Boll, Heinrich - Racconti umoristici e satirici

claki

New member
Il libro racchiude 13 racconti piacevoli da leggere e molto interessanti, un po tutti hanno cm tema principale la società, interessante il tema dell' ipocrisia, interessante è lo stile che cambia da ogni storia alcune più esilaranti altre più pungenti altre proprio critiche irriverenti e provocatorie.
Bellissima esperienze culturale leggerle in tedesco!r
 
Ultima modifica di un moderatore:

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Ho terminato stamattina questa raccolta di racconti,quasi tutti li ho trovati di mio gradimento e in ognuno sono riuscita a rintracciare qualcosa che li lega a me.
Mi è piaciuto lo stile di Boll (che non conoscevo),non è subito immediato e i racconti non hanno la classica morale o un finale chiuso,ma sono molto godibili ugualmente.

Questi sono i titoli:

La bilancia dei Balek (tratta il tema dell'ingiustizia...ai bambini non sfugge nulla :SISI)
L'uomo che ride (è davvero una buona idea in questi tempi di mancanza di lavoro)
Il destino di una tazza senza manico (l'ho trovato delizioso!)
L'immortale Teodora (meglio lasciarla all'oscuro di tutto)
Confessione di un accalappiacani (per la serie: il calzolaio va con le scarpe rotte :mrgreen:)
Gli ospiti sconcertanti (per gli amanti degli animali,di tutti gli animali :wink:)
La stazione di Zimpren (mi ha ricordato un po' il film di Totò con la stazione di Piovarolo)
La raccolta di silenzi del dottor Murke (che strana collezione...ma alla fine tutto coincide)
Tutti i giorni Natale (sconcertante e paradossale...ma non è una critica)
Qualcosa accadrà (e infatti è accaduto)
Diario della capitale (sul potere dei militari)
Il cestinatore (quando la professione coincide con le proprie ossessioni)
La pecora nera (c'è in tutte le famiglie,ma così fortunata non è facile trovarla)
 
Ultima modifica:

lettore marcovaldo

Active member
Rispetto al titolo , "Racconti umoristici e satirici", devo dire che non tutti i racconti, a mio parere, rispondono a pieno
alla definizione di "umoristici e satirici". Alcuni non mi sono piaciuti perchè li ho trovati poco incisivi : umorismo troppo lieve e ben poco satirico. Forse la traduzione non rende bene l'originale ?
Una parte dei racconti invece mi è sembrata decisamente più convincente. In particolare Tutti i giorni Natale, La stazione di Zimpren e La raccolta di silenzi del dottor Murke.
voto 3/5
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Hai ragione,lettore,anche io dal titolo mi aspettavo maggiore umorismo e satira in questi racconti, ma poi sono riuscita lo stesso ad apprezzarli e ad entrare in sintonia con lo stile dell'autore,che,come ho già scritto,seppur non immediato,è comunque molto particolare.
Vorrei leggere altro di lui in futuro.
 
Alto