Böll, Heinrich

Grantenca

Active member
Ho letto 2 libri di questo autore, che mi sembra, tra i moderni, una delle voci più forti. Ho letto "Opinioni di un clown" certamente un libro molto singolare che, tra l'altro, ha suscitato moltissime discussioni per le opinioni espresse dall'autore (non certo lusinghiere) su autorevoli esponenti del cattolicesimo tedesco nonché sulla ricca borghesia tedesca del dopoguerra. Ho letto poi anche "biliardo alle nove e mezza" un libro molto diverso, sicuramente meno importante nella valutazione delle opere dello scrittore ma che, dal punto di vista letterario, a me è piaciuto di più. Mi riprometto di leggere in futuro qualcosa d'altro di questo scrittore che, a mio avviso, merita di essere conosciuto e di cui sarei interessato a conoscere altre opinioni.
 
Ultima modifica di un moderatore:

elisa

Motherator
Membro dello Staff
sicuramente Opinioni di un clown è un capolavoro, che consiglio a tutti di leggere. vorrei affrontare anche qualche altro suo titolo. Consigli?
 

Jessamine

New member
Anche io ho letto solamente Opinioni di un clown, ma me ne sono innamorata, e sicuramente vorrei leggere altro di questo autore, per confermare il mio innamoramento :mrgreen:, ma non saprei nemmeno io da dove cominciare.
 

c0c0timb0

Pensatore silenzioso
L'onore perduto di Katharina Blum

Beh, provate "L'Onore perduto di Katharina Blum" (ovvero come può nascere e dove può condurre la violenza). Il libro è del 1974. In Italia è uscito l'anno dopo (Einaudi). La traduzione, sono sicuro, è di Italo Alighiero Chiusano che di Böll ha scritto anche una biografia. Il romanzo è scritto come un rapporto/indagine dell'accaduto e tutta la vicenda vi farà riflettere se ciò che è successo alla protagonista si tratta di legittima difesa o di assurda vendetta...
Attualissimo secondo me ancora oggi, il libro è considerato il capolavoro dello scrittore (tra l'altro premio Nobel qualche anno prima dell'uscita di questo romanzo).

Ritengo, tra l'altro, che di un'opera come questa sarebbe molto interessante discuterne (guarda caso) in un forum. Scambiare opinioni a riguardo, dopo averlo letto, mi farebbe piacere: sono proprio curioso di sentire l'interpretazione di altri utenti. Sono meno di 200 pagine, tra l'altro...

PS: questo è il mio primissimo intervento in ForumLibri, quindi colgo l'occasione per salutare tutti!

Buona lettura ad ognuno di voi.
 

bouvard

New member
Il mio "incontro" con questo Autore è partito da una delle sue opere minori Diario d'Irlanda, un libricino di 150 pagine, che contiene tutti gli stereotipi su quest'isola e i suoi abitanti: l'Irlanda isola verde, cattolica, abitata da bevitori di birra con un radicato umorismo, e da greggi di pecore, in cui la pioggia è di casa, ma è sempre pronta a lasciar il posto al sole ... Eppure leggendo questo libro non appaiono affatto come stereotipi, perché c'è sempre qualcosa di unico, particolare, che riesce a cancellare il luogo comune. Quello che traspare da questo libro è un Boll ironico (come sempre), poetico, bucolico, molto "irlandese" ... E' il libro che ho riletto più volte nella mia vita, e questo la dice lunga su quanto mi sia piaciuto ...
Il secondo approccio è stato Opinioni di un clown, uno dei libri più belli che abbia mai letto. In questo libro colpisce l'ironia con cui Boll descrive l'ipocrisia e l'opportunismo dei suoi connazionali al termine della guerra, la loro fretta di prender le distanze da qualcosa che non hanno avuto il coraggio, o la voglia di bloccare, o quantomeno ostacolare. Chi dimentica il proprio passato è condannato a ripetere gli stessi errori e forse proprio per questo Boll condanna questa voglia dei tedeschi di dimenticare, quasi un non voler prender coscienza delle atrocità commesse o consentite.
Ho letto poi Racconti satirici ed umoristici, nonostante in generale io non ami molto i racconti, preferendo i romanzi, devo dire che alcuni di questi racconti, ad esempio La bilancia dei Balek, o La raccolta dei silenzi del dottor Murke, o Tutti i giorni Natale, sono dei veri e propri gioielli di ironia, sarcasmo, e satira. Tra l'altro benché scritti alla fine degli anni '50 sono estremamente attuali.
Altra lettura Foto di gruppo con signora. Libro diverso dagli altri di Boll che ho letto per lo stile, infatti mentre gli altri li ho trovati scorrevoli, e la loro ironia rendeva facile la lettura nonostante gli argomenti non sempre leggeri, invece la lettura di questo libro, almeno per me, per quanto piacevole si è rivelata da subito lenta, cerebrale ed impegnativa. Lo stile di Boll all'inizio spiazza, ma poi se ne resta affascinati, anche perché Boll riesce a sorprendere sempre il lettore con punti di vista nuovi anche su argomenti già ampiamente e ripetutamente trattati dalla letteratura, ad esempio l'ansia di alcuni tedeschi di fronte ai ritardi americani per la loro liberazione è un punto di vista su cui io non avevo mai riflettuto prima.
Serve dire che ho già pronto sulla scrivania L'onore perduto di Katharina Bloom? Sarà sicuramente una delle letture dei prossimi mesi ...
 
Ultima modifica:

c0c0timb0

Pensatore silenzioso
Ciao bouvard. Sono curioso di sapere se hai letto Katharina Bloom. Ero intervenuto in questo 3D su Böll proprio consigliando questo libro...
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Di questo autore ho letto solo "Racconti umoristici e satirici" e "Opinioni di un clown" ma mi sono bastati per farmene un'idea positiva.
Con quest'ultimo l'ho preso in adozione per Adotta un autore, quindi se l'utente a cui era capitato non ritornerà per chiederne la paternità ho tempo per leggere altro di lui in quest'anno :wink:.
 
Alto