Ludlum, Robert

Maya03

New member
prima di creare questo nuovo topic ho letto i titoli degli altri, e mi sembra che questo non c'era, quindi ho detto 'mettiamolo!'

era un attore teatrale, poi a quarant'anni ha iniziato a scrivere romanzi. chissà cosa lo ha invogliato, fatto sta che è stato proprio un bene, perchè i pochi romanzi che ho letto di ludlum sono veramente belli.

in questo momento sto proprio leggendone uno: the bourne identity un nome senza volto. che volete che vi dica: superlativo. :!: non ho visto il film (in genere il film ci perde parecchio).
in ogni momento cerco di leggere un paragrafo, una pagina, un sottocapitolo... per scoprire cosa attende jason bourne :?:
oltre a questo ho anche letto "doppio inganno", e ricordo che mi ha colpito molto (l'ho letto due anni fa, non ricordo la trama, ma so per certo che lo rileggerò) e mi attende "the bourne ultimatum il ritorno dello sciacallo"

beh, ora a voi la parola, che forse conoscete meglio questo autore, che ogni volta mi stravolge e mi occupa la mente per ore intere
 
Ultima modifica di un moderatore:

Hoya

Duck Member
Di Ludlum ho letto "Il patto" e "il dossier Matlock"... ricordo che non mi hanno fatto impazzire ma non erano neanche male... forse ho scelto i libri sbagliati :roll:
 

Maya03

New member
ecco quello che non ricordavo: 'il dossier Matlock', è quello che mi è piaciuto particolarmente; non ricordo cosa mi ha colpito, ma quando lo rileggerò te lo farò sapere. a volte succede che certi libri di un autore non piacciano...
 
di ludlum, maestro del thriller e creatore di quel grandissimo fenomeno chiamato bourne, non potevo non parlarne :mrgreen:

ho da poco iniziato ad appassionarmi a questo scrittore e devo dire che il primo "bourne" è qualcosa di unico.
la trama di per sè, la reputo geniale e lo scrivere i pensieri di bourne in corsivo è un dettaglio non trascurabile.
mi mancano ancora molte pagine del libro, ma già lo metto tra gli imperdibili.

in conclusione consiglio ludlum a chi ama le storie sul filo del rasoio e mai in stallo :mrgreen:
 
Ultima modifica di un moderatore:

Maya03

New member
Bad Taste In Your Mouth ha scritto:
di ludlum, maestro del thriller e creatore di quel grandissimo fenomeno chiamato bourne, non potevo non parlarne :mrgreen:

ho da poco iniziato ad appassionarmi a questo scrittore e devo dire che il primo "bourne" è qualcosa di unico.
la trama di per sè, la reputo geniale e lo scrivere i pensieri di bourne in corsivo è un dettaglio non trascurabile.
mi mancano ancora molte pagine del libro, ma già lo metto tra gli imperdibili.

in conclusione consiglio ludlum a chi ama le storie sul filo del rasoio e mai in stallo :mrgreen:

quoto e quoto!!!! :D

ho finito da poco the bourne identity e ora sto leggendo the bourne ultimatum... ti prende e non ti molla... il suo modo di descrivere gli avvenimenti ti coinvolge in una maniera che anche quando hai chiusto il libro e fai altro continui a pensarci e certi dettagli ti rimangono talmente impressi nella mente...
:D
 
Ultima modifica di un moderatore:

Maya03

New member
ma perchè mi posta i messaggi mille volte!!!!! :shock:
mi da sempre messaggio di errore quando invio una risposta e allora ritento... :roll:
mah...
 

elydark

New member
Maya03 ha scritto:
ma perchè mi posta i messaggi mille volte!!!!! :shock:
mi da sempre messaggio di errore quando invio una risposta e allora ritento... :roll:
mah...

ecco appunto non ritentare ;)
Al 99,9 % nonostante ti dia errore, il messaggio è stato inserito correttamente!

Ho visto tutti i film di Bourne e ho scoperto solo da poco che c'erano anche i libri!!!! Se capita, mi farebbe piacere leggerli.
 
Maya03 ha scritto:
quoto e quoto!!!! :D

ho finito da poco the bourne identity e ora sto leggendo the bourne ultimatum... ti prende e non ti molla... il suo modo di descrivere gli avvenimenti ti coinvolge in una maniera che anche quando hai chiusto il libro e fai altro continui a pensarci e certi dettagli ti rimangono talmente impressi nella mente...
:D
sì, sono proprio i dettagli che ti restano limpidi :)
il killer dagli occhiali con montatura dorata, i capelli rossi di marie, le dita spezzate, la maschera facciale della lavier :wink:
inscindibili dalla mente, ormai...
 
