che arrivammo alla fermata più preoccupante: da uno degli sporchi finestrini, tra un graffito e un organo umano disegnato con un taglierino, vidi indistintamente le centinaia di persone che si accalcavano sulla banchina con sguardo famelico verso le carrozze, o forse verso di me? Tra tutta quell'amalgama umana intravidi una figura bellissima, con capelli castani ricci che contornavano un viso angelico che sembra guardare proprio verso di me, ma questo maledetto vagone continuò la sua marcia fermandosi solo venti metri più in la.
    Lasciai fare al destino, se mi fosse stato propizio avrei potuto aver riscontro della mia impressione positiva.
    Al contrario quell'apparizione si sarebbe mescolata per sempre alla folla dei frettolosi che salivano.
    Posai un piede sulla banchina plasticosa e levai lo sguardo al luccicante soffitto di mica. Una moltitudine di occhi alteri, quelli dei Poltrol, scortarono il mio incedere verso l'esterno; una luce calorosa mi accolse. La presenza dei Poltrol, i nuovi corpi di polizia addetti al controllo e all'individuazione degli individui sospetti, si era resa necessaria a causa dei gravi scontri avvenuti nel 2020.
    Purtroppo c'era un problema. I sensori di questi cloni-poliziotto erano tarati su organismi vivi. Tutt'altra cosa si stavano invece rivelando gli innumerevoli umanoidi che stavano prendendo d'assalto il treno... camminata incerta e barcollante, bulbi oculari penzolanti fuori le orbite, capelli staccati a ciuffi, abiti stracciati, versi grotteschi: si, erano non-vivi. Zombie.
    Solo lei era viva. Movenze da pantera. Generale impietoso di quell'orribile armata. Labbra sensuali ... lorde di sangue.
    Una Vampira!

    ha preso una tale svolta che al momento non saprei cosa scrivere

  • #10
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4502
    Thanks Thanks Given 
    199
    Thanks Thanks Received 
    570
    Thanked in
    237 Posts

    Predefinito

    Il treno si mise finalmente in movimento, quando oramai ero quasi rassegnato ad un atroce destino.
    Osservavo con sentimenti contrastanti gli zombie volare in pezzi sulla pensilina, respinti dalle vetture che cercavano assurdamente di fermare protendendosi verso il binario.
    Ma la scena non mi sembrava completa. Mancava ...
    Lei si materializzo' all'improvviso alla porta del mio scompartimento. Qualcosa le stava accadendo. Qualcosa di strano e per me inatteso.
    Comunque nulla di buono per lei.
    Il sangue dei non-vivi che aveva dovuto dilaniare per poter salire la stava intossicando, e presto sarebbe divenuta una di loro. Ma i suoi occhi neri mi fissavano, e nella loro profondità sempre più remota vidi in flash-back scorrere tutto il mio passato, quello che non conoscevo, pellicola in rewind 16x, come comiche della Belle Epoque all'incontrario; tanto contrario da non esservi nulla di comico.

    ...

  • #11
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4502
    Thanks Thanks Given 
    199
    Thanks Thanks Received 
    570
    Thanked in
    237 Posts

    Post

    ...

    Come in un documentario scientifico, mille e mille epoche proponevano le rispettive tipiche ambientazioni che conosciamo, abiti, gente, veicoli, architetture...
    Ed ogni volta c'era lei. Con me.
    E sempre mancava il finale, sostituito da una nuova vita, un altro set.
    E sempre quando stavamo per scambiarci un bacio. Quel bacio. Il primo. Nei secoli.
    Ma oggi è diverso... Sarà questo treno, ma sento che il viaggio stavolta può iniziare.
    Mi morde, mi bacia, mi stringe, mi strazia, e un grande vortice spazio-temporale ci risucchia nell'infinito, fino ad essere ingoiati da un gigantesco buco nero.
    Morte o rinascita?
    Ma che importa, nessuno ha mai saputo dare la risposta. So soltanto che ora siamo qui, insieme, tra questa vegetazione rigogliosa, mille colori, acque pure di scroscianti ruscelli, cielo di un celeste divino.
    E non abbiamo più bisogno di nulla.
    Puri spiriti.
    Solo e soltanto AMORE.
    Ultima modifica di HOTWIRELESS; 02-27-2014 alle 02:46 PM.

