Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Mostra risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Tre libri per il Maschile e tre libri per il Femminile.

  1. #1

    Predefinito Tre libri per il Maschile e tre libri per il Femminile.

    Cos'è il Maschile e cosa il Femminile? Cosa li caratterizza? Propongo la mia lista di libri degni rappresentanti dei due generi, cercando di motivarli; non è necessario che siano classici, io ad esempio mi sono attenuto a scelte imprevedibili.

    Maschile.

    1) Folgore. E si moriva! Autore: Doronzo Raffaele.
    Ho scelto questo primo testo, pur essendo poco noto e diffuso, per esemplificare tutti i valori maschili legati la guerra, cioè il senso dell'onore, del coraggio e, soprattutto, del dovere.

    2) La Fenomenologia dello spirito: Whilelm Friedrich Georg Hegel.
    Ho scelto questo classico della filosofia in quanto, analizzando i vari stadi dello spirito umano nella conoscenza e nella scienza Hegel in realtà esemplifica la mentalità maschile, relegando e sottovalutando tutta la ricchezza e la varietà di un pensiero "altro" come quello femminile. E' un'interpretazione femminista, non mia, ma la ritengo in gran parte valida.

    3) Lee Lipsenthal. La vita è qualcosa di straordinario.
    Ho scelto questa agile testimonianza in quanto esprime l'aspetto più sensibile, profondo e spirituale di un uomo: l'autore scrive della sua esperienza di avvicinamento alla morte a causa di una malattia incurabile e di tutte le considerazioni che svolge sul bilancio della sua vita.

    Femminile.

    1) Gianna Manzini. La Sparviera.
    L'autrice racconta con una delicatezza e profondità esclusivamente femminile il processo di chiarificazione esistenziale del protagonista Giovanni, svolto attraverso il "dialogo" con la Sparviera, nome infantile assegnato al suo malessere fisico.

    2) Sophie Kinsella. I love shopping.
    Divertente libro sulla dipendenza dallo shopping, che mette in luce la chiave auto-ironica e leggiarda del femminile

    3) Michela Murgia. Accabadora.
    La scena più forte di questo libro è all'inizio quando la protagonista bambina impasta una torta di fango con delle formiche dentro... tutto il testo è denso e profondo come questa torta di dolore e di fango, è un precipipitare senza tregua nel Femminile.

    Tocca a voi!

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2010
    Località
    Kanyakumari
    Messaggi
    2335
    Thanks Thanks Given 
    6
    Thanks Thanks Received 
    40
    Thanked in
    30 Posts

    Predefinito

    Scusa ma tra tutti i libri che ci sono, scegliere I love shopping al secondo posto mi pare più che offensivo...

  • #3

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da velmez Vedi messaggio
    Scusa ma tra tutti i libri che ci sono, scegliere I love shopping al secondo posto mi pare più che offensivo...
    Non la vedo così, perchè lo considero un libro molto piacevole e autoironico... d'altronde per il maschio come primo libro ho scelto un libro che parla di guerra e ti assicuro che tra lo shopping e la guerra considero più offensiva la guerra... sono libri che non intendono esaurire la ricchezza dei due generi ma vogliono ritrarne alcuni spunti...

  • #4
    Señora Memebr
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    Viterbo
    Messaggi
    2218
    Inserimenti nel blog
    4
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    infatti io credo che si tratti di ironia bonaria (perché se non è così.... scherzo

    questa è la mia lista (personalissima e semiseria... semiseria? )

    Maschile:

    1) Missione in Alaska di Mykle Hansen, considerando certe simpatiche convinzioni del protagonista: "Sono un Homo Sapiens, io, e sono gli uomini che comandano su questo pianeta!"

    2) Le avventure di Pinocchio di Collodi (a dimostrazione che dal legno si può diventare bambini veri, ma solo con la fata turchina)

    3) Cuore di de Amicis, perché l'unico personaggio femminile che s'intravede con una certa "consistenza" è la maestrina dalla penna rossa, il resto sono solo uomini (tutti campioni di virtù) perciò non si fa fatica a pensare cosa ispirasse quella penna rossa



    Femminile

    1) Cowgirl il nuovo sesso di Tom Robbins: " I polli sono le creature più facili da ipnotizzare di questo mondo. Se fissi un pollo negli occhi per dieci secondi, è tuo per sempre".

    2) Birichina di Carolina Invernizio (già il titolo, poi vogliamo mettere la Invernizio con la Kinsella? Ma su, non c'è storia... )

    3) Amore e Zodiaco di Lucia Alberti, perché in fondo sognamo sempre che arrivino le stelle a metterci una pezza.

  • #5
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2009
    Località
    la leggendaria terra dei Consulenti
    Messaggi
    1235
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    bella domanda

    per il maschile:
    1)La fattoria degli animali. (Orwell): forza fisica, sopraffazione, un modello di stato dittatoriale e militarista... mi sembra perfetto
    2) Fight Club. (zio Chuck) un uomo decide che la soluzione migliore per affrontare i suoi fantasmi sia fare a botte.
    3) Il giro del mondo in 80 giorni. Ovvero, quante cose stupide e sublimi si possono fare per scommessa.

    per il femminile
    1) Invisible Monster (zio Chuck) l'autolesionismo. Una dote molto femminile.
    2) le relazioni pericolose (laclos): trame, misteri, scambi epistolari e crudelta' gratuite nascoste dietro merletti immacolati, tutto perche' una donna vuol dimostrare che influenza sa avere.
    3)Emma (Austen) ci muovono sempre le migliori intenzioni, che generalmente generano i peggiori disastri.

  • #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Shoofly Vedi messaggio
    infatti io credo che si tratti di ironia bonaria (perché se non è così.... scherzo

    questa è la mia lista (personalissima e semiseria... semiseria? )

    Maschile:

    1) Missione in Alaska di Mykle Hansen, considerando certe simpatiche convinzioni del protagonista: "Sono un Homo Sapiens, io, e sono gli uomini che comandano su questo pianeta!"

    2) Le avventure di Pinocchio di Collodi (a dimostrazione che dal legno si può diventare bambini veri, ma solo con la fata turchina)

    3) Cuore di de Amicis, perché l'unico personaggio femminile che s'intravede con una certa "consistenza" è la maestrina dalla penna rossa, il resto sono solo uomini (tutti campioni di virtù) perciò non si fa fatica a pensare cosa ispirasse quella penna rossa



    Femminile

    1) Cowgirl il nuovo sesso di Tom Robbins: " I polli sono le creature più facili da ipnotizzare di questo mondo. Se fissi un pollo negli occhi per dieci secondi, è tuo per sempre".

    2) Birichina di Carolina Invernizio (già il titolo, poi vogliamo mettere la Invernizio con la Kinsella? Ma su, non c'è storia... )

    3) Amore e Zodiaco di Lucia Alberti, perché in fondo sognamo sempre che arrivino le stelle a metterci una pezza.
    Pollo a chi? :P
    Guarda che pure io sono della categoria maschile... Uhmf!!! Vabbhè, sei perdonata stante la citazione del libro cuore, ma con una colossale inesattezza: non c'è solo la maestrina ma anche la mamma di Enrico Bottini che ha una certa caratura!

  • #7
    Eclectic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    (MN)
    Messaggi
    4188
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ok. Provo io..

    Maschile.

    1) Il Piacere di D’annunzio.
    Il superuomo d'annunziano piega l’intero mondo che lo circonda (la donna, le macchine, la natura,...) al proprio progetto di affermazione.

    2) “Un giorno” di David Nicholls.
    Ho scelto questo libro perchè esprime l'aspetto più sensibile, profondo di sentimenti maschili divisi in diversi punti di vista, ma allo stesso tempo completi.

    3) Svevo - La coscienza di Zeno
    Il personaggio che con le proprie incertezze ed incoerenze incarna alla perfezione il comportamento dell'uomo attuale.

    Femminile.

    1) Clarissa Pinkola Estès - Donne che corrono coi lupi.
    L'autrice racconta "la donna selvaggia", intesa come forza psichica potente, istintuale e creatrice, lupa ferina e al contempo materna, ma soffocata da paure, insicurezze e stereotipi che fanno parte della psicanalisi del femminile.

    2) Simone de Beauvoir - Il secondo sesso.
    Un importante analisi del ruolo della donna nella società.
    Il nucleo centrale sta nella riflessione sulla libertà, personale e di genere, e sulla responsabilità dell'individuo.

    3) Naomi Wolf - Il mito della bellezza.
    Questo saggio analizza i condizionamenti culturali a cui le donne vengono sottoposte nella società.

  • #8
    Space's Skeleton
    Data registrazione
    Mar 2012
    Località
    Deep Space
    Messaggi
    512
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Bel giochino! Mi piace

    Maschile

    -L'ultimo vero bacio di James Crumley. Un bel libro hard boiled, duro ma non privo di sentimento. Lo sento molto vicino alla sensibilità propria della virilità virile

    -[i]Così parlo Zarathustra[i] di Friederich Nietzsche. Un classico della filosofia che bene esprime la fiamma dell'essere attivo del maschile, lo sforzo titanico per riportare alla luce ciò che è nascosto nella tenebra senza farsene sopraffare, questa dimensione decisamente maschile.

    -Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde. Uno dei libri che meglio esprime l'estetismo maschile, lo sguardo sul bello e l'eleganza nel bene ma anche nei suoi lati d'ombra.

    Femminile

    -L'amante di Marguerite Duras. Un bellissimo libretto sull'esperienza sentimentale femminile, un turbine a flusso di coscienza privo di separazioni, realtà interiore ed esteriore, bellezza e atrocità, disperazione e gioia si fondono e sono inscindibili.

    -Le relazioni pericolose di Choderlos de Laclos. Sottilissimo romanzo sulle contraddizioni e sulla forza prorompente del sentimento e delle passioni.

    -Aura di Carlos Fuentes. L'avevo recensito qualche tempo fa. Esprime al meglio l'incanto, il mistero, l'ambiguità e il fascino del femminile.


  • Discussioni simili

    1. I tre libri che si salveranno dall'invasione degli orsetti
      Da Dallolio nel forum Salotto letterario
      Risposte: 11
      Ultimo messaggio: 01-09-2011, 10:28 PM
    2. Confronto tra tre libri: Gomorra, Il giorno della civetta, Almost Blue
      Da μικρη γοργονα nel forum Salotto letterario
      Risposte: 4
      Ultimo messaggio: 04-17-2009, 01:15 PM
    3. quale dei tre?
      Da elisa nel forum Salotto letterario
      Risposte: 48
      Ultimo messaggio: 02-23-2009, 08:47 PM
    4. Libri-game e libri-gioco cercasi
      Da panteganus nel forum Salotto letterario
      Risposte: 4
      Ultimo messaggio: 12-29-2008, 09:07 PM
    5. V Cineforum - Superballottaggio a tre
      Da zaratia nel forum Tutto cinema
      Risposte: 13
      Ultimo messaggio: 10-07-2008, 11:20 AM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •