Alexandre Dumas padre, un autore troppo sottovalutato

Dumas80

New member
Ciao, è la mia prima discussione e volevo parlare del mio autore preferito, Alexandre Dumas, lo scrittore de "I tre moschettieri e de "Il Conte di Montecristo. Visitando un pò internet ho realizzato che oggi questo grandissimo scrittore (a mio parere, uno dei più grandi scrittori al mondo) sia considerato un autore di seconda categoria, e che la letteratura francese lo calcoli poco. Cosa ne pensate? Vi sembra giusto?
 

skitty

Cat Member
Quoto!
Ma in base a cosa secondo voi sarebbe sottovalutato? Secondo me invece viene stimato ed apprezzato da moltissimi...
:) ciao
 

skitty

Cat Member
Hai ragione, ho visto... Non capisco proprio perché, ma è come dici tu.

Direi che la posizione del mondo letterario è comunque cambiata, per fortuna!

Mi scuso per la mia ignoranza, davo per scontato che un autore di tale talento fosse sempre stato ammirato e seguito... invece non era così!

Rimediamo subito! :)

Buona serata
 
Vorrei segnalarvi che c'è qui già aperta discusione su di Dumas: http://www.forumlibri.com/forum/showthread.php/5730-Dumas-Alexandre ....:)

Poi, parlando della sottovalutazione di Dumas, mi interessa quanti suoi libri avete già letto? Per quanto vedo, si nominano soltanto "Il conte di Montecristo" e casomai "I tre moschiettieri".... e poi? Tutto qui? E l'altri suoi romanzi...? Dove li mettiamo?
Allora io mi chiedo chi è che sottovaluta Dumas: quelli che l'hanno ettichetato, o quelli che non lo leggono....
E' vero che tanti dei suoi libri sono fuori catalogo qui, in Italia, ma per questo sono ricuperabili nella lingua inglese e francese.... d'altra parte, ci sono anche altretanto numerosi suoi libri che si riescono trovare in librerie, che però non ho sentito nessuno di voi nominare.... :boh:
Già che nominare il Montecristo come il suo miglior romanzo, dal mio punto di vista è molto riduttivo - io l'ho letto all'età di quattordici anni, e l'ho trovato eccezionale; poi, in un momento quando cercavo una leggera lettura per sotto l'mbrelone, l'ho ripresso in lettura quest'anno, e con tanto ramarico confesso di averlo trovato prolisso, troppo mieloso e sdolcinato che ho dovuto usare tanta autodisciplina per finire la lettura....:??
Specialmente dopo aver letto altri suoi romanzi - praticamente non riesco riconoscere in Montecristo Dumas che ho conosciuto in numerosi suoi libri che avevo letto in seguito....:boh:

Alla fine, quando scrivono per Dumas che si tratta del scrittore di secondo ordine che non entra nel programa scolastico, credo che non hanno torto - anche se Dumas è uno dei miei scrittori preferiti, non posso metterlo sullo stesso piano di Balzac, Zola, Sartre, ecc.... non aveva innovato niente, i suoi personaggi non hanno la profondità oltre quella dovuta.... era semplicemente un bravo scrittore ('raccontastorie').... le sue storie sono molto calzanti, intriganti, piene di spirito, e carichi di emozioni.... ma, alla fine, si ferma qui.
 

Dumas80

New member
Non sono d'accordo con te, Nicole. E' vero, Dumas non scrive un testo di prim'ordine, usa periodi lunghissimi e frequenti ripetizioni, ma secondo me val più di Sartre e Balzac messi assieme. Dumas è in assoluto lo scrittore le cui opere hanno ispirato opere tratrali e cinematografiche, inoltre i suoi romanzi, seppur lunghi, sono facili da leggere e i personaggi che è riuscito a creare (come d'Artagnan) sono un vero e proprio specchio della società non solo dell'Ottocento, ma anche di quest'epoca (basti pensare che d'Artagnan, seppur strategicamente e fisicamente imbattibile, sia, alla fine del ciclo dei moschettieri, solamente un ufficiale, mentre avrebbe dovuto essere generale o maresciallo [questo ci fa pensare alle ingiustizie del mondo, quando anche se uno è bravo, per esempio, non lo prendono come scienziato ecc.]). Secondo me i critici letterari valutanti Dumas hanno fatto troppo caso a come è scritto il testo che a come e non alla bellezza che ha in se i romanzi da lui scritti. Ditemi se non ho ragione.
 
Sai, sto pensando alle tue parole ed a Agatha Christie, e a P. G. Wodehouse ad esempio.... io metterei A. Dumas a pari passo a questi due scrittori (li amo tutti tre!)
Tutto quello che tu hai scritto riguardo A. Dumas, si potrebbe dire nello stesso modo su di Christie e Wodehouse, ma comunque non fanno parte di "scrittori di primo ordine", cioè, non entrino nei programmi scolastici.
Alla fine, non mi ricordo di aver trovato un commento negativo riguardo neanche uno romanzo di Dumas... come del resto neanche riguardo i romanzi di Christie.... sono tutti tradotti in centinaia di lingue in giro per tutto il mondo, le loro edizioni sono state pubblicate in numerose ristampe, ect...
 

Dumas80

New member
Dimentichi, caro Nicole [intanto scusate se non ho potuto rispondere in questo periodo] che Dumas è in assoluto lo scrittore le cui opere hanno ispirato il maggior numero di rappresentazioni cinematografiche e televisive. Questo gli da un punto in più, e io, se fossi uno studioso facente i programmi scolastici francesi, lo metterei di sicuro. Insomma, chi non ha mai sentito parlare de "I tre moschettieri" e de "Il conte di Montescristo"? Sicuramente centinaia di migliaia in più di quanti hanno sentito parlare de "La casa dei sogni" o "Il castello di Blandings". Io rimango della mia opinione: Dumas è troppo sottovalutato ai giorni di oggi. Ditemi se non ho ragione.
 

fabiog

New member
Non ritengo che Dumas sia poi uno scrittore cosi sottovalutato, almeno non più .
Forse fino a qualche anno fà c'era ancora qualche critico che storceva il naso ed effettivamente per molti anni le uniche opere di Dumas conosciute erano i tre romanzi del ciclo de " I moschietteri " e " Il conte di Montecristo ". Da qualche anno però sono stati pubblicati altri romanzi di Dumas e ritengo che altri ne saranno pubblicati in futuro e tutto ciò perchè Dumas è un autore che non ha mai smesso di essere amato dalla gente e dai lettori, un autore che ha regalato personaggi emozionanti, avventure che sono state tramandate negli anni e che sono entrate nell' immaginario di tutti noi.
Questo , credo, è uno dei più importanti segnali a confermare che Dumas non è poi sottovalutato perchè è uno scrittore che continuerà ad essere letto da tutti noi indipendentemente da qualsiasi considerazione critica
 

Dumas80

New member
Spero che sia come dici tu. Non dimentichiamo, inoltre, che Dumas è stato pressato per scrivere più in fretta dai giornali pubblicanti le sue opere, e questo significa che, se non fosse stato esortato a scrivere più velocemente, forse avrebbe scritto romanzi persino più belli di quelli che sono arrivati a noi.
 
Alto