Morton, Kate - Il giardino dei segreti

kikka

New member
Dal retro del libro:...1913. Alla vigilia della Prima guerra mondiale, su una nave diretta in Australia, qualcuno trova una bambina abbandonata. Una donna misteriosa, l'Autrice, aveva promesso di prendersi cura di lei. Ma è scomparsa senza lasciare traccia....

inizia cosi questa meravigliosa storia, dove passato e presente si intrecciano dipingendo la vita di tre donne, seppur di generazione diversa....io l'ho letto in 3 gg...non riuscivo a staccarmi.
Lo consiglio a chi piace "sentire" il sapore di una volta!:)
 

Meri

Viôt di viodi
Piaciuto molto anche a me. Un romanzo che comincia con uno strano rapimento, ma piano piano tutto si chiarisce e alla fine è andata bene così.L'unico personaggio un po' trascurato, secondo me, è la figura dello zio Linus che pur essendo ben caratterizzato non ha un gran ruolo nel romanzo.
 

Kriss

blonde member
Grazie ragazze. Questo vostro dire e non dire di questo libro mi ha proprio incuriosita. Aggiungo in wish. :D
 

Clik

New member
L'ho letto, e devo dire che e' un gran bel libro, con una storia affascinante, un misto tra un thrillr e un giallo ambientato in modo sentimentale e romantico, scritto con grande maestria.
Mi ha dato l'impressione, non sò perche', di leggere un libro dell'800.:D
 

darida

Well-known member
E' piaciuto anche a me questo romanzo di Kate Morton

Una lunga storia, avvincente e misteriosa, intricata quel tanto che basta a non perdere il filo;sentimentale senza essere stucchevole. Lo stile e' pulito e la narrazione, pur con i frequenti salti temporali, e' scorrevole

Consigliato, soprattutto alle donne, e a quelle curiose come scimmie anche di piu' :wink:
 

darida

Well-known member
Piaciuto molto anche a me. Un romanzo che comincia con uno strano rapimento, ma piano piano tutto si chiarisce e alla fine è andata bene così.L'unico personaggio un po' trascurato, secondo me, è la figura dello zio Linus che pur essendo ben caratterizzato non ha un gran ruolo nel romanzo.

Vero
Scritto da una donna per le donne, gli uomini hanno figure marginali, odiose e preferibilmente schiattano prima del tempo :mrgreen:
 

velvet

Active member
A me invece non è piaciuto neanche un po'.

Trama che si dipana su tre livelli temporali ma banalotta, personaggi che sembrano usciti direttamente da una serie animata per bambini (di quelli 'sfigatelli' che facevano quando ero bambina io), stile da "c'era una volta...". Pur essendo ambientato nelle stradine di Londra o sulle scogliere della cornovaglia, tra case antiche e giardini segreti, l'atmosfera non si sente per niente...
Un libro che si legge solo per vedere che succede, ma a me personalmente non destava interesse neanche quello, l'unico pensiero era speriamo che finisca presto... :mrgreen:

Non conoscevo per niente l'autrice e continuerò ad ignorarla...:mrgreen:
 
Bellissimo!

Ho comprato questo libro per caso perche' non conoscevo l'autrice.
E' veramente bello, scorrevole e l'ho letto in pochi giorni in quanto non riuscivo proprio a staccarmene. E' scritto molto bene e ti lascia con il fiato sospeso fino all'ultima pagina ! Lo consiglio vivamente.
Buona lettura :d
 

libraia978

New member
TRAMA

E' il 1913 e sulla costa dell'Inghilterra una nave è pronta a salpare per l'Australia: a bordo, tra i passeggeri in cerca di fortuna e i rudi marinai intenti alle manovre, una bambina di quattro anni, Neil, stringe il prezioso libro di favole che le ha regalato la misteriosa Autrice, Eliza Makepeace. Che dovrebbe prendersi cura di lei, ma l'abbandona sul ponte. Distratta dalle attenzioni di un bimbo più grande che la invita a giocare, Neil non si accorge che il rombo dei motori si fa più incalzante, e la nave lascia il molo diretta verso il mare aperto. Dopo una traversata che sembra infinita, quando il transatlantico arriva a destinazione, la piccola si ritrova sperduta nel porto di Maryborough: è smarrita, non ricorda il suo nome e tutto ciò che le è rimasto è una valigina bianca che contiene qualche vestito e quel bellissimo libro di fiabe. Per Hugh, il capitano del porto, quella delicata creatura pare piovuta dal cielo, a consolare lui e la moglie della loro sterilità. Da quel momento sarà sua figlia. Solo la sera del suo ventunesimo compleanno Neil apprende dal padre il segreto delle sue origini e la sua vita cambia per sempre.


COMMENTO

Mi piacciono questi libri che attraversano i secoli, una storia corale e di ampio respiro, che è una metà tra una storia d'amore e una metà tra un romanzo semi storico. Bello e appassionante. Se vi capita leggetelo.
 

CICALA BLU

New member
Romanzo piacevolmente lungo, mai noioso e mai scontato. Una bella storia dall'Inghilterra all'Australia, dove predomina il genere femminile. Il finale lo intuisci ad un certo punto ma non è scontato. Bello, si legge in pochi giorni. Penso che leggerò altri romanzi della stessa autrice.
 

elisa

Motherator
Membro dello Staff
E' uno di quei romanzoni che ti acchiappano subito perché complessi nei livelli temporali e con tanti personaggi che si contrappongono tra di loro che ti fanno dimenticare tutte le incongruenze della storia e ti calano nell'intreccio pieno di misteri nel quale ti sembra di esserci dentro anche tu. Solitamente non amo il genere ma questo romanzo per la sua particolare ambientazione tra Brisbane e la Cornovaglia e una storia che va dalla fine dell'800 fino al terzo millennio mi è piaciuto molto.
 
Alto