Blasi, Giulia - Manuale per ragazze rivoluzionarie

Jessamine

New member
Ragazze, non c'è più tempo da perdere: bisogna fare la rivoluzione!

Care lettrici (e cari lettori) di ogni età, questo appello appena lanciato da Giulia Blasi non è una boutade, ma un invito serio, formulato dopo anni passati a osservare come si muovono uomini e donne in Italia. Una società che oggi è tecnologica, in rapida evoluzione, ma purtroppo non ancora paritaria fra i sessi in termini di rispetto, opportunità, trattamento.
Certo non si può dire che nel Novecento non siano stati fatti enormi passi avanti per le donne, basti pensare al diritto di voto o alle grandi battaglie per il divorzio e l'aborto. Ma dagli anni '80 in poi il femminismo si è come addormentato, mentre il successo nel lavoro (e in politica, nell'arte) ha continuato a essere per lo più riservato ai maschi e in tv apparivano ballerine svestite e senza voce. Per non dir di peggio: la violenza sulle donne non si è mai fermata e chi denuncia le molestie tuttora corre rischi e prova vergogna.
Ecco perché oggi è giunto il momento che le ragazze di ogni età raccolgano il testimone delle loro nonne e bisnonne per proporre un cambiamento epocale, per fare una rivoluzione che ci porti tutti - maschi e femmine - a un mondo in cui ciascuno abbia le stesse occasioni per affermarsi secondo i propri talenti e non si senta più obbligato a aderire ai modelli patriarcali - cacciatori & dominatori vs angeli del focolare & muti oggetti di desiderio sessuale - che, spesso in forme subdole, continuano a esserci proposti.
Sembra impossibile? Non lo è! In questo saggio profondo ed elettrizzante Giulia Blasi analizza con spietata lucidità le situazioni che le donne oggi quotidianamente vivono e offre, in una seconda parte pratica del libro, consigli concreti per mettere in atto un femminismo pieno di ottimismo e spirito di collaborazione (evviva la sorellanza!) che possa rendere tutti più sereni, rispettosi, appagati e felici. Anche gli uomini




Ho trovato questo libro un ottimo approccio al tema: offre una panoramica non troppo approfondita ma completa sulle principali questioni che riguardano il femminismo contemporaneo, dando le giuste definizioni e facendo chiarezza su aspetti fondamentali e troppo spesso travisati (il più delle volte da chi la parola "femminismo" non sa nemmeno leggerla).
Se si ha già anche solo un po' di dimestichezza con il tema, però, lo si troverà un po' banalotto, senza contenuti di grande impatto (come è giusto che sia, dato che è il libro risponde perfettamente a ciò che si propone di essere).
Un'ottima lettura soprattutto per i più giovani, o per chi ha una gran confusione in testa e vorrebbe avere una voce chiara e mai troppo complessa per imparare a districarsi fra argomenti che gli sono poco congeniali.
 
Alto