Benni, Stefano - Margherita dolcevita

Trascrisco quanto scritto sul retro:

"Margherita Dolcevita è una ragazzina che sa guardare il mondo. Le bastano un cuore appena difettoso e qualche chilo in più per aggiungere sale e ironia alla sua naturale intelligenza delle cose. Compatisce con affetto le stramberie della sua famiglia e volentieri si perde nel grande prato in torno alla sua casa, ultimo baluardo della campagna ormai contaminata dalla città. Ma improvvisamente, come un fantasma di notte, di fronte alla casa di Margherita appare un cubo di vero nero: sono arrivati i signori Del Bene.


Un libro scorrevole, divertente e, come tutti i suoi libri, ricco di una satira pungente e delicata verso la società...
 
Ultima modifica di un moderatore:

evelin

Charmed Member
L'ho finito ieri, molto molto carino.
Concordo sulla satira pungente, c'erano delle battute molto divertenti che colpivano nel segno.
L'ho trovato contemporaneo,divertente, la lettura e' molto scorrevole.
Il mio primo libro di Benni, sicuramente ce ne saranno altri.
 

Palmaria

Summer Member
La verve di Margherita, la dolce e caparbia protagonista, è proprio contagiosa! Divorato in due giorni lavorativi!:D
 

Palmaria

Summer Member
ATTENZIONE! Di SEGUITO SI SVELA PARTE DELLA TRAMA!
Dopo averci dormito su, devo ammettere però che, rispetto alla strabiliante prima parte, il finale mi ha un pochino delusa, nel senso che, senza definire precisamente gli ultimi avvenimenti e rimettendoli all'interpretazione del lettore, sembra che lasci il libro in qualche modo incompiuto!

Sono curiosa di sapere come voi avete inteso il finale!

Io sono indecisa! Da un lato, penso che tutti gli uomini, tranne Angelo, siano morti nell'esplosione e che siano sopravvissute solo Margherita e la madre, e che Margherita sia così sbalzata completamente fuori dalla sua infanzia, tanto che non rivedrà più la Bambina di Polvere.

Dall'altro lato, però, mi rimane il dubbio che siano morti tutti, Margherita compresa, che, specchiandosi, si trova uguale alla Bambina di Polvere, con le unghie sporche di terra!

Voi che ne dite?
 

evelin

Charmed Member
Io sinceramente non avevo neanche considerato la tua seconda ipotesi, mi trovo d'accordo con la prima ipotesi...pero' sai che rileggero' gli ultimi capitoli...mi hai messo la pulce!!
 

Ariel

New member
Ho letto questo libro quest'inverno sotto consiglio di una collega.
Anche a me ha lasciato perplessa il finale....
io l ho interpretata come la prima ipotesi che hai fatto ma mi "ha lasciato l'amaro in bocca".
Niente più Benni per ora.
 

mattew1983

New member
Ho letto questo libro la scorsa settimana,
dopo un inizio per me un po' macchinoso ho preso il via e l'hò finito in pochi giorni.

Molto positivo il mio giudizio,
I personaggi divertenti, anche se in parte stereotipati.
La storia avvincente e misteriosa, con sfumature fantasy, ma anche una pungente denuncia della fobie e delle manie che caratterizzano la società moderna.

Ho apprezzato Benni, ed ho già in programma altre letture dei suoi libri.
 

Rudy

New member
Eccellente libro, se non fosse per le ultime parti! Cosa gli è preso a Benni negli ultimi capitoli, tanta fretta e caos che rispecchiano gli avvenimenti della storia..ma un minimo di chiarezza!!! penso che sia voluta questa incertezza e in fondo è anche intrigante...
Tutto il resto comunque merita enormemente: fantasia, libertà, mistero, scorrevolissimo...

Per il finale, istintivamente avevo pensato alla seconda opzione, ma leggendo le vostre opinioni e altre discussioni sono passato più alla prima...ma rimarremo col dubbio!!
 

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
E' il mio primo Benni :YY perciò non sono in grado di fare paragoni con gli altri suoi libri, però mi è decisamente piaciuto. La prima parte è esilarante e si capisce subito che il libro è frutto di una mente geniale e particolarmente ironica. Da un certo punto in poi acquista maggiore rilevanza lo sviluppo degli eventi e il desiderio di sapere come andrà a finire, fino a giungere al finale che, se ci si aspetta un vero e proprio chiarimento, può deludere un po'. Per me comunque questo non toglie niente alla bellezza di questo libro surreale nei fatti e reale nei contenuti.

SPOILER
D'istinto ho interpretato così la fine: tutti muoiono eccetto la mamma e la stessa Margherita, la quale saluta per sempre la Sorellina di Polvere in quanto questa rappresentava il suo lato più fantasioso e infantile, ucciso dalla scoperta della crudeltà dell'uomo e dei mali della società.
Poi però sono andata a rileggere le ultime pagine per provare a capirci qualcosa in più e mi sono soffermata un attimo sul fatto che, se ho ben capito, Margherita potrebbe rivedere Angelo. Ma lui dove si trova? In quale vita? Sono morti entrambi?
Attendo lumi :mrgreen:
FINE SPOILER

Una tristissima, apocalittica visione del mondo attuale e del modo in cui la società può plasmare l'uomo fino a portarlo ad assorbire il male quasi impercettibilmente e a farlo proprio, è alleggerita da un tono lieve e ironico. I personaggi vengono presentati uno per uno e tratteggiati nel dettaglio, dall'indimenticabile nonno al fratellino-genio che sogna le giarrettiere della professoressa di matematica, al fratello adolescente trash brufoloso la cui camera sembra sempre perquisita dai poliziotti e il cui passatempo preferito è "schiacciare i wafer sotto il culo e spargere le briciole per tutta la stanza". E poi c'è lei, Margherita, troppo intelligente per la sua età e per questo mondo.
Più volte, soprattutto durante la prima parte, ho dovuto smettere di leggere per quanto stavo ridendo, ma è anche un libro che fa commuovere, riflettere e anche innervosire per quanto è attuale. Consigliato :D





 

Meri

Viôt di viodi
Finito ieri e faccio parte del club dei delusi x il finale, così poco chiaro quasi onirico. Il personaggio di Margherita invece mi è piaciuto, non era una vittima a causa del suo fisico, ma nemmeno la fortunata di turno. Ho riso un sacco x buona parte della storia, x il finale ho pensato che fosse morto anche Angelo e che il suo corpo si trovasse nel fiume. Il nonno invece no visto che era in una casa di cura.
 

Cold Deep

Vukodlak Mod
quoto Meri, c'è tutto quello che ci possiamo aspettare da Benni, il nonno è eccezionale :mrgreen: e devo dire che mi piace questo finale aperto ed è interessante vedere come ognuno lo interpreti a proprio modo :wink:

4.5/5 TUNZZZ TUNZZZ
 

Bobbi

New member
Tra quelli che ho letto di Benni senza dubbio il mio preferito. I temi dei romanzi e dei racconti di Benni alla fin fine sono sempre gli stessi e devo dire che alla lunga mi hanno stancato, anche perché non sempre condivido la sua idea di fondo o meglio non completamente. Però qui è riuscito a fondere l'intento satirico con la bellezza, e il libro è piacevolissimo e divertentissimo. Però anch'io faccio parte del club delusi dal finale. Diciamoci la verità: sembra che Benni non avesse idea del finale, e che quello che ha inserito sia una specie di toppa...peccato davvero, con un finale più chiaro e credibile sarebbe stato un romanzo perfetto.
 

darida

Active member
Un romanzo stile social-ecologico nel quale la pedanteria soverchia l'ironia, peccato, perche' Margherita e' un bel personaggio e l'ironia e' certamente nella penna di Benni, quando non sale sul pulpito con tanto di sbarellamento sul finale :wink: :mrgreen:
 

Holly Golightly

New member
Uhm... ho letto abbastanza cose di Benni per dire che questo è uno dei peggiori... sarà che avevo letto Il bar sotto il mare appena un mesetto prima, ma secondo me è uno dei meno belli di Benni. Non so... lui riesce molto meglio nei racconti...
 

fouRags

New member
Invece per me è stato il primo libro di Benni che ho letto, mi ha fatto innamorare del suo stile e invogliato a leggerne altri. : ) Però credo anche che Benni sia uno di quegli autori che abbiano difficoltà coi finali delle storie, e qui è abbastanza palese.
 

velmez

New member
libro abbandonato anni fa, dopo i primi capitoli...
ora l'ho ripreso e sono riuscita a leggerlo tutto d'un fiato (credo sia guarita la mia indigestione di Benni, dopo qualche anno di pausa). L'ho trovato comunque molto ingenuo nella struttura e il finale non mi è piaciuto granchè (a proposito propendo per la soluzione per cui sono morti tutti tra Margherita, la madre e Angelo, anche perchè lei dice di star raccontando il tutto alla figlia..)
però lo stile e soprattutto gli aforismi di Benni sono fantastici! solo quello ne vale la lettura, qui più che in altri!
 

bonadext

Ananke
E' il mio primo Benni :YY perciò non sono in grado di fare paragoni con gli altri suoi libri, però mi è decisamente piaciuto. La prima parte è esilarante e si capisce subito che il libro è frutto di una mente geniale e particolarmente ironica. Da un certo punto in poi acquista maggiore rilevanza lo sviluppo degli eventi e il desiderio di sapere come andrà a finire, fino a giungere al finale che, se ci si aspetta un vero e proprio chiarimento, può deludere un po'. Per me comunque questo non toglie niente alla bellezza di questo libro surreale nei fatti e reale nei contenuti.

SPOILER
D'istinto ho interpretato così la fine: tutti muoiono eccetto la mamma e la stessa Margherita, la quale saluta per sempre la Sorellina di Polvere in quanto questa rappresentava il suo lato più fantasioso e infantile, ucciso dalla scoperta della crudeltà dell'uomo e dei mali della società.
Poi però sono andata a rileggere le ultime pagine per provare a capirci qualcosa in più e mi sono soffermata un attimo sul fatto che, se ho ben capito, Margherita potrebbe rivedere Angelo. Ma lui dove si trova? In quale vita? Sono morti entrambi?
Attendo lumi :mrgreen:
FINE SPOILER

Una tristissima, apocalittica visione del mondo attuale e del modo in cui la società può plasmare l'uomo fino a portarlo ad assorbire il male quasi impercettibilmente e a farlo proprio, è alleggerita da un tono lieve e ironico. I personaggi vengono presentati uno per uno e tratteggiati nel dettaglio, dall'indimenticabile nonno al fratellino-genio che sogna le giarrettiere della professoressa di matematica, al fratello adolescente trash brufoloso la cui camera sembra sempre perquisita dai poliziotti e il cui passatempo preferito è "schiacciare i wafer sotto il culo e spargere le briciole per tutta la stanza". E poi c'è lei, Margherita, troppo intelligente per la sua età e per questo mondo.
Più volte, soprattutto durante la prima parte, ho dovuto smettere di leggere per quanto stavo ridendo, ma è anche un libro che fa commuovere, riflettere e anche innervosire per quanto è attuale. Consigliato :D





Finito ieri sera, molto bello, era il mio primo Benni. Lettura leggera e molto divertente, ma allo stesso tempo molto onirica soprattutto il finale (non banale) ma che non ho ben capito :?
 
Alto