Ultima modifica di un moderatore:

Maya03

New member
sto per finire un altro libro di ludlum, e nuovamente mi ritrovo ad ammirare la sua capacità ci descrivere le situazioni, di coinvolgerti e di tenerti incollato al libro..... non ho parole per descrivere
 

Bag End

Tolkien Society Member
già. non mi spiego come mai ogni anno continuino ad uscire suoi romanzi...

Ho una teoria al riguardo: molti non erano stati tradotti in italiano, e visto che vende bene, ora li traducono.
Io l'ho scoperto per caso nel 1991, e da allora ho comprato molti suoi libri.
Il primo che ho letto è stato il patto, e per ora è quello che mi è piaciuto di più.
 

Roberto

New member
tra i libri di Ludlum che ho letto quello che ricordo pìù volentieri è

Sporco baratto del 1993

Peenemunde, settembre 1943: una crisi minaccia il Terzo Reich, la scorta dei diamanti indutriali sta per terminare e, con essi, la produzione dei razzi. Solo gli Alleati dispongono di diamanti industriali. Washington, settembre 1943: l'industria aeronautica americana non riesce a mettere a punto un sistema di guida per i bombardieri ad alta quota. Ma a Peenemunde gli scien- ziati tedeschi ci sono riusciti. Ad altissimo livello si fa strada l'idea di uno scambio fra i due paesi. Tutto deve essere condotto con la massima segre- tezza. La sede del baratto è Buenos Aires. Ma qualcuno sa, qualcuno che fa di tutto per impedire che il baratto abbia luogo.

libro veramente bello
 

Maya03

New member
approfittando degli sconti su tea ho preso anche 'la fondazione bancroft' e 'codice altman'... non vedo l'ora di leggerli, dopo aver letto la sera the bourne... magnifico, un maestro
 

Nadia53

New member
Tutti gli ultimi usciti hanno un coautore che altro non è che il vero autore che ha scelto l'accoppiata con Ludlum per vedersi pubblicato.
In america è una "tendenza" normale: James Patterson, Clive Cussler.... Mandi il tuo romanzo (già protetto da copyright) ad un autore di grido. Questo lo legge o lo fa leggere e decide se appoggiarti o meno, dietro ovviamente giusta divisione degli introiti.
Non si spiegherebbe altrimenti questo proliferare di romanzi a diversi anni dalla sua morte.
Resta comunque un ottimo autore.
 

Rombonauta

New member
in questo momento sto proprio leggendone uno: the bourne identity un nome senza volto. che volete che vi dica: superlativo. :!: non ho visto il film (in genere il film ci perde parecchio).
in ogni momento cerco di leggere un paragrafo, una pagina, un sottocapitolo... per scoprire cosa attende jason bourne :?:
e mi attende "the bourne ultimatum il ritorno dello sciacallo"

beh, ora a voi la parola, che forse conoscete meglio questo autore, che ogni volta mi stravolge e mi occupa la mente per ore intere
Un grande, pensa che nel natale del 2007 mi regalartono the bourne identity un nome senza volto, il il 30 o il 31 lo avevo già divorato, un libro bellissimo, poi l'ambientazione di quegli anni è strepitosa dove per fare una telefonata bisognava trovare una cabina o un bar che avesse il telefono, di computer neppure a parlarne, rapportato alle nostre abitudini attuali sembra fantascienza. Ho divorato anche gli altri due, anche se a parer mio inferiori al primo, dei due seguenti mi è piaciuto di più il ritorno dello sciacallo, l'ho trovato più affine al primo, poi la maestria di Ludlum nel descrivere le difficoltà di un jason invecchiato, una vera "chicca". Se hai intenzione di guardare i film (per fortuna li ho visti dopo aver letto la trilogi) sappi che dai romanzi hanno tratto ispirazione solo per i nomi dei personaggi, per il "difettino" alla memoria di jason e pochissimo altro, basti pensare che già il primo film è ambientato ai nostri giorni...... Consiglio assolutamente di leggere di Ludlum anche "I GUARDIANI DELL' APOCALISSE" stupendo, molto bello è anche "IL CIRCOLO MATARESE" con, seppur meno bello, il suo seguito "CONTO ALLA ROVESCIA"
 

Maya03

New member
Potrei sembrare ripetitiva, ma sono tornata a leggere ludlum... poi con gli ulimi usciti della serie bourne (me ne sono accorta sol la scorsa estate...) ne ho divorato uno a settimana.
Che mente!!
 
Alto