De Silva, Diego - La donna di scorta

alisa

Amelia Member
Dopo "Non avevo capito niente", ho avuto conferma del talento di questo scrittore con questo romanzo. Bravo, la sua scrittura intriga e stupisce.

"Un uomo sposato e una giovane single s'incrociano su un marciapiede in una mattina di pioggia. Subito s'innamorano. Ma i ruoli di quella che potrebbe sembrare una normale relazione fra amanti, s'invertono fin dall'inizio. Livio, antiquario radicato in una solida vita matrimoniale, si trova invischiato in un rapporto privo di gerarchie che la sua normalità non può reggere: Dorina non vuole prendere il posto di sua moglie. Non chiede niente di più di quello che Livio è disposto a darle, sconvolgendo in questo modo l'assetto ordinato della vita di lui. Il romanzo mette a nudo un sentimento vero e autosufficiente che non ricatta, non pretende, non ha bisogno di sacrifici, riconoscimenti, ma nel puro desiderio dell'altro trova la sua ragion d'essere."
 
Ultima modifica di un moderatore:

velvet

Active member
Anche io ho letto questo libro dopo i due sull'avv. Malinconico "Non avevo capito niente" e "Mia suocera beve".
I generi sono diversi, ironici, caustici i primi, sono incentrati sul protagonista (e sugli altri personaggi) e sulle sue riflessioni più che sulla storia e gli accadimenti (che pure ci sono e divertono), mentre "La donna di scorta" è una narrazione di un incontro e di un sentimento.
Tutti però analizzano bene l'animo umano in alcune particolari sfaccettature, le sue riflessioni, i turbamenti, le mancanze e i sensi di colpa e di inadeguatezza di ognuno; sempre però con brio e leggerezza, senza indugiare ed appesantire la narrazione.
Insomma il talento dell'autore si vede.
"De Silva è un narratore nato, che sa raccontare e riflettere nello stesso respiro di frase". (Domenico Scarpa)

Non concordo invece sull'ultima parte della descrizione di copertina, già citata
Il romanzo mette a nudo un sentimento vero e autosufficiente che non ricatta, non pretende, non ha bisogno di sacrifici, riconoscimenti, ma nel puro desiderio dell'altro trova la sua ragion d'essere
Non so, è veramente così il sentimento descritto nel libro? :? A mio parere no e si vede da come evolve durante la narrazione... Non dico altro per non fare spoiler...
 
Alto