Asensi, Matilde - L'ultimo Catone

Dorylis

Fantastic Member
Un mistero lungo 17 secoli, un unico codice per salvarsi: la Divina Commedia.

UN BESTSELLER INTERNAZIONALE
FITTO INTRIGO VATICANO
ERUDITO GIALLO TEOLOGICO
DENSA AVVENTURA FILOLOGICA
L'ULTIMO CATONE
UN APPASSIONANTE VIAGGIO
NEI MISTERI DEL CRISTIANESIMO
CON LA GUIDA DI DANTE ALIGHIERI

Ladri di reliquie, le Chiese cristiane d'Oriente e d'Occidente, un'oscura confraternita religiosa e La Divina Commedia sono gli elementi chiave di questo intrigo mozzafiato lungo diciassette secoli.

A raccontare tutto con voce rotta dall'emozione è Suor Ottavia Salina, in fatto di paleografia massima autorità dell'Archivio Segreto del Vaticano. Un giorno, mentre è china su una ruvida pergamena, viene convocata urgentemente dalle più alte gerarchie pontificie che le affidano un compito di estrema segretezza. Suor Ottavia è l'unica persona al mondo in grado di decifrare uno strano tatuaggio - sette croci e sette lettere in greco antico che formano la parola stauros, ovvero croce - inciso sul cadavere di un etiope ritrovato sui monti della Grecia. Da questo enigma sembrano dipendere le sorti di tutte le Chiese cristiane, tanto più che accanto al corpo sono stati rinvenuti tre pezzetti di legno che probabilmente sono schegge della croce di Cristo.
Affiancata dall'inflessibile Guardia Svizzera Kaspar Glauser-Roist e dall'archeologo Farag Boswell, la suorina paleografa finisce per indagare su una setta tanto misteriosa quanto dimenticata: gli Staurophiyakes, ovvero i Guardiani della Vera Croce, incaricati nel IV secolo di vegliare sul Sacro Legno e ora fermamente intenzionati a trafugarne tutti i frammenti dalle principali chiese del mondo. Ma come scovare i fantomatici ladri, le cui tracce sembrano scomparire in un remoto passato?
La soluzione -sveleranno i tre investigatori- è celata in un unico vastissimo codice, il capolavoro assoluto del membro più illustre della Confraternita: Dante. Può dunque suonare come un indizio concreto la terzina del Purgatorio: "Aguzza qui, lettor, ben li occhi al vero/chè -˜l velo è ora ben tanto sottile,/certo che - l trapassar dentro è leggero"? Quali canti nascondono riferimenti ai rituali e ai luoghi di ritrovo reali degli Staurophiyakes?
Cercando significati reconditi in ogni singolo verso del Purgatorio, sottoponendosi a pericolose prove iniziatiche e passando attraverso le sette città simbolo dei peccati capitali - Roma, Ravenna, Gerusalemme, Atene, Costantinopoli, Alessandria e Antiochia -, Suor Ottavia e i suoi due compagni metteranno a repentaglio le loro vite per sciogliere il mistero finale: chi è l'ultimo Catone?
Capolavoro premiato dalla critica e dal pubblico (500.000 copie vendute in Spagna), L'ultimo Catone è uno di quei rari thriller magistrali - come Il nome della rosa e Il codice da Vinci - che, unendo con sapienza e originalità storia, suspance, avventura e detection letteraria, riescono a conquistare i lettori più di qualsiasi altro libro.

Bello bellissimo! Lo consiglio a tutti gli appassionati del thriller storico e non!
 
Ultima modifica di un moderatore:

Dorylis

Fantastic Member
anche a me è piaciuto un casino.. la caccia al tesoro soprattutto .. Ho letto anche "Iacobus" della Asensi , carino ma mai quanto questo qui!
 

alssio

New member
Io ho letto sia "l'ultimo catone" sia "Iacobus" e anche "l'origine perduta". Devo dire che questa autrice è davvero brava. Ottima narrativa e storie avvincenti. Sono d'accordo con Dorylis sul giudizio di merito tra "L'ultimo catone" e "Iacobus". Metterei l'origine perduta allo stesso livello de "l'ultimo Catone".
 

