Cocteau, Jean - Oppio

siasiqueneau

New member
"Il mio sogno in musica sarebbe di sentire la musica delle chitarre di Picasso".

Questo libro m'ha provocato il pelledochismo e un'invidia terribile verso coloro che riescono a dar forma a simili concetti.
 

siasiqueneau

New member
Cocoteau è stato uno intellettuale, scrittore e pittore, oltre che un grande scopritore di talenti (Edith Piaf e Radiguet sono stati solo due dei suoi pupilli) di inizio '900.

"Oppio" (scirtto durante il ricovero in una clinica per la disintossicazione) consiste in una serie di commenti e considerazioni sulla letteratura e sull'arte, soprattutto su Picasso, che era uno dei suoi più cari amici, ma anche su Modigliani, Max Jacob, Apollinaire e Erik Satie.
E' una collezione di finezze sul concetto di arte e di crazione, poesia, musica, pittura, scultura...

Simile ad "Oppio" è anche la raccolta di articoli "Il richiamo all'Ordine".

Per entrare nel libro e conoscere meglio l'ambiente di cui parla e in cui ha vissuto vi consiglio un film... "I colori dell'anima", sulla vita di Modigliani e degli altri "maudits", Cocteau incluso.
 

elisa

Motherator
Membro dello Staff
Io ho visto il film di cui parli "I colori dell'anima" e Cocteau non ne esce proprio alla grande.
Mi è capitato di visitare una cappella affrescata da lui a Villefranche sur Mer vicino a Nizza, molto suggestiva devo dire.
 

siasiqueneau

New member
Non sapevo avesse addirittura affrescato una cappella... Azz ma perchè ogni giorno si triplica la quantità di cose che gli altri, a differenza mia, sanno?

Ciaociao belli!
 
Ultima modifica di un moderatore:
Alto