  • #12
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2796
    Thanks Thanks Given 
    201
    Thanks Thanks Received 
    734
    Thanked in
    394 Posts

    Predefinito

    ... proprio mentre mi godevo quel bacio, la sveglia cominciò a suonare, prima piano, poi con sempre maggiore insistenza. La sveglia. La mente mi riportò all'improvviso nel mio letto, per fortuna era tutto solo un brutto sogno, un incubo. Niente Poltrol, niente zombi, niente vampiri. Quell'illusione di scampato pericolo durò, però, solo qualche altro secondo, poi fui troppo sveglio per rimanere ancorato a quell'illusione, una di quelle tre cose, purtroppo, non era un incubo, ma la realtà nella quale vivevo ormai da anni ...

  • #13
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4502
    Thanks Thanks Given 
    199
    Thanks Thanks Received 
    570
    Thanked in
    237 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bouvard Vedi messaggio
    ... Proprio mentre mi godevo quel bacio, la sveglia cominciò a suonare, prima piano, poi con sempre maggiore insistenza. La sveglia. La mente mi riportò all'improvviso nel mio letto, per fortuna era tutto solo un brutto sogno, un incubo. Niente poltrol, niente zombi, niente vampiri. Quell'illusione di scampato pericolo durò, però, solo qualche altro secondo, poi fui troppo sveglio per rimanere ancorato a quell'illusione, una di quelle tre cose, purtroppo, non era un incubo, ma la realtà nella quale vivevo ormai da anni ...
    MITTICA ALEEEEEEE !!!








