Artioli, Luca - Respiro Neve

Blueberry

Chocoholic Libridinosa
“Cacciatore di silenzi e di infiniti” si dichiara Luca Artioli in una delle poesie che accompagnano, come è ormai tradizione, le immagini del suo libro.
L’occhio del fotografo e il cuore del poeta si posano questa volta su paesaggi montani imbiancati di neve. E sull’infinito silenzio, che solo i grandiosi spettacoli naturali impongono, si sintonizza la voce del poeta che pacatamente riflette sul gioco dei contrasti: bianco su nero, luce su buio, visibile su invisibile, sorriso su piano, amore su morte che tali paesaggi gli ispirano.
La natura allo stato puro, senza tracce di presenza umana, che pagina dopo pagina si fa sempre più rarefatta, astratta, concettuale fino a diventare puro segno grafico; un manto di neve compatta che tutto ricopre, deforma, confonde e zittisce; nessun suono, solo un respiro….”


Catturata da questo libro in una delle mie "passeggiate" tra gli scaffali di una libreria... il titolo è stato, perchè amo la neve. Aprire il libro ad una pagina a caso e vedere un paesaggio meraviglioso, sfogliare un'altra pagina e leggere la poesia che accompagna queste immagini. Lo guardo, lo ammiro... eh.. ma un libro fotografico costerà mi dico. Lo rimetto nello scaffale, torno a guardare gli altri libri... ma lo sguardo ritorna li, di nuovo tra le mie mani, lo apro e le prima pagina che mi capita è quella della dedica:
“A mio Padre,
che sento
in ogni fiocco
e respiro di neve”


E il ricordo torna a mio padre, che come un fiocco di neve... si è sciolto troppo presto dalla mia vita...

Immagini perfette accompagnate da belle poesie.
 
Alto