Yoshimoto, Banana - Sonno profondo

libraia978

New member
Questa la trama:

"Il sonno viene come l'avanzare della marea. Opporsi è impossibile."
Con Sonno profondo Banana Yoshimoto indaga nel cuore di tre giovani donne e ne trae ombre plastiche, insinuanti, che echeggiano il vuoto della notte e la paura della solitudine. Vicina al germogliare più segreto delle emozioni, Yoshimoto disegna un mondo sfuggente e tuttavia concreto, che accompagna il lettore in un'avventura dell'anima di straordinaria incisività.

Continuo a non apprezzare i racconti, in questo caso in particolare lasciano veramente poco, sono troppo brevi per riuscire a sviluppare una certa trama degna di questo nome.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Miag

New member
Ho pensato parecchie volte di leggere un libro di Yoshimoto...quale mi consiglieresti?
(credo non questo... :) )
 

mado84

New member
Anche a me non è piaciuto molto Sonno profondo. Le storie non mi hanno coinvolto...

Ho pensato parecchie volte di leggere un libro di Yoshimoto...quale mi consiglieresti?
A me è piaciuto molto Presagio triste
 

velmez

New member
Sto completamente rivalutando Banana Yoshimoto: prima la trovavo troppo banale, scontata e poco profonda... infantile più altro...
ora mi sembra l'esatto contrario: solitamente i racconti non mi lasciavano nulla... questi invece li ho trovati profondamente coerenti, reali e poetici...
boh... probabilmente è perchè ho letto molti altri libri giapponesi nell'ultimo anno e mi ho imparato ad apprezzarne lo stile...

e poi, quanto è bella la foto in copertina?
 

skitty

Cat Member
Trama da Wikipedia:
Protagoniste di tutti e tre i racconti sono altrettante ragazze che vivono una vita sospesa tra il sonno e la veglia, tra la vita e la morte. Accomunate da questa dimensione onirica, emergono facilmente i temi che caratterizzano l'esperienza narrativa della Yoshimoto: l'amore, il sesso, il suicidio, la famiglia, la malinconia e infine la morte percepita come elemento necessario. Al centro del primo racconto troviamo Terako, una ragazza che trascorre le proprie giornate in uno stato, da qui il titolo, di sonno profondo. L'unica cosa che riesce a svegliarla sono le telefonate notturne dell'amante, sposato con una donna che per colpa di un terribile incidente stradale è ora ridotta ad uno stato vegetativo. Nel terzo racconto, in cui un medium mette in contatto la protagonista con la sua amica morta, torna il ménage à trois, mentre nella seconda storia si parla ancora di amore, morte e amicizia.

Commento:
E' il primo libro che leggo di questa autrice e mi sono trovata molto in sintonia con la scrittura delicata e le atmosfere dolci e sospese in una dimensione molto particolare...
Il racconto che ho preferito dei tre è il primo, Sonno profondo. La contemporaneità del sonno continuo della protagonista con il sonno forzato della moglie del suo uomo, mi ha colpita parecchio... e anche la tristezza di questa relazione che non sa ancora quando potrà raggiungere la propria pienezza...
Anche i temi del suicidio e del ritorno degli spiriti di chi non c'è più, suscitano forti emozioni.
Forse la semplicità dei pensieri unita alla complessità delle situazioni, mi hanno legata moltissimo a queste pagine, lasciandomi una sensazione di pace e positività.
Voto: 4.

“Il sonno è diventato così profondo che a ogni risveglio mi sembra di riemergere dalla morte.”
“A dormire accanto a qualcuno, vicino fino a diventare la sua ombra, si può finire col riprodurre dentro di sé la sua anima, con l'assorbirne tutte le tenebre.”
“Chissà perché la notte, come la gomma, è di un'infinita elasticità e morbidezza, mentre il mattino è così spietatamente affilato. La sua luce sembra puntata contro di me.”
 

g_reader

New member
Devo dire che questo libro non mi è piaciuto affatto. A parte il fatto che una volta finito sembra che i racconti non ti abbiano lasciato niente, le atmosfere cupe, invece di coinvolgermi, mi hanno suscitato solo angoscia. Un'altra cosa che ho notato è che in questi racconti (non so se in tutti i suoi scritti, visto che ho letto questo e Kitchen) usa sempre gli stessi "ingredienti": il sonno, il sogno, la morte incombente. Di solito questo in un autore non mi infastidisce, ma ho trovato la ripetizione troppo marcata: i tre racconti sono quasi ridondanti.
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Strano, ero convinta di averlo recensito. L'ho letto l'anno scorso.
Mi è piaciuto parecchio nonostante la mia avversione per gli autori asiatici. Anche per me è stato il primo di questa autrice.
Riporto una citazione da uno dei racconti, l'ho ritrovata oggi salvata sullo smartphone:
Aveva messo su off il suo rapporto con il mondo esterno e forse stava soltanto ricaricando le batterie. La vita le sembrava solo qualcosa di terribile.
 
Alto