Roberts, Gregory David - L'ombra della montagna

Il seguito di Shantaram .
Ho aspettato anni che uscisse !
Meno movimentato meno colorito del predecessore , ma il ritrovare i principali personaggi mi ha fatto rientrare nel gruppo subito . Romanzo riflessivo e introspettivo , piu del primo che già era una lettura emotiva ed emozionante , forse per l eta piu matura del protagonista . Narra il cammino spirituale di Lin , mantenendo comunque le scorribande indiane . Personaggi sempre ben descritti , come luoghi e sentimenti .
Pur avendo quasi mille pagine ... Si divora .
Io spero tanto in un terzo volume
 

velmez

New member
noooo mi hai battuto sul tempo!
L'ho trovato in libreria circa un mesetto fa e mi sono presentata in cassa con un sorriso a 64 denti, tanto che la commessa si è messa a ridere!!

purtroppo non ho ancora avuto il tempo di iniziarlo... devo terminare altri libri e ho davanti un mese di lavoro molto impegnativo... ma... non vedo l'ora!
 

velmez

New member
immaginavo avrebbe deluso le mie aspettative, ma non fino a questo punto (tanto che mi verrebbe voglia di rileggere Shantaram perché ho paura che ora troverei deludente anche quello... :ad: )
mi è sembrato piuttosto inutile: mancano le belle descrizioni del primo libro, la storia è inconsistente e decisamente "romanzata" (nel primo almeno succedeva qualcosa di inaspettato ogni tanto...), niente colpi di scena (e se ci sono, vengono raccontati in stile "riassunto" senza alcun pathos)...
Se in Shantaram la vera protagonista era l'India, qui ne è il sottofondo... ho mal sopportato l'ostentazione di frasi da cioccolatino perugina (da carie totale!!!) e tutto sommato mi è sembrato un vero e proprio mettere in mostra delle nozioni da pessimo corso di scrittura creativa...
insomma l'ho trovato decisamente deludente rispetto al primo, mi ha dato l'idea di essere stato scritto tanto per scrivere e se il primo sembrava per lo meno plausibile, questo mi è sembrato solo finzione!
ciò non toglie che un po' ci si affeziona e che lo si legge senza difficoltà e quasi mi dispiace sia finito (forse perché fino all'ultimo ho sperato in qualcosa :boh: )
 

velmez

New member
sarà anche che nel frattempo al Leopold ci sono stata ed è un posto carissimo! pieno di copie di Shantaram (in vendita in inglese) e di turisti che fanno la fila per fare una foto di fronte all'insegna...
(cosa molto indiana in realtà, ma piuttosto deludente lo stesso)
 

elesupertramp

Active member
immaginavo avrebbe deluso le mie aspettative, ma non fino a questo punto (tanto che mi verrebbe voglia di rileggere Shantaram perché ho paura che ora troverei deludente anche quello... :ad: )
mi è sembrato piuttosto inutile: mancano le belle descrizioni del primo libro, la storia è inconsistente e decisamente "romanzata" (nel primo almeno succedeva qualcosa di inaspettato ogni tanto...), niente colpi di scena (e se ci sono, vengono raccontati in stile "riassunto" senza alcun pathos)...
Se in Shantaram la vera protagonista era l'India, qui ne è il sottofondo... ho mal sopportato l'ostentazione di frasi da cioccolatino perugina (da carie totale!!!) e tutto sommato mi è sembrato un vero e proprio mettere in mostra delle nozioni da pessimo corso di scrittura creativa...
insomma l'ho trovato decisamente deludente rispetto al primo, mi ha dato l'idea di essere stato scritto tanto per scrivere e se il primo sembrava per lo meno plausibile, questo mi è sembrato solo finzione!
ciò non toglie che un po' ci si affeziona e che lo si legge senza difficoltà e quasi mi dispiace sia finito (forse perché fino all'ultimo ho sperato in qualcosa :boh: )

accidenti...me l'aspettavo.. :W
Infatti sta ancora in attesa da Natale!
 

Dory

Reef Member
Nooooo!! Non mi aspettavo certo fosse all'altezza del primo, ma addirittura deludente.. :(

Anche la mia copia è sulla mensola che aspetta da un po', credo che aspetterà fino al prossimo autunno.
 
Alto