Rees, Tracy - Casa Silvermoor

Shoshin

Well-known member
Il primo grazie va alla mia fantastica agente Eugenie Furniss che ha lavorato moltissimo, ma soprattutto, questa volta ,per avere piantato in me il seme dell'ispirazione:"Credo che qualcuno dovrebbe scrivere un romanzo ambientato in una zona mineraria dello Yorkshire meridionale" mi ha detto in un giorno lontano! Dopo parecchi anni in cui ci ho riflettuto e ho incubato l'idea, sono arrivata alla stessa conclusione e il risultato è Casa Silvermoor. Non solo è un libro di cui sono orgogliosa, ma mi ha permesso di apprezzare in maniera nuova quel che faceva mio nonno Len per guadagnarsi da vivere, e mi ha ispirato un rinnovato rispetto per il suo coraggio.




Yorkshire, estate 1897. È l'ultimo giorno di scuola, e Tommy Green si attarda in classe dopo il suono della campanella perchè spera che Latimer, il maestro, gli consigli di proseguire gli studi. Come il nonno, il padre e i fratelli prima di lui, a dodici anni il ragazzo è destinato a passare il resto dei suoi giorni nel ventre della terra a estrarre carbone. Una sorte fatta di spaventosa fatica, cunicoli soffocanti e polvere nera. Un destino nefasto che ha ucciso suo fratello Dan a diciassette anni, e che lega tutti gli abitanti di Grindley alla miniera di proprietà dei Sedgewick di Silvermoor. La risposta di Latimer è perentoria e raggelante: chi si crede di essere quel ragazzo di Grindley? È il più bravo a scuola, e allora? Lo è solo perché gli altri sono più ignoranti. Non c'è futuro per gente come lui se non il carbone. Ognuno è nato nel posto che gli compete, come tuona il predicatore Tawney ogni domenica dal pulpito. Trascorre quasi un anno, e la primavera successive Tommy conosce Josie Westgate, della rivale cittadina mineraria di Arden. A differenza di Tommy, Josie non ha mai pensato a un destino diverso da quello di moglie di minatore e madre di minatori. Per questo l'incontro con lo spilungone riccio dagli occhi verdi, che sogna di andare in Africa a domare i leoni, è per lei di quelli che cambiano la vita. Ma mentre lui è cresciuto in una famiglia affettuosa, Josie combatte da sempre contro l'incomprensibile disprezzo della madre ed è in balìa, insieme ai suoi compaesani, della crudeltà dei Barridge, padroni spietati con un pezzo di carbone al posto del cuore. Il nuovo secolo però è alle porte e già si annunciano grandi rivolgimenti sociali. Sempre insieme di fronte alle avversità, l'uno a sostegno dell'altra, Tommy e Josie abbracceranno il vento del cambiamento e della rivolta. Verranno a conoscenza di un oscuro segreto che riguarda Heston Manor, la dimora dei Barridge abbandonata in seguito alla tragica morte del primogenito. Un segreto che stravolgerà la loro vita e quella della loro comunità.


Un libro bello di oltre 400 pagine
senza tempo,che rubano il sonno
accompagnando il lettore in una storia antica.
Si sente la passione della scrittrice per ciò che racconta,si ntuisce il suo coinvolgimento.
Ho trascorso poco più di un giorno con i protagonisti,ma li ho amati da subito.
Mi piacerebbe ci fosse un seguito alla storia .
Si vorrei tanto che Tommy e Josie e Manus e Dulcie continuassero a raccontarmi dei loro sogni realizzati finalmente.
Del loro inizio di una vita nuova , desiderata con tutte le forze e strappata ad un destino diverso,se fosse mancato il coraggio.

2022-08-26-17-57-43-326.jpg
 
Alto