Porte aperte sulla Storia

ayuthaya

Moderator
Membro dello Staff
Ciao a tutti! è da un po' che ho intenzione di aprire questo thread per raccogliere in un'unica lista tutti i libri che a me piace definire "Porte aperte sulla Storia" ovvero romanzi che mi hanno permesso di approfondire eventi o contesti storici particolari.

Infatti ci tengo a precisare che non mi riferisco in modo generico a romanzi storici ma a libri che costituiscono dei veri (per quanto piccoli rispetto a un saggio) "approfondimenti", fornendo informazioni su eventi realmente accaduti o personaggi realmente esistiti.
Questa è la lista dei libri letti da me che rientrano in questa categoria... Se volete potete aggiungere i vostri o darmi dei suggerimenti!

Kobane calling, Zerocalcare: resistenza curda e costituzione del Rojava

Preghiera per Cernobyl, Svetlana Aleksievic: disastro nucleare di Cernobyl

Lettere contro la guerra, Tiziano Terzani: attacco dell’11 settembre e reazione al terrorismo

La casa della moschea, Kader Abdolah: Iran prima e dopo la rivoluzione islamica guidata dall’ayatollah Khomeini

Altai, Wu Ming: storia di Giuseppe Nasi, assedio di Famagosta e battaglia di Lepanto

Guardati dalla mia fame, Milena Agus, Luciana Castellitto: eccidio delle sorelle Poro ad Andria (1946)

Sette anni nel Tibet, Heinrich Harrer: cultura del Tibet ed eventi a cavallo dell’invasione cinese (1950)

I fratelli Ashkenazi, Israel Joshua Singer: storia di Lodz (Polonia) tra fine 800 e primi decenni del 900

Il ponte sulla Drina, Ivo Andrić: storia città di Visegrad (al confine fra Bosnia e Serbia) fra inizio XVI secolo e Prima guerra mondiale

I custodi del libro, Geraldine Brooks: storia romanzata della Haggadah di Sarajevo

Una storia di amore e di tenebra, Amos Oz: storia autobiografica a cavallo della nascita dello Stato di Israele

Limonov, Emmanuel Carrere: biografia di Eduard Limonov (fra Russia, Stati Uniti, Parigi, Sarajevo e monti Altaj)

Io sono Malala, Christina Lamb, Malala Yousafzai: storia del Pakistan durante la presa di potere dei talebani

L'insostenibile leggerezza dell'essere, Milan Kundera: Praga fra la Primavera di Praga (1968) e l’invasione dell’URSS

Q, Luther Blissett: storia di Thomas Muntzer e Battaglia di Frankenhausen (1525), storia di Munster durante la costituzione del regno anabattista di Giovanni di Leida (1534/35), eresie e inquisizione nella Venezia a cavallo del Concilio di Trento

Il racconto di Peuw bambina cambogiana (1975-1980), Molyda Szymusiak: regime di Pol Pot

La banalità del male, Hannah Arendt: processo a Adolf Eichmann a Gerusalemme nel 1961, analisi responsabilità dell’Olocausto

Le rane Mo Yan: problema controllo nascite Cina XX secolo (su questo sono un po' indecisa in realtà ma lo lascio lo stesso)

Il Gattopardo, Giuseppe Tomasi di Lampedusa: Sicilia del Risorgimento

Fantasmi, Tiziano Terzani: regime di Pol Pot, guerra in Indocina

Un uomo, Oriana Fallaci: biografia di Alekos Panagulis, eventi storici politici della Grecia durante la tirannia di Papadopoulos

La fine è il mio inizio, Tiziano Terzani: excursus su molti eventi del Novecento (soprattutto in Asia)

La porta proibita, Tiziano Terzani: Cina durante il regime comunista

Buonanotte signor Lenin, Tiziano Terzani: viaggio nelle regioni dell’URSS a cavallo del crollo dell’Unione

Parigi brucia?, Dominique La Pierre: eventi bellici nella Parigi del 1944

Memorie di Adriano, Marguerite Yourcenar: biografia romanzata dell’imperatore Adriano

Pelle di leopardo, Tiziano Terzani: guerra in Vietnam

Baudolino, Umberto Eco: Nord Italia, Parigi, Estremo Oriente, Costantinopoli nel XII secolo

In Asia Tiziano Terzani: analisi di eventi cruciali avvenuti in Asia nel XX secolo

Rinascimento privato, Maria Bellonci corte del Ducato di Mantova fra il 1500 e il 1533

Il nome della rosa, Umberto Eco: eresie, sette e correnti religiose nel XIV secolo

Quo vadis? Henry Sienkiewicz: eventi antica Roma durante l'impero di Nerone e la persecuzione anti-cristiana

Il cimitero di Praga, Umberto Eco: molti eventi epoca risorgimentale, affare Dreyfus, Protocolli dei Savi di Sion

La mia lotta per la libertà, Maryanne Vollers, Yeonmi Park: regime nordcoreano di Kim Jong-il

Tra quelli che invece ho in programma ma non ho ancora letto c'è:

La masseria delle allodole, Antonia Arslan: genocidio armeno

Liberi dalla paura, Aung San Suu Kyi: dittaura in Myanmar

L'architettrice, Melania G. Mazzucco: storia romanzata di Plautilla Bricci nella Roma del XVII secolo
 
Ultima modifica:

qweedy

Well-known member
Molto interessante, grazie!

Per ora aggiungo

Le benevole, Jonathan Littell: la guerra nazista sul fronte russo

I signori della sete, Sergio Grea: Corno d'Africa negli anni Sessanta, guerra per il petrolio e l'acqua

La bastarda di Istanbul , Elif Shafak: storia della Turchia e di Istanbul, difficile convivenza tra turchi e armeni

Il treno dei bambini, Viola Ardone: bambini del Sud nel 1946 trascorrono alcuni mesi in famiglie del Nord

Metà di un sole giallo, Chimamanda Ngozi Adichie: guerra del Biafra

Memorie di una geisha, Golden Arthur: Giappone all'inizio del Novecento

Resto qui, Marco Balzano: l'Alto Adige nel ventennio fascista
 

isola74

Lonely member
La masseria delle allodole è bellissimo....è duro ma bello. Mentre lo leggevo mi sono vergognata di conoscere così superficialmente questa triste pagina della storia moderna e da allora lo consiglio a tutti.
 

lettore marcovaldo

Well-known member
Terra matta - diario di una vita scritto in italo/siciliano da Vincenzo Rabito, cantoniere semianalfabeta di Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa. Dalla prima guerra mondiale agli anni 60. "come eravamo" (nel bene e nel male). Se si riesce a superare lo scoglio della lingua secondo me vale la pena (in fondo non è troppo lontana, per esempio, da quella di Camilleri) [*]

In viaggio con Erodoto - Ryszard Kapuściński ... c'è sempre un buon motivo per leggere Ryszard Kapuściński a mio parere. Qui si riflette, tra le altre cose, proprio del cosa significa la storia, partendo dalle vicende di uno dei grandi storici dell'antichità.

Vita e destino - Vasilij Grossman. La "grande guerra patriottica" contro i nazisti vista dal fronte di guerra, dal fronte interno, dai conflitti interni nelle famiglie e interiori dei singoli. Io non amo i romanzi fiume ma questo mi è sembrato lungo la metà di quello che era....



[*] leggendo della storia di questo libro ho scoperto questo: http://archiviodiari.org/ (progetto molto interessante)
 

ila78

Well-known member
Così su due piedi mi vengono in mente:

Il gran sole di Hiroshima di Karl Bruckner. Racconta la tragedia di Hiroshima dal punto di vista di due ragazzini.

E quelli che ho letto sui nativi americani:

Gli spiriti non dimenticano di Vittorio Zucconi. Biografia di Cavallo Pazzo ultimo capo dei Lakota Sioux

Seppellite il mio cuore a Wounded knee. Narrazione di in massacro terribile e poco conosciuto dei "visi pallidi" a danno dei "pellerossa".
 

ila78

Well-known member
Aggiungo;

Niente di nuovo sul fronte occidentale di Remarque. Una finestra sulla Grande guerra che fa riflettere. Molto.

PS questo thread è deleterio per la lunghezza della mia lista di lettura, già interminabile.
 

ayuthaya

Moderator
Membro dello Staff
Aggiungo;

Niente di nuovo sul fronte occidentale di Remarque. Una finestra sulla Grande guerra che fa riflettere. Molto.

PS questo thread è deleterio per la lunghezza della mia lista di lettura, già interminabile.

Hihihihi! :mrgreen:

Allora, ti dirò che sia Bruckner sia Remarque li ho letti entrambi ma poi (dopo parecchie indecisioni) li avevo scartati... comunque mi va benissimo che tu li abbia proposti perché in realtà ero parecchio indecisa!
Anche Il cacciatore di aquiloni lo avevo scartato perché la parte romanzata è preponderante ma è anche vero che se mi perdo nelle sottigliezze non ne vengo più fuori...
 
Ultima modifica:

gamine2612

Together for ever
:) mi è ritornato (regalo da me fatto a mio padre molti anni fa) I volti della storia di Sergio Romano
Viaggio appassionato nelle zone grigie della storia.
Devo leggerlo:)
 

qweedy

Well-known member
Ausmerzen di Marco Paolini
Se questo è un uomo di Primo Levi
Ognuno muore solo di Hans Fallada

mi fermo qui, ma ci sarebbe tutta la letteratura su Shoah, nazismo e campi di concentramento...
 

ayuthaya

Moderator
Membro dello Staff
Ausmerzen di Marco Paolini
Se questo è un uomo di Primo Levi
Ognuno muore solo di Hans Fallada

mi fermo qui, ma ci sarebbe tutta la letteratura su Shoah, nazismo e campi di concentramento...

