Murakami, Haruki - Tutti i figli di Dio danzano

Blueberry

Chocoholic Libridinosa
"Sei incontri che possono cambiare il corso di un'esistenza, o che promettono una via d'uscita dal dolore, la cura di una ferita, la decifrazione di un mistero, o addirittura la salvezza di una città intera. Un uomo abbandonato dalla moglie parte per l'isola di Hokkaido per consegnare un pacchetto alla sorella di un collega. Cosa contiene il pacchetto? Forse il vuoto che sente dentro, quella "bolla d'aria" per cui la moglie lo ha lasciato. In una località di mare una ragazza stringe amicizia con un pittore la cui unica vera passione è accendere falò sulla spiaggia. Qual è la forma del fuoco? Quale il modo di ottenere un fuoco veramente libero?"

Inizio la lettura :wink:
 

Blueberry

Chocoholic Libridinosa
Con la premessa che non amo particolarmente i racconti, posso dire però che questa raccolta di Murakami è un piccolo gioiello.
La sensazione che ho quando mi trovo a leggere dei racconti brevi è, usando un paragone, come quella di guardare un enorme vaso pieno di tantissimi fiori, alcuni belli ed altri no, ma messi li un po’ confusamente, tanto che se distolgo lo sguardo, me ne scordo facilmente.
In questi 6 racconti invece…. scorgo un vaso con dentro sì vari fiori, ma tutti messi in modo perfetto, come nell’arte dell’ikebana, e presi sia singolarmente, sia tutti insieme, lasciano una sensazione di armonia. Murakami mi fa questo effetto, in ogni suo piccolo racconto.
 

LouD

blowfisher
le traduzioni di carver lo hanno segnato parecchio, almeno in quest' unico libretto che ho letto, ma il ragazzo è in gamba. mi darò alla lettura di altri suoi lavori al più presto per poter trarne nuove conclusioni.
 

velmez

Active member
mi sono piaciuti molto gli ultimi due racconti, anche se in generale trovo lo stile di Murakami sempre meraviglioso! I primi li ho letti forse di fretta e ci dovrei tornare, però mi sono sembrati più debolucci, soprattutto quello che dà il nome alla raccolta...
 

Roberto89

Active member
È la prima volta che leggo qualcosa di Murakami, e sono rimasto piacevolmente stupito. Alcuni dei racconti non mi sono piaciuti del tutto in effetti, ma è ciò che l'autore cerca di trasmettere che mi dà quel senso di 'lettura interiore'. I protagonisti dei racconti sono persone più o meno solitarie, anche se non sole, quasi 'bloccate', con qualcosa dentro che aspetta di venir fuori, di essere scoperto e maturato. Il finale è sempre aperto (una cosa che devo ancora digerire), ma lascia al lettore spazio per riflettere, ovviamente un'aspetto molto positivo di ciò che leggiamo.
 

gamine2612

Together for ever
Conoscevo già lo scrittore per un paio di suoi letti.
Questi racconti lasciano lo spazio per interpretazioni diverse e personalizzate; non mi sono dispiaciuti sebbene non vi abbiano dato sensazioni particolari.
 
Alto