    Venti caratteri

  • #14
    Vukodlak Mod
    Data registrazione
    Apr 2009
    Località
    Marino (RM)
    Messaggi
    2192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Quella mattina il viaggio in metropolitana mi sembrava più angosciante del solito, forse per il violinista che chiedeva qualche spicciolo o per quella coppia che non smetteva di fissarmi, speravo di uscire presto da quella trappola di acciaio e sudore.
    Ma l'illusione di essere per una volta vivo, vacillo' quando il violinista ignoro' del tutto la mia moneta indirizzandomi un "Insensibile!"... E la coppia traslo' il suo artificioso sguardo suadente su altri passanti, sperando fossero più malleabili per il plagio subliminale che indirizzavano a 360 gradi dal manifesto pubblicitario. Ma a me non garbava di aggiungere altro "intorno a me": già forte ho la sensazione di vivere accerchiato!
    Come pensare al futuro, a domani migliore di oggi? Tutti i fallimenti e le delusioni di questi anni mi spingevano a odiare tutto quello che avevo intorno... "Non importa in quanti pezzi il tuo cuore si è spezzato; il mondo non si ferma, aspettando che tu lo ripari". Dove avevo letto quella frase? E perchè ora mi stava ossessionando il cervello?
    Fu così che decisi comunque di salire su quel treno.
    Ne avevo persi così tanti nella mia vita, che a quel punto dovevo rischiare di mettermi nelle mani di altri, sulla carta esperti in materia di viaggi. Certo era avvilente pagare per questo, ma almeno avevo la garanzia di arrivare da qualche parte. Al massimo con un ritardo. Rassicurante.
    Ed ecco che arrivammo alla fermata più preoccupante: da uno degli sporchi finestrini, tra un graffito e un organo umano disegnato con un taglierino, vidi indistintamente le centinaia di persone che si accalcavano sulla banchina con sguardo famelico verso le carrozze, o forse verso di me? Tra tutta quell'amalgama umana intravidi una figura bellissima, con capelli castani ricci che contornavano un viso angelico che sembra guardare proprio verso di me, ma questo maledetto vagone continuò la sua marcia fermandosi solo venti metri più in la.
    Lasciai fare al destino, se mi fosse stato propizio avrei potuto aver riscontro della mia impressione positiva.
    Al contrario quell'apparizione si sarebbe mescolata per sempre alla folla dei frettolosi che salivano.
    Posai un piede sulla banchina plasticosa e levai lo sguardo al luccicante soffitto di mica. Una moltitudine di occhi alteri, quelli dei Poltrol, scortarono il mio incedere verso l'esterno; una luce calorosa mi accolse. La presenza dei Poltrol, i nuovi corpi di polizia addetti al controllo e all'individuazione degli individui sospetti, si era resa necessaria a causa dei gravi scontri avvenuti nel 2020.
    Purtroppo c'era un problema. I sensori di questi cloni-poliziotto erano tarati su organismi vivi. Tutt'altra cosa si stavano invece rivelando gli innumerevoli umanoidi che stavano prendendo d'assalto il treno... camminata incerta e barcollante, bulbi oculari penzolanti fuori le orbite, capelli staccati a ciuffi, abiti stracciati, versi grotteschi: si, erano non-vivi. Zombie.
    Solo lei era viva. Movenze da pantera. Generale impietoso di quell'orribile armata. Labbra sensuali ... lorde di sangue.
    Una Vampira!
    Il treno si mise finalmente in movimento, quando oramai ero quasi rassegnato ad un atroce destino.
    Osservavo con sentimenti contrastanti gli zombie volare in pezzi sulla pensilina, respinti dalle vetture che cercavano assurdamente di fermare protendendosi verso il binario.
    Ma la scena non mi sembrava completa. Mancava ...
    Lei si materializzo' all'improvviso alla porta del mio scompartimento. Qualcosa le stava accadendo. Qualcosa di strano e per me inatteso.
    Comunque nulla di buono per lei.
    Il sangue dei non-vivi che aveva dovuto dilaniare per poter salire la stava intossicando, e presto sarebbe divenuta una di loro. Ma i suoi occhi neri mi fissavano, e nella loro profondità sempre più remota vidi in flash-back scorrere tutto il mio passato, quello che non conoscevo, pellicola in rewind 16x, come comiche della Belle Epoque all'incontrario; tanto contrario da non esservi nulla di comico.
    Come in un documentario scientifico, mille e mille epoche proponevano le rispettive tipiche ambientazioni che conosciamo, abiti, gente, veicoli, architetture...
    Ed ogni volta c'era lei. Con me.
    E sempre mancava il finale, sostituito da una nuova vita, un altro set.
    E sempre quando stavamo per scambiarci un bacio. Quel bacio. Il primo. Nei secoli.
    Ma oggi è diverso... Sarà questo treno, ma sento che il viaggio stavolta può iniziare.
    Mi morde, mi bacia, mi stringe, mi strazia, e un grande vortice spazio-temporale ci risucchia nell'infinito, fino ad essere ingoiati da un gigantesco buco nero.
    Morte o rinascita?
    Ma che importa, nessuno ha mai saputo dare la risposta. So soltanto che ora siamo qui, insieme, tra questa vegetazione rigogliosa, mille colori, acque pure di scroscianti ruscelli, cielo di un celeste divino.
    E non abbiamo più bisogno di nulla.
    Puri spiriti.
    Solo e soltanto AMORE.
    Proprio mentre mi godevo quel bacio, la sveglia cominciò a suonare, prima piano, poi con sempre maggiore insistenza. La sveglia. La mente mi riportò all'improvviso nel mio letto, per fortuna era tutto solo un brutto sogno, un incubo. Niente Poltrol, niente zombi, niente vampiri. Quell'illusione di scampato pericolo durò, però, solo qualche altro secondo, poi fui troppo sveglio per rimanere ancorato a quell'illusione, una di quelle tre cose, purtroppo, non era un incubo, ma la realtà nella quale vivevo ormai da anni.
    Giusto il tempo di mettere a fuoco il mondo dal sogno ed immediatamente nella mia mente si presentò, in tutto il suo terrore, la mattinata che mi aspettava appena fuori dalla porta di casa: portare mia suocera con il suo adorabile cane dal veterinario che dista solamente quaranta chilometri da qui. Affrontare zombi al confronto sarebbe come rivedere vecchi amici.
    Ultima modifica di Cold Deep; 02-28-2014 alle 10:53 AM.

  • #15
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4502
    Thanks Thanks Given 
    199
    Thanks Thanks Received 
    570
    Thanked in
    237 Posts

    Predefinito

    @ Cool
    Ahahahhh, ma che gente frequenti ?!?


  • Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

    Discussioni simili

    1. Romanzo di formazione
      Da naif nel forum Sto cercando un libro che parli di...
      Risposte: 8
      Ultimo messaggio: 03-14-2014, 09:11 PM
    2. Scrivere un romanzo
      Da ParallelMind nel forum Salotto letterario
      Risposte: 14
      Ultimo messaggio: 02-19-2013, 02:00 PM
    3. Consigliatemi un romanzo
      Da masdepa nel forum Salotto letterario
      Risposte: 18
      Ultimo messaggio: 12-22-2011, 03:46 AM
    4. Nuovo Romanzo
      Da pacitoto nel forum Salotto letterario
      Risposte: 7
      Ultimo messaggio: 11-29-2011, 11:46 AM
    5. Feisbuuc, il romanzo
      Da Lorenzo Pezzato nel forum Salotto letterario
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 12-28-2008, 07:40 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •