Camilleri, Andrea - Gran Circo Taddei e altre storie di Vigàta

isola74

Lonely member
(da IBS) Otto storie, tanto perfette e compiute da costituire ciascuna un breve romanzo. Ci sono i personaggi della Vigàta di ogni tempo, l'inventario di una Sicilia dalle inesauribili sfaccettature: avvocati brillanti, chiromanti improvvisate, contadini e studentesse, preti e federali, comunisti sfegatati, donne risolute, un repertorio che suscita il sorriso o la pietà, e sempre un forte coinvolgimento. Ma in queste storie c'è anche un elemento fiabesco, mitico, un improvviso scarto dalla narrazione che ritorna insistente. È una traccia sotterranea che si mescola con il momento storico che è sempre ben definito, al punto che sin dalle prime righe di ogni storia la narrazione viene incastonata in una data precisa, la fine dell'Ottocento, l'alba del 1900, ma più spesso gli anni del fascismo, dello sbarco, del dopoguerra. Quasi sempre è l'ironia, la burla a dominare, , oppure l'umanità solidale che non manca mai nelle storie di Camilleri che in quella "piazza della memoria" che è Vigàta, attinge a storie vere o verosimili depositate fra i suoi ricordi, per reinventarle e raccontarle con la sua capacità affabulatoria, tutte spruzzate da una polvere di simpatia.

Davvero grazioso questo libro di Camilleri! ma ormai ci siamo abituati bene...
Otto storie piene di humor, di personaggi simpatici ai quali alla fine del racconto ti ritrovi affezionato e ti dispiace non poter continuare nella lettura e stare ancora un po' in loro compagnia.
Su tutte mi son piaciute: La congiura e La trovatura.
Consigliato!
 

elesupertramp

Active member
Evvai! questo significa che in giro c'è ancora un simpatico Camilleri che non ho letto!
saperlo mi fa stare più tranquilla!
 

Meri

Viôt di viodi
Come sempre Camilleri si legge in un soffio. Storie divertenti e anche a me è piaciuta molto La Congiura.
 

Minerva

New member
Otto piacevoli racconti che, come al solito, evidenziano vizi (nascosti ma non troppo), desideri e brame degli abitanti della fantomatica cittadina di Vigata tra gli anni ‘30 e ’40.
Storie divertenti (tranne una) e “piccanti” che hanno come protagonisti personaggi mossi da avarizia, lussuria e brama di potere.
Lettura consigliata. :wink:
 

velvet

Active member
Un libro di racconti molto divertente e piacevole da leggere, mostra vizi e debolezze dei protagonisti con grande naturalezza e senza giudizi. Consigliato.
 
Alto