Connelly, Michael - La memoria del topo

Hoya

Duck Member
Da wikipedia:

Primo romanzo di Michael Connelly, edito nel 1992. È il primo della lunga serie avente come protagonista il detective Harry Bosch.

IL Titolo

Nella guerra del Vietnam i soldati appartenenti al reparto speciale dell'esercito statunitense addestrato per stanare i Vietcong dai loro nascondigli sottorrenei venivano detti Topi di galleria.
La traduzione italiana del titolo, La memoria del topo, purtroppo, non ha lo stesso effetto del titolo originale, The Black Echo. Con questo termine venivano indicate le missioni nelle gallerie e l'atmosfera che vi regnava. Inoltre è importante notare che nel personaggio di Harry Bosch le sensazioni di oscurità e solitudine sono ricorrenti. Da qui l'importanza del titolo originale di questo primo romanzo che introduce la figura del famoso dectective.


La Trama

È una tiepida domenica mattina di maggio quando il detective Harry Bosch viene risvegliato di soprassalto dal suono del telefono, che lo libera da un terribile incubo.
Il cadavere di un uomo è stato ritrovato all'interno di una tubatura, lungo la strada della diga del Mulholland. Il caso sembra semplice: un tossicodipendente morto di overdose. Ma l'assenza di impronte nel condotto e un dito spezzato post-mortem, portano Bosch a sospettare che le cose siano andate diversamente da come appaiono. Quando il corpo viene estratto dalla tubatura, mentre il coroner analizza il corpo della vittima, Bosch nota un tatuaggio sul braccio: un topo con una pistola in una zampa e una bottiglia nell'altra. Lui conosce quel tatuaggio. E anche quell'uomo. Si chiamava Billy Meadows. Era un topo di galleria in Vietnam. Nella sua stessa squadra. Sarà questo l'inizio di tutta una serie di strane coincidenze. Ma Bosch sa che le coincidenze non esistono...
Tallonato e sospettato dagli agenti degli affari interni, in un vortice di emozioni e ricordi dal passato, Bosch scoprirà una verità che forse non avrebbe voluto scoprire.


Bellissimo! Come al solito scrittura scorrevole, storia interessante e colpi di scena mozzafiato!!

Voto 5/5
 

Sant'uomo

Mac Member
Da wikipedia:

Primo romanzo di Michael Connelly, edito nel 1992. È il primo della lunga serie avente come protagonista il detective Harry Bosch.

Bellissimo! Come al solito scrittura scorrevole, storia interessante e colpi di scena mozzafiato!!

Voto 5/5


Cosa devo aggiungere?? pienamente d'accordo con te!!!:mrgreen:
strano eh???:wink:
 
è stato il primo libro che ho letto di connelly...
senza dubbio fantastico! scritto benissimo e pieno di colpi di scena!
Voto: 10
 

abramita

New member
E? il 1° libro letto di Connelly, dopo non sono riuscito piu' a fermarmi da 10 sicuro assieme a "Bionda di Cemento"
 

Haunter90

New member
E' l'unico libro di questo autore che ho letto ma devo dire che è veramente scritto bene e ha un buon ritmo. Consiglio di leggerlo anch'io, specialmente a chi è appassionato del genere:!::!:
 

Minerva

New member
Dopo la lettura di questo libro posso confermare la mia opinione su Connelly: ottimo stile, scrittura scorrevole e affatto contorta, colpi di scena che ribaltano tutto (quando pensi ormai di aver capito il finale) e storie interessanti; in questo caso c’è anche uno spunto storico.

Questo è il primo romanzo in cui compare il detective Harry Bosch, amato dai lettori, a mio avviso, proprio perché non è un personaggio infallibile, vincente e onnipotente; anzi tutt’altro. Testardo dal carattere impossibile, uomo solitario dai modi un po’ bruschi, alle spalle un’infanzia difficile; si lascia guidare più dall’istinto che dalla razionalità ed ha una grande passione: il suo lavoro.

Un apparente semplice caso di overdose; un topo tatuato sul braccio del cadavere; un graffito incompiuto; vecchi e dolorosi ricordi della guerra del Vietnam; un furto nel caveau di una banca; la collaborazione con l’agente del FBI Eleanor Wish: sono gli “ingredienti” di quest’ottimo thriller. :wink:
 
Alto