Dorylis

Fantastic Member
L'origine perduta è bello? Bene bene .. se nn l'ho ancora preso è perchè aspetto l'edizione da 8/9 euro.. 18 sn troppi per le mie magre tasche! :p
 

better57

New member
Oltre aver letto tutti e tre i libri e devo dire che non sono male, vi posso dire che a breve uscirà il quarto libro dell'Asensi: Tutto sotto il cielo..

ciau! 8)
 
Ultima modifica di un moderatore:

libraia978

New member
Io ho letto i primi due, belli entrambi anche se questo è il mio preferito, sarà che il primo...attendo di leggere gli altri e poi vi dico...
 
Ultima modifica di un moderatore:
Un bel libro per chi ama il genere, una storia appassionante che si lascia leggere velocemente. Sinceramente molto simile allo stile Dan Brown, alcuni particolari un po' surreali, ma nel complesso un buon thriller storico con una trama originale.

Certamente fa venir voglia di rileggere la "Divina Commedia" !!!
TUNZZZ
 

Candy Candy

New member
Un bel libro per chi ama il genere, una storia appassionante che si lascia leggere velocemente. Sinceramente molto simile allo stile Dan Brown, alcuni particolari un po' surreali, ma nel complesso un buon thriller storico con una trama originale.

Certamente fa venir voglia di rileggere la "Divina Commedia" !!!
TUNZZZ
e passa pure dalla sicilia !!!
 

Farfallisa

New member
Molto bello!!ho rispolverato un pò di ricordi del liceo sulla divina commedia!!!devo dire che lei ha una grande inventiva come scrittrice...l'origine perduta però mi è piaciuto ancora di più!!!!!
 

mariangela rossi

New member
Ho finito di leggere il libro da poco e devo dire che l'idea del romanzo è buona, soprattutto l'inserimento della lettura del purgatorio, inteso come codice per arrivare a svelare il mistero che si cela dietro la sparizione dei frammenti della santa croce.
Tuttavia dopo l'inizio abbastanza coinvolgente, la parte centrale del romanzo mi appare lenta, tortuosa e poco scorrevole, anche il finale a lieto fine è decisamente scontato, da romanzetto rosa.
L'accostamento con Dan Brown lo si può fare solo in virtù del genere, lo stile del Codice da Vinci è decisamente più avvincente, sebbene anche lì il finale lasci molto a desiderare.
 

mìmir

New member
bello, da tenere e non prestare

Finito... e viene da dire :"buono, ce n'è ancora?"
Anche perchè la Chiesa di Santa Maria in cosmedin, circondata com'è da tempietti pagani e praticamente sopra la più grande e antica fogna del mondo... attira.
Molto meglio di Dan Brown.
Assai :)
 
L'ho finito a leggere in due giorni... tutto sommato, un carino 'thriller', mi è piacuto molto l'idea di usare il Purgatorio di Dante come la base dell'intreccio, che io personalmente conosco appena. Ho trovato molto stimulante le descrizioni dei luoghi sacri, le spiegazioni storiche....
In poche parole, il romanzo parte molto bene, ma poi, dopo la metà del racconto, comincia pian, piano a calare ... sempre di più, per poi perdersi del tutto nel troppo banale, scontato finale, condito con una superflua storia d'amore a lieto fine. Secondo me, doveva lavorarci un po' di più sul finale... invece cosi, ha brucciato una buona base del romanzo. Davvero peccato, perchè aveva sul serio le buone carte in mano....:boh:
Voto:3/5
 

Rasella

New member
Io l'ho trovato davvero avvincente.
Quando mi dovevo interrompere, non vedevo l'ora di tornare a leggere per sapere come andava a finire.
Lo consiglio vivamente.
 

Ingegnera

New member
Un bel libro anche se il finale, sinceramente, non mi ha convinto del tutto... Comunque lo consiglierei perchè è ben scritto ed ha una trama originale.
Voto: 7.5
 

robarr

New member
io vado controcorrente. E' un libro che si puo leggere ma ( a mio avviso) non è certo un libro fantastico. Trovo pesanti i passaggi della divina commedia e monotone le prove da superare..... che dire " de gustibus"
 
Alto