Top e flop del 2020

bouvard

Well-known member
Se non ricordo male questa discussione in genere la apriva Jessamine, ma visto che è un po' di tempo che non bazzica il forum la apro io.
Sul 2020 è stato detto di tutto, soprattutto in negativo :boh: vediamo se almeno librescamente riusciamo a riabilitarlo :YY

Per i miei top altro che tre gradini, ho bisogno di ben sette gradini! :mrgreen: sette come i volumi della saga di Harry Potter, sicuramente le mie letture più belle di quest'anno :YY
Ad essere sinceri quest'anno ho letto pochissimo, non penso di essere arrivata a 25 libri :paura:, ma ho letto pochissimi libri che non mi sono piaciuti :? in effetti solo due (se ricordo bene :?): Tempo di uccidere di Flaiano, che deve però accontentarsi del secondo posto tra i flop perché il primo posto è saldamente occupato da un libro che, secondo me, resterà a vita al primo posto tra i flop tanto è brutto :mrgreen: ossia: Harry Potter e la maledizione dell'erede :MM :MM

A voi la parola
 

qweedy

Well-known member
Per il flop non ho dubbi: "Per sole donne" di Veronica Pivetti. :MM

Tutto sommato quest'anno ho letto più del solito (che già non era poco! :mrgreen:), e la maggior parte dei libri mi è piaciuta molto.
Per il top però scelgo "La ricamatrice di Winchester" di Tracy Chevalier, "I Goldbaum" di Natasha Solomons e "Fu sera e fu mattina" di Ken Follett. Sono tre "polpettoni" (uso questo termine in modo amorevole, mi piace definirli così), cioè tre saghe familiari che si snodano in varie epoche, molto interessanti anche per l'ambientazione storica e sociale, oltre che per la trama molto avvincente.
Una menzione speciale al piccolo libro "Tutto chiede salvezza" di Daniele Mencarelli.
 

Meri

Viôt di viodi
Come top metterei:

Un albero cresce a Brooklin
Il treno dei bambini
casa Tyneford

Come flop:

Lady dark
Il museo delle promesse
 

ila78

Well-known member
Top:
Tutti quelli che ho letto di Camilleri
Cambiare l'acqua ai fiori di Valerie Perrin
Niente di nuovo sul fronte occidentale di Remarque

Flop:
La Torre dei sussurri di Olivier Bleys
E dovrei mettere anche Don Chisciotte, ma non me la sento, temo di essere io il flop non l'opera.:wink:
 
Ultima modifica:

Evy

Member SuperNova
Top:
Zerocalcare con"a babbo morto"
Doris Lessing "il diario di Jane Somers"
A. Donate"il club delle lettere segrete"

Flop
- preciso che per flop intendo libri che ho faticato a portarli a termine per qualche motivo-
Michael Ende"la storia infinita "
Jack Kerouac" sulla strada "
 

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
Top:

La valle dell'Eden di John Steinbeck



Flop (nel senso che mi ha deluso rispetto ai libri precedenti dello scrittore, che in genere mi piace):


Più forte di ogni addio di Enrico Galiano

Un libro di cui riconosco la raffinatezza dello stile, ma che ho faticato a portare a termine è stato La gemella H di Giorgio Falco.
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Così a memoria credo di non aver letto nessun flop ma per essere sicura della mia fortuna dovrei controllare su Anobii.
Di top ne ho diversi, però sempre dopo un controllo ne scriverò solo tre.
 

ayuthaya

Moderator
Membro dello Staff
Il mio podio 2020 è questo:

1) Frankeinstein di M. Shelley
2) a pari merito L'isola di Arturo di E. Morante e Luce d'Agosto di W. Faulkner
3) Sette brevi lezioni di fisica di C. Rovelli

Quest'anno (a differenza di altri) ho avuto anche i miei flop, libri che davvero ho fatto fatica a leggere:

1) Chiedi alla polvere di J. Fante
2) Contro corrente di J. K. Huysmans
3) Notturno cileno di R. Bolano
 

Dory

Reef Member
Nel 2020 avevo bisogno di letture di svago e poco impegnative, perciò ho letto molta fantasy.

TOP
I libri della serie Grishaverse di Leigh Bardugo, veramente molto belli, soprattutto Sei di corvi.
The Ickabog, il libro pubblicato online gratuitamente dalla Rowling, scrittrice bravissima, e
lo dimostra con ogni suo libro. Che possano piacere o meno i suoi libri (e non parlo solo di Harry Potter),
la sua scrittura secondo me è sempre al top.

FLOP
Echi in tempesta di C. Dabos, un libro che mi ha dato una pugnalata al cuore per quanto sono rimasta delusa,
perché avevo amato alla follia i primi due della quadrilogia, il terzo meno, ma l'ultimo è stato un disastro
L'isola dei fucili di Amitav Ghosh. Adoro questo scrittore e la sua trilogia della Ibis, ma questo nuovo libro mi ha annoiato
a morte, quasi non sembra nemmeno scritto da lui.
 
Alto