Anche Fallada lo avevo omesso.. mi è piaciuto tantissimo ma alla fine non ho "scoperto" nulla di nuovo, non so se mi spiego. È per questo che non mi riferivo semplicemente ai romanzi storici di cui ad esempio moltissimi sono ambientati durante la seconda guerra mondiale...
 

qweedy

Well-known member
Anche Fallada lo avevo omesso.. mi è piaciuto tantissimo ma alla fine non ho "scoperto" nulla di nuovo, non so se mi spiego. È per questo che non mi riferivo semplicemente ai romanzi storici di cui ad esempio moltissimi sono ambientati durante la seconda guerra mondiale...

Allora non capisco.... diventa molto soggettivo, dipende da quanto una persona conosce un determinato avvenimento, da quanto ha già letto su quel periodo storico.
 

ayuthaya

Moderator
Membro dello Staff
Allora non capisco.... diventa molto soggettivo, dipende da quanto una persona conosce un determinato avvenimento, da quanto ha già letto su quel periodo storico.

Sì forse hai ragione... io ho in testa un certo concetto ma mi rendo conto che non è generalizzabile per cui vanno sicuramente bene tutti i libri che mi avete suggerito!
Diciamo solo che io non mi riferisco in generale a libri con ambientazione storica, perché ci sono libri che pur ben contestualizzati rimandano poco o niente alla storia a cui si riferiscono... un esempio: Mastro don Gesualdo. Secondo md pur facendo riferimento a un periodo ben preciso, dopo averlo letto non posso dire di saperne di più su quel periodo o su quell'argomento... sono riuscita a spiegarmi?
Cmq in effetti Ognuno muore solo narra di una viceben specifica quindi va sicuramente bene!
Grazie mille!!!!
 
Ultima modifica:

bouvard

Well-known member
Uhm Furore ci potrebbe stare? :? A me ha insegnato cose sulla Depressione che ignoravo.
Francamente nella tua lista ci vedrei bene anche Cristo si è fermato ad
Eboli uno spaccato sulla vita nel Sud Italia negli anni Trenta del secolo scorso
 

ayuthaya

Moderator
Membro dello Staff
Uhm Furore ci potrebbe stare? :? A me ha insegnato cose sulla Depressione che ignoravo.
Francamente nella tua lista ci vedrei bene anche Cristo si è fermato ad Eboli uno spaccato sulla vita nel Sud Italia negli anni Trenta del secolo scorso

Furore era fra quelli che non sapevo se inserire ma ho capito di essere stata io un po' troppo rigida... il secondo immagino sia perfetto ma non l'ho letto.

Ad esempio Lessico famigliare? Ci sono tanti personaggi reali anche abbastanza famosi ma io l'ho vista più come una storia personale e per questo lo avevo escluso...
PS vi sto facendo diventare matti... :mrgreen:
 

qweedy

Well-known member
Furore era fra quelli che non sapevo se inserire ma ho capito di essere stata io un po' troppo rigida... il secondo immagino sia perfetto ma non l'ho letto.

Ad esempio Lessico famigliare? Ci sono tanti personaggi reali anche abbastanza famosi ma io l'ho vista più come una storia personale e per questo lo avevo escluso...
PS vi sto facendo diventare matti... :mrgreen:

Ora credo di aver capito, la parte storica deve essere preponderante, corposa, tanta.
Non solo un'infarinatura o uno sfondo nell'ambientazione.
 

Shoshin

Well-known member
Se ti può interessare

Vincenzo Mercante scrittore, presbitero e biografo italiano,ha scritto un breve saggio sulla figura del Cardinale Jószef Mindszenty,dal titolo Il Cardinale Jósef Mindszenty e la rivolta di Budapest del 1956.

https://youtu.be/Q9TjdTn4b7M
 

Trillo

Member
Ciao! Non ho sicuramente il livello di conoscenza letteraria di tutti voi del forum, per cui mi limito a menzionare solo un libro in particolare, che secondo me non può mancare, dato che l'idea non si riferisce "a romanzi storici ma a libri che costituiscono dei veri (per quanto piccoli rispetto a un saggio) "approfondimenti", fornendo informazioni su eventi realmente accaduti o personaggi realmente esistiti".

Il libro che segnalo non è un romanzo ma neanche un saggio… E’ una raccolta di “quattordici miniature storiche”: una lente di ingrandimento unica e appassionante su alcuni precisi momenti e personaggi storici tutti da scoprire, scritto con l’impareggiabile stile di un grandissimo scrittore: si tratta di Momenti fatali di Stefan Zweig.

"Ore simili, sature di potenziale drammatico e gravide di fato, che racchiudono in un’unica data, in un’unica ora e spesso in un solo minuto una decisione destinata a trascendere la contingenza, sono rare nella vita di un singolo individuo, e rare nel corso della storia. Io ho qui tentato di ricondurre alla memoria, dai più disperati tempi e luoghi, alcune di queste «ore stellari» - così le definisco perché, fulgide e immutabili come le stelle, risplendono sopra la notte dell’umana caducità."
 
Alto