Abe, Kobo - Il quaderno canguro

velmez

New member
Un comune impiegato si risveglia una mattina con le gambe ricoperte da germogli di ravanello giapponese, il daikon. In preda al panico, si rivolge a una clinica dermatologica, dove viene operato d'urgenza da una misteriosa equipe medica. Mentre è ancora sotto anestesia, decidono di trasferirlo in un limbo al confine tra i due mondi... Il malcapitato protagonista inizia così il suo incredibile viaggio nel sottosuolo, a bordo di un avveniristico lettino d'ospedale in grado di essere mosso dalla forza del pensiero. Presto giungerà sulle rive del Sanzu, il fiume dell'inferno buddhista, in un mondo popolato da personaggi enigmatici e grotteschi dove risuonano le note di inni sacri e di brani dei Pink Floyd: la sexy infermiera Libellula, il giovane americano esperto di arti marziali Hammer the Killer, il circo dei demoni bambini, i custodi delle terme della Valle Infernale e molti altri. Cercando di risolvere il mistero di cui è vittima, il protagonista lotta per la salvezza, sospeso tra la vita e la morte.

secondo romanzo di Abe che leggo. Ho difficoltà a lasciare un commento... si tratta sicuramente di un romanzo onirico surreale, da una partenza kafkiana si giunge a deliri alla Pinchon... eppure a tratti tutto torna... i simboli sono ciclici e ricorrenti... mi ha ricordato anche un pochino Ti con zero di Calvino...
insomma ho davvero difficoltà a lasciare un commento, il giudizio comunque è positivo, ma ho apprezzato maggiormente La donna di sabbia che trovo essere un capolavoro!
